Media-Day 2014, le parole dei protagonisti!

Con ieri si è concluso il Media-Day 2014, cominciato venerdì con LeBron e i campioni e chiuso con KD e Kobe, come sempre gradi ambizioni e obiettivi per i top-players della Lega.

Come promesso ecco un breve recap con le dichiarazioni più importanti di questo Media-Day 2014, dalle ambizioni frenate di LeBron James (29 anni), passando per la carica dell’MVP Kevin Durant (25 anni), al rientrante Derrick Rose (27 anni) fino alla voglia di riscatto di Kobe Bryant (35 anni) e Carmelo Anthony (30 anni). Presenti anche i nostri portacolori

MEDIA-DAY 2014 “BEST OF…”

LeBron James (CLE): “So cosa serve per arrivare fin qui, cosa serve per vincere. È molto difficile. È la cosa più difficile che abbia mai fatto in vita mia. La dieta non ha niente a che fare col basket: è stata una sfida a me stesso, come faccio ogni estate

Carmelo Anthony (NYK): “Sono la superstar più sottovalutata della Lega. Non posso dirvi quante vittorie avremo, ma posso assicurarvi che sarà sicuramente una stagione migliore rispetto alla precedente, non voglio riprovare il dolore dello scorso anno, non voglio ripercorrere quella strada. Sono la superstar più sottovalutata della lega, avevo un affare in sospeso qui a NY e sono pronto a correre il rischio”

Kobe Bryant (LAL): “Io e D’Antoni abbiamo due filosofie diverse su come raggiungere la vittoria. Con Scott c’è più sintonia. Sono sorpreso da come sto giocando, non nego che vengo da un infortunio duro, inutile dire bugie, proprio per questo sono ansioso di rientrare. Tante cose sono successe in questi mesi, ho vissuto giorno per giorno, vedendo come andavano le cose. Adesso sto decisamente bene. Siamo un gruppo di giocatori che vuole prendersi le sue rivincite

Derrick Rose (CHI): “Ho molta stima per le squadre del passato, ma questa è molto più forte! Mi aiuterà anche ad avere meno pressione realizzativa, personalmente. E so che presto vinceremo il titolo! Dopo due infortuni del genere è normale mettere in dubbio la mia solidità fisica. Posso dirvi un milione di volte che sto bene, ma l’unico modo di rispondere è scendere in campo e giocare bene”

Jamal Crawford (LAC): “La vicenda Sterling ci ha unito ed ha esaltato la figura di Doc Rivers come nostro leader”

Kevin Durant (OKC): “Questa per noi sarà una stagione interessante, fin dal primo giorno. Io ho più fiducia rispetto al passato: credo sia una cosa normale quando cresci, ma vincere l’mvp ha sicuramente aiutato. La stagione scorsa però è finita: devo concentrarmi sulla nuova annata, fissare nuovi traguardi e cercare di raggiungerli”

James Harden (HOU): ” So che la mia difesa è abbastanza brutta, devo fare meglio, devo essere competitivo su entrambi i lati del campo, migliorare la difesa è tutta una questione di concentrazione”

CASA ITALIA

Danilo Gallinari: “Non vedo l’ora di ricominciare. Il mio obiettivo è quello di tornare al livello pre infortunio. Ed è anche quello della squadra: tornare a competere per il titolo di conference. Siamo molto contenti del gruppo e non vediamo l’ora di cominciare a lavorare”

Andrea Bargnani: “Mi sento al 100%, non vedo l’ora di iniziare a imparare il triangolo, è un sistema che coinvolge tutti, che si basa sull’altruismo, tutti toccano la palla e cerchi di produrre il tiro più semplice. Dobbiamo impararlo bene perché ci sono una miriade di opzioni, a seconda di quello che fa la difesa

Gigi Datome: “Voglio migliorare forza e rapidità e dare il mio contributo alla squadra. Qui c’è tanta fiducia, siamo un buon team”

Marco Belinelli: “Voglio migliorare in difesa ed essere ancora più importante per San Antonio. Noi siamo la squadra da battere”

Invalid Displayed Gallery

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B