Napier-Show a San Antonio, bene Gallinari

La matricola di Miami continua a ben impressionare, top-scorer in quel di San Antonio (Belinelli 18 punti); Datome DNP ad Atlanta mentre per Gallinari14’ e 12 punti. Indiana che rimonta!

NapierIndiana rimonta nell’ultimo quarto (37-19 il parziale della frazione) e batte i Dallas Mavericks (privi di tutti i big) con 22 punti di Chris Copeland; i Sixers tengono a riposo Nerlens Noel nel successo interno contro i Magic, miglior marcatore dell’incontro Drew Gordon (16 pt).

Andre Drummond rifila una notevole doppia-doppia da 19+17 trascinando Detroit a casa degli Hawks ma essendo stata una partita tirata coach Van Gundy, anche stavolta, ha lasciato Gigi Datome in panchina per tutti i 48’.

Senza Dwyane Wade e Chris Bosh i Miami Heat vincono a San Antonio dopo un tempo supplementare trascinati, di nuovo, dal rookie Shabazz Napier (25 punti), molto bene Marco Belinelli top-scorer degli Spurs con 18 punti, proprio una sua tripla a 28” dalla fine dei regolamentari ha siglato il 100 pari, nell’extra-time invece Napier ha realizzato 6 degli 11 punti di Miami!

Passeggiata salutare dei Kings sul Maccabi Haifa, infine a las vegas i Denver Nuggets si sono imposti sui Clippers con Danilo Gallinari in campo per 14’ e 12 punti a referto.

Indiana Pacers – Dallas Mavericks 98-93
IND: Copeland 22, West 16, Hill 10, Sloan 15
DAL: Jefferson 19, Mekel 19, Villanueva 11, Aminu 11 (12 rimb)

Philadelphia 76ers – Orlando Magic 95-84
PHI: Williams 13, Gordon 16, McDaniels 11
ORL: Harkless 14, Nicholson 23, Dedmon 10, O’Quinn 14 (11 rimb), Green 10, Marble 10

Atlanta Hawks – Detroit Pistons 100-104
ATL: Carroll 14, Horford 12, Korver 15, Teague 16 (10 ass), Mack 12
DET: Smith 14, Drummond 19 (17 rimb), Singler 15, Jennings 16 (11 ass), Monroe 11, Augustin 14

Italian Job: Datome DNP

San Antonio Spurs – Miami Heat 108-111 OT
SAS: Anderson 17, Duncan 11, Joseph 14, Belinelli 18, Green 11, Daye 10
MIA: Granger 11, Chalmers 11, Napier 25, Birch 1 (13 rimb), Johnson 17, Dawkins 16

Italian Job: Belinelli 18 pt (2/6, 3/7, 5/7), 1 rimb, 3 ass, 5 perse

Sacramento Kings – Maccabi Haifa 91-59
SAC: Cousins 15 (12 rimb), Collison 12, Sessions 11, Stauskas 10, Williams 12
MAC: Stitt 17, Hernandez 11

Los Angeles Clippers – Denver Nuggets 93-104
LAC: Griffin 27, Jordan 8 (12 rimb), Paul 13, Cunningham 10
DEN: Gallinari 12, Faried 19, Afflaloo 16, Hickson 10, Foye 14

Italian Job: Gallinari 12 pt (3/5, 1/4, 3/3), 1 rimb (off), 1 ass, 1 persa, 1 stop in 14’

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Scroodge

    Come si sta comportando Kyle Anderson? E in che ruolo sta giocando?

  • @Scroodge molto ma molto bene, gioca SF ed è in continua crescita…molti GM si pentiranno di non averlo preso al Draft

  • Il Nichilista

    Ma e` soltanto pre-season, dubito che Kyle Anderson trovera` minuti in questa stagione da rookie, per quanto sia indiscutibilmente talentuoso e completo fara` molta D-League

  • alert70

    E’ presto per dare giudizi su Anderson. Diciamo che è un progetto.

  • low profile

    Da quel poco che si è visto direi che per adesso ha solo confermato tutte le sensazioni avute al draft.
    In attacco è uno spurs fatto e finito, IQ, ball handling, visione, extra pass, insomma tutto quello che piace a pop, deve ancora capire bene dive mettersi senza palla ma questo dopo manco un mese di camp ci sta tutto, male, e questo è strano visto il suo 40% al college, da 3, la meccanica è ancora molto molto lenta ma anche in questo caso niente di non risolvibile con qualche mese di lavoro con Chip. Resta un potenziale 1-2-3-4 a seconda delle esigenze di squadra, un bene troppo prezioso per non svilupparlo con pazienza.
    Nota dolente la difesa, cosa che gli costerà parecchia d-legue e/o dnp, è veramente troppo lento per seguire chiunque in giro per il campo, per me l’unica sua chance di stare in campo è quella di irrobustirsi e marcare i 4 avversari, le braccia sono lunghe e anche trovasse un 4 mobile sarebbe sempre meglio che seguire gli esterni avversari.
    Dubito che lo vedremo troppo in campo in questo primo anno ma per me il primo step ( forse quello più difficile) l’ha già fatto, capire cosa si fa nell’alamo.

  • Scroodge

    Grazie a tutti!