Team Folder 2014/15: Boston Celtics

Già è difficile fare pseudo pronostici ad ottobre, figurarsi poi avventurarsi a parlare dei Boston Celtics che sono molto di più che un cantiere aperto con al grana Rondo da risolvere.

Celtics

Per rendere l’idea i Celtics sembrano quelle aeree dove si leggono i cartelli di esecuzione lavori, ma non si vede nessun operaio a lavorare. Ed al povero Brad Stevens viene lasciata in mano questa patata che è molto più che bollente. Se riuscissero a vincere più di 25 partite, quelle portate a casa la stagione scorsa, l’head coach ex Butler University avrebbe fatto un gran lavoro. Ma via con analisi e voti.

8364344GUARDIE: Rajon Rondo. Non si sa quando giocherà, a Dicembre??, non si sa se e quanto resterà un Celtics, ma tutto ruota sempre intorno a lui, nel bene e nel male. D’altra, per essere maligni, se alla #6 i Celtics hanno scelto Marcus Smart, per tutti già pronto a giocare al piano superiore, un motivo ci sarà. A completare il reparto tre bei giocatori con attributi come Marcus Thornton, Avery Bradley e Phil Pressey, oltretutto gli ultimi due anche buoni difensori, e James Young che potrebbe avere minuti importanti e di qualità.
VOTO: 6+ in attesa che la margherita Rondo venga sfogliata.

ALI: anche qui situazione complessa, con Jeff Green che è il classico giocatore che può segnare 40 punti una sera e 3 la sera dopo e che sembra il più continuo del reparto. Troverà sicuramente spazio anche il buon Evan Turner ,che però dopo il mezzo fallimento di Indiana deve dimostrare di essere un giocatore vero. Ci sarebbero poi Gerald Wallace e Brandon Bass ma entrambi sembrano essere in netta fase calante, specie il primo.
VOTO: 5 reparto corto che non fa rima con continuità e affidabilità.

LUNGHI: roster pieno di lunghi, ma solo Jared Sulinger sembra avere le carte in regola per battagliare con i pari ruolo della lega. Gli altri sono onesti cambi per carità ma in squadre di vertice sarebbero tra il decimo e l’undicesimo uomo, vedi Joel Anthony o Tyler Zeller o Vitor Faverani, con il solo Kelly Olynyk che per volontà ed impegno si ritaglierà certamente minuti importanti.
VOTO: 5 per fare un vero reparto di lunghi ci vuole molto più che volontà ed impegno.

Percentuale playoff: 15%. Vero che nella Eastern Conference può succedere di tutto ma questi Celtics devono prima cercare bene la strada e poi eventualmente seguirla, cercando di capire cosa vogliono fare con Rajon Rondo.

Arrivederci a domani con i Los Angeles Lakers

Altre squadre
• Milwaukee Bucks
• Philadelphia 76ers
Orlando Magic
Utah Jazz

Doc. Abbati

Doc. Abbati

Il diversamente giovane del gruppo, appassionato di motociclismo e, soprattutto, dello sport made in USA , fan dei Lakers, dei Raiders e dei Mets rigorosamente in quest’ordine, seguo il basket NBA fin dagli anni 70

Nickname: Doc.Abbati

  • hanamichi sakuragi

    oddio domani ci sarà da spaventarsi…

  • 8gld

    Forse sbaglio ma li vedo male per il presente e per il futuro.

  • lilin

    è una squadra che nell’insieme esclusi rondo e sullinger è davvero povera di talento.
    pure io la vedo molto molto male

  • Il Nichilista

    Smart-Bradley-Green-Sullinger-Olynyk

  • Lore

    per ora fanno abbastanza schifo…però non li darei per morti, soprattutto perchè se Rondo va via e lo fanno andare via con un buono scambio possono guadagnarci…magari lo passano a Phila per Noel o Embiid…staremo a vedere

  • Alessio

    A me pare molto ingeneroso parlare di 25w… questa è una squadra che vale tranquillamente tra 35 e 45 w nel disastrato est (avrei detto 28-38 nell’ovest)…
    Una squadra con un quintetto rondo-bradley-green-sullinger-zeller con Smart, Turner, Bass e Olynyk dalla panca mi pare dignitosa e, vista l’età media, con ampi margini di miglioramento. Poi è chiaro che più di un primo turno playoff i celtics non li faranno…
    …visto che il confronto è obbligatorio io uno scambio alla pari dei roster celtics-lakers non lo farei mai nella vita quindi mi colpisce molto vedere che si assegna addirittura il 10% di probabilità in più di playoff ai lacustri ad ovest rispetto ai celtics a est.
    Ovviamente quanto detto vale se Ainge non disfà la squadra, altrimenti le possibilità di playoff si azzerano… …ma mosse come la presa di Turner mi fanno pensare che non sia questo l’obiettivo dell’anno…
    certo la squadra è strana: esterni forti difensivamente ma a cui non si possono chiedere troppi punti e lunghi che i punti magari te li portano ma che non hanno nella difesa la specialità della casa….
    boh, staremo a vedere…
    P.S.: Wallace l’anno scorso è parso un ex giocatore ma Bass proprio no (basta vedere i numeri)…