Davis-Faried e Team USA vola, travolti gli All-Blacks!

Tutto facile per gli Stati Uniti contro la Nuova Zelanda, dopo un inizio un po’ pigro gli uomini di coach K sono scappati via, ancora una volta “Manimal” migliore in campo!

Logo-Mondiale

Team USA – Nuova Zelanda 98-77
( 27-20; 57-35; 75-54 )

USAB: Curry 12, Thompson 12, Rose 3, Faried 15 (11 rimb), Gay 2, DeRozan 4, Irving 10, Plumlee 1, Cousins 4, Harden 13, Davis 21, Drummond 1
All.Krzyzewski

NUOVA ZELANDA: Tait 5, Bartlett 9, Penney 6, Vukuna 7, Kenny, Webster 8, Abercrombie 4, Anthony 11, Fotu 8, Frank 6, Loe 3, T.Webster 4
All.Vucinic

Recap

BwimHvcCUAApR_c.jpg-largeNiente noie per Team USA stavolta che, dopo un inizio pigro, si è sbarazzato senza problemi della Nuova Zelanda; All-Blacks che tengono botta nel primo quarto chiudendolo solo sotto di 7 (27-20) grazie al buzzer-beater da 2 di Anthony con Rudy Gay bello addormentato.
Nel 2° quarto la Nuova Zelanda ci mette il cuore trovando addirittura tre triple consecutive con l’indemoniato Bartlett che valgono il -9 (38-29), però è un fuoco di paglia perché Team USA ha sempre le redini del gioco, il tap-in di Faried su libero sbagliato da Davis a ’16” dall’intervallo lungo vale il +21 (50-29)! Dopo i primi 20’ il tabellone luminoso recita +22, ancora una volta Derrick Rose usato col conta gocce (2 punti in 6’).

All’intervallo questi sono i numeri degli States: il top-scorers il solito “Manimal” con 11 punti (5/5 dal campo) e Anthony Davis sempre con 11 (3/6 dal campo), 16 i punti dal contropiede, solo 8 palle perse, 4/7 da 3 tutte firmate dagli “Splash Brothers” e 60% dal campo.

Nel 3° quarto Coach K lancia D-Rose subito ma la stella dei Bulls sembra ancora contratta, senza ritmo, una bella stoppata ma in attacco non perviene; Stai Uniti però troppo supponenti e pigri consentono alla Nuova Zelanda di non sprofondare e di chiudere su un dignitoso -21 (75-54) il 3° periodo.

Il 4° quarto è la solita passerella (), Team USA la porta casa al motto di “il massimo risulttao col minimo impegno”, molto bene il duo Davis-Faried, Stephen Curry sta alzando il suo livello, molto bene Kyrie Irving mentre ancora un mistero Rudy Gay.

Capitolo Rose: Coach K, sicuramente sotto indicazioni di Thibodeau, lo usa con parsimonia e lui sembra lo stesso visto all’Opening Game della scorsa stagione NBA, sa che non sta giocando bene, che non ha ritmo e quindi forza su ogni azione senza però trarne qualcosa.

Prossima partita domani sera, ore 21:30 (ma verrà trasmessa in differita su SportItalia) contro la Repubblica Domenicana.

Schermata 2014-09-02 alle 19.16.58

Il momento più bello della partita, la danza dei Neo zelandesi con le espressioni di Team USA che, a differenza della Turchia, hanno applaudito l’esibizione

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • gasp

    Highlights della partita l’ Haka dei Neozelandesi con annesse facce perplesse/stupite dei giocatori USA

  • nitrorob

    il nostro leader dovrà essere Harden, il capitano D-Rose o eventualmente Curry,
    intanto Davies e The Manimal stanno tirando avanti la squadra da vere superstar, ok che ancora le difficoltà sono poche, ma sono loro i veri leader a quanto pare
    considerando che questa è la loro prima (vera) esperienza di nazionale….
    gli altri potevano anche lasciarli a casa direi

    mamma mia non vedo l’ora che cominci il campionato per vedere quello che farà il monociglio

  • in your wais

    Ma,esattamente,quando è che Blatche è diventato filippino? Se non costasse un occhio della testa gli chiederei di venirmi a pulire casa…

    A proposito, se non sbaglio è ancora free agent, possibile non interessi a nessuno?