Billy Self rivela: “Wiggins sperava nei T-Wolves!”

L’allenatore dei Jayhawks ha parlato del suo ex asso e di come i due si siano sentiti in questi ultimi turbulenti giorni per via della trade con Kevin Love, Wiggins non l’ha presa così male.

Wiggins-SelfAndrew Wiggins (19 anni) è diventato la prima scelta assoluta al Draft a non giocare neanche un minuto con la squadra che lo ha scelto, i Cleveland Cavaliers alla fine ce l’hanno fatta a scambiarlo per Kevin Love (25 anni) cosa che all’ex Kansas non è così dispiaciuta…così ci rivela l’ex coach al college.

Recentemente Billy Self a “Soorting News” ha narrato di come si sia sentito con l’ex giocatore sia prima che dopo la trade rivelando che:

Quando la trade è iniziata ad entrare nel vivo ho parlato con Andrew e lui mi disse “Spero di essere ceduto!”, io gli risposi di no ma lui insistette dicendomi “Coach, lo voglio! È la miglio soluzione per me, mi conoscono, conosco la mia personalità e di quello che ho bisogno. Andare da qualche parte dove sono costretto a essere qualcosa invece di andare là dove stanno hanno pazienza, non voglio essere solo un pezzo”

Lo stesso canadese, durante il servizio fotografico (che dovrà ripetere con la nuova uniforme) aveva fatto capire che non sarebbe rimasto nell’Ohio con la famosa frase: “Voglio giocare per una squadra che mi vuole!” diventata anche una scherzosa vignetta ispirata al “Principe di Bel Air“, ma anche dalla malinconica risposta data alla ESPN (CLICCA QUI per leggere).

Wiggins quindi è finito in una squadra che non ha pressioni, che sarà incentrata su di lui e sull’altra valida matricola Zach LaVine (19 anni), niente Anthony Bennett (19 anni) finito a Philadelphia…

10536916_10152199473656260_8506203128810346851_n

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • i.graphicplayer

    @F.M.B.
    Scusa una cosa, ma due righe su cosa sta succedendo in quei di Minnesota, con Rubio uomo franchigia (!?) che sta lavorando per il massimo salariale (85 milioni o giù di li se ho letto bene) non le fai? Squadra che si prospetta interessante e secondo me distante non tantissimo da poter pensare ai playoffs (rubio+lavine+wiggo+young+pekovic sono tanta roba in prospettiva secondo me). Diciamo che i dubbi sono tanti, il più grosso, IMO, rimane come si possa pensare di far guidare questo gruppo da Rubio. Non mi sembra abbia dimostrato abbastanza da poter fare questa parte. Ha cannato in questo senso Irving pur venendo da un’annata molto migliore e avendo, per me, molto più talento dello spagnolo. Anche perchè se nei finali di partita per vincere devi andare da Rubio allora è notte fonda. Come facilitatore/creatore di gioco nulla da dire, la da via magnificamente, ma per il resto dai.. Nessuno sano di mente darebbe tutti quei soldi a Rubio. Per me più di 8/10 l’anno non li vale. E in difesa ti crea non pochi problemi tra l’altro, visto che sul primo passo non tiene nessuno (anche se sulle linee di passaggio difende bene oggettivamente). Attendo pareri da chi magari è più dentro di me in quei di minnesota e magari sa altri retroscena, ma se davvero alla fine ricky firma questa passerà per l’estate dei contratti no sense.

  • Rubio è IL problema di Minnesota, fare 10+ assist a partita con Love era facile, adesso è tutt’altra storia e poi è il PG che segna di meno di tutta le Lega per non parlare della non difesa.

    Se Minnesota lo rinnova fa una fesseria, per me è un PG da massimo massimo $7 milioni all’anno se proprio vogliamo essere generosi.

  • i.graphicplayer

    @F.M.B.
    Secondo me in una squadra basata su uno stile “da corsa” con wiggo e lavine a prendere le corsie per il contropiede e vivendo di transizione continua forse li fa comunque. Solo che, semplicemente, non puoi pensare a Rubio come ad un uomo franchigia. Ottima pedina di una squadra con ambizioni playoff. Ma sicuramente non può essere lui il trascinatore. A meno che non si riveda il Rubio versione giovanili in cui segnava molto e faceva tripledoppie con una facilità ridicola, ma non credo che in Nba abbia proprio i mezzi per una roba del genere. Detto ciò, a me lavine piace parecchio, tira bene da fuori, attacca il ferro e con i mezzi atletici entusiasma sicuramente il pubblico (e vende biglietti, il che non è male per minnesota). Vicino a ciò ci metti wiggo che in attacco sarà acerbo ma difendere difende e resta comunque una prima scelta, non l’ultimo dei mona (bennet a parte di solito le prime scelte non fanno schifo ecco, qualcosa comunque ti danno). Vedremo, certo è che per ripartire nel post Love avere tutto quel materiale li non dev’essere male ecco.

  • Minnesota comunque non è uscita male dalla trade, squadra giovane, futuribile, dinamica e atletica…

  • Salve a tutti,ma nn fu Webber la prima scelta a non giocare x la squadra che fu scelto?

  • gasp

    I.graphicplayer
    Minnesota non è intenzionata a dare il max salariale a Rubio, infatti Saunders la richiesta non l’ ha neanche presa in considerazione

    Simone
    Webber fu tradato la notte del draft stesso agli Warriors per P. Hardaway, sempre scelto in quel draft

  • i.graphicplayer

    @gasp
    Avevo letto che dopo la partenza di love si identificava rubio come l’immagine della franchigia. L’agente del giocatore ha chiesto il massimo salariale. Poi spero che a Minnesota gli abbiano riso dietro sinceramente.. Nel caso io metterei rubio dritto sul mercato e lo scambio con un altro play.. Oppure tanko selvaggiamente mentre faccio crescere i giovani e il prox anno punterei un play dal draft (anche se a me quello che mi fa più impazzire della classe del prossimo anno è Stanley Johnson).

  • gasp

    I.graphicplayer
    Da quello che ho capito si, Minnesota vorrebbe far diventare Rubio l’ uomo franchigia per ma non alle cifre che chiedono il giocatore e il suo agente…pensando a che squadra verrà fuori dopo la trade Love, Ricky ci starebbe benissimo

  • fabiostoppani

    Rubio? In confronto il muso giallo Lin è il nuovo Gary Payton. E’ un telepass, non ha un tiro decente, non sa andare a canestro, non è atletico, in alcune situazioni mostra tutto tranne che un’intelligenza europea. Sa passar la palla, questo si ma ormai è diventato un limite pure questo perché ormai TUTTI sanno che la passerà invece che tirare e quando proverà a farlo, dopo aver sbagliato, continuerà a passarla. Non capisco come possa esser considerato un giocatore da primo quintetto NBA. A proposito di Payton, il buon Elfrid è un giocatore con caratteristiche fisiche simili ma assolutamente di un altro livello. Il tiro è quello che è ma già migliore di quello del #9 di Minnie. Gran giocatore, sono curioso di vederlo in NBA.

  • redbull

    secondo me è un ottima trade per entrambe le squadre.

    cleveland guadagna un giocatore da 20+10 sicuri nelle mani, mentre wiggins va in una squadra in cui può fare più o meno pentole e coperchi senza che nessuno dica niente