Eurolega (Day #3): Ecco Milano! Sassari ancora K.O

Una Milano tutto cuore e nervi riesce a strappare una vittoria a Monaco di Baviera, Sassari perde ancora male nella trasferta di Kazan. OK Barcà e Real Madrid, che Pana con 1000 assist per Diamantidis!

Gruppo A

Unics Kazan – Dinamo Sassari 85-62
Anadolu Efes Instanbul – Zalgris Kaunas 62-65
Real Madrid – Nizhny Novgorod 112-83

Schermata 2014-11-01 alle 09.24.29Nell’infinita trasferta russa di Kazan, la Dinamo Sassari sprofonda inesorabilmente e compici gli altri risultati del girone vede compromessi i propri sogni di passaggio del turno. La banda di Meo Sacchetti non parte neanche male, tenendo testa ad una squadra dalle tante ambizioni e dalle tante vecchie conoscenze del nostro campionato. Infatti all’intervallo i sardi sono avanti di 2, ma appena si mette in moto Keith Langford, dannoso nella prima parte di gara, Sassari si rifugia nel suo gioco di corri e tira e quando la palla non entra offre al fianco agli avversari, e il Kazan chiude il terzo parziale 31-17. L’ultima frazione di gioco prosegue sulla falsa riga della terza, con Sassari non offre altre soluzioni al suo gioco molto dispendioso, ma che non porta da nessuna parte, Rakim Sanders segna 18 punti, ma con 6/14 complessivo dal campo e la prossima settimana ci sarà il Real Madrid.
Il risultato che stona e che probabilmente mette già un veto sul passaggio del turno della Dinamo Sassari, è la vittoria a Instanbul, di un sorprendente Zalgris Kaunas guidato da Egaras Ulonovas (19 punti). Lo Zalgris soffre nel finale in una gara sempre nelle sue mani, l’Efes ci ha provato fino all’ultimo dando qualche preoccupazione di troppo ai lituani, ma solo con l’apporto di Nedad Kristic (22 punti), non è riuscita nella rimonta.
L’ultima gara del gruppo, è la passeggiata di salute per il Real Madrid che vince di 29 punti contro i modesti russi del Novgorod.

Gruppo B

ALBA Berlino – Maccabi Tel Aviv 69-84
Cedevita Zagabria – CSKA Mosca 72-76
Unicaja Malaga – Limoges CSP 75-69

Schermata 2014-11-01 alle 09.25.36Tutto secondo i pronostici nel gruppo B, sebbene a Zagabria, il CSKA Mosca fatica più del previsto, con 14 punti a testa della coppia di playmaker, Nando Decolo-Milos Teodosic.
Ci si aspettava forse qualcosa di più dall’ALBA Berlino, ma Brian Randle non è d’accordo e con 25 punti trascina il Maccabi alla seconda vittoria su 3 partite. L’Unicaja Malaga suda qualche camicia di troppo nell’ultimo periodo, contro il Limoges, ma porta a casa una vittoria importante con una buona prova complessiva di squadra.

Gruppo C

Panathinaikos Atene – Fenerbache Instanbul 91-73
Fc Bayern Monaco – EA7 Milano
Fc Barcellona – PGE Turow Zgorzelec 86-67

GentileA Monaco di Baviera, in una partita già decisiva ai fini della qualificazione al turno successivo, Milano riesce ad imporsi grazie ad una prova di cuore di tutta la squadra e a una difesa granitica, che nel momento decisivo della gara ha letteralmente stritolato l’attacco del Bayern. L’EA7 parte a razzo, con un parziale di 21-6,  guidata da un superbo Daniel Hackett, poi si ferma di blocco, e i tedeschi tornano di prepotenza in partita. A cavallo tra il terzo e il quarto periodo, il Bayern è sopra 64-58 e la partita sembra essere ben indirizzata, ma con una spruzzata di vitalità Marshon Brooks piazza 5 punti in fila e ridà gas ai suoi, poi ci pensa Joe Ragland a spaccare la gara infine la difesa tiene duro così Milano gioca il quarto periodo in maniera perfetta e porta a casa una vittoria di un’importanza capitale.
Il ritorno a casa di Zeljko Obradovic, all’Oaka Arena di Atene, coincide con il millesimo assist della creatura che lui ha costruito Dimitris Diamantidis (10 assist anche questa sera), ed è il primo nella storia dell’Eurolega ad arrivarci, e con una prestazione fantascientifica dall’arco dei tre punti della sua ex squadra (18/26). Una ridimensionata che neanche il più vincente coach d’Europa ha saputo evitare, con un AJ Slaughter da 23 punti e 7/10 da tre, e un Fenerbache, che fin da subito ha dimostrato di sciogliersi come neve al sole alla prima vera e propria difficoltà.
Mentre tra le contendenti per il passaggio del turno regna l’equilibrio, il Barcellona vola a punteggio pieno in tranquillità assoluta, andando a sbarazzarsi senza alcun problema dei polacchi del Turow. 

Gruppo D

Stella Rossa Belgrado – Valencia Basket 76-63
Neptunas Klaipeda – Olympiacos Pireo 81-85 OT
Laboral Kuxta Vitoria – Galatasary Instanbul 91-90 

Schermata 2014-11-01 alle 09.26.31La Stella Rossa di Belgrado doma con estrema facilità un Valencia irriconoscibile per le sue potenzialità, che vede altamente compromessa la possibilità di passaggio del turno, con il solito centrone Boban Marjanovic a guidare la propria squadra.
L’Olympiacos ha bisogno di un overtime per avere la meglio del Neptunas Klaipeda e di un Vassilis Spanulis, ancora dominante come pochi altri, da ben 34 punti.
Pesante vittoria in quel di Vitoria, per il Laboral Kuxta del nostro Marco Crespi, con un finale parecchio concitato, ha la meglio di un Galatasary un po’ sciupone, nel finale sulla situazione di parità a quota 89, Caros Arroyo fa 1/2 dalla linea della carità, successivamente ha la palla in mano per chiudere la partita, ma la perde e sul ribaltamento di fronte, Colton Iverson segna il lay-up della vittoria.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B