Team Folder 2014/15: Minnesota Timberwolves

Oggi ci avventuriamo nelle fredde lande del Minnesota per parlare dei Timberwolves, altra squadra che definire enigmatica e problematica è ancora poco, talento ed età però sono dalla loro

T-Wolves

Usciti sconfitti, ma davvero così sconfitti???…, dall’affaire Love sono ufficialmente all’ennesimo anno ZERO della loro storia recente, arrivando da un passato pieno di aspettative mal riposte, per tentare di finire in un futuro che si spera possa essere pieno di soddisfazioni….si spera appunto. Nel presente è tornato sulla panchina Flip Saunders, uno che conosce benissimo l’ambiente e che sa lavorare sui giovani, elemento di cui il roster dei Wolves è pieno. Si parte dalle 40 vittorie della scorsa stagione, una base da cui partire o un traguardo da raggiungere? Io dico che nell’immediato un traguardo, intanto sotto con analisi e voti.

NBA: Preseason-Minnesota Timberwolves at Indiana PacersGUARDIE: iniziamo bene a proposito di enigmi, con la grande speranza bianca Ricky Rubio. Ogni stagione dovrebbe essere quella dell’esplosione e consacrazione per un giocatore che sembrava fatto e finito per questa lega, solo che i, presunti, margini di miglioramento non vengono riempiti, alla voce tiro e difesa, rimane un passatore come pochi, con una visione di gioco incredibile. Nel reparto quel JJ Barea che il suo mattoncino ed i suoi 7236 palleggi ad azione li porta sempre, è arrivato Mo Williams, più squadre NBA che soddisfazioni sportive ma un attaccante che il suo lo fa, Kevin Martin fenomenale tiratore ma arti inferiori di cristallo e dal draft Zach LaVine, saltatore folle ma testa matta se ce ne è una. E poi la scelta numero 1 del draft Andrew Wiggins. Arrivato come si sa, avrà gli occhi di tutti puntati addosso, vediamo se saprà gestire la pressione, personalmente credo di si, qui il talento è incredibile.
VOTO: 7. Rubio e Wiggins le chiavi di volta, dovessero funzionare.

ALI: reparto pieno di interrogativi con una sola certezza arrivata nello scambio Love, quel Thaddeus Young che, se diventasse continuo, sarebbe un bell’acquisto per Minnesota. Poi un trio di sopravvisuti dalla scorsa stagione, Corey Brewer, tiratore, saltatore, classico giocatore di ruolo, Robbie Hummel e Chase Budinger, che la salute lo conservi. E poi ci sarebbero Shabazz Muhammad ed Anthony Bennett. Due che sulla carta sarebbero dei giocatori pazzeschi, se esplodessero i Wolves diventerebbero davvero pericolosi, ma fino ad ora una delusione totale. Altri due enigmi insomma. Nel roster anche Glenn Robinson III, la genetica ci dice parecchie cose, non tutte purtroppo per lui, ma altro con punti facili nelle mani.
VOTO: 6 ma potrebbe essere 4 o 8, troppe variabili che possono impazzire o rinsavire in corso d’opera.

LUNGHI: Nikola Pekovic non si discute, uno dei più bei centri della lega, nella metà campo offensiva, con quel fisico imparasse a difendere sarebbe illegale, quindi Gorgui Dieng, se continua il percorso di crescita iniziato sul finire della scorsa stagione creerà un duo con il Montenegrino che hanno in pochi, e Ronny Turiaf, per un rimbalzo, una palla vagante ed intensità sempre presente.
VOTO: 6,5 attacco e difesa ci sono, arrivasse la continuità……

Percentuale playoff: 35% lo so in tanti avranno da ridire, ma secondo me questi hanno bisogno di tempo per trovarsi e vedere cosa si può fare nella lega, riuscissero a saltare i fossi per la lunga già da subito ci sarà da divertirsi.

Arrivederci a domani con i Phoenix Suns

Altre squadre
• Milwaukee Bucks
• Philadelphia 76ers
• Orlando Magic
• Utah Jazz

• Boston Celtics
• Los Angeles Lakers
• Sacramento Kings
• Detroit Pistons
• Cleveland Cavaliers
• New Orleans Pelicans
• Denver Nuggets
New York Knicks

Doc. Abbati

Doc. Abbati

Il diversamente giovane del gruppo, appassionato di motociclismo e, soprattutto, dello sport made in USA , fan dei Lakers, dei Raiders e dei Mets rigorosamente in quest’ordine, seguo il basket NBA fin dagli anni 70

Nickname: Doc.Abbati

  • Lore

    Allora secondo me loro quest’anno punteranno al crescere…non penso che andranno hai playoff io gli darei 20%…però se dovesserò crescere come ci si aspetta allora già dall’anno prossimo potrebbero puntare forte verso i playoff

  • Il Nichilista

    A parte il fatto che Wiggins è un fenomeno e Lavine è forte pure lui, il problema dei Twolves è dover continuare a tenere in panca un mostro da doppia doppia come Gorgui Dieng quindi la mossa esatta imo sarebbe provare a scambiare Pekovic (che tra l’altro è un rottame per via degli infortuni) rinforzando gli altri reparti

  • InYourWais

    Boh…notoriamente le squadre zeppe di giovani tendono molto a faticare, personalmente immagino una stagione più vicina alle 30W che alle 40…con la maturazione dei singoli, e magari inserendo un paio di veterani funzionali, il 2/3 anni possono davvero fare danni

    Ritengo Wiggins un 3 fatto e finito, quindi lo metterei tra le ali, le guardie saranno Martin, Lavine e Shabbazz. Avrei dato qualcosa in più al settore lunghi, Pekovic già è ottimo, salute a parte, e poi un back up come Dieng ce lo hanno in pochi

    Bisognerà fare un minimo di pulizia, troppi doppioni sia tra i 2 che tra le ali (chi è il 4 titolare? Young? Bennett? Brewer è la versione sfigata di Wiggins, ma è abituato a giocare un 30′, magari si potrebbe scambiare, dato che anche Young e Bennett alla bisogna possono fare i 3…), vedere chi ha margini e chi no

    Immagino una stagione con molte sconfitte in volata, con highlights folli ed altrettanti errori epici. Il futuro è loro nella misura in cui non avranno infortuni, e completeranno un roster di talento con i giocatori di ruolo adatti

  • stockton to gugliotta

    squadra intrigante in prospettiva futura vedo una stagione di transizione e maturazione con molti alti e bassi con possibilita di raggiungere i playoff quasi impossibili, per il roster tralasciando wiggins e dieng curioso di vedere bennett e shabazz, l’incognita e rubio che viste le cifre folli che chiede spero venga sfanculato al più presto insieme a martin per qualcuno di decente, ci è andata bene una volta con love dubito fortemente che succeda lo stesso con rubio

  • 8gld

    “Usciti sconfitti, ma davvero così sconfitti???…, dall’affare Love”…

    No, non sono usciti sconfitti dall’affare Love ma sono riusciti ad ottenere in cambio qualcosa che potrebbe rivelarsi interessante. Tre giovani tra cui 2 prime scelte per un atleta che, con molta probabilità, avrebbero potuto perdere anche senza niente. Bravi a forzare la mano e a sfruttare l’interesse dei Warriors. Non ne escono sconfitti loro e, eventualmente, nemmeno i Cavs se nel prossimo futuro portano a casa l’anello.

    Altra franchigia interessante in quell’Ovest tremendamente competitivo ed enigmatico.
    Il roster è cambiato e dovrà inserire 3/4 innesti nuovi e giovani quindi, in partenza, la percentuale per l’approdo ai p.o., sopratutto perché Ovest, mi sembra giustificata.
    Salvo immediata chimica/gioco e debacle di una o più franchigie non parteciperanno ai prossimi p.o. ma hanno, se bravi nella gestione e nei prossimi movimenti, la possibilità di entrarci nel prossimo futuro.

    Intanto rimangono interessanti da seguire e vedere insieme o in alternanza tipi come Rubio-Wiggins-Young-Bennet-LaVine etc.

    A oggi note positive.

  • Mr. White

    Ma chi l’ha detto che LaVine è una testa calda? Boh.

    Comunque è una squadra giovane e di belle speranze, ma con poche (nessuna?) certezze.

    Il 6 al reparto ali è piuttosto generoso…considerando la preview dei Knicks sembra che Taddeo Young valga Carmelo Anthony.

  • low profile

    Mr. White

    L’idolo Zach sarà sicuramente un bravo ragazzo ma stiamo pur sempre parlando di un ragazzo che ha esordito con “fuck me” in mondovisione dopo la scelta. Un mito
    Non so voi ma io ho come l’impressione che dopo un anno di hype sfrenato ora parlando di Wiggins sembra quasi si stia eccedendo con lo scetticismo, magari non qui ma in giro si sta diffondendo questa idea del role player di lusso, il ragazzo ha tutto da dimostrare e siamo d’accordo ma il potenziale resta, non sarà certo un po’ di timidezza al college a cambiare la prospettiva.

    Parlare di po nell’immediato è inutile ma sono usciti molto bene dall’affaire Love, il roster è acerbo ma anche notevolmente profondo, tra tanti anche solo per calcolo delle probabilità qualcuno verrà fuori di sicuro, niente è scontato ma nel Minnesota possono guardare al futuro con buone sensazioni

  • Michael Philips

    Comunque su wiggins vs parker ho sempre letto di differenze abissali a livello atletico tra i due, come quelle che ci sono sempre state tra melo e james. Io ho sempre un visto un parker nettamente più esplosivo di quello che si dice, molto più del melo 19enne.

    http://www.youtube.com/watch?v=e78mOTPeess

    sia a livello di dunk, che a livello di velocità e palleggio non vedo queste grosse differenze tra l’ala dei wolves e parker.

  • Mr. White

    MP

    Allora vedi poco college basketball e ti basi solo su Youtube.
    Perché in termini di atletismo tra Wiggins e Parker c’è un abisso a favore del primo.

    Oltretutto il Melo prima maniera era un giocatore decisamente esplosivo, pur meno dell’alieno Lebron.

  • InYourWais

    Beh, io Melo a Siracuse me lo ricordo, era discretamente esplosivo, ma non molto più di Parker, parlo solo di elevazione. Poi l’atletismo è anche molto altro, è coordinazione, velocità, esplosività, lì il Melo di 20 anni era forse meglio, ma non vedo grosse differenze

    Per Wiggins è diverso, a volte ti da proprio l’impressione di volare per il campo…debbo dire che a Kansas non ricordo highlights particolari per quello che riguarda l’elevazione, mentre all’highschool gli ho visto fare un schiacciate e stoppate con la testa letteralmente ad altezza ferro

    Vediamo se ritorna a quei livelli in quel di Minnesota

  • Michael Philips

    IYW

    sì ma infatti in ncaa wiggins non ha fatto cose assurde e per quanto a livello di elevazione sia assurdo, complessivamente parker è molto meglio di come lo si descrive. In campo aperto è una scheggia, come esplosività non zompa come wiggins ma è comunque esplosivo e fisicamente è già da nba.

    Ragazzi melo anche a syracuse non era esplosivo, ma aveva una cosa che in realtà ha pure oggi: la rapidità dei movimenti, da non confondere con velocità.

    In campo aperto melo è ‘na merda mentre il james migliore è imprendibile, ma attenzione, partendo da fermo, come velocità di movimenti, primo passo e giro sul piede perno, melo è pazzesco. A livello di primo passo o movimenti negli spazi brevi non ha nulla da invidiare a nessuno.

    Parker mi pare di ben altro livello in campo aperto dove a sorpresa lo vedi lasciarsi dietro gli avversari, e nel pitturato schiaccia che è un piacere. Poi forse altra cosa sarà in nba, ma non è detto.

    Arrivando a questa stagione continuo a dire che wiggins continua a sembrarmi meno pronto di parker. E ricordo ancora che la “wiggins-mania” è ritornata in auge soltanto dopo la prima scelta al draft, perché viste le aspettative ad inizio dell’anno da freshman, ha proprio deluso.
    E infatti le sue quotazioni a fine stagione, durante il march-madness, erano crollate, vedendolo dietro a embiid(1) e parker(2) nelle previsioni del draft.

    Riguardo i wolves, occhio a LaVine che non è solo un atleta pazzesco, ma può rendere molto bene anche come realizzatore dalla panca.

    Curioso di vedere cosa combina rubio, e se riuscirà a superare “l’immane soglia” del 40% dal campo.