Eurolega (Day 2): altra giornata amara per le Italiane

Atre due sconfitte per le nostre due squadre con la differenza che Sassari ci ha provato fino all’ultimo ad avere la meglio dell’Efes Pilsen mentre Milano non ha potuto niente contro il Barça

Gruppo A

Unics Kazan – Real Madrid 75-76
Zalgris Kaunas – Nizhny Novgorod 97-63
Dinamo Sassari – Efes Pilsen Instanbul 75-82

JanningTroppo Efes Pilsen per la Dinamo Sassari che con il cuore e tanto coraggio prova a crederci fino alla fine, ma alla fine subisce la seconda sconfitta, questa volta tra le mura amiche, grazie allo strapotere turco sotto tutti gli aspetti. La squadra di Dusan Ivkovic prende in mano il gioco fin da subito, con l’ex senese Matt Janning a bombardare la retina dall’arco dei tre punti, Sassari è costretta a rincorrere per tutto il match rimanendo aggrappata ai turchi grazie a Jerome Dyson ed Edgar Sousa. Nel finale sebbene Sassari ci creda, l’esperienza dell’Efes, con la fisicità dei propri lunghi, Stephan Lasme e Nenad Krstic, viene fuori e per i sardi la prima vittoria in Eurolega della loro storia è ancora rimandata.
Tante emozioni a Kazan, tra l’Unics e il Real Madrid, in una gara che fa scendere qualche lacrimuccia ai tifosi dell’Olimpia Milano, per la super prestazione dell’ex beniamino Keith Langford (23 punti), il quale però non riesce a trascinare la sua squadra alla vittoria. A 2′ dalla sirena finale i russi sembrano in controllo sul +5 (72-67), poi l’attacco si inceppa, e il Real prende il sopravvento, non riuscendo però a gelare il match dalla lunetta. Negli ultimi secondi, James White piazza la bomba dall’angolo che regala il +1 all’Unics, ma Sergio Llull non è d’accordo e vola dall’altra parte piazzando il canestro della vittoria sulla sirena.
Nell’ultimo match del girone, ampia e facile vittoria dello Zalgris Kaunas, sui russi del Nizhny Novgorod.

Gruppo B

 CSKA Mosca – Maccabi Tel Aviv 99-80
Limoges CSP – Cedevita Zagabria 71-60
Unicaja Malaga – Alba Berlino 87-84

 

Schermata 2014-10-24 alle 09.56.59Nella rivincita della semifinale della scorsa edizione tra CSKA e Maccabi, non c’è assolutamente storia, i russi prendono in mano la gara nel terzo periodo, dove piazzano un parziale di 32-13, a guidarli un super Milos Teodosic con 15 punti e 12 assist.
Il Limoges mette a segno la prima vittoria della propria Eurolega, su un Cedevita Zagabria, non all’altezza della situazione.
L’Unicaja Malaga invece batte l’Alba Berlino con un Buzzer Beater di Kostas Vasileadis.

 Gruppo C

 Fc Bayern Monaco – Panathinaikos Atene 81-75
Turow Zgorzelec – Fenerbache  Instanbul 76-91
EA7 Milano – Fc Barcellona 63-78

Schermata 2014-10-24 alle 09.56.08Una scintillante prestazione di Alejandro Abrines (21 punti con un 5/5 da tre), permette al Barcellona di espugnare il Mediolanum Forum di Assago, contro un’Olimpia Milano sottotono e confusa a livello offensivo. L’EA7 che ritrova Daniel Hackett (15 punti) per l’impegno europeo, parte bene, cercando di mettere le mani sulla gara, ma Deshwan Thomas con un 3/3 dalla lunga distanza glielo impedisce, di conseguenza la squadra guidata da Luca Banchi perde le certezze difensive, e in attacco va a sbattere ripetutamente contro il muro Blaugrana. Al Barcellona che entra tutto da tre, riesce inoltre ad innescare anche la propria torre Tibor Pleiss, mentre Milano prova a reagire di rabbia con il proprio capitano Alessandro Gentile, ma contro questo Barcellona non può bastare e arriva la seconda sconfitta su due partite con ben più di un campanello d’allarme acceso.
Il Bayern Monaco dimostra tutta la sua pericolosità andando a vincere di fronte al proprio pubblico contro il Panathinaikos, con 20 punti di Dusko Savanovic, andando a scardinare la difesa greca soprattutto nell’ultimo quarto con un parziale di 24-16.
Infine, 27 punti di un infermabile Andrew Goudlock regalano la seconda vittoria al Fenerbache sul campo del modesto Turow.

 Gruppo D

Neptunas Klalpelda – Stella Rossa Belgrado 83-81
Galatasary – Valencia 71-64
Olympiacos Pireo – Laboral Kuxta Vitoria 63-57

Schermata 2014-10-25 alle 00.19.35Dopo la bella e sorprendente vittoria della scorsa settimana, la Stella Rossa cade sul campo del Neptunas, con un canestro di Valdas Vasylius che decide di fatto la gara.
Il Galatasary si riscatta tra le mura di casa andando a battere un Valencia  mai domo con una bella prestazione dell’immortale Carlos Arroyo (16 punti).
L’Olympiacos, fresco del nuovo coach Milan Tomic, ha la meglio del Laboral Vitoria del nostro Marco Crespi,in un match a basso punteggio, andando a prendersi in solitario la prima piazza del girone.

 

Nico P

Nico P

Appassionato di ogni tipo di sport, con il basket a svettare nella sua classifica, tifo Lakers e Broncos con la preferenza sempre verso la squadra più debole. Nickname: Nico P