James all’NBA: “Meno partite ma stessi minuti!”

Questa domenica la Lega sperimenterà una partita più corta per vedere le reazioni di giocatori e tifosi, la stella di Cleveland però è di un altro avviso ribadendo un vecchio concetto.

JamesSi possono dire tante cose sul Commissioner Adam Silver ma non se non sia un innovatore, questa domenica il match tra i Boston Celtics e i Brooklyn Nets non durerà i soliti 48′ standard ma bensì 44′, questo perché l’NBA vuole fare un test per capire le varie reazioni, una l’ha già avuta e porta la firma di LeBron James (29 anni).

La stella di Cleveland non ha peli sulla lingua e alla domanda in merito a questo esperimento ha risposto tirando in ballo un vecchio argomento ma sempre discusso:

Non è una questione di minuti, possiamo giocare anche 50′ a sera, sono le partite il vero problema! Dobbiamo difendere il bene della Lega e il bene sono i giocatori, noi onoriamo il gioco se ci sono giocatori infortunati è perché ci sono troppe partite e non possiamo garantire sempre il massimo rendimento.

Infine ecco un suggerimento facendo riferimento alla stagione 2011/12

Abbiamo apprezzato molto la stagione del lockout da 68 partite, ecco però senza il back-to-back-to-back

James sfonda una porta aperta e la sua causa è stata accolta anche da Dirk Nowitzki (34 anni), mentre il proprietario dei Charlotte Hornets Michael Jordan preferirebbe mantenere le storiche 82 partite.

Il gioco negli ultimi anni a livello atletico e dinamico si è evoluto spingendo i giocatori a sforzi eccessivi, nelle ultime stagioni a momenti esce un All-Star Team per via di tutti i top-players infortunati, Silver si è già fatto avanti per cercare di preservare i suoi giocatori (vedi estensione paisa All-Star Game, ndr), ascolterà le parole del suo giocatore di punta? E voi cosa pensate?

[poll id=”206″]

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • scemo del villaggio

    concordo con Lebrone

  • Giasone

    Ricordo di aver letto tempo fa il parere di alcuni medici che, pur riferendosi al calcio, giungevano a conclusioni che a mio modo di vedere sono valide in assoluto e quindi anche per il basket: il problema non sta nel numero di partite, che sono sempre le stesse (mentre nel calcio sono aumentate), e nemmeno nel gioco, che sta sì diventando atleticamente più impegnativo, ma che in questo potrebbe essere compensato dai progressi degli staff sanitari.
    Il punto centrale è la vita dei giocatori fuori dal parquet, fatta di eventi, interviste, sponsorizzazioni (e immagino tanto altro). Tutto questo crea un surplus di stress psico-fisico che incide in maniera preponderante sul rischio infortuni.

    Detto questo, vista la pochezza delle ultime seasons, un taglio delle partite non mi trova del tutto sfavorevole, anche se le “tradizioni” hanno la loro importanza.

  • redbull

    ha ragione, ma il problema è che silver così come i proprietari vogliono più profitto possibile, e a tal scopo è meglio per loro fare le stesse partite ma diminuire i minuti per partita, il che secondo me non ha senso.

    tutti i record fatti in passato difficilmente potranno essere battuti, essendo le partite più corte.
    la cosa da fare secondo me è far durare la stagione un po’ di più in modo tale che ci siano più pause tra le partite

  • A proposito di proprietari, NON perdetevi la news delle 16!

  • lilin

    meno minuti non lo apprezzerei perchè cmq è bello mantenere un metro univoco di paragone sulle prestazioni tra presente e passato…punteggi piu bassi, minutaggi piu bassi, numeri inferiori da parte dei giocatori.

    io allungherei la stagione anche se per come è strutturato lo sport in america è dura sovrapporsi ad altri sport

  • rofled

    condivido il pensiero di lilin, secondo me l’unica soluzione è allungare la stagione, magari iniziando a settembre e non praticamente a novembre così da avere più giorni di riposo. alla fine 2 mesi e mezzo di vacanza (per chi gioca le finals, per le altre molto di più) sono più che sufficienti.

  • 8gld

    Silver può avere tante idee o proposta ma ad oggi, personalmente, nessuna di queste mi ha colpito, anzi.

  • mad-mel

    Per me le 82 partite sono intoccabili

  • Rino

    vogliono giocare meno (ci stà, 82 partite sono tante) però vogliono anche siglare accordi con le tv da 24 miliardi, lebron non puoi avere la botte piena e la moglie ubriaca

  • InYourWais

    Mah, direi che il fattore infortuni, sempre più frequenti, da molti è stato collegato (e sembra ormai la tesi definitiva) con la crescita della massa muscolare di molti giocatori. I kili in più vanno a gravare su articolazioni e legamenti, rendendo più facile l’affaticamento/danneggiamento, e più difficile il recupero

    Personalmente sono stra-contrario a partite da 44′, mi fa cagare l’idea, e vorrei anche tenere le 82 partite annuali. Però, come diceva qualcuno, si potrebbe cercare di diluire la stagione, utilizzando anche parte di Ottobre, in modo da ridurre al minimo i back to back

  • mad-mel

    Cmq…negli anni 80 i giocatori erano piu grossi e atletitici rispetto a quelli degli anni 70..
    Poi negli anni 90 erano piu veloci degli anni 80 ecccc…
    Insomma diete preparazioni ecc sono in continua evokuzione e miglioramento….e allo stesso tempo sono migliorati i metodi di recupero, non me ne intendo pero fisioterepia, vasche criogeniche….

    Gli infortuni ci sono sempre stati sempre ci saranno….
    Ho letto che Jordan e’stupito della nascita di qst discorso…
    un po lo quoto…

  • 8gld

    rs:

    togliere 4 minuti a partita su 82 equivale a togliere nemmeno 7 partite (6,83).
    Un atleta già di suo durante la r.s. le salta e non per forza per infortuni.
    Questa genialata di Silver la puoi risolvere facilmente e con risultati ben più indicativi con:
    a) diminuire di 7 partite la r.s.
    b) fai partire leggermente prima la r.s.

    Fino ad ora partendo dalla ruota della fortuna, passando dalle dichiarazioni Sterling e arrivando ai 4 minuti e altro trovo Silver uno che parla senza pensare o uno che parla senza ragionare.
    Tante idee o proposte ma alla fine costrutto zero. Fastidioso.

  • L’Ammiraglio

    Mi sembra molto più logico aggiungere 15-20 giorni ad Ottobre.

    Diminuire le partite, da un punto di vista contrattuale, è la più grossa cazzata che si possa concepire; è come se un lavoratore chiedesse di restare a casa anche il venerdì.

    Le partite da 44 minuti sono un’idea ancora peggiore, se è possibile.

  • hanamichi sakuragi

    direi che la proposta di lilin mi sembra la migliore e la più facile da attuare nel breve periodo.