Coach Blatt bacchetta Waiters: “Tira troppo, però…”

L’allenatore dei Cavs si è detto poco soddisfatto della gestione dei tiri della sua guardia titolare dopo la sconfitta interna contro i Mavericks, Waiters ha tirato più di tutti

WaitersNella notte è arrivata la prima sconfitta dei Cleveland Cavaliers in questa Pre-Season per mano dei Dallas Mavericks, i Cavs (privi di Kevin Love) hanno schierato al completo il loro reparto di esterni con Kyrie Irving (22 anni) e Dion Waiters (22 anni) in doppia-cifra…proprio su quest’ultimo coach David Blatt ha avuto un po’ da ridire.

Irving ha chiuso con 23 punti con 8/13 dal campo, Waiters con 14 ma con 4/15 dal campo risultando il giocatore di Cleveland con più tiri presi dal campo, coach Blatt ha commentato così in conferenza stampa:

Stavo pensando che alla fine del primo tempo, in realtà, non abbiamo giocato con il roster completo stasera impedendo la nostra normale rotazione. Il modo in cui Dallas giocato realizzando tiri aperti dal perimetro, quelli che si dovrebbe prendere Dion. Non credo che lui debba essere il leader della squadra per tiri presi però onestamente non mi interessa molto. Voglio che la squadra si prenda i buoni tiri e che li realizzi, è una cosa sulla quale lavoreremo con molta attenzione.

Tradotto in parole semplici “Waiters, e altri, forzano troppi tiri derivati dall’1-Vs-1” e l’argomento Waiters è sicuramente il fulcro del destino di questi Cavs, a parte la difesa; James-Irving-Love per ora hanno mostrato una buona intesa, soprattutto nella situazione di pick’n roll tra James e Love, Dion è il pezzo del puzzle più difficile da sistemare.

L’ex Syracuse ha potenzialmente 30 punti nella mani a serata, sa crearsi il tiro dal palleggio ed è dotato di un ottimo ball-handing…il punto è che quest’anno dovrà mettersi a servizio dei compagni rinunciando a quelli isolamenti tanto giocati nella passata stagione, ci riuscirà o come molti supponevano durante l’estate, verrà “retrocesso” al ruolo di 6° uomo?

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Michael Philips

    “L’ex Syracuse ha potenzialmente 30 punti nella mani a serata”

    seriamente, waiters avrebbe 30 punti a gara se giocasse 48 minuti e avesse a disposizione 35 tiri a sera. Questo qui mi pare davvero sopravvalutato da molti, e pure lui l’anno scorso aveva anticipato una stagione alla kobe, e poi si è visto quanto abbia comunque fatto cagare.

    Il punto debole dei cavs è chiaramente lui, sotto ogni aspetto:
    1) a livello tattico perché se non tira non sa fare una ceppa di nulla
    2) in difesa è addirittura più scarso di irving
    3) a livello di spogliatoio sarà sicuramente il più scassa cazzo di tutti.

    Considerando che nel team hai uno che i 30 a gara li ha davvero, più un altro che ci va vicino e una guardia-play che in futuro potrebbe arrivarci vicino ai 30, avere un waiters che si crede un semi-dio è abbastanza inutile. Al suo posto sarebbe servito uno alla tony allen, una guardia-mastino.

    Poi si chiaro, è pre-season, come si inizierà a fare sul serio, o lui si mette in riga e inizia a fare anche altro oltre a sparacchiare o vedrà di nuovo la panchina. Anche perché se non è riuscito ad imporsi l’anno scorso che c’era solo irving e poi il nulla, figuriamoci ora che prima di lui c’è james, love e irving.

  • rofled

    ma non potevano tradare lui al posto non dico di wiggins ma almeno bennett?