Bargnani è un caso, Fisher cerca alternative!

Nella Grande Mela i Knicks stanno pensando a nuove opzioni a livello tecnico/attico per sopperire le continue assenze dell’ala forte italiana, sembrava fosse al 100% invece…

BargnaniAl Media-Day si era presentato carico e molto fiducioso per la stagione 2014/15 soprattutto dopo un’annata travagliata e fortemente condizionata dagli infortuni, Andrea Bargnani (28 anni) sembrava in rampa di lancio ma adesso è diventato un caso in quel di New York e coach Derek Fisher sta valutando altre opzioni.

Queste furono le parole del Mago al Media-Day

Si, mi sento al 100%, non vedo l’ora di iniziare a imparare il triangolo, è un sistema che coinvolge tutti, che si basa sull’altruismo, tutti toccano la palla e cerchi di produrre il tiro più semplice. Dobbiamo impararlo bene perché ci sono una miriade di opzioni, a seconda di quello che fa la difesa

Si sentiva al 100% ma in Pre-Season ha giocato forse una partita e lo si è visto la maggior parte del tempo in panchina per via di un problema al ginocchio, coach Fisher si è sempre detto content di poter lavorare con un giocatore come l’ex Treviso soprattutto per la sua versatilità offensiva, ma adesso deve pensare a nuove soluzioni:

Andrea non è stato in grado di allenarsi in questi ultimi giorni (4 giorni, ndr) e quindi non sarebbe intelligente forzarlo a giocare domani. Abbiamo mescolato i gruppi in allenamento tra attacco e difesa, quindi dovremo rivalutare chi è stato efficace questa settimana e cercare di mettere insieme una buona lineup.

Quincy Acy (24 anni) è stato il titolare nelle ultime partite ma Fisher vede un Jason Smith (28 anni) in crescita grazie anche alla capacità di tiro nella media distanza; tornando a Bargnani la stagione non è ancora iniziata quindi tempo per recuperare c’è però, avere un giocatore tatticamente importante in queste condizioni instabili…e da $12 milioni, not a great deal!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • hanamichi sakuragi

    povero gelato…

  • Mr. White

    Uno scandalo…

  • mad-mel

    Tra le top 3 peggiori prime scelte..