NFL Tuesday 19: Recap della Week #4!

Smith si vendica sui sui ex Panthers, 49era vittoria sudata contro Phila, Brady e Brees mai così in basso, derby ai Packers, la rinascita di Eli Manning e che Andrew Luck!

New York Giants @ Washington Redskins 45-14

New York guidati da un Eli Manning formato Super Bowl, annientano dei Redskins che poco han potuto contro la supremazia dei Blue-Man.
Il due volte MVP del Super Bowl confeziona ben 5 TD (1 su corsa) lanciando 300Yard e facendosi intercettare una volta da Kenaan Robinson. L’altro protagonista è il TE Larry Donnell che riceve per 54Yard ma soprattutto 3TD.
Serata nera per Washington, con Cousins che lancia ben 4 intercetti e perdi un fumble. Ma pure il resto del team non vive una gran serata con la difesa che fa acqua da tutte le parti. C’è ancora molto da lavorare.

Green Bay Packers @ Chicago Bears 38-17

Aaron+Rodgers+Green+Bay+Packers+v+Chicago+fuKLOVYpoFvlAaron Rodgers torna ad essere Aaron Rodgers e guida i Packers ad una vittoria schiacciante contro una Chicago che nei secondi 30 minuti ha sbagliato qualsiasi cosa.
Il QB dei Packers è chirurgico (22/28, 303Y e 4TD) e seziona la difesa ridicola dei Bears che mai han capito come fermare l’attacco avversario. Giornata di gloria pure per Cobb e Nelson, 113 e 108 yard ricevute e ben 2 TD a testa.
I Bears sarebbero partiti pure bene e sul finale di primo tempo non gli è stato concesso un TD palese ma negli ultimi due quarti Cutlers non ci ha capito più nulla e si è fatto intercettare due volte mentre la difesa è stata imbarazzante a tratti. Chicago ne esce molto ridimensionata da questa partita.

Buffalo Bills @ Houston Texans 17-23

10003880_10152511563146263_4337627191049892960_nJJ Watt. Il DE dei Texans ha dimostrato di essere ancora una volta il miglior difensore della lega, con il secondo che arriva quinto. Incredibile l’intercetto riportato in TD da 80 yard, dimostrando di non essere solo un giocatore di linea difensiva, ma pure di trasformarsi in CB quando serve.
La partita è stata piacevole con i Bills che che passano con Watkins ma poi vengono raggiunti dal solito DeAndre Hopkins (64Y e TD). Nel terzo quarto ci pensa JJ Watt come detto sopra e poi ci pensa il K Bullock a chiudere la partita.
Houston continua a vincere, a fatica ma continua ad immagazzinare vittorie mentre i Bills dimostrano di essere ancora molto acebi per poter riuscire a trovare continuità di risultati.

Tennessee Titans @ Indianapolis Colts 17-41

Altra giornata senza particolari patemi per i Colts che guidati da un Luck ancora superlativo asfaltano sei Titans a tratti impresentabili. Luck lancia per 393 yard e 4 TD distribuiti a Wayne, Allen, Fleener e Bradshaw. Tennessee si presentava senza il QB titolare Locker con Whitehurst sotto al centro, il risultato è stato un attacco impresentabile che ha faticato a muovere la catena.
I Colts tornano col record in pareggio mentre i Titans mostrano che hanno ancora troppe cose su cui lavorare.

Carolina Panthers @ Baltimore Ravens 10-38

BypSevFCUAAdODt.jpg-largeLa vendetta di Steve Smith è stata compiuta! Il ricevitore dei Ravens incontrava la sua vecchia squadra col coltello tra i denti, visto il modo in cui si sono lasciati. E lui non ha deluso, ricevendo per 139Yard per 2TD. Buona la prova di Flacco(327Y e 3TD) e dei RB Taliaferro e Forsett, entrambi a segno. Partita da dimenticare invece per i Panthers, che sbagliano tutto e mai riescono a contenere lo strapotere avversario. Newton dimostra di essere ancora convalescente dall’infortunio e continua a faticare mentre la difesa non pare essere più quella del 2013.

Detroit Lions @ New York Jets 24-17

Detroit continua a vincere, nonostante un Megatron nullo, mentre i Jets raccolgono la terza sconfitta consecutiva. Ottima prova di Stafford che confeziona 293Yard, 2TD lanciati e uno su corsa. Golden Tate non fa rimpiangere Calvin Johnson che riceve per 115yard ed un TD risultando una spina nel fianco per i Jets. Da segnalare pure il primo TD in NFL per il TE Eric Ebron, 12° pick assoluta dello scorso Draft. Giornata pessima per Geno Smith che provoca ben due turnover, intercetto e fumble, prendendosi i fischi del Metlife Stadium ma soprattutto ora si sente addosso Michael Vick, pronto a soffiargli il posto.

Tampa Bay Buccaneers @ Pittsburgh Steelers 27-24

Mike+Glennon+Tampa+Bay+Buccaneers+v+Pittsburgh+2ZpbASj_A0xlPartita mozzafiato all’Heinz Field con Tampa che conquista una vittoria clamorosa visto che solo 10 giorni prima aveva subito ben 56 punti. Per i Bucs, Mike Glennon fa il suo esordio stagionale sotto al centro visto l’infortunio di McCown e la scelta paga. La partita si decide nell’ultimo quarto con gli Steelers avanti per 24-14 grazie ad un Big Ben, da 314Y e 3TD, e ad Antonio Brown da 131Y e ben 2 TD.
Tampa avrebbe la possibilità di pareggiare a 2 minuti dalla fine, ma non riesce a convertire un 4&goal. Per Pittsburgh sembra fatta ma non riesce a conquistare un primo down e quindi è costretta a restituire palla agli avversari. Con un minuto circa e senza Time out, Glennon (302Y, 2TD e INT) con l’apporto di Murphy fa il miracolo riuscendo a presentarsi alle porte della endzone e a pochi minuti dal termine, il QB Sophomore trova Vincent Jackson per il vantaggio finale e decisivo.
Tampa risorge e cancella lo 0 dalla casella delle sconfitte.

Miami Dolphins @ Oakland Raiders 38-14

La prima partita delle International Series di Londra vede il dominio dei Dolphins e la conferma che questi Raiders sono la peggiore squadra NFL al momento.
Oakland parte bene andando pure in vantaggio con Leonardht ma poi Miami esce e guidata da Tannehill(278Y, TD e INT) e Lamar Miller (64Y e 2 TD) ammutoliscono la squadra avversaria e conquistano la vittoria. Gloria pure per Sims e Finnegan, che riporta in endzone un fumble da 50yard.
Per i Raiders le brutte notizie non finiscono mai dato che Carr è uscito anzitempo per un infortunio, lasciando spazio a McGloin nella parte finale del match.

Jacksonville Jaguars @ San Diego Chargers 14 – 33

I Jaguars provano a vender cara la pelle per due quarti contro una San Diego molto incerottata. Esordio da starter per Blake Bortles, terza scelta assoluta dell’ultimo Draft, protagonista di una buona prestazione.
La partita è combattuta nei primi 30 minuti con i due team che si tengono testa, Bortles(253Y, TD e 2INT) fa vedere buone cose e tiene il ritmo di un Rivers ancora maestoso( 377Y e 3TD).
Prova superlativa di Eddie Royal con ben due TD e 103 yard ricevute.
Il secondo tempo è di amministrazione per i Chargers che bloccano ogni speranza dei Jaguars con Bortles che compie qualche errore di troppo.
Continua il buon momento di San Diego nonostante i troppi infortuni che stanno assalendo il team.

Atlanta Falcons @ Minnesota Vikings 28-41

Buona la prima per Teddy Bridgewater, il rookie QB riesce a portare alla vittoria i suoi Vikings e a Minneapolis, e non solo, è scoppiata la Teddy Mania. La 32° scelta assoluta non stecca al debutto e mostra ottime doti, giocando come un veterano, accumolando 317Yard ed un TD su corsa. Il vero MVP della partita è pero Matt Asiata, 78 yard corse e 3TD soprattuto. La partita rimane in equilibrio per due quarti, poi i Vikings riescono a fuggire grazie ad un Matt Ryan in una giornata storta e agli infortuni dei Falcons, soprattutto in linea offensiva dato che ad un certo punto in mancanza di OT, hanno dovuto piazzare un TE.
Nel finale TeddyB è dovuto uscire anzitempo per un infortunio alla caviglia che non dovrebbe essere serio. A Minnesota oltre alla vittoria possono sorridere per aver trovato, forse, finalmente un QB in grado di portarli in alto.

New Orleans Saints @ Dallas Cowboys 17-38

Dez+Bryant+New+Orleans+Saints+v+Dallas+Cowboys+G8sB38ZCELflI Cowboys conquistano una prestigiosa e vittoria e raggiungono in vetta i rivali di Philadelphia.
Dallas fa una partita perfetta per 3 quarti macinando yard a livello offensivo e tenendo a zero punti i Saints, cosa non semplice viste l’arsenale a disposizione di Brees.
Demarco Murray compie l’ennesima prestazione mostruosa, 149yard corse ma soprattutto 2TD. Romo è anche lui in ottima giorna, riuscendo a distribuire bene la palla e a far muovere in maniera ottimale l’attacco, 262Y e 3 TD(2 a Williams e uno a Bryant).
Continua il mal di trasferta per New Orleans ma questa sconfitta è pesante dato che era già un banco di prova importante per le loro ambizioni stagionali. Brees è in pessima serata, il running molto povero a parte un big play di Khiry Robinson, mentre la difesa di Rob Ryan ha mostrato lacune terribili.
Ottimismo in casa Cowboys finalmente, da anni non si viveva un post partita così sereno.

New England Patriots @ Kansas City Chiefs 14-41

Per la terza volta i Patriots perdono per oltre 20 punti sotto la gestione Belichick, sinonimo di un periodo storto per la franchigia di Boston. In questa partita cade anche l’unica sicurezza che New England pareva avere, ovvero la difesa.
CHe dire della partita? I ragazzi di Andy Reid compiono una partita perfetta, grazie anche al ritorno di Jamall Charles (108Yard totali e 3TD) e ad un Alex Smith molto preciso ed efficiente (20/26, 248Y e 3TD). I Chiefs forzano anche 2 intercetti, uno riportato da Abdullah in TD, e ben 2 fumble evidenziando i limiti dei Patriots.
Dopo un avvio lento Kansas City sta venendo fuori molto bene mentre New England dovrà uscire al più presto da questa crisi a suon di vittorie.

MATCH OF THE DAY

Philadelphia Eagles @ San Francisco 49ers 21-26

Bysu0efIMAAy0qQLa partita del giorno non poteva che essere questa, e ovviamente non ha deluso le aspettative. San Francisco la vince grazie ad una difesa incredibile in grado di ammutolire l’attaco degli Eagles, 0 punti concessi, ma soprattutto costringere a sole 22yard su corsa una squadra allenata da Chip Kelly.
La partita parte col botto con lo Special team degli Eagles che blocca un punt e che viene ricoperto da Brad Smith in endzone. Il punt è arrivato dopo un sack su Kaepernick sulla goal line dei Niners. Dopo un FG di Dawson, San Francisco passa grazie ad un big play di Gore, Kaepernick trova con un bel lancio il RB sul lato opposto del campo e corre per 55 yard sino alla endzone.
Dopo un 3&out degli Eagles, Kaepernick si fa intercettare da Malcolm Jenkins che completa l’azione segnando su un ritorno di 53 yard. Molto brutta la lettura della difesa avversaria del #7, concedendo un turnover evitabilissimo.
Gli Eagles allungano sul 21-10 grazie a Sproles, che mette il turbo e segna su ritorno di Punt da 82yard. Sul finiri della prima mezz’ora Kaepernick costruisce un buon drive facebdo calciare Phil Dawson da buona posizione.
Il secondo tempo è solo di marca 49ers, Nick Foles(196Y e 2INT) si fa intercettare ben due volte, una da Bethea e l’altra Perrish Cox. Pure il TE Zach Ertz commette un errore, perdendo la palla dopo una ricezione.
Fantastica la ricezione di Steven Johnson, che vale il TD del -1, su passaggio di Kaep (218Y, 2TD e INT) che dopo l’intercetto ha praticamente giocato una partita quasi perfetta. La rimonta viene completata dal solito Phil Dawson che mette i due calci che valgono la vittoria.
MVP del Match senza dubbio Frank Gore, il “vecchietto” trascina i suoi ad una grande vittoria grazie alle sue 174yard complessive. I Niners sono in crescita e tra qualche settimana li vedremo splendere probabilmente.
Phila esce da questa partita con una certezza, lo Special Team, un motivo per cui sorridere, la difesa, mentre cadono le sicurezze sull’attacco. Second year Slump per Foles?

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B