Top 10 Players…Slam Dunk!!!

Ebbene si, amando alal follia questo Manga non potevo non stilare una classifica dei 10 migliori giocatori di un fumetto/cartone animato che chi ama il basket non può non averlo visto.

SlamDunkTop10Era un terribile 13 agosto 2014, quando il “salvatore” (F.M.B) mi venne a trovare a lavoro commissionandomi quella che sarebbe stata la top10 dei miei sogni.
“Vabbe ma accennami qualcosa”
-“No no te ne devo parlare di persona”
Ero da annoiarmi quando un’aura di luce mistica mi investì e sentii una voce amica dirmi “jack, vai, non peccare più e scrivi la top10 sui giocatori di SLAM DUNK, il manga che é entrato nella leggenda.”

Ho preso due ore di permesso perché l’emozione era troppa e quasi stavo per licenziar mi perché per questa devo essere rilassato e nelle giuste condizioni mentali.
Ho detto no anche alle donne per una settimana, ma quello non era un grosso problema, visto che mi dicono loro di no per tutto l’anno.

La mia passione per il basket nasce in gran parte proprio grazie a questo manga, che, a mio personalissimo gusto personale ( e non solo in realtà) è lo spokon (manga sportivo) più bello di sempre.
Takehiko Inoue, il maestro, è riuscito ad emozionarmi come poche volte, mixando abilmente momenti di totale ironia e divertimento con attimi di serietà e agonismo puri.
Le Squadre?
Semplicemente stupende, con le maglie che richiamo quelle delle squadre nba.
Certo, un giapponese di un metro e 88 con i capelli rossi a 16 anni, diciamo che non si vede di frequente, anzi, diciamo che non si vede proprio. In Giappone ci sono stato ed ero uno dei più alti, ma soprattutto, i più trasgressivi giapponesi potrebbero fare i chierichetti in Italia. Sappiamo bene che nei manga, i fumettisti esagerano e il Giappone vince i mondiali giovanili di calcio, e le ragazze sono tutte un po’ monelle.
Ma quali sono i 10 giocatori più forti del manga sulla pallacanestro più bello di sempre?
Proverò a stilare una top10 lasciando perdere i gusti personali facilmente intuibili dal mio avatar e dal mio nickname.

Numero 10
JinSoichiro Jin (SG, Kainan)
La frase (quella sotto) la dice uno che in questa classifica sarà un po più in alto di questa posizione che è occupata da un suo compagno di squadra.
La squadra più forte di Kanagawa, il Kainan conta ogni anni decine di iscritti.
Un giorno davanti all’allenatore Takato si presenta questo ragazzino dinoccolato, che si propone come centro. 189 cm, ma totalmente negato per fare il centro è più in generale per il gioco.

Lo vedi quello striscione Kyota? C’è scritto Kainan King. Sono 15 anni che non manchiamo una qualificazione al campionato nazionale. Se giochi nel Kainan non puoi permetterti distrazioni.

Viene “tagliato” dall’allenatore ma nonostante tutto non demorde, cambia il suo stile di gioco, e dopo allenamenti massacranti diventa il più forte tiratore da 3 punti del Giappone, in una delle squadre più forti del Giappone.
La sua storia mi ricorda un mix tra Michael Jordan e Joel Anthony.
In NBA sarebbe: Reggie Miller

Numero 9
FujimaKenji Fujima (PG, Shoyo)
Il club di basket della scuola superiore Shoyo conta più di 200 iscritti e una tradizione immortale nella prefettura di Kanagawa e nel campionato nazionale e con lui in campo lo Shoyo cambia completamente volto.
Allenatore, giocatore, uomo squadra, playmaker di incredibile talento, mai una parola fuori posto e sempre tanta tranquillità quando è in panchina, carisma da vendere e foga agonistica quando è in campo. Preferisce sempre partire dalla panchina per osservare il gioco avversario
Lo Shoyo indossa divise bianco e verdi, come i mitici Boston Celtics e sentono la rivalità con il Kainan come nessuna squadra a Kanagawa.
Si arrendono nel campionato prefetturale allo Shohoku dei cominaguai.
In NBA sarebbe: Steve Nash

Numero 8
Dai Moroboshi (PG, Aiwa)
La stella di Aichi” questo è il suo soprannome, e quando sei il migliore della tua prefettura, qualcosa vorrà pur dire. Presenza fissa al campionato nazionale con il suo Aiwa, in finale prefetturale si infortuna a causa di uno scontro con un altro protagonista di questa top 10.
Non lo si vede mai giocare ma tutti ne parlano come uno dei più forti playmaker del Giappone, e non a caso, la sua squadra elimina proprio lo Shohoku protagonista al terzo turno del campionato prefetturale.
L’Aiwa nelle divise ricorda molto i Philadelphia 76ers.
In NBA sarebbe: Difficile da dire, perché lo vediamo poco giocare, ma azzarderei un Jerry West.

Numero 7
AkagiTakenori Akagi (C, Shohoku)
“Il Gorilla” per tutti, anche se di fronte a lui nessuno osa chiamarlo così.
Un giapponese, nero, di 198 cm, con una sorella che definire carina è riduttivo.
Vabbe, facciamo finta che sia di Okinawa che li sono un po più scuri.
Ossessionato dalla pallacanestro dalle scuole elementari sogna una finale con il Kainan è la partecipazione al campionato nazionale. Colonna portante dello Shohoku, uomo squadra, centro da 25 punti a partita.
Sicuramente uno dei più carismatici di tutto il manga.

Sono ormai anni che prima di addormentarmi immagino questo giorno… il giorno in cui lo Shohoku si sarebbe scontrato con il ‘Kainan King’. È dalla prima liceo che aspetto quest’occasione. Dobbiamo vincere a tutti i costi, intesi!?

Durante la partita con il Kainan subisce una storta e rientra in campo per guidare i suoi a una rimonta pazzesca che purtroppo non si concretizzerà. Vi ricorda qualcuno??? A me si, giocava nei Pistons…
Il più forte centro della prefettura di Kanagawa, decisamente poco dotato nelle movenze, compensava tutto con la forza di volontà, guadagnandosi il rispetto
di tutti gli avversari.
In NBA sarebbe: Diciamo lo Shaquille O’Neal dal 2006 in poi.

Numero 6
Hiroshi Morishige (C, Meiho Kogyo)
Un altro giocatore che vediamo poco giocare ma che decisamente fa sentire la sua presenza.
199 cm per 100 kg di peso, il tutto a 16 anni, che penso sia il record Asiatico, in un incontro ravvicinato con il protagonista Sakuragi, il quale prova a dargli una spallata, lo sbatte a terra senza nemmeno accorgersene.
È un rookie e quindi ha margini di miglioramento grandissimi, gioca nel Meiho Kogyo della prefettura di Aichi.
Ecco: il sopracitato Dai Moroboshi, considerato il più forte di quella provincia, non può letteralmente nulla contro questo colosso, che ricorda moltissimo Hanamici come modo di giocare. Conosce poco le regole ed è sfrontato, anche se la sua sfrontatezza deriva in realtà, da una totale ignoranza del gioco.
Abbonato ai falli, per la sua mania di stare appeso al canestro dopo una schiacciata, aiuterà il Meiho a sconfiggere il più quotato Josei al secondo turno del campionato nazionale
In NBA sarebbe: Shaquille O’Neal del 2001…E ho detto tutto.

Numero 5
KawataMasashi Kawata (C, Sannoh Kogyo)
Questa frase (quella sotto) dell’allenatore Anzai dello Shohoku fa capire subito che giocare contro il Sannoh Kogyo è qualcosa più che una partita di basket. “La cosiddetta dinastia” perché il Sannoh vince il campionato nazionale da 3 anni e quest’anno è particolarmente forte grazie anche al loro spettacolare centro, Kawata.
192 cm per 90 kg, può ricoprire indifferentemente le posizioni dalla 3 alla 4, e, proprio per questa sua grande versatilità è considerato il più forte centro del basket liceale giapponese.
Inzio’ a giocare da ala piccola ma crescendo 26 cm in un anno si ritrovó a ricoprire prima il ruolo di ala forte e poi di centro, pur mantenendo inalterata la capacità di segnare da ogni posizione.

In cuor suo, nessun appassionato di basket vorrebbe vedere perdere il Sannoh. Domani, Non aspettatevi il pubblico dalla vostra parte ragazzi

Arrogante e spocchioso, tende a prendere in giro gli avversari, pur provando un grande rispetto per molti di loro.
La dinastia, inizia da lui
In NBA sarebbe: Kevin Garnett

Numero 4
f8ff184e16c530_fullKaede Rukawa (SF, Shohoku)
187 cm per 85 kg.
Solo il Dottor Destino dei Fantastici4 voleva dominare il mondo quanto questo ragazzo. Nessuno ha mai visto una tale dedizione per il gioco e una tale ossessione nel vincere in una persona di questa età. È indubbiamente la star dello Shohoku, giocatore onnipotente in attacco capace di segnare anche 31 punti al Kainan. Tiro da fuori, schiacciate, stoppate e rimbalzi, assolutamente un player completo su ogni lato del campo. Ossessivo, si allena fino a non poterne più e vede una sfida in ogni situazione. Inserito nei best 5 di Kanagawa, è l’idolo delle ragazze.

Come pensi dovrebbe essere il numero uno del Giappone? Io penso che debba essere qualcuno capace di guidare la sua squadra alla vittoria del campionato. Io sarò quel giocatore. Non voglio essere il numero 2 o il numero 3.

Diventerà più forte, considerando che è una matricola, sarà sicuramente alla numero 1.
In NBA sarebbe: LeBron James

Numero 3:
SawakitaEiji Sawakita (SF, Sannoh Kogyo)
Il primo regalo che suo padre gli fece, fu un pallone grande più di lui. Eiji aveva un anno e cominció li, la sua avventura con il basket.
È da tutti considerato il più forte giocatore di basket liceale del Giappone, e allora perché non é alla numero 1?
Secondo me, non può essere lui al numero 1, in primis perché al momento della narrazione viene sconfitto dallo Shohoku e poi perché troppo instabile emotivamente. Se Sawakita giocasse per 40 minuti come è in grado di fare, il Sannoh Kogyo vincerebbe tutte le partite di 30 punti. Il fatto di essere il più forte della squadra fa si che una volta limitato lui, le squadre avversarie possano tornare in partita, cosa che al suo compagno Kawata non succede.
Con la palla in mano fa sostanzialmente quello che vuole, dopo essere andato in America per affinare il suo gioco e aver vinto il precedente campionato nazionale praticamente da solo, da Rookie, non mantiene le aspettative che tutti hanno su di lui il secondo anno.
Per tutta la partita contro lo Shohoku, UMILIA rukawa in 1vs1, grazie alla sua capacità di lettura del gioco e delle situazioni ma appena Rukawa smette di sfidarlo in 1vs1, comincia a perdere la bussola.
È l’alter- ego di Rukawa e il loro duello è uno dei più belli del manga.
In NBA sarebbe: Kobe Bryant

Numero 2
Sendoh_shotAkira Sendoh (SF, Ryonan)
Eccoci qua. Al grande amore della mia vita dopo il gelato e le donne, c’è lui.
190 cm, capelli a punta, sbadato, ritardatario, solare, espansivo.
È il centro di controllo del Ryonan, pur non essendo il playmaker e non ricoprendo il ruolo di capitano.
Inserito nei best 5 di kanagawa, è al secondo anno nel Ryonan.
Nella stupenda sfida contro il Kainan viene schierato come playmaker per contrastare il capitano avversario in quello che secondo me è il duello più bello del fumetto.
“In quel momento il capitano del Kainan si era reso conto che Sendoh, aveva raggiunto il suo stesso livello”.
17 anni, un talento pazzesco per questo sport e una umiltà tale da farlo diventare subito il mio preferito.
È superiore a Rukawa fino a quando un giorno, giocando per ore in 1vs1 con il rivale affermerà che ormai i due sono allo stesso livello, in quel particolare modo di giocare, ma in partita era diverso.
Rukawa si ricorderà delle parole di Sendoh quel giorno e le userà per sconfiggere Sawakita.

Ammetto che in un contesto 1vs1 non ci sia nessuno più forte di te, Rukawa, ma in partita è un’altra cosa, perché tu non possiedi quel tipo di talento

Quel talento, che Sendoh invece ha, è quello di effettuare passaggi decisivi in momenti decisivi di una partita, ma soprattutto quello di migliorare i compagni, oltre alla capacità di giocare 5 ruoli.
Il Ryonan sa che quando le cose non vanno bene, Sendoh troverà il modo per ribaltare la situazione, cosa che non succede allo Shohoku con Rukawa.
In NBA sarebbe: Michael Jordan

Numero 1
MikiShinichi Maki (PG, Kainan)
184 cm per 82 kg.
Cosa fa di Maki il giocatore perfetto?
Umiltà, sacrificio, preparazione ossessiva alle partite, non sottovaluta mai l’avversario, migliora i compagni, rispetta gli avversari. È tenace, è l’allenatore in campo e il capitano del Kainan, che partecipa al campionato nazionale da 16 anni consecutivi.
Per 3 anni di fila MVP del campionato prefetturale è ovviamente considerato il più forte giocatore della prefettura e una star a livello nazionale.
Il suo più grande rivale è Kenji Fujima dello Shoyo, seguito da Takenori Akagi e Akira Sendoh.
Nella partita contro lo Shohoku viene marcato da 4 giocatori contemporaneamente, da quanto è grande il suo talento. Poche parole ma sempre buone, come il vecchio Franco Baresi. Come già detto il suo duello con Sendoh è il più bello del manga e in quel momento Maki si rese conto che l’asso del Ryonan aveva raggiunto il suo stesso livello.
Maki è in grado di ricoprire 5 ruoli in campo, il che lo rende il giocatore più completo di tutti.
In NBA sarebbe: Magic Johnson

Questo il mio All-Star Team

SlamDunkQuintetto

Se mi permettete due altre citazioni a due personaggi secondo me fondamentali di questo manga.

Mitsuyoshi Anzai (Coach Shohoku)
Ecco, se avessi avuto un insegnante così, forse a quest’ora avrei un diploma.
Coach anzai è più di un allenatore, è un entità spirituale, in gradi di tirare fuori il meglio dai suoi giovani atleti.
Il momento in cui , di fronte a Mitsui lo sprona a dare il massimo, è uno dei più bei momenti della serie.
“Mai abbandonare la speranza… Si perde quando si rinuncia… Quando non si crede più nei propri sogni”
In NBA sarebbe: John wooden

Numero 0
hanamichi-sakuragi-slam-dunk-8017-1024x682Hanamici Sakuragi (PF, Shohoku)
Ho letto tonnellate di manga. Alcuni li ho comprati e altri li ho letti online.
Un protagonista come questo qui, non si è mai visto. In tutti i manga che ho letto, il mio preferito non è mai il protagonista, tendo sempre a immedesimarmi con qualche altro character. In questo caso è praticamente impossibile non amare “il rosso”, il personaggio più intrigante e imprevedibile di sempre, nonché il più simpatico.
L’eterno sfigato in amore, ha ricevuto 50 no dalle donne in 4 anni.
Si avvicina al basket per caso, per fare colpo sulla sorella del capitano Akagi, salvo poi, innamorarsi perdutamente di questo sport.
Si autodefinisce un genio, un basketman e un acchiappavittoria.
In realtà è quello che si impegna più di tutti per migliorarsi (nonostante una flessione all’inizio) e pare non avere umiltà ma in realtà si rende conto perfettamente dei suoi limiti.
Subisce un bruttissimo infortunio alla schiena nella decisiva gara contro il Sannoh Kogyo, eppure metterà il tiro decisivo nonostante il dolore.
“Ti piace il basket?” Gli domanda Haruko nel primo volume.
“Mi piace da impazzire” le risponderà Sakuragi nell’ultimo volume.
In NBA sarebbe: Dennis Rodman

Finisce qui. Spero vi sia piaciuta se avete letto il manga o spero che vi venga voglia di leggerlo dopo questa classifica, per me la scena dove Rukawa e Sakuragi si fanno il 5, è il climax all time dei manga. Due rivali, non si possono vedere, sono rivali in amore, ma che raggiungono insieme una vittoria insperata.
“Il manga che entrato nella leggenda.”

Poiché sono un genio