NFL Tuesday 19: Recap della Week#6

Tony Romo & i suoi ‘Boys ammutoliscono Seattle, Rodgers e Brady di personalità in trasferta, Flacco 5 TD a Tampa, Rivers nom si ferma più, ok Denver e San Francisco, che Browns!

Indianapolis Colts @ Houston Texans 33-28

Andrew+Luck+Indianapolis+Colts+v+Houston+Texans+f5P-1tjwkpjlFinalmente un Thursday Night Football emozionante con i padroni di casa che quasi riescono a compiere una clamorosa rimonta contro dei Colts che non riescono mai a chiudere la partita facendosi rimontare ben 19 punti. I Colts fanno un primo quarto perfetto, recuperando pure un onsidekick, segnando con Richardson, Bradshaw e Fleener con Luck(25/44, 370Y e TD) che distribuisce ben due passaggi. Ad inizio di secondo quarto i Texans accorgiano, approffittando pure di un intercetto di Luck, con Andre Johnson (99Y, TD e 1 Fumble) e Arian Foster (141Yard totali e 2 TD). Il terzo quarto vede le segnature del solito Foster per i Texans e di un incredibile TY Hilton per i Colts, auture di 223yard ricevute. Nell’ultimo quarto JJ Watt prova a dare la spinta decisiva riportanto in TD un fumble di 45 Yard (3° TD stagionale) ma è proprio l’uomo più esperto dei Texans a deludere, ovvero Andre Johnson che nel drive decisivo perde palla e regala la vittoria ai Colts.
I Texans perdono ma dimostrano di non essere molto lontani dal poter essere considerati nuovamente contender. Per JJ Watt non ci sono più parole, dominatore assoluto e serio candidato per l’MVP.
I Colts continuano a vincere ma non a convincere, gli infortuni si stanno facendo sentire ma soprattutto le lacune a roster, con alcuni spot affidati a giocatori discreti. L’unica sicurezza è Luck ed i suoi WR, fantastici sino ad ora.

Jacksonville Jaguars @ Tennessee Titans 14-16

In una partita a tratti orribile, i Titans riescono a vincerla bloccando un tentativo di rimonta dei Jaguars negli ultimi secondi. Primo TD in NFL per il RB Storm Johnson, compagno di squadra di Bortles al college, dando il vantaggio a Jacksonville. I Titans approfittando dei molti errori di Bortles imbastiscono un parziale di 13-0 nella parte centrale del match grazie al TD di Battle e al K Succop. Nell’ultimo quarto Bortles ci prova, prima trova Harbor in endzone a meno di un minuto dal termine e successivamente Jacksonville recupera l’onside kick. Bortles riesce a dare una buona posizione al proprio K per il lancio ma fallisce perchè il DL dei Titans, Sammy Hill, defletta il pallone.
Seconda vittoria per i Titans ma ancora tanti troppo problemi si sono denotati. Jacksonville che pare in ripresa e la vittoria pare molto vicina.

Baltimore Ravens @ Tampa Bay Buccaners 48-17

Joe+Flacco+Baltimore+Ravens+v+Tampa+Bay+Buccaneers+H96tOJUi_WSxVittoria nel nome di Joe Flacco per i Ravens, il QB confenziona ben 5 TD, di cui 4 solo nel primo quarto raggiungendo Tony Cramer, l’unico altro giocatore nella storia NFL a riuscirci. L’ex Delaware lancia per 306Y distribuendo i TD a Steve Smith, Campanaro, Aiken e due a Torrey Smith. Gloria pure per Pierce che segna un TD su corsa, tanto per non far mancare nulla a Baltimore.
Giornata pessima per i Bucs, che soccombono a livello difensivo e a livello offensivo sono stati inesistenti per buona parte della partita.
Ravens che si rilanciano dopo la brutta sconfitta della settimana scorsa e approffitano dei passi falsi di Bengals e Steelers.

Denver Broncos @ NY Jets 31-17

Julius+Thomas+Denver+Broncos+v+New+York+Jets+Bl6PSeLBWCKxDenver vince, ma che fatica contro dei Jets che han cercato di riscattare la pessima partita contro i Chargers.
Il primo quarto per i Broncos sembra il Super Bowl, lo stadio è quello, con la OL che lavora male e Ramirez, il C, che “snappa” la palla in anticipo rischiando il fumble. I Jets ne approfittano andando in vantaggio grazie al TD di Amaro su un bel fadeaway di Geno Smith.
Nella parte centrale della partita escono i Broncos con Manning(237Y e 3TD) e i due Thomas andando sul 24-10. I Jets provano il miracolo dopo un TD di Decker sempre su passaggio di Geno ma con un minuto al termine Aqib Talib intercetta il QB e chiude la partita.
Manning ora è a -2TD da Favre ma soprattutto Denver continua a vincere, magari non convincendo del tutto però mostra momenti di onnipotenza.
Jets, beh, sono i Jets però qualcosa di buono si è visto Domenica.

Detroit Lions @ Minnesota Vikings 17-3

Giornata totalmente storta per Minnesota e Detroit riesce a vincere una partita senza impressionare anche per le assenze di Megatron e Bush.
Protagonista in negativo Teddy Bridgewater, il QB rookie compie ben 3 intercetti, dove però solo uno ha veramente colpe. Giornata storta per lui non riuscendo mai a dare fluidità all’attacco e a muovere la catena con costanza.
I Lions vincono con una grande difesa e grazie ad una offensive che fa il minimo indispensabile, i TD sono di Bell e Riddick. Da segnalare il brutto esordio del K Matt Prater, ⅓ con l’unico FG messo a segno dalle 52Y.
I Lions si lanciano in Division assieme ai Packers e si candidano come principale contendente alla squadra del Wisconsin.
Vikings che invece dimostrano la loro inesperienza ma soprattutto una squadra che dovrà migliorare molto su entrambi i lati del campo.

New England Patriots @ Buffalo Bills 37-22

Brandon+LaFell+New+England+Patriots+v+Buffalo+0oXJ16zc3lMxAltra vittoria convincente per i Patriots con un Tom Brady da 361 Yard e ben 4 TD. I Bills perdono alla prima partita del nuovo proprietario Pegula, pagando le troppe penalità e l’inesperienza della squadra. Solo nei primi minuti i Bills se la giocano sulle ali dell’entusiasmo ma già nel secondo quarto New England scappa grazie a Tim Wright e a Stephen Gostkovski. Brady è perfetto e confeziona due TD per LaFell e uno per Tyms. Da segnalare la grande prestazione di Rob Ninkovich, autore di ben 3 sack.
I Patriots vincono, approfittano dei passi falsi di tutte le rivali Divisionali e si mettono alla ricerca del seed #1 in Conference.

Carolina Panthers @ Cincinnati Bengals 37-37

Non basta l’overtime per decretare una vincitrice, così i Panthers ed i Bengals devono accontentarsi di un pareggio che sa di beffa, soprattutto per i padroni di casa dato che Nugent ha sbagliato il FG della possibile vittoria a tempo scaduto.
La partita è punto a punto con le due squadre che non riescono a scappare. Da segnalare il bel TD di Giovani Bernard da 89 Yard. Sia Dalton che Newton sbagliano in diverse occasioni combinando 3 intercetti. Newton pare tornato quello pre infortunio, 284Y lanciate, 107Y corse e 3 TD totali. Pure Dalton non è da meno con 323Y e 2 TD.
Nell’ultimo quarto i Panthers vanno in vantaggio con Olsen ma i Bengals con un TD du Hill ed un FG di Nugent riescono a tornare avanti. Ma Newton riesce a costruire un ultimo Drive che porta al pareggio del K Gano.
In Overtime non si riesce a segnare, al FG di Nugent, risponde quello di Gano, dopo due Drive infiniti. I Bengals avrebbero la possibilità di vincerla con Nugent, ma sbaglia il FG di un nulla.
Pareggio che non serve a nessuno, i Panthers potevano scappare in classifica nella NFC South mentre i Bengals vedono i Browns ed i Ravens avvicinarsi.

Pittsburgh Steeler @ Cleveland Browns 10-31

I Browns si vendicano della sconfitta della prima settimana e asfaltano Pittsburgh in una partita praticamente dominata grazie ad un secondo quarto superlativo ed a un gioco di corse dominante.
Hoyer completa solo 8 lanci su 17 ma per ben 217Yard lanciando un TD a Jordan Cameron. Gli altri TD sono dei RB Tate (78Y e 2 TD) e Crowell (77Y e 1TD). La brutta notizia per i Browns è l’infortunio di Alex Mack, uno dei pilastri della squadra e forse il miglior C della NFL.
Partita da dimenticare per gli Steelers che sbagliano qualsiasi cosa e mai son stati realmente in partita confermando i dubbi che si sono visti contro i Jaguars.
Ah, Manziel dov’è finito?

Green Bay Packers @ Miami Dolphins 27-24

Aaron+Rodgers+Green+Bay+Packers+v+Miami+Dolphins+Th1NtnoIn6mxA fine partita i tifosi di entrambe le squadrasostenevano una sola cosa: cacciamo i nostri Head Coach. Entrambe le squadre sembravano con la vittoria in pugno ad un certo punto ed entrambe si sono lasciate recuperare con scelte discutibili.
Eroe di giornata l’immenso Aaron Rodgers (264Y e 3TD), che orchestra il drive finale e su un finto “spike” trova Adams per un guadagno decisivo per poi concludere con il TD decisivo per Quarless.
La partita la fa Green Bay per la maggior parte del tempo ma riesce a farsi recuperare da un buon Tannehill nella seconda parte di gara (244Y, 2TD e 2INT) trovando il pareggio e poi il sorpasso, il resto è frutto del talento smisurato di Rodgers.
Green Bay vince ma quanta fatica, i Dolphins invece sprecano una grande opportunità per rimanere attaccati ai Patriots.

San Diego Chargers @ Oakland Raiders 31-28

Match molto combattutto ed interessante quello andato in scena ad Oakland con gli ospiti che vincono di sole tre lunghezze.
I primi tre quarti sono di equilibrio con Carr (282Y, 4TD e INT) e Rivers (313Y, 3 TD) che si rispondono a suon di TD, molto bello quello di Andre Holmes in apertura di partita.
L’ultimo quarto pare in equilibrio come gli altri, ma si spezza grazie ad un FG di Novak prima e poi grazie al TD-run di Brandon Oliver dalla Yard, regalando la vittoria ai Chargers. Carr prova a rimontarla ma viene intercettato da Verrett a pochi secondi dalla fine.
Continua la corsa dei Chargers verso l’elite della lega, mentre i Raiders continuano a non vincere nonostante il cambio di Coach, ricordiamo che ora è Tony Sparano alla guida del team.

Chicago Bears @ Atlanta Falcons 27-13

Questa partita conferma il fatto che al momento Bears e Falcons sono due squadre mediocri con diverse difficoltà. Partita equilibrata sino al terzo quarto dove il punteggio era fissato sul 13 pari con le due squadre che si sono equivalse.
La differenza la fa Forte(157Y totali), che con due TD chiude la partita e regala ai Bears una vittoria molto sofferta. Partite sensazionali pure quelle di Jeffery e Marshall, 136 e 113 yard ricevute a testa.
I Falcons dovranno mangiarsi le mani per questa sconfitta visti i tanti errori offensivi, tra tutti i drop di Julio Jones, che non ha permesso ai padroni di casa di giocarsela sino in fondo. Purtroppo per loro la difesa è un colabrodo e questo lo si è notato soprattutto sul gioco aereo.
I Bears vincono ma continuano a non convincere appieno.

Washington Redskins @ Arizona Cardinals 20-30

Torna Carson Palmer e torna pure la vittoria per i Cardinals in una partita molto combattuta.
Il primo tempo è di equilibrio con i padroni di casa che chiudono sul 14-13 grazie ai TD di Floyd e al primo stagionale di Fitzgerald, entrambi imbeccati da Palmer (250Y e 2 TD). Per Washington a segno Desean Jackson con un TD da 64Y e il K Forbath.
Nel secondo tempo Arizona scappa grazie a 3 FG di Catanzaro ma Counsins (354Y, 2TD e 3INT) trova Garcon in endzone per il -3.
I Cardinals vanno al punt e con 20 secondi sul cronometro da posizione quasi impossibile Cousins prova a rimontare ma viene intercettato da Johnson che riporta in TD per la definitiva vittoria.
I Cardinals vincono e grazie alla sconfitta di Seattle raggiungono la vetta solitario della Division.

New York Giants @ Philadelphia Eagles 0-27

Nick+Foles+New+York+Giants+v+Philadelphia+mxUbnkUZtVtxSunday Night Football che ha visto il dominio dei Philadelphia Eagles contro dei Giants inermi che rischiano di aver perso per molto tempo il lo WR di punta, Victor Cruz.
New York ha praticamente perso tutte le battaglie in campo, soprattutto quella tra la OL e la DL degli Eagles concedendo 8 sack totali, di cui 3 solo a Connor Barwin.
Questa partita ha segnato la rinascita di Lesean McCoy che ha corso per 149 Yard, fondamentale per l’offense degli Eagles. I TD sono stati messi a segno da Ertz, Casey e Sproles con un Foles ancora tra luci e ombre, 248Y, 2 TD e 2INT.
Vittoria schiacciante per Philadelphia che si lancia ulteriormente in division ed in conference, proponendosi come una delle reali forze della NFL.
Nottata storta per i Giants, tutto da dimenticare e domenica ci saranno i pericolossisimi Cowboys.

San Francisco 49ers @ St. Louis Rams 31-17

Monday Night Football molto equilibrato e divertente tra Niners e Rams in una partita che rimasta aperta sino a pochi minuti dal termine.
Rams che iniziano molto bene andando sul 14-0 sfruttando molto le portate di Tre Mason e Zach Stacy ma a segnare sono il RB Cunningham e il TE Lance Kendricks imbeccato da Austin Davis (236Y, TD e INT). Nel secondo quarto San Francisco accorcia grazie ad un FG di Dawson e ad un TD da 80Y di Brandon Lloyd su passaggio di Kaepernick (343Y e 3TD).
Il terzo quarto è la fotocopia del secondo, Kaep trova Boldin con un bellissimo passaggio in endzone e sempre il solito Dawson.
Nell’ultimo quarto i Niners avrebbero 3 palle per chiudere la partita ma falliscono in tutte e tre le occasioni dando l’occasione ai Rams di tornare sul -7. Ma nel drive del possibile pareggio, Austin Davis si fa intercettare da Dontae Johnson, che riporta in TD e chiude la partita.
I Niners vincono ed approfittano della sconfitta dei Seahawks per portarsi allo stesso livello in classifica.

MATCH OF THE DAY

Dallas Cowboys @ Seattle Seahawks 30-23

Demarco+Murray+Dallas+Cowboys+v+Seattle+Seahawks+xkaYQlag6ovxDoveva essere un massacro annunciato invece i Cowboys vincono dove squadre più blasonate sono cadute negli ultimi anni, confermando il loro grande inizio di stagione. Nell’era di Russell Wilson solo una squadra è riuscita a vincire a Seattle, ovvero gli Arizona Cardinals, i Cowboys sono il secondo team a riuscirci, vincendo dominando l’avversario, più di quanto dica il risultato.
La partita parte con un parziale di 10-0 a favore dei Seahawks grazie ad un punt bloccato da Doug Baldwin riportato in TD da Morgan. Da qua in poi Seattle esce dal campo e Dallas recupera per poi passare in vantaggio.
Protagonista è sicuramente DeMarco Murray, sesta gara consecutiva oltre le 100 yard, che diventa la spina nel fianco dei Seahawks per tutto il match e Dallas riesce a capitalizzare con Escobar e Witten. Molto bella la sfida tra Dez Bryant(63Y) e Sherman, che si risolve a favore del primo, dimostrando di essere inarrestabile a tratti.
Seattle segna solo su errore dei Cowboys, Harris compie una “muffs catch” regalando il possesso ai Seahawks che capitalizzano e pareggiano con Wilson, non in una gran giornata viste le sole 126Y lanciate e le 12 corse.
L’ultimo quarto si apre con i Seahawks in vantaggio grazie ad un FG, ma da qui in poi Dallas sale in cattedra e vince la partita. Prima su un 3&20 Romo (250Y e 2TD) compie un gran lancio per Terrance Williams, che con un lavoro eccezionale di piedi prende la palla e la tiene in campo. Il drive lo finalizza Murray con una corsa da 15 Yard.
Seattle ha la palla per il pareggio ma su un 4° down Wilson sbaglio e regala il possesso a Dallas che con Bailey porta il punteggio sul +7.
Wilson avrebbe la palla in mano per il pareggio ma si fa intercettare da un grande Rolando McClain, uno che fino a 8 mesi fa era ritirato, e Dallas può esultare.
Gran vittoria dei Texani con una prova corale di alto livello dominando l’avversario, i punti concessi sono arrivati solo su errori propri. Murray è il giocatore più dominante a livello offensivo al momento mentre Romo è uno dei 3 QB più in forma.
Seattle gioca la peggior partita degli ultimi tre anni, dominati per sessanta minuti e mai in grado di produre un gioco offensivo decente. Non è un campanello d’allarme per i Seahawks probabilmente ma solo una brutta giornata.