T-Wolves: Bennett resta e arriva anche Young!

La prima scelta al Draft 2013 resterà a Minnesota che nel frattempo si è presa anche l’ala dei 76ers in una trade a 2 giocatori con anche una prima scelta di Miami. Muhammad non coinvolto.

081914_abAnthony Bennett (19 anni) non cambierà casacca nella prossima stagione, i rumors che davano per certa la trade tra Minnesota e Philadelphia con Thaddeus Young (26 anni) coinvolto dopo il trasferimento di Kevin Love (25 anni) ai Cavaliers in cambio di Andrew Wiggins (19 anni) sono stati smentiti proprio stanotte.

I T-Wolves non hanno intenzione di perdere la prima scelta del Draft 2013 ma allo stesso tempo hanno voluto fortemente l’ala dei 76ers, ecco la trade che è finalizzata; Philly riceve Alexey Shved (25 anni), Luc Mbah a Moute (27 anni) e una futura prima scelta del Draft 2015 dei Miami Heat.

Minnesota, oltre alla prima scelta del Draft 2014 e 2013 si è presa pure l’ala mancina dei Philadelphia 76ers.

Ecco la trade finale ed ufficiale
CLEVELAND
Love
MINNNESOTA
Wiggins, Bennett, Young
PHILADELPHIA
Shved, Mbah a Moute, 1^ Scelta Draft 2015 Miami

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Il Nichilista

    In pratica sono riusciti anche a farsi regalare Thad Young… GM dei Twolves merita un paio di statue per aver brutalizzato sia Cavs che Sixers in questo mercato. Vittoria su tutta la linea e chapeau

  • lilin

    mah su i cavs non sono per nulla d’accordo ma solita questione di punti di vista.
    avessero dato anche waiters l avrei pensata come te ma bennett (che l’hanno scorso era preso per il culo dal mondo) e wiggins mi sembrano piu che accettabili per un giocatore realmente forte non ancora visto in un contesto vincente.

  • Michael Philips

    “per aver brutalizzato sia Cavs che Sixers in questo mercato. ”

    i cavs hanno preso il go-to-guy di un altro team, un tizio che deve ancora fare 26 anni e che ha chiuso con un discreto 26+12 a gara. Ci sarebbe la fila da parte dei gm degli altri team per farsi brutalizzare così.

    io spero davvero che wiggins possa spaccare, perché mi piace l’idea di vedere una nuova rivalità tra due giovani atleti,(stile melo vs lebron di 11 anni fa) e se ai cavs wiggins non avrebbe avuto un ruolo da titolare(se non uno inventato di sana pianta giocando come guardia) e probabilmente meno spazi e visibilità di un parker padrone ai bucks, ora sono pari a livello di spazio nel proprio team.

    Certo se wiggins toppa, poi valli a leggere i commenti di chi pensa che prendere love invece che questo talentuoso 19enne sia stata una puttanata ridicola. Ad oggi, proprio a livello di probabilità, diciamo che un love ti da determinate certezze, con la possibilità di essere più motivato e cattivo in un contesto serio. Wiggins non ha dominato in ncaa(ma non vuol dire eh)e così a naso non lo vedo fare una stagione da rookie davvero super.

    Insomma, vedremo.

  • Il Nichilista

    Io rimango della mia idea che Love è un giocatore deleterio in qualsiasi team perchè non sa difendere, può giusto abbindolare qualcuno perchè gioca per le stats e infatti per quello è buono ma per provare a vincere è l’ultimo giocatore che devi prendere.
    In tutto questo si è ceduto un giovane che sembra abbia un gioco completo sia in difesa che in attacco e il giusto mix di tiro e atletismo.
    Ma ciò che è più grave è che Love era a fine contratto, è proprio questo che fomenta il fatto che i Cavs abbiano regalato troppi asset

  • Il Nichilista

    Cmq dicevo: Rubio-Martin-Wiggins-Young-Pekovic.. dalla panca Barea, Lavine (occhio pure a questo qua..), Brewer, Budinger, Bennett, Dieng..
    Insomma, secondo me è quello che ha lavorato meglio di tutti quest’estate il gm di Minny e non mi meraviglierei di vederli lottare per un posto ai PO finalmente dopo tanti anni

  • Michael Philips

    nichilista

    cristo santo, ma guarda che le stats non le mette il suo manager, le mette lui sul campo, e con una continuità assurda. Non difende? vero, come lui tanti che una volta sistemati in un team serio hanno spaccato. Si stravolgono gli equilibri delle cose in modo assurdo.

    E devi rinunciare al quarto realizzatore della lega e potenzialmente anche primo rimbalzista per un 19enne che come scrivi “sembra abbia un gioco completo sia in difesa che in attacco”.

    Ma quando mai uno prende uno che deve dimostrare tutto(e ha riguadagnato punti solo grazie ai guai fisici di quello che sarebbe stato la prima scelta assoluta, cioè Embiid) per uno che nella lega sai che ha un impatto offensivo tra migliori in assoluto? Ah il 19enne tra le cose, e lo si ripete per la millesima volta, gioca nello stesso ruolo del n.1 al mondo. Quindi ci sarebbe stato pure il rischio di bruciarlo ai cavs.

    Poi riguardo la difesa pare sia portato, ma dire che si è dimostrato già un difensore in ncaa è assolutamente sbagliato.
    Mi infastidisce che dopo un anno passato a rimarcare quanto fosse stato deludente e di come parker fosse già visibilmente più pronto per la nba(lo dicevano quasi tutti), e di come con un embiid sano wiggins rischiava la terza scelta, ora senza aver dimostrato ancora nulla, in tanti hanno cambiato idea, così, dal nulla.

    Spero che il ragazzo sia forte mentalmente perché tutto sto casino gli avrà messo addosso una pressione a forma di scimmione, già prima di iniziare una sola gara nba.

  • low profile

    Young è una bella presa, specialmente a quel prezzo, visto che come il Love che andrà a sostituire molto probabilmente eserciterà la PO a giugno, ergo molto meglio non aver mollato ciccio Bennett che non diventerà mai un fenomeno ma che forse saremo costretti a rivalutare un minimo nel futuro prossimo dato che ho scoperto che oltre all’infortunio alla spalla erroneamente minimizzato durante tutta la stagione scorsa il ragazzo soffriva di apnea nel sonno, un disturbo non di poco conto specialmente per chi vuole diventare atleta d’élite, disturbo che dicono sia completamente scomparso grazie ad una operazione. Sonno ok spalla ok, pressioni per la scelta andate e ha pure perso peso, ora il ragazzo è giudicabile

  • Il Nichilista

    Ma guarda che i Cavs avevano la prima scelta assoluta quindi che Parker fosse più pronto è una tua idea ma non era quella dei Cavs evidentemente visto che gli hanno preferito Wiggins.
    Dunque non c’entra nulla mettere in mezzo Jabari o Embiid in questo discorso: di tutti i rookie i Cavs hanno stabilito che secondo loro il migliore era Wiggins.
    Rischiando molto hanno deciso di cederlo per un giocatore che non è assolutamente una garanzia come vuoi far credere, che non sa cosa significa giocare sotto pressione, che non conosce l’importanza di una palla decisiva in cui il tiro che ti è entrato mille volte lo devi mettere all’ultimo secondo e magari te la fai sotto, che non sa cosa significa difendere forte sul suo uomo rinunciando alla posizione per prendere l’ennesimo rimbalzo per fare statistica.
    Tutte queste cose il signor Kevin Love non le ha ancora fatte, nel gioco del basket è praticamente un novellino (come lo è Wiggins..) che finora ha soltanto dimostrato di non essere un buon primo violino (difatti Minnesota ha sempre fatto pena con lui come leader) e di essere il re del losing effort.
    Per uno del genere (in scadenza, ricordiamolo perchè è fondamentale) non và ceduta la prima scelta assoluta di un draft tra i più talentuosi degli ultimi anni, nemmeno alla pari. E loro ci hanno messo anche Bennett e un’altra prima scelta

  • low profile

    MP

    Io stravedo per Parker ma prima di chiamarlo padrone vorrei vedere come procede l’evoluzione di Attentouncolpo e considera che già con l’anno scorso era un bel pò avanti col programma.. questo ha tutto per essere il prototipo di giocatore del 2030. O (come lo chiamano) semplicemente the Greek freak,

  • gasp

    Be partendo dal presupposto che Hinke non gliene fotte di creare una squadra competitiva nel presente, prendersi una prima, Shved e il mentore del tuo rookie mica male…
    Sinceramente non condivido le scelte dei Cavs ma mettevi nei loro panni: siete fidanzati con una tipa carina, futura gnocca, e siete vicini a inzuppare il biscotto; un giorno la ex, che intanto è diventata una con più curve di Laguna Seca, si è lasciata con il figo pieno di soldi e vuole tornare con voi lasciando perdere gli altri tipi cooled è disposta anche a fare una cosa a tre con la sua amica, una bella fica anche lei, però voi avete detto in giro che è una zoccola fino al giorno prima…potete scegliere tra “no grazie, ho una dignità” o il classico “chissenefrega, quando mi ricapita una cosa del genere!” cosa scegliereste?

  • cuni

    Low

    A proposito di attentouncolpo, ieri ha fatto un contropiede prendendola poco fuori l’area difensiva ed è andato a schiacciare con 2, dicasi 2, palleggi…mostruoso

  • cuni

    Gasp

    Sono commosso

  • Il Nichilista

    Mi spiace gasp ma io da buon appassionato hentai ho una passione per le verginelle quindi tengo la fidanzatina facendola diventare maiala e ripudio sia la ex zoccola che l’altro mignottone 😀

  • JoH

    I Cavs faranno 3/4 dei PO contro gente improbabile, immagino la pressione mostruosa a cui sarà sottoposto il “novellino” Love… Ma dai.
    Sulla difesa e le stats poi boh, si diceva la stessa cosa di Bosh eh, uguali proprio, abbiamo visto poi com’è andata. La difesa è al 80% una questione di volontà e Love avrà le sue motivazioni. Io ripeto che i Cavs avranno tutto il tempo di questa terra per trovare il giusti equilibrio.

  • Il Nichilista

    Oltre a Love c’è anche Irving con gli stessi identici problemi in quintetto… La difesa è un’arte, è anche volontà ma non soltanto come credi tu. Sono fondamentali che si imparano anno dopo anno, Love deve ancora iniziare (Irving idem)

  • gasp

    Nichilista
    Anch’io sarei della stessa idea, ma sapendo la storia dei Cavs e di Cleveland in generale non vedo chissà quale cazzata, con Love sono molto vicini al titolo più di quando c’erano James e gli scappati di casa e piú degli anni ’90 con Price e Daugherty…sinceramente se fossi in Gilbert (che dopo il ritorno di LBJ con baci e abbracci, mi sta tremendamente sulle palle) cercherei una trade per Irving in cambio di giocatori più funzionali.

  • Il Nichilista

    Ecco si, se il piano prevedesse anche la cessione di Irving ottenendo in cambio ad esempio Dragic e Bledsoe allora il discorso sarebbe ben diverso..

  • mad-mel

    Ma a prescindere dallo scambio love wiggins. Io non continuo a capire perché il discorso che wiggins se fosse stato nei cavs giocherebbe nel ruolo di james, cioè ala piccola.
    Lebron ha le dimensioni da ala piccola, ma francamente quando gioca da ala piccola?

  • JoH

    A me sembrano le stesse considerazioni fatte per Bosh ai tempi. Non difende, solo stats, non contesta per prendere i rimbalzi, ecc. Uguali. Lo stesso Bosh che poi si è rivelato un pezzo fondamentale nella difesa ultra aggressiva degli Heat e quindi nei due anelli vinti.
    A me di Love non frega nulla eh, non mi è mai piaciuto, è che non capisco ste mode di spalare merda sui giocatori così a muzzo senza considerare mai i lati positivi. Ma tant’è, si fa per parlare;)

  • Il Nichilista

    Love ha lati positivi ma non solo. Io discuto l’utilità di un acquisto che non mi sembra i Cavs avessero problemi a far canestro guardando il roster che avevano prima di Love. Adesso ok, hanno un tiratore da tre in più ma la vera questione è a livello difensivo. Bosh ha dimostrato di sapersi calare nella parte e rendersi utile ma non è detto che quello che vale per uno vale per tutti

  • low profile

    Cuni

    L’ho appena vista, incredibile, quasi tutto il campo con il secondo ed ultimo palleggio ben aldilà della linea da 3 punti e NON HA FATTO PASSI.
    Sto ragazzo ha un potenziale da pelle d’oca