NBA, è scontro sulla “nuova” lottery!

La riforma per cambiare la lottery è sempre più vicina e non mancano gli scontri sulla questione specialmente tra i grandi e i piccoli mercati, Philadelphia, Milwaukee e OKC sono contro!

LoteryIn NFL la questione è facile, chi ha il peggior record ha automaticamente la prima scelta assoluta al Draft e così via, in NBA invece abbiamo la tanto contestata Draft Lottery che assegna le scelte; le 4 squadre che hanno registrato il peggior record stagionale hanno il 25% di possibilità di avere la pallina da ping-ping col #1 e non possono andare oltre la 4^ scelta, l’NBA a ore voterà sul cambio del formato e ci sono già dei forti oppositori!

Il cambiamento che vuole l’NBA: le 4 squadre che hanno registrato il peggior record stagionale avranno solo il 12% di chance, la quinta l’11,5% e la sesta il 10% e così via, con questo formato la peggior squadra dell’annata potrebbe rischiare di avere addirittura l 7^ scelta!

Questo è un chiaro messaggio dell’NBA contro quelle franchigie che ancora prima dell’inizio della stagione decidono di alzare bandiera bianca e darsi al famoso “tanking”; questa iniziativa però ha visto già degli oppositori, primi fra tutti i Philadelphia 76ers che anche in questa stagione puntavano al “tanking” per avere un’altra alta scelta.
Anche gli Oklahoma City Thunder, tramite il GM Sam Presti, si sono detti contrari motivando il loro dissenso chiamando in causa la situazione degli “Small Markets” che già fanno fatica a competere rispetto a “Big-Markets” come New York, Los Angeles e Chicago che non hanno problemi a piazzare colpi importanti con contratti onerosi.

Con Philly e OKC ci sono anche i Milwaukee Bucks, Adrian Wojnarowski di NBA On Yahoo ha parlato con Un GM NBA che la pensa come il collega dei Thunder senza andarci per le leggere:

Con questo nuovo formato avremo squadre del Big-Markets non andare ai Playoffs ma avere una scelta alta al Draft prendendo un giovane forte, i tifosi e gli appassionati inizieranno a pensare “Ma che c***o sta succedendo?“, facendo così toglieremo aria ai tifosi e chance di migliorare/emergere a quelle franchigie.

Voi cosa ne pensate? Ditecelo nel sondaggio

[poll id=”207”]

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • nitrorob

    a me la nuova formula non dispiace!!
    cosi evitiamo lo scandaloso tanking (anche se non credo si eliminerà proprio del tutto)
    in più essendo una lottery è giusto mettere anche il fattore culo sulle scelte!
    cosi da dare la possibilità a molte più squadre di prendere la prima scelta, sennò non si chiamava lottery!

    cmq come letto su FB: non importa cosa faranno tanto la prima scelta ce l’avrà sempre cleveland ahahaha

  • InYourWais

    Non capisco il GM dei Bucks…non è che solo i big markets possono fallire i PO ma avere una scelta alta, ma anche gli small markets…che ragionamento è? Pensate i Suns, magari con 48W avevano una delle prime 3 scelte…da quando i Suns sono un big market?

    Poi tanto ci sta gente che con le scelte di lotteria non sa che farci, fanno cazzate su cazzate a getto continuo

  • gasp

    “Con questo nuovo formato avremo squadre del Big-Markets non andare ai Playoffs ma avere una scelta alta al Draft prendendo un giovane forte, i tifosi e gli appassionati inizieranno a pensare “Ma che c***o sta succedendo?“, facendo così toglieremo aria ai tifosi e chance di migliorare/emergere a quelle franchigie.”

    Chi è il GM? Hinke? Non condivido assolutamente questo pensiero che vede il Draft come un vantaggio da usare contro i big market e non un’ opportunità, inoltre non conta che la scorsa stagione il tanking estremo che permette questo tipo di lottery non è piaciuto molto agli stessi tifosi che ha tirato in ballo questo GM…

  • gasp

    “Poi tanto ci sta gente che con le scelte di lotteria non sa che farci, fanno cazzate su cazzate a getto continuo” che poi stranamente spesso sono i GM degli small market? Che vogliano tenere questo sistema per nascodere la loro incompetenza?

  • nitrorob

    e trà l’altro Gasp, senza riuscire visto che chi ha tankato non si è beccato la prima scelta
    quindi per me è giusto
    cosi mette un pò di pepe alla cosa, seguire una squadra che per 2 anni tanka penso sia una delle cose più brutte di questo sport
    quindi ci guadagnano tutti

  • gasp

    Esatto nitro, tenendo conto che questo succede nel paese in cui essere competitivi è il dogma

  • BigGameJames

    Io son molto favorevole.

    La storia dei big markets e small markets è decontestualizzata. E’ palese che l.a sia un posto più vivibile di Milwaukee. E che n.y abbia comunque più appeal di Detroit.
    La verità è che son scuse. Negli ultimi 15 anni diversi “small markets” son stati gestiti male dai proprietari, che affidandosi a dei gm non proprio impeccabili, speravano nel Lebron di turno alla lottery che risolvesse i loro problemi di team e di appeal. Intanto tanking come se non ci fosse un domani,cambiando il coach ogni anno e facendo giocare giocatori decerebrati capaci solo di andare sopra al ferro per assicurarsi qualche highlights per mantenere un po’ di pubblico al palazzetto.
    Come ha già detto qualcuno il tanking “premeditato” è vergognoso. La mia speranza è che questa proposta potrebbe invogliare le squadre “minori” a cercare di crescere un gruppo e un progetto serio (a partire dal g.m fino ad arrivare ai massaggiatori) anche negli anni di “ricostruzione”. Tutto a favore della qualità e del livello della regular season.

  • mad-mel

    Beh oddio ragazzi….togliendo gli spurs che sono un caso a parte….se si da un occhiata all’albo d’oro si nota che vincono solo le citta economicamente piu importanti.
    Gia i giocatori qnd sono free agent tendono andare in qst grandi mercati….figurati se prendono abche scelte alte per una botta di xulo…
    Io sono iperfavorevole al metodo nfl.
    Visto che negli Usa, grazie a dio, tra replay, modifiche regolamento, cercano di minimizzare al massimo il coeff fortuna e far vincere il piu forte, proprio non capisco qst storia della lottery che e’ solo sculata, o per i piu diffidenti pilotata.
    Pensate che insinuazioni se per caso vogliono modicarla in qst modo.
    Altro che il caso cleveland-lebron.

  • InYourWais

    La NBA ha avuto il metodo NFL fino a metà anni ’80, reintrodotto oggi, porterebbe ad un tanking ancora più massiccio, dato che non ci sarebbe più l’aleatorietà della lotteria, con la possibilità che chiunque, anche chi ha cagato sangue fino all’ultimo per un posto PO, abbia la prima scelta

    Ci sono grandi mercati, come NY, che non vincono da prima che io nascessi, altri che hanno avuto cicli di una decina d’anni, tipo i Bulls, ma tolti i 6 titoli in 8 anni, solo molta normalità. Gli Spurs sono un mercato minore, lo era anche Miami, squadre notoriamente dei Dolphins, prima dei Big 3, Boston ha un titolo negli ultimi 28 anni, piccole piazze come OKC, Indiana, Utah o New Jersey hanno tutte giocato per il titolo in epoche recenti

    Quindi direi che la lotteria personalmente mi sta più che bene, anche perchè parliamoci chiaramente, ormai si costruisce molto di più tramite scambi e F.A. che col draft

  • La votazione è finita pochi minuti fa, risultato: SI RESTA COME PRIMA!

  • gasp

    La proposta della nuova lottery è stata rigettata da ben 13 squadre…si lamentano che perdono soldi (chissà perché) e poi sono disposti a perdere una stagione o più…mah

  • I think this is among the most significant information for me.
    And i am glad reading your article. But should remark on some general things, The site
    style is ideal, the articles is really nice : D.
    Good job, cheers