Team Folder 2014/15: Indiana Pacers

Oggi facciamo rotta nella città della più famosa corsa automobilistica del pianeta per parlare della squadra più difficile da analizzare soprattutto col K.O di George e la partenza di Stephenson

Pacers

E la difficoltà sta sia nel come hanno finito la scorsa stagione, e nel come dovranno iniziare la prossima. I Pacers fino alla pausa dell’All Star Game stavano praticamente dominando e non solo ad Est. Giocavano un bel basket, specie quello difensivo, ed in tanti li davano come partecipanti al ballo finale. Ed invece qualcosa si è rotto, da Febbraio/Marzo in avanti l’involuzione del gioco dei Pacers è stata incredibile, con alcuni giocatori che, in alcuni casi, hanno letteralmente smesso di giocare. La squadra ha vinto pur sempre la regular season ad Est con 56 vittorie, ma è sembrato più un gentile omaggio finale di Miami. Nei playoff poi tantissima fatica con Hawks e Wizards e l’eliminazione, lottando pochissimo, con Miami. Come se non bastasse se ne è andato Stephenson, giocatore importante nell’economia di Indiana, poi, perché quando piove grandina, il serio e terrificante infortunio a Paul George. Coach Frank Vogel, ai Pacers dal 2007, head coach dal 2011, ha un lavoro estremamente difficile da fare, in contumacia go-to guy dovrà riassegnare ruoli e gerarchie offensive, cercando di ritrovare l’energia difensiva e la voglia di aiutarsi l’un l’altro, misteriosamente svanite da Marzo 2014. Inutile dire che sarà una stagione ricca di incognite, andiamo con analisi e voti.

132794972_11nGUARDIE: non esattamente un playmaker, non esattamente una guardia, George Hill sarà chiamato a dare di più specie nella metà campo offensiva. La mano c’è, non esattamente un grandissimo passatore, deve crescere in leadership. É arrivato C.J. Miles, ottimo tiratore e gran bell’atleta ma molto discontinuo. Non esattamente uno da starting five per una grande squadra. Poi l’idolo, rischio il licenziamento, del boss F.M.B., Rodney Stuckey, 20000 palleggi, 500 tiri, nessun passaggio. Potrebbe essere una buona addizione dalla panchina, se si convincesse di non essere il più forte del pianeta. É rimasto C.J. Watson, buon playmaker di riserva, punti in pochi minuti ed energia.
VOTO: 6 sulla fiducia molto più che sul reale valore, vediamo cosa saprà tirare fuori coach Vogel.

ALI: la perdita di Paul George è davvero sanguinosa. Il ragazzo è diventato un Top player a tutti gli effetti e, ottimismi a parte, da una frattura di quel tipo non recuperi così facilmente. Noi facciamo tutti il tifo per lui perché ci manca. In mancanza Gorge il ruolo di leader sarà preso da David West, veterano, mano incredibile dalla media, tecnica sopraffina e bel rimbalzista, che dovrà dare di più quest’anno. E Chris Copeland potrebbe essere chiamato a sostituire PG 13 in quintetto, per tirare tira, anche troppo, ed a faccia tosta ci siamo, ma basterà? Probabilmente minuti li troveranno anche Solomon Hill, bel talento ma ha avvertito molto l’impatto con il piano superiore, e Damjan Rudez, ala piccola Croata, tiratore con un fisico fatto per la NBA. Luis Scola è rimasto, a lui si chiede leadership in spogliatoio oltre che minuti di qualità vicino a canestro, lavoro che sa fare bene. E chissà se anche Lavoy Allen, bel rimbalzista molto forte fisicamente, non trovi minuti.
VOTO: 6+ il voto è dato pensando che George difficilmente tornerà operativo per questa stagione, ed in sua assenza le SF sono poco affidabili.

LUNGHI: se qualcuno ritrovasse Roy Hibbert, quello dei primi 4 mesi della scorsa regular season, lo riporti ad Indianapolis. La terrificante copia vista nei playoff non giocherebbe in LegaDue. Quale Hibbert vedremo è l’incognita maggiore, quello energico in difesa, e discretamente solido in attacco, con semigancio annesso, o l’ameba di Maggio??? Con lui Ian Mahinmi, difesa stoppate, rimbalzi ma comunque ha sempre dato per quello che poteva.
VOTO: 6,5 ma con Hibbert si puo’ passare dal 3 all’8 anche in una singola partita…figurarsi in una stagione.

Percentuale playoff: 51% di stima, io non sono così sicuro dei Pacers che vedremo, senza George, ed anche Stephenson, c’è un identità da ricostruire ma chi saprà assumere quei due posti vacanti??. Poi siamo ad Est, magari proprio nella difficoltà sapranno ricompattarsi, ma sarà difficile, staremo a vedere.

Arrivederci a domani con gli Oklahoma City Thunder

Altre squadre
• Milwaukee Bucks
• Philadelphia 76ers
• Orlando Magic
• Utah Jazz

• Boston Celtics
• Los Angeles Lakers
• Sacramento Kings
• Detroit Pistons
• Cleveland Cavaliers
• New Orleans Pelicans
• Denver Nuggets
• New York Knicks
• Minnesota Timberwolves
• Phoenix Suns
• Atlanta Hawks
• Dallas Mavericks
• Charlotte Hornets
• Memphis Grizzlies
• Golden State Warriors
• Chicago Bulls
• Houston Rockets
• Toronto Raptors
• Brooklyn Nets
• Portland Trail Blazers
• Washington Wizards
Los Angeles Clippers

Doc. Abbati

Doc. Abbati

Il diversamente giovane del gruppo, appassionato di motociclismo e, soprattutto, dello sport made in USA , fan dei Lakers, dei Raiders e dei Mets rigorosamente in quest’ordine, seguo il basket NBA fin dagli anni 70 Nickname: Doc.Abbati