Popovich e il timore dell’appagamento post-titolo

Il 3 volte miglior allenatore dell’anno nonché campione NBA in carica sa i rischi che un titolo vinto può portare ad una squadra e teme che i suoi possano avere un calo di rendimento.

PopovichCome ogni estate i San Antonio Spurs mettono nel mirino qualche caso umano da recuperare, da Glen “Big Dog” Robinson a (forse) Mike Beasley (25 anni) in prova dai campioni in carica in questo periodo, giocatori che hanno bisogno di trovare una dimensione ma soprattutto fiducia/motivazione, quella che coach Gregg Popovich teme fortemente per la stagione in arrivo.

Dopo 957 vittorie, 5 titoli NBA e 3 titoli di “Coach Of The Year” il Pop sa abbastanza bene cosa vincere un titolo comporta e il suo timore non riguarda la squadra in sè, visto anche la definitiva esplosione di Kawhi Leonard (23 anni), ma l’aspetto mentale infatti al San Antonio Express-News ha dichiarato:

Sono preoccupato per una solo motivo, sono esseri umani e potrebbero sentirsi appagati!

E se dovesse vederli in tale stato sa già cosa dire

Siamo i Boston Celtics degli anni 80? Siamo bravi come Bird e McHale? (ridendo) Lasciate che vi dia un indizio. Noooo!

Gli Spurs cominceranno la loro annata in Europa giocando a Berlino l’8 ottobre contro l’Alba e ad Istanbul il giorno dopo contro il Fenerbahçe Ülker, sarà un’occasione per riunire i gruppo ha detto il Pop.

Intanto: Danny Green (27 anni) ha deciso di cambiare n° passando dal #4 al #14 e Tim Duncan (38 anni) ha coronato un piccolo sogno, essendo un grande fan de “The Punisher” è riuscito finalmente ad “icontrarlo”

Tim

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B