Top 10, Key Points Of The Season!

Prima di imbattermi nel Lucca Comics di questa domenica vi volevo lasciare con questa Top 10 sui 10 punti chiave/da tener d’occhio della stagione che settimana prossima prenderà il via

Top10KeyE insomma ci eravamo tanto amati, e siamo di nuovo qua, ci siamo sorbiti i vari mondiali degli sport minori ( 😉 ) tra cui calcio, Volley, formula 1 é MotoGP.
Ora, finalmente, dopo 5 mesi passati a bighellonare tra partite di Pre-season e i mondiali di basket più scontati degli ultimi 4000 anni (ma davvero qualcuno pensava che la Spagna avrebbe potuto impensierire team USA???) siamo giunti a un nuovo inizio. Come un uroboro, il serpente che si morde la coda, si ritorna sempre al punto di dire:
NBA IS BACK.

E finalmente direi!!! Prima che inizi la stagione, quali sono i punti principali che più incuriosiscono gli appassionati di tutto il mondo?
Proviamo ad elencarli.

hi-res-6878674_crop_northNumero 10

New York City non dorme mai, dicono nel mondo. In compenso i Knicks sono 40 anni che pisolano allegramente senza vincere un titolo, pur dopo averlo sfiorato con Ewing nelle più brutte Finals di sempre ( correva l anno 1995).
Ora tutti si chiedono dove possono arrivare questi Knicks?
Melo ha rinnovato a cifre che definire folli è riduttivo. Vero, giocatore da 30 a partita ma 30 sono anche i vaffa a partita che si becca perché non la passa mai.
Gli occhi sono tutti su un altro però: Phil Jackoson. Riuscirà coach Zen a rivincere con i Knicks? Lui era in campo quando vinsero l ultimo titolo, diciamo che é uno che se ne intende.

ox281285682306166098Numero 9

The return(s)
Trovo la presason interessante quanto un documentario di 4 ore sulla riproduzione delle papere, infatti il Mamba in pre-season sorride quando gli sparano una tripla in faccia, salvo poi uccidere a morsi chiunque passi nella sua zona in regular season. Ai playoff non lo dico neanche. Grande attesa per Kobe, vuole fortemente il sesto titolo anche se non sembra avere una squadra all’altezza.

L’altro, sono due anni che deve tornare quello vero. La Windicity lo aspetta ogni volta, c’è bisogno di lui se vogliono dire qualcosa di importante in post-season.
Derrick Rose ha la possibilità di tornare e trovare invece un roster molto competitivo,
Per riportare Chicago al posto che le spetta, come ai tempi di “quello la”

1394655225000-USATSI-7798242Numero 8

Ninja Turtles alla riscossa.
Ora è il momento di Russell. L MVP della scorsa stagione, Kevin Durant, starà fuori per almeno 3 mesi, causa una frattura al piede. Una potenziale contender come OKC deve già chiamarsi fuori dai giochi? Quanto pesa l assenza di durant che comunque dovrà saltare parecchie partite?
Westbrook ha le capacità per essere un leader? A livello di prestazioni e carisma, sicuramente, ma non dovrà monopolizzare troppo il pallone, quanto più aumentare il numero delle assistenze per i compagni. Ora è tutto nelle sue mani.

forsaleNumero 7

Italian’s do it better, But not in this case, aggiungo io.
Non voglio sempre fare il bastian contrario, ma io sul carro del vincitore non ci salgo mai senza cognizione di causa. Dirò una cosa che farà sanguinare le orecchie a molti ma per il titolo vinto dal Beli è un po come quello vinto da Simone Barone nel 2006… Poi sono umanamente contento per lui, ma ricordiamo che molto spesso era dietro a Bonner nell rotazioni. Tifo per lui e spero possa ripetersi ma stavolta da protagonista.
Bargnani rimane il quarto mistero di Fatima: può essere decisivo o questa lega è troppo grande per lui?
Datome non trova minuti, che, almeno in pre-season si meriterebbe, secondo me.
Potrebbe essere il caso di ritornare alla base? Lo scopriremo solo vivendo
Come sempre punto tutto su Danilo, che, a mio personalissimo avviso é quello che può fare meglio di tutti, anche se questa Denver non pare avere grosse chance ad ovest.

cartoon_climb_money_pile.jpgNumero 6

Contratto collettivo: ci si aspetta una vera battaglia nel 2017, al prossimo incontro tra giocatori e proprietari, che non sono mai stati così lontani dal trovare un’intesa. Kobe e Lebron fanno la voce grossa dicendo di diminuire il numero di partite o aumentare i salari. Dall’altro lato, Ovviemente, i proprietari non ci pensano nemmeno: perché rinunciare a grandissimi introiti?
Spero solo di mantengano le 82 storiche partite a stagione, che però mi rendo conto che siano tante, soprattutto quando si gioca in Back-to-Back. Ma un’idea malsana come iniziare un mese prima del solito no? Si dilazionerebbero di più le partite di Regular season e magari giocare 40 minuti invece di 48. Staremo a vedere

Numero 5

Un Draft così non lo si vedeva dal 2003/1996/1984. Mi piacerebbe dire questa frase alla fine di questa stagione.
I prospetti sono interessantissimi, Embiid è già nel cuore di tutti gli ignoranti come me per quello che scrive, spero possa replicare a breve anche in campo.
Grandissima attesa per vedere il nuovo Lebron/Jordan/Kobe, Andrew Wiggins.
Non scordiamoci di Jabari Parker che può fare davvero bene, ma se dovessi giocarmi il dollaro, direi che il vero Steal lo ha fatto Chicago con McDermott.

Dwyane WadeNumero 4

Wade è cotto. Senza lebron non si vince più. Miami si ritrova ad essere la terza forza ad est ma solo perché non c’è grande concorrenza.
E invece dico che non è così. Secondo me Dwyane può dare ancora tanto e nonostante la partenza del prescelto, gli Heat si sono mossi molto bene in Free Agency. Non dimentichiamoci che il ragazzo ha già vinto “da solo” un anello nel 2006. Se le sue ginocchia reggono resta nei top5 della lega.
Grande incognita, ma mai vendere la pelle dell’orso prima di averlo ucciso.

EastNumero 3

Lotta ad est.
Al contrario dell’ovest dove può succedere davvero di tutto, ad est le posizioni sembrano già scritte.
Indiana tagliata fuori dalla corsa al titolo per l’assenza di PG13, tutti gli addetti ai lavori dicono Cleveland, seguita da Chicago o Miami.
Io dico che New York con JACKson può essere una vera mina vagante, così come Washington. Spero di non vedere una regular season come lo scorso anno dove dopo Miami e Indiana, il vuoto cosmico.

Tim+Duncan+2014+NBA+Finals+Game+Five+FO1bmW3hFErxNumero 2

Sono finiti. Finito un ciclo. L’ultimo canto del cigno.
Lo diciamo ogni anno, e ogni anno gli Spurs sono sempre lì, a combattere fino alla fine per l’anello. Hanno perso nel 2012 e sono tornati più forti di prima. Hanno vinto nel 2013 e cosa faranno nel 2014?
Diciamoci la verità: gli spurs insegnano basket. Finché Pop sarà su quella panchina saranno sempre una contender e se l’MVP delle scorse FINALS spiccasse definitivamente il volo, non sarebbero più dli spurs di Parker, Ginobili e Duncan, ma sarebbero gli spurs di Kawhi, con 3 fenomeni a giocare con lui.

LeBron+James+Miami+Heat+v+Cleveland+Cavaliers+h608oponsIGxNumero 1

King is Back.
Siamo sempre qua. Il fenomeno mediatico per eccellenza di questi anni. Se va al cesso, la ESPN lo segue. Se va al Taco Bell, la Nike fa una nuova pubblicità.
Se torna a casa, Cleveland diventa in un istante la contender per eccellenza.
Se in più ci si aggiunge uno dei Play più forti della lega, è un ala grande da 20+20 a partita, il potenziale dei Cavs diventa illimitato. Sono loro i più attesi e sono loro che saranno quelli sotto i riflettori più di tutti.
Ma il re è tornato a casa, e la voglia di vincere nella sua città è tantissima. Si è scrollato di dosso l’etichetta di perdente, lo vedremo più forte che mai?

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • genio

    Nel 2006 c’era Shaq, nessun giocatore ha mai vinto da solo, tranne me.

  • L’Ammiraglio

    Punto tutto sul n1. e sul n4

  • Heat Fan Since 07

    peccato che Shaq in quelle Finals fece schifo al cazzo.

  • mad-mel

    Peccato che quelle finals se le mangiarono i Mavericks aggiunto ad un arbitraggio a dir poco scadente.

  • JoH

    Elfrid Payton vero steal of the draft a mani bassissime

  • L’Ammiraglio

    Gallinari ci credo pochissimo che farà qualcosa; è un fracicone fisicamente.

  • rui85

    Contento Di Wade e dei Miami,
    Nella pre season ha dimostrato di poter giocare un buon basket.
    Se dovessero infilare un inizio importante potrebbe davvero essere la sorpresa.