NFL Tuesday 19: Recap della Week#3!

Seattle ri-batte Manning in un match cardio-palma, Philadelpha di cuore contro l’ex, crisi 49ers, volano Bear e Chargers, Brady sempre più impaziente, Newton K.O contro Big Ben!

Tampa Bay @ Atlanta Falcons 14-56

Terza settimana che si apre con il dominio degli Atlanta Falcons nel TNF. Partita a senso unico con i padroni di casa che scappano sul 21-0 nel primo quarto e chiudono sul 35-0 all’intervallo. Protagonista della serata Devin Hester che firma il 20° TD in carriera su ritorno e supera Barry Sanders in questa speciale classifica, diventando il leader all-time. Serata di gloria pure per Julio Jones, 2 TD e 161 yard ricecute.
Tampa esce malissimo da questa partita mostrando tantissimi limiti, dovuti anche agli infortunati.

San Diego Chargers @ Buffalo Bills 22-10

San Diego vince nonostante perda pezzi, in settimana Melvin Ingram e Domenica Woodhead. Partita mai in discussione con gli ospiti sempre a comandare il punteggio grazie ad un Rivers chirurgico (18/25, 256Y e 2TD) aiutato da un Eddy Royal a segno due volte. Buffalo invece paga una inefficienza offensiva, troppa fatica nel muovere la catena ma soprattutto troppo in difficoltà contro la pass rush dei Chargers.

Tennessee Titans @ Cincinnati Bengals 7-33

Andy+Dalton+Tennessee+Titans+v+Cincinnati+OUPWkgpXOfvxAnother day in the office si potrebbe dire per i Bengals. Giornata tranquilla per Dalton, che si permette pure di segnare su ricezione grazie ad un passaggio di Sanu, e compagni che controllano la partita per poi dilagare ed annichilire i Titans. Protagonisti i RB Bernard e Hill che segnano 3 TD in due, confermando il loro ottimo momento di forma.
Domenica da dimenticare per i Titans, mai in partita, troppi errori ed un Locker pessimo, serve rimediare al più presto

Baltimore Ravens @ Cleveland Browns 23-21

Altra vittoria divisionale per i Ravens che hanno la meglio solo nel finale contro una Cleveland molto tosta. Partita molto tirata a basso punteggio dove le difese la fanno da padrone costringendo gli attacchi ad una giornata molto faticosa.
L’equilibrio fa da padrone ma all’inizio dell’ultimo quarto Hoyers (19/25, 290Y e TD) porta avanti i suoi con un TD per Miles Austin. Durante il match ben tre rookie RB sono andati a referto, West e Crowell per i Browns e Taliaferro per i Ravens.
Dopo un FG sbagliato di Cundiff per Cleveland, Flacco(19/31, 217Y, TD e INT) con un paio di drive e l’aiuto di Steve Smith (101Y) orchestra la rimonta e permette a Justin Tucker due calci facili per la vittoria.
Da segnalare una giocata geniale di Manziel però annullata, prima il QB finta di parlare con L’OC ma allo snap scatta lungo la sideline e riceve da Hoyer per un guadagno di oltre 20 yard. Tutto questo annullato per un “Illegal Shift” prima dello snap.

Indianapolis Colts @ Jacksonville Jaguars 44 – 17

Andrew+Luck+Indianapolis+Colts+v+Jacksonville+6iHJ_V9NObqlI Colts trovano la prima vittoria stagionale in maniera facile contro dei Jaguars arrendevoli. Giornata di grazia per Andrew Luck che lancia per 370Y e ben 4 TD a Nicks, Fleener, Allen e Bradshaw. Da segnalare il buon esordio di Blake Bortles, che ha rilevato Henne durante la partita. Il rookie chiuderà con 14/24, 2TD e 2INT. Luci e ombre ma ha mostrato qualcosa di meglio rispetto al veterano.

Green Bay Packers @ Detroit Lions 7-19

I Lions ammutoliscono i Packers grazie ad una prova difensiva monumentaria. La partita inizia con un fumble di Lacy che viene riportato in TD dal DC Carey. Green Bay riesce a raddrizzarla subito grazie ad un bel drive che viene culminato da una ricezione in endzone da Quarless su passaggio di Rodgers(16/27, 162y e TD). Lion faticano offensivamente, anche grazie ad una giornata pessima di Stafford, ben tre turnover concederà. Nel 2° quarto Levy riesce a procurar una safety su Lacy e portare a casa i 2 punti. La partita si chiude praticamente nell’ultimo quarto quando Rodgers fallisce un 4° down in redzone e successivamente Detroit allunga definitivamente con Reggie Bush.
Lions vincono ma mostrano comunque alcuni limiti a livello offensivo mentre i Packers vivono una Domenica da dimenticare.

Oakland Raiders @ New England Patroits 9-16

Tom+Brady+Oakland+Raiders+v+New+England+Patriots+TR59ulPKiYxlI Patriots continuano a faticare in attacco ma riescono comunque a portarsi a casa l’incontro con dei Raiders tenuti in partita più per demeriti dei padroni di casa che loro.
Brady(24/37, 234Y e TD) continua a far fatica a trovare feeling con i suoi WR, Gronkovski ed Edelman a parte, facendo molta fatica a muovere la catena. La partita la vince la difesa grazie ad un intercetto di Wilfork nei minuti finali ma quanta fatica contro dei Raiders tutt’altro che irresistibili.

Minnesota Vikings @ New Orleans Saints 9-20

I Saints trovano la prima vittoria stagionale tra le mura amiche nonostante una prestazione ancora sottotono. Saints che scappano in avvio grazie ai TD di Pierre Thomas e di Hill su passaggio di Brees(27/35, 293Y e 3TD). Nel secondo quarto si infortuna Cassell e fa il suo esordio Teddy Bridgewater, rookie QB, per i Vikings. Buon esordio per il prodotto di Louisville (12/20, 150Y) mostrando buone doti e soprattutto in grado di far muovere la catena. Grazie a lui Minnesota si avvicina a 5 punti grazie ai FG di Walsh ma nell’ultimo quarto Colston imbeccato da Brees mette la parola fine alla partita.

Houston Texans @ New York Giants 17-30

Primo sorriso stagione per i Giants che trovano la vittoria con dei Texans molto in difficoltà vista l’importate assenza di Arian Foster. New York trova finalmente una grande prestazione dai suoi uomini principali, Eli Manning(21/28, 234Y e TD), Rashad Jennings(176Y corse per un TD) e Victor Cruz(107Y e TD). Partita mai in discussione con i Texans che si sono autolimitati vista la pessima prestazione di Fitzpatrick che ha lanciato ben 3 intercetti.

Washington Redskins @ Philadelphia Eagles 34-37

10697205_940718715946971_6476404151101850025_oSuccede di tutto a Philadelphia, tra risse, infortuni, colpi proibiti e azio spettacolari. La partita è punto a punto con Foles(27/41, 325Y e 3TD) e Cousins(30/48, 427Y, 3TD e INT) che si rispondono colpo su colpo a forza di TD. Desean Jackson al ritorno a Phila, fa una prestazione straordinaria culminata dal TD da 80 yard su una deep route, il suo marchio di fabbrica.
La partita si decide nell’ultimo quarto a partire dalla rissa che scaturisce da una “vigliaccata” di Sam Baker su Foles, scatenando la reazione di Jason Peters, entrambi espulsi. Su quel drive Foles trova Maclin con un passaggio strepitoso dando il vantaggio ai suoi. Dopo un FG di Parker per Phila, i Redskins provano a recuperarla, prima con un TD di Helu ma poi falliscono un 4° down al momento decisivo consegnando la vittoria agli Eagles.

Dallas Cowboys @ St. Louis Rams 34-31

Dallas vince con un comeback di 21pti contro dei Rams spreconi. Cowboys che non partono bene con il fumble di Murray e l’intercetto su Romo di Jenkins riportato in endzone. La partita sembra andata ma con un po’ di fortuna e approffitando di una St. Louis che nel secondo tempo rimane negli spogliatoi, Dallas recupera e vince una partita nata male. Nel finale Austin Davis prova un timido tentativo di rimentterla in piedi ma viene intercettato ad un minuto dalla fine da Morris Claiborne.
Buona la vittoria per Dallas, un po’ meno la prestazione. Rams che invece dimostrano di non essere così pessimi alla fine.

San Francisco 49ers @ Arizona Cardinals 14-24

Drew+Stanton+San+Francisco+49ers+v+Arizona+ZWG3piWXg1qlAnche senza Palmer, per la seconda settimana di fila, Arizona vince e manda in crisi San Francisco, che ancora gioca un secondo tempo sotto le aspettative.
I niners partono bene andando sul 14-6 grazie ai TD di Crabtree e Hyde. L’attacco gira bene con Kaepernick(29/37, 245Y lanciate, 54 corse e TD) che gestisce bene senza mai forzare.
Il secondo tempo è un disastro, tra penalità discutibili e pazzie dei giocatori in campo, Skuta e Boldin, SF non riesce più andare a tabellone.
Eroi della rimonta sicuramente Drew Stanton(18/33, 244Y e 2TD) ed il rookie John Brown (52Y e 2TD) che confezionano i due TD decisivi per la rimonta. Da segnalare il grande campionato del rookie Kicker con chiare origini italiane, Chandler Catanzaro, che sino ad ora non ha sbagliato un FG, mettendone uno pure dalle 51yard.

Kansas City Chiefs @ Miami Dolphins 34-15

Prima vittoria per i Chiefs, che privi di Charles annichiliscono i Dolphins in casa loro.
Partita senza grandi patemi per Kansas City che non subisce mai Miami, anche quando provano a rientrare in partita nel terzo quarto. Knile Davis autore di una grande prestazione, 134 yard corse condite da un TD, non fa rimpiangere Charles. Gloria pure per Joe Mcknight, 2 TD, Kelce e Gray. Alex Smith senza fare grandi cose, lancia 3 TD in 186Y.
Dolphins che dopo un avvio da sogno incontrano grandi limiti su entrambi i lati del campo, serve correre ai ripari al più presto prima di incorrere in un’altra deludente stagione.

Pittsburgh Steelers @ Carolina Panthers 37-19

Gli Steelers vincono a domicilio contro dei Carolina Panthers che nel secondo tempo hanno concesso di tutto, spianando la strada agli avversari.
Il primo tempo è molto equilibrato dove le difese la fanno da padrone ma è nel secondo tempo che la partita di apre. Antonio Brown segna due TD(90yard totali) e da il via alla parata degli acciaieri. Nell’ultimo quarto Greg Olsen imbeccato da Newton prova a reagire con un TD ma gli Steelers grazie ad un fumble recuperato in endzon da Golden ed a Blount(118Y corse) allungano in maniera definitiva e vincono la partita. Altro match straordinario per Le’veon Bell, autore di 157 yard totali.
Carolina incappa in una brutta serata ma onore agli Steelers, che solo una settimana fa sono stati annientati dai Ravens.

Chicago Bears @ New York Jets 27-19

I Bears approfittano degli errori dei Jets per portarsi a casa la partita, con un Cutler che continua il trend ottimo nei Monday Night, lanciando per 225yard e 2TD.
La partita si mette subito bene per gli ospiti che vanno subito avanti grazie ad un intercetto di Mundy su Geno Smith(26/43, 316Y, TD e 2INT).
Bennett, TE dei Bears, si mette in luce grazie a 2 TD ricevute su Cutler, ma sul gioco aereo chi fa la differenza è Alshon Jeffery con oltre 100yard ricevute e togliendo le castagne dal fuoco in più di una occasione. I Jets provano a rientrare in partita nel 2° e 3° quarto, ma vengono sempre respinti indietro grazie anche ad un ottimo Kyle Fuller, un intercetto ed un fumble forzato.
I Bears trovano la seconda vittoria, qualche problema c’è ancora come il running game o la pass rush. Jets che invece perdono molto male con Geno Smith in una pessima serata, la difesa il suo l’ha fatta, ma non basta.

Match Of The Day

Denver Broncos @ Seattle Seahawks 20-26

Russell+Wilson+Denver+Broncos+v+Seattle+Seahawks+owM-hH4UGDZxOvviamente non poteva che essere il rematch dell’ultimo Super Bowl il nostro “MOTD”. Non sono bastati 60 minuti a Wilson e compagni per avere la meglio su dei Broncos mai domi. E’ stata una partita emozionante, per certi versi ha rappresentato l’essenza del football. Denver dimostra di aver fatto passi avanti notevoli e che il gap si è molto assottigliato ma soprattutto Seattle dimostra che si può battere, anche in casa.
La partita parte male però con Ball che commette fumble alla prima giocata concedendo una posizione favorevole ai padroni di casa ma la difesa Orange concede solo il FG grazie ad una Goal Line stand fantastica. Il drive successivo di Denver porta al FG di McManus.
Il secondo quarto è di equilibrio ma i Seahawks lo rompono con due drive perfetti sul finire di tempo, prima Wilson(24/34, 258Y) trova Lockette (protagonista di una presa spettacolare su Talib) e poi Lynch per il momentaneo 17-3.
Il terzo quarto è di equilibrio con le due difese che dominano gli attacchi, rendendoli nulli. L’ultimo quarto si apre con Ware atterra Wilson sulla goal line di Seattle e successivamente, con l’aiuto di Irving e Ward, forza una safety su Lynch. Dopo un drive inconcludente di Denver, i Seahawks hanno la palla in mano ma Wilson comette un intercetto, Talib defletta e Harris completa e riporta la palla in posizione favorevole con Manning che trova Julius Thomas e porta i suoi sul -5.
A due minuti dal termine Denver ha la palla per pareggiare ma Manning lancia un intercetto raccolto da Chanchellor riportato in territorio nemico. I Seahawks raccolgono solo un FG da Hauschka da questo turnover.
Manning(31/49, 303Y, 2TD e INT) a 59 secondi dal termine compie il miracolo, si divora 80 yard in pochissimi secondi e trova Tamme in endzone. Per pareggiarla servirebbe una 2-point Conversion, che arriva grazie alla ricezione di Demariyus Thomas, che batte Sherman, annichilendo tutti i presenti!
Nell’overtime sale in cattedra Wilson che con un drive perfetto porta Seattle alla vittoria con Lynch (88Y corse e 46 ricevute) che mette il sigillo finale.
Denver ne esce bene da questa partita, mostrando una difesa all’altezza di quella dei Seahawks ma mostrando limiti offensivi, a partire dal running game ed un playcalling pessimo.
Seattle trema nel finale ma riesce comunque a vincerla però l’impressione è quella che è una squadra che può essere battuta e la Legion of Boom non è imbattibile, Sherman e compagni sono umani.