Altro colpo Cavaliers, arriva Shawn Marion!

La franchigia dell’Ohio ha messo a segno un altro importante colpo di mercato strappando il veterano ex Dallas che, pur di giocare per il titolo, ha rinunciato a contratti più importanti.

Marion2Mentre LeBron James (29 anni) è impegnato a rispondere agli inviti della Ice Bucket Challenge in Grecia, i Cleveland Cavaliers gli hanno fatto un altro regalo perché anche Shawn Marion (36 anni), per la prima volta Free-Agent in 15 anni di carriera, sarà dei suoi nella prossima stagione!

Il veterano ex Dallas Mavericks ha rinunciato alle onerose offerte di Indiana e Los Angeles Clippers pur di poter lottare di nuovo per il titolo; a dare la notizia è stato coach David Blatt dopo aver ricevuto la telefonata di conferma dal GM David Griffin, in settimana verranno definiti i termini del contratto.

Ma Cleveland non si ferma, a settembre Ray Allen (39 anni) annuncerà la sua decisione e nell’Ohio si sono detti molto ottimisti che “He Got Game” possa giocarsi l’ultima stagione per loro.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • in your wais

    Tutto sommato credo che anche ai Clippers avrebbe giocato per il titolo…

    Buon per i Cavs, immagino Marion parta dalla panca dietro LeBron,ma gli giocherà spesso accanto, quando uno dei due farà il 4 tattico

  • mad-mel

    Oggettivamente cleveland e’ la squadra da battere ad east.
    Solo un implosione interna puo far mancare la finale.

  • Il Nichilista

    Dove và Lebron porta vecchiaia e distruzione, Cleveland era la squadra più futuribile di tutte prima del suo arrivo, adesso è diventata il ricovero per anziani derelitti

  • in your wais

    Irving,Waiters,Love,Thompson…dove sono gli anziani?Miller e compagnia sono solo comprimari da massimo 20′ a partita…

  • Magic

    Io credo che il futuro di Waiters sia ancora tutto da decidere.
    Lui e Irving non si sopportano e l’arrivo di Allen e Miller non l’ha digerito benissimo.

  • fantocci

    Sinceramente spero che rose torni rose, che gasol ritrovi un po di motivazioni e speriamo che i bulls facciano quello che devono sul fronte east, anche perchè mi sembrano gli unici che possono mettere i bastoni tra le ruote di james

  • deron

    grande giocatore the matrix, ma messo accanto a lebron secondo me c’entra davvero poco..

  • Il Nichilista

    I Cavs si sono rovinati il futuro, spero davvero che Rose confermi di essere tornato il vero Rose e che Chicago gli dia una bella lezione cosi dopo essersi rovinati il futuro si rovinerebbero anche il presente. Lo meritano per esser andati dietro ai capricci di Lebron, grandissimo giocatore ma come general manager vale davvero poco visto che assembla sempre squadre da ospizio

  • In Your Wais

    Ma come si possono scrivere tante vaccate in un post solo? Hai davvero stabilito un nuovo standard

  • lilin

    il nichilista

    ma sinceramente ci credi davvero in quello che scrivi? irving waiters love thompson saranno la spina dorsale del futuro cavs e l unico che manca all appello e wiggins che sfiga ha voluto si trovasse in roster ill giocatore piu forte della lega nel suo ruolo. rovinati il futuro di che?

    i contratti a miller marion e allen se firmerà dubito saranno di 5 anni quindi non dire vaccate. le basi future rimarranno con la possibilità di essere però già copetitivi ora.
    tutta colpa del capriccioso

  • Il Nichilista

    Voglio proprio ridere se i Cavs non vincono il titolo e Wiggins diventa un fuoriclasse…. Ma si consoleranno con il rinnovo a nonno Marion e un bel biennale a Stephen Jackson magari

  • mad-mel

    Ma secondo voi…a cleveland non mancano cm sotto il canestro? E soprattutto gente che fa sentire la propria presenza?

    Non sembra una pseudo Miami 2.0?
    Con le dovute proporzioni Irving che fara il wade della situazione e il Love, che secondo me con james diventera ancora piu perimetrale proprio come Bosh.
    Tanti tiratori da tre dalla panca.

    Devono pregare in santi e madonne in un varejao sano…soprattutto in una serie contro chicago.

  • Alessio

    Il nichilista: e io vorrò vedere quelli come te che faranno se i cavs vinceranno un titolo (o più) e Wiggins non diventerà più che un buon giocatore.
    Che poi Love deve ancora compiere 26 anni, non è esattamente vecchio (ci sono 6 anni e mezzo di differenza con il canadese), l’ultima stagione ha scritto 26+12 con 4 assist, tira benissimo da fuori (perfetto per i ribaltamenti di lebron): l’unico rischio è che è un po’ troppo spesso in infermeria.
    Che poi cosa se ne farebbero i cavs di un giocatore anche fortissimo tra 3-4 anni quando lebron in squadra lo hanno adesso?
    A me la squadra che ha messo su cleveland pare una corazzata: se lo spogliatoio regge penso sia la favorita al titolo per distacco (gli spurs fanno sempre i miracoli ma l’anno in più e l’appagamento si farà inevitabilmente sentire: delle altre, a oggi, solo i bulls con Rose al meglio possono sperare di dire qualcosa).

  • Il Nichilista

    @mad-mel
    Commento di uno che capisce di basket, complimenti.
    Contro Chicago con un Rose sano le prendono di brutto anche perchè considera che Love è un lungo che difende zero ed è stuprato da chiunque.
    Se anche Rose non ce la fa a giocare nemmeno quest’anno, tranquilli che cmq i Cavs non lo vincono cmq il titolo con gli Spurs che se la ridono ad asfaltarli. Immaginate soltanto Love che deve marcare il maestro Tim Duncan in post, io penso che lo farà vergognare di esser diventato giocatore Nba loooool

  • Il Nichilista

    @Alessio
    Per te il basket evidentemente è soltanto inutili crossover alla Irving o le manibbòne di Love…
    Peccato che per vincere serve ben altro, due giocatori simili entrambi nello stesso team sono pressochè nocivi.
    Puoi metterci le mani sul fuoco: con questo asset non vinceranno mai un kaiser, mi ci gioco quello che ti pare

  • redbull

    secondo me, comunque andava, cleveland si sarebbe presa della cogliona

    se tenevano wiggins, non avrebbe trovato il giusto spazio perchè c’è lebron, e allora tutti a dire che avrebbero dovuto scambiarlo

    se invece, come è successo, l’hanno scambiato, troverà spazio e diventerà fortissimo, tutti a dire che dovevano tenerlo

    scusate l’italiano, spero si sia capito

  • lilin

    incredibile, c è gente che sa già come andrà a finire la stagione! Nichilista vai già a giocarti la casa che diventi miliardario.

    love e irving mai visti in un contesto che non sia perdente e non da star principale. CHe ne sai di come si comporteranno?? stai parlando di aria fritta con la sicurezza di uno che già sa.

    era chiaro che qualsiasi mossa di cleveland sarebbe stata contestata! Sarà un anno molto divertente.
    cmq anche se perdessero in un ipotetica finale con san antonio, visto le mille incognite che voi indicate non sarebbe un fallimento ma sarebbero andati oltre le aspettative! Vero nichilista?

  • zed

    quoto lilin ,come fate a sapere che cleveland asfalterà tutti o che farà una figuraccia,beati voi che avete tutte queste certezze,io preferisco vedere le partite dal 28 ottobre in poi e poi farmi un’idea della stagione.anche . quando i lakers presero howard con kobe gasol, sembrava che la lega per 2-3 anni dovesse chiudere per manifesta superiorità e poi sappiamo tutti come è andata a finire

  • Alessio

    Il nichilista: a parte che mi pare che i cavs non abbiano solo loro 3 ma anche i vari waiters, thompson, marion, varejao, forse ray allen, quello che dici adesso lo dicevano anche dei celtics di garnett, Pierce e allen e degli heat di lebron, ovvero delle due squadre che hanno monopolizzato le finali ad est dal 2008 (salvo il 2009, ma solo per l’infortunio di garnett)… …poi deciditi! I cavs erano la squadra più futuribile della lega o quella degli inutili crossover di irving?
    P.s.: quando ho iniziato a seguire il basket da piccolo ho preferito i celtics di bird allo showtime di magic o alle prodezze di dr j: questo dovrebbe bastare e avanzare a risponderti su quanto mi faccia influenzare dalle giocate spettacolari nelle mie valutazioni.

  • L’Ammiraglio

    Per me con Love hanno fatto benissimo, e, tutto sommato ed a problemi ancora evidenti, hanno messo su una gran bella squadra.

    Poi magari faranno cagare, e dopo i Lakers del 2012 c’è da aspettarsi di tutto, però io li vedo competitivi per il titolo.

  • Alessio

    Zed: ad onor del vero su quei lakers c’erano molti dubbi (difesa, coesistenza, declino fisico, etc.) ma essendo i gialloviola un prodotto che vende certe cose le si dicevano un po’ sottovoce.. e di certo nessuno pensava ad una lega chiusa per 2-3 anni quando l’età media del quintetto base era di 33 anni…
    qui per me i dubbi veri possono essere solo di 2 tipi: spogliatoio e infortuni (con varejao e love principali indiziati)… poi è chiaro: si può parlare di favoriti (per me grandi favoriti) o di bluff ma il campo è un’altra cosa…

  • rofled

    ma perchè tutto questo odio? ok dare la propria opinione, magari sul fatto che cleveland forse non ce la farebbe a battere i sas in una finale, oppure che se rose tornerà quella di un tempo chicago diventa una contender più reale dei cavs. invece sperare nella disfatta di un giocatore/squadra è veramente triste. ma james vi ha ammazzato il cane? ed io che pensavo che certi atteggiamenti fossero solo dei calciofili. ritornando IT, io la penso come te(nichilista), escluso ovviamente tutto l’odio spruzzato a caso. chicago con rose in forma e sas > cavs al momento. ma è tutto da vedere ancora, questo sport è bello proprio perchè imprevedibile.

  • mad-mel

    Io ho detto un eventuale implosione interna i cavs non vanno in finale.
    Per me a livello di rosa sono un paio di scalini rispetto alle squadre del misero est.
    @lilin per me vale il ragionamento opposto. Sarebbe una sorpresa non vederla in finale.
    Su via, solo la presenza di james che ti gira la squadra come un guanto, ti garantisce ad est una finale di conference.
    Arrivava con quei cavs decrepiti alle finali di conference e perdeva contro uno squadrone come i celtics.
    Adesso non ci sono ne i celtics ne i cavs decrepiti.

    Ps: io sono un estimatore di Love.
    Dite quello che volete ma i numeri cantano. La storia del perdente in una conference assurda come ad ovest con una squadra di merda non la bevo.

  • lilin

    mad mel

    anche io li vedo in finale! Stavo discutendo tutte le perplessità che li accompagnano. Hanno tutto per fare una grande stagione…la differenza la farà solo una cosa a mmio modo di vedere: la chimica.
    Se lebron e i tanti criticati veterani riusciranno a far da collante tra i giovani galletti allora ci sarà da divertirsi.

    chicago: sulla carta è una bella squadra ma anche loro dovranno reinserire rose dopo due anni sperando non abbia altri problemi e digerire l inserimento di gasol. Con un deng in meno.

    CCmq qui mi sembra che molti diano per scontato che miami non sia piu una squadra forte…io non li vedo messi per niente male e attenzione perchè saranno motivati a mille per dimostrare che anche senza lebron potranno dire la loro

  • mad-mel

    Su Miami ho seri dubbi….tutto dipende dall integrita fisica di wade…che secondo me e gia bella che andatam
    Gia con lebron toccava meno palloni e giocava meno minuti…aveva mille rogne…figurarsi quest’anno.

  • nitrorob

    Per me è uno squadrone punto.
    ma non so perchè mi fa meno paura di miami degli anni passati!
    ma quando inizia questo casso di campionato????

    ps. OT, pensate se al posto di Love ci fosse stato Big Jim, quello si che sarebbe stato un quintetto da chiusura della lega, altro che!!!!

  • lilin

    nitrorob

    giustamente fanno meno paura…
    wade lebron e bosh erano star nel loro prime
    irving è fortissimo ma deve dimostrarlo ancora
    love giiocatore dai numeri incredibili ma anche lui deve fare lo step decisivo
    cmq ho la sensazione che il trio di cleveland sia piu compatibile di quello di miami…

  • fabiostoppani

    Cleveland funzionerà o meno? Con Love potrà funzionare da subito ma dovranno pagare lo scotto di essersi pregiudicati il loro futuro a lungo termine. Poi magari Wiggins in NBA non funzionerà ma per raggiungere l’obiettivo in breve periodo rischi di perdere tutto nell’arco di 2 anni. Un bel rischio. Non credo saranno i Lakers 12′ 2.0 (molto diverse le situazioni, ancora non riesco a capire come quella squadra così composta non fosse già data per morta dai più fin dall’inizio altro che Lega chiusa per 2-3 anni) ma se qualcosa o tutto dovesse andar storto sarebbero guai seri. Tutto girerà attorno al nuovo status di Irving e Love, all’esplosione di Waiters e il ritorno ad alti livelli di Varejao. Cosa non mi convince? Sono TUTTE incognite e TUTTO dovrebbe filare al punto giusto per battere Spurs o Thunder. Love è perfetto per il gioco di Lebron, ottimo rimbalzista ma scarso difensore. Irving viene da un’annata molto sottotono, il giocatore è in teoria fantastico ma deve ancora dimostrarlo oltre all’esser anche lui un telepass. Varejao è l’unico che sa difendere ma è da tempo che non gioca ad alti livelli oltre all’esser injury prone. A Miami in questo senso è girato tutto bene considerando che Bosh ritornò da un infortunio proprio nel momento di maggior bisogno e Wade ha manifestato almeno per 3 anni condizioni fisiche più che accettabili. Waiters è l’ago della bilancia. Se quei 3 fanno la loro parte e Waiters esplode, questi sarebbero davvero pericolosi. Miami però è stata tutta un’altra storia. Qui si giocherà in teoria per segnare più dell’avversario perché affidarsi alla difesa con Love e Irving con un Lebron lontano dall’esser quell’ottimo difensore ammirato qualche tempo fa (età, voglia..) sarebbe una follia. Certo è che se qualcosa dovesse andare storto (infortuni, alchimia, chimica, incompatibilità tecnica) la devastazione sarebbe dietro l’angolo con Love in scadenza fra un anno e Lebron fra 2 (scordatevi la storiella dell’aumento dei contratti che può esser solo una faccia della medaglia. Se non si vince, armi e bagagli e via da Cleveland). I Cavs hanno rischiato tutto in nome di Lebron. Ce la faranno? Vedremo

  • JoH

    I Cavs avranno tutto il tempo necessario per trovare le alchimie e i giusti equilibri. La differenza con i Lakers 2012 è proprio questa, la scarsa (o meglio nulla) concorrenza della Eastern Conference. Un po’ come i primi Heat, che oggettivamente erano poca roba, anche i Cavs potranno far passerella più o meno fino alla finale di Conference e trovare con calma la giusta soluzione per essere competitivi anche con quelli dell’altra Conference.
    La finale sulla carta è più che possibile e io onestamente non capisco come i Bulls possano essere considerati sullo stesso piano. Rose è uno che ha fatto 10 partite negli ultimi 2 anni e il loro miglior rinforzo è quel Gasol che fino a qualche mese fa era perculato da tutti e colpevole principale di tutti i mali dei Lakers…boh. Per me Chicago resta un’incognita, affascinante quanto volete, ma sempre un’incognita.
    Per le considerazioni tecniche, come sempre, invece bisognerà vedere almeno qualche settimana di partite. I Cavs comunque avranno tempo.

  • JoH

    @Fabio
    Love è del ’88, ha 26 anni (un anno meno di me che onestamente non credo di essere vecchio). Se consideri che il sig. Dirk Nowitzky domina ancora dalla stessa sua posizione non vedo in che modo i Cavs abbiano sacrificato il loro futuro ( Waiters è un ’91, Irving è addirittura ’92). Non sto ovviamente paragonando Love a Dirk ma insomma il concetto è chiaro. I Cavs hanno ottenuto il meglio che si poteva dalla situazione che si era creata: Wiggins è un’incognita, Love è un all star.
    Sul discorso alchimia secondo me i Cavs avranno il tempo per trovarla, non sono obbligati a vincere al primo colpo e la concorrenza è veramente poca.
    Situazione ideale per Lebron e soci.

  • fabiostoppani

    @JoH Sul discorso Bulls non posso che quotarti. Giusto perché giocano ad Est possono esser considerati da Finals NBA come ho sentito dire da più parti. Fosse arrivato Melo! Rose non gioca da 2 anni, Gasol ha la catarogna e come ala piccola presentano Dunleavy e un rookie. Noah sarà pure maturato ma ricordiamo 3 anni fa con il miglior Rose come uscirono male contro Miami. Anche andassero in finale (ad Est può succedere di tutto) sarebbe 4-1 massimo 4-2 contro chiunque.

    Se ad Ovest abbiamo una tonnara, ad Est un bel calderone. Bulls, Cavs, Raptors (Caboclo MVP), Wizards che a me piacciono tantissimo anche se hanno perso tanto con Ariza e devono pregare che Otto Porter si riscatti dopo l’orribile primo anno con Pierce a fargli da chioccia e poi Atlanta con di nuovo Hordord e Payne che a mio avviso farà molto bene. Attenzione a lungo termine verso Phila perché questi fra 2 anni… oltre che a Orlando con il duo terribile Oladipo-Payton per non parlare di Milwakee con Sanders che speriamo non si ferisca in qualche altra rissa, Jabary e Giannis. Insomma vedo tanta luce ad Est (peccato Wiggins sia andato ad Ovest). Al netto del gulag di NY (Kicks e Nets)…

  • fabiostoppani

    @JoH Tutto vero ma io ho fatto un discorso diverso. Rischiano di pregiudicare il loro futuro non per l’età del trio e di alcuni comprimari ma per le conseguenze che potrebbe avere una cattiva prima annata. A mio avviso dovranno fare bene da subito perché hanno finestre molto brevi per quanto riguarda due loro stelle. Non sappiamo cosa succederà fra un anno a Love e molto dipenderà da questo primo anno. Non sappiamo se sia il nuovo Bosh soprattutto a livello di ruolo. Sarà tutta un’altra dimensione rispetto a Minnesota e ancora non ho capito se Kevin voglia vincere, prendere soldi o diventare una superstar. Bosh ha sacrificato parte delle ultime due scelte per arrivare alla prima. Sarà così per Love? Ricordo che il rapporto fra Wade-Lebron-Bosh è molto differente in partenza da quello che ci sarà con Love e Irving. Lebron poi scade fra 2 anni. Scelta tattica o meno, ha già lasciato Cleveland e lasciato gli Heat dopo 4 finali e due titoli per VINCERE. Vuole questo e farà tutto per arrivarci fino all’ultimo dei suoi giorni nella Lega (magari facendo il galoppino di Wiggins fra 7 anni, ricordate le mie parole…). Così ragiona lui e tutto il suo entourage. Vedremo se il rischio preso dai Cavs sarà motivato o meno.

  • JoH

    @fabio
    E’ vero quello che dici ma Cleveland fondamentalmente è un gulag, fa cacare sotto tutti i punti di vista e ha (come sai benissimo) zero possibilità di attirare i FA di valore dal mercato. Senza Lebron fondamentalmente non esistono. Per loro avere tutto questa risonanza mediatica che LBJ si porta dietro è già di per sé una vittoria e secondo me è normale che cerchino di seguire le sue idee (se quella della trade è stata sua idea). Cioè, the mistake on the lake…credo renda l’idea.

    Poi su una cosa siamo d’accordo: la scarsa concorrenza. James rimane, a prescindere da chimiche e compagni di squadra, il miglior giocatore al mondo inserito in un contesto di concorrenza ridicolo. Anche senza aver visto i Cavs un solo secondo, faccio veramente fatica a vedere LBJ fuori dalle finali di conference.

  • Il Nichilista

    Io non faccio il Nostradamus ma semplicemente credo sia impossibile vincere il titolo con due autentici telepass in quintetto.
    Irving e Love sono giocatori che purtroppo con le loro giocate offensive belle da vedere portano l’appassionato poco attento a sopravvalutarli e a credere che siano buoni prospetti.
    In realtà sono due dei peggiori difensori in circolazione, ed io credo per quello che ho visto che la difesa sia la reale arma per vincere non soltanto nel basket ma in qualsiasi sport.
    D’altronde se assembli una squadra con cosi tanti attaccanti monofase credendo di vincere le partite dei PO facendo 120 punti è chiaro che non hai capito come si vince in questo gioco.
    E vedrete che i Cavs ovviamente non vinceranno

  • Il Nichilista

    I Cavs possono vincere solo se gli altri team subiscono degli infortuni tipo Duncan gli viene l’artrite per la vecchiaia o Rose si fa male di nuovo.. Altrimenti non hanno proprio chance. Anche Indiana per dire avrebbe vinto facile contro di loro se Lance fosse rimasto e a George non fosse capitata la gamba rotta

  • Alessio

    Beh, che Duncan o Ginobili possano subire infortuni o peggiorare notevolmente il proprio rendimento è più che possibile visto che stiamo parlando di giocatori decisamente più vicini ai 40 che ai 30…
    Su Rose rotto poi…
    …se non ti fermi tra un po’ dirai che pure phila, se Embiid dovesse tornare prima del previsto, potrebbe battere facile questi cavs,
    …comunque anche di Pierce e Ray Allen si diceva che erano prossimi ad essere telepass in difesa eppure fino all’infortunio di Garnett del 2009 i celtics erano sicuramente di gran lunga la miglior difesa del campionato.
    Qui si dimentica che in difesa c’è anche una forte componente mentale: a mio avviso ora che giocano per vincere Irving e Love dimostreranno di essere molto migliori in difesa rispetto a quanto sono stati finora… …poi vince una squadra sola e magari non saranno i cavaliers ma a me la squadra intriga parecchio…

  • Il Nichilista

    @Alessio
    Secondo questo discorso sono tutti potenzialmente buoni difensori, il fatto è che i signori da te citati lo hanno anche dimostrato mentre Irving e Love sono soltanto dei wannabes per il momento… ma anche in attacco hanno tutto da dimostrare, finora hanno fatto tutte partite poco importanti e voglio vedere ai PO quando la palla pesa il doppio se hanno le palle di mettere i tiri, non mi faccio impressionare da un crossover o da una monster double-double in una partita inutile.
    I veri campioni si vedono ai playoff e loro finora non li hanno mai giocati quindi non so su quali basi si dà per appurato che siano dei campioni. Ripeto, sono nient’altro che wannabes

  • Mamma mia quanto sono ancora sopravvalutati i Bulls: Rose non gioca da 2 anni, hanno perso deng e Gasol ha già dimostrato quando era 3 anni più giovane che non può giocare ala grande.. Come già è stato possono aspirare al massimo alle ECF

  • CAVS
    a meno di cataclismi sono già in finale e chiunque affronteranno lo faranno male che vada in una situazione di 50/50..
    Tutto il resto sono cazzate..

  • low profile

    Che palle di off season…ma quando ripartono? non se ne può più, veramente, mannaggia a James e all’attenzione mediatica che lo circonda. Gli Spurs hanno fatto registrare la post season più dominante degli ultimi 30 anni e qua si parla solo dei Cavs che in una conference ridicola godranno di un by fino alla ECF dove avranno , probabilmente, vita piuttosto facile lo stesso. Meno male che in finale se la vedranno con qualcuno di più serio.
    Così a pelle dico OKC per la maniera in cui hanno incassato la sconfitta, gli Spurs sono stati superiori e loro hanno evitato drammi, scarica barili e fughe alla chetichella, questo è per me l’atteggiamento giusto, sia chiaro i nero argento sono ancora superiori e tolti i 3 l’aver vinto dovrebbe dare al miglior supportig cast di tutti i tempi ulteriore fiducia ma le incognite sono molte e in un sistema basato su un delicato e complesso insieme di ingranaggi andare fuori giri è un attimo. TD e Manu potrebbero fare finalmente i conti con la C.I. Leonard potrebbe non fare lo step decisivo per il takeover e gli eroi improbabili potrebbero rientrare nei ranghi della mediocrità. Saperlo adesso è parecchio difficile, anche se mi azzardo nella previsione e dico che l’anello sarà affare di queste 2 franchigie e solo una immediata chimica di James &Co potrà evitarlo. Ma facciamo che iniziamo che di discorsi ipotetici ne ho piene le tasche

  • JoH

    LP
    Lebron effettivamente ha rotto le palle. By far, giocatore più mediatico della storia.
    Sui Thunder abbiamo la stessa sensazione. Per gli Spurs la serie più difficile dei PO (con buona pace dei Mavs) è stata quella contro OKC. Non è solo una questione di accoppiamenti ma l’energia dei Thunder é veramente qualcosa che gli Spurs soffrono tantissimo. OKC ha pagato la scarsa vena di KD e soprattutto gli erroracci collettivi fatti nel clutch time di gara 6. In un eventuale gara 7 non li avrei visti così male.
    Se quest’anno si danno una regolata e giocano con un po’ più di testa possono tranquillamente farcela (tenendo conto anche di padre tempo, gli Spurs non possono durare in eterno).
    Concordo poi sulla off season merda (soprattutto grazie a LBJ) anche se la RS non è sia sta gran cosa…

  • The Comfort Suites Arlington provides standard and economical accommodations a mile and a half from Cowboys Stadium. Amenities include free daily breakfast, swimming pool and fitness facilities. Business services include a hotel business center, free wired and wireless high speed Internet access,ASME BPVC XII 2010, fax and a multilingual staff. How many people get lemon in their tea or water? Recent reports show most lemons to be a transmitter of fecal matter. Yuck. I do not take lemons in anyth