Chalmers promette il riscatto: “Ho deluso tutti”

Il PG dei Miami Heat è conscio di non aver dato il suo contributo nelle ultime Finals e di aver deluso fans e compagni, nuova stagione alle porte e SUper-Mario vuole riscattarsi.

chalmersSenza “se” senza “ma” Mario Chalmers (28 anni) è stato il peggior giocatore delle ultime Finals (4.4 punti col 33% dal capo), a differenza delle edizioni 2012 e 2013 Rio non ha lasciato il segno e le sue pessime prestazioni hanno fatto pensare ad una sua cessione in estate, soprattutto dopo la pick di Shabazz Napier (23 anni) al Draft, così non è stato e lui adesso vuole rifarsi!

Pat Riley ha voluto dare fiducia al prodotto di Kansas rinnovandogli il contratto per altri 2 anni a $8 milioni, fatto che ha sorpreso lo stesso Chalmers che in un’intervista rilasciata Bleacher Report ha parlato di come si è sentito dopo il K.O contro i San Antonio Spurs

Per la prima volta nella mia carriera mi sono sentito davvero giù, avevo perso fiducia in me stesso..voglio dire, potevo essere parte di un successo che sarebbe valso il “Three-Peat” invece ho deluso me stesso, l’organizzazione e mi sono sentito come se avessi abbandonato i miei compagni, il tutto nel mio ultimo anno di contratto. Ogni round nei Playoffs andava sempre peggio e non riuscivo a venirne fuori. Era frustrante perché tutti, tra compagni e tifosi, mi dicevano “Abbiamo bisogno del tuo aiuto!” e io non sono riuscito a contribuire.

Chalmers ha avuto contro tutta la Heat-Nation, per uscire dal tunnel ha trovato una persona speciale

Ho passato tutta l’estate ad allenarmi e a stare con mio figlio (Zachiah, ndr), abbiamo fatto tante cose insieme e lui spesso veniva da me dicendomi “Papà, non ti preoccupare, pensa solo a giocare che poi ti batto!”, passare tempo con lui mi ha fatto bene, mi ha aiutato a ritrovare serenità.

La promessa

Ho solo bisogno di ritrovare me stesso! Dimenticare tutto e ripartire, non posso mollare, dopo una battuta d’arresto così posso solo tornare alla grabde

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B