James all’NBA: “Meno partite ma stessi minuti!”

Questa domenica la Lega sperimenterà una partita più corta per vedere le reazioni di giocatori e tifosi, la stella di Cleveland però è di un altro avviso ribadendo un vecchio concetto.

JamesSi possono dire tante cose sul Commissioner Adam Silver ma non se non sia un innovatore, questa domenica il match tra i Boston Celtics e i Brooklyn Nets non durerà i soliti 48′ standard ma bensì 44′, questo perché l’NBA vuole fare un test per capire le varie reazioni, una l’ha già avuta e porta la firma di LeBron James (29 anni).

La stella di Cleveland non ha peli sulla lingua e alla domanda in merito a questo esperimento ha risposto tirando in ballo un vecchio argomento ma sempre discusso:

Non è una questione di minuti, possiamo giocare anche 50′ a sera, sono le partite il vero problema! Dobbiamo difendere il bene della Lega e il bene sono i giocatori, noi onoriamo il gioco se ci sono giocatori infortunati è perché ci sono troppe partite e non possiamo garantire sempre il massimo rendimento.

Infine ecco un suggerimento facendo riferimento alla stagione 2011/12

Abbiamo apprezzato molto la stagione del lockout da 68 partite, ecco però senza il back-to-back-to-back

James sfonda una porta aperta e la sua causa è stata accolta anche da Dirk Nowitzki (34 anni), mentre il proprietario dei Charlotte Hornets Michael Jordan preferirebbe mantenere le storiche 82 partite.

Il gioco negli ultimi anni a livello atletico e dinamico si è evoluto spingendo i giocatori a sforzi eccessivi, nelle ultime stagioni a momenti esce un All-Star Team per via di tutti i top-players infortunati, Silver si è già fatto avanti per cercare di preservare i suoi giocatori (vedi estensione paisa All-Star Game, ndr), ascolterà le parole del suo giocatore di punta? E voi cosa pensate?

[poll id=”206″]

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B