Howard sull’esperienza Laker: “No rimpianti, anzi…”

Il centro di Houston ha recentemente parlato della sua breve e poco felice esperienza in quel di Hollywood con i Lakers, non ha rimpianti ma solo ricordi che lo hanno aiutato a crescere.

HowardL’anno scorso Dwight Howard (28 anni) si è preso la sua personale “rivincita” contro quei Los Angeles Lakers dove non riuscì ad ambientarsi, 20 punti, 13 rimbalzi e 3 stoppate per lui il 19 febbraio 2014 allo Staples Center però “Superman” non ha rimpianti del suo passato giallo-viola.

In un’intervista rilasciata ad Adrian Wojnarowski di NBA On Yahoo il lungo dei Rockets ha parlato proprio della sua breve avventura ai Lakers, un’avventura che comunque ha dato i suoi frutti malgrado una schiena che non lo ha aiutato, infatti:

Probabilmente avrei dovuto aspettare di più (in merito al rientro dall’operazione alla schiena, ndr), però non mi pento della scelta, mi sarebbe piaciuto che tutti avessero potuto sapere quanto male provavo.

Stagione difficile ma Dwight ha imparato qualcosa

Ci sono state cose positive, ad esempio non ho più avuto infortuni seri o aggravato quelli precedenti, soprattutto ho rinforzato la mia pelle con tutto quello che ho attraversato in quella stagione. Mi hanno insegnato a non mostrare il dolore, paura o segni di debolezza, ma sempre un sorriso e sono felice di tutto quello che ho vissuto, mi ha reso una persona migliore, quando tutti ti danno contro ogni notte dicendo che non stai giocando duro come potresti…tutte queste cose mi hanno reso più forte.

I Lakers sono il passato, Houston è il presente dove sia lui che il compagno James Harden (25 anni) sono attesi al riscatto dopo una stagione 2013/14 di alti e bassi, così sul rapporto con il “Barba”

Ci sarà qualche attrito, ma non si tratta di eclissare l’altro ma di fare tutto il possibile per guidare questa squadra. Dopo un anno insieme, penso che abbiamo davvero capito! Adesso siamo in una posizione migliore, il nostro obiettivo è vincere il titolo e per fare questo dobbaimo mettere da parte i nostri ego e lavorare insieme.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • CiccioDiaw

    Che difficoltà fare una prestazione del genere contro quei Lakers!!! Ridicolo e imbarazzante Dwight..