NFL Tuesday 19: Recap della Week #9!

Brady demolisce Manning nella sfida tra leggende, Big Ben altri 6 TD rifilati a Baltimore, Phila c’è con Sanchez, Brees rilancia i Saints, tonfo 49ers con giallo nel finale, ok Seattle.

New Orleans Saints @ Carolina Panthers 28-10

Drew+Brees+New+Orleans+Saints+v+Carolina+Panthers+0m9B9w1TPokxLa squadra della Louisiana si sta finalmente svegliando, trovando la prima vittoria in trasferta stagionale. Vittoria non senza difficoltà con Brees che commette ben due turnover nel primo quarto, un intercettp fortunoso di Dwan Edwards e un fumble forzato dal proprio FB Lorig e recuperato dal DE dei Panthers Addison. Nel secondo quarto poi i Saints riescono ad allungare con i TD di Ingram, 110Y totali, ed al solito Jimmy Graham, 83Y ricevute. L’ultimo quarto inizia sul 21-7 dopo i TD di Cam Newton e Drew Brees, entrambi via corsa. I Panthers avrebbero la possibilità di rientrare in partita prepotentemente ma prima il TE Williams appoggia troppo presto il ginocchio e non riesce a prendersi un facile TD mentre Kelvin Benjamin poi non riesce a prendere un pallone in endzone, prendibilissimo per le sue doti fisiche. La partita si chiude con il secondo TD di giornata di Mark Ingram.
Nella mediocrità della NFC South pare che i Saints finalmente riescano ad uscire e prendersi quel posto per i PO.

Tampa Bay Buccaneers @ Cleveland Browns 17-22

Torna alla vittoria Cleveland in una partita che Tampa Bay avrebbe potuto vincere nel finale di gara. I Bucs trovano un Mike Evans immenso, 2TD e ben 124Y totali, risultanto un vero e proprio incubo per la secondaria dei Browns. La partita si decide nell’ultimo quarto quando Hoyer trova Gabriel in endzone per il TD decisivo. I Bucs avrebbero la possibilità di vincerla ma sul 4° down decisivo, Mike Evans riesce a completarlo ma commettendo pass interference. Sulla giocata successiva Glennon spreca tutto con un incompleto consegnando la vittoria ai Browns.
Partita molto brutta, con errori da entrambi le parti, Glennon e Hoyer finiranno con 2INT a testa. I Browns al momento se la giocano per la divisione e quasi miracolosamente si ritrovano in competizione per i PO.

Arizona Cardinals @ Dallas Cowboys 28-17

Cade per la seconda settimana di fila Dallas lasciando la vittoria ad una Arizona sempre più concreta. Cowboys che si presentavano senza Tony Romo, out per un infortunio serio alla schiena, ed al suo posto il tanto criticato Weeden.
Eppure la partita parte bene per i texani con Patmon che intercetta Palmer e riporta in endzone, oltre al FG di Bailey dalle 52Y. Però i problemi sono a livello offensivo, Weeden non da mai ritmo all’attacco e si fa intercettare ben 3 volte mentre Murray fatica a correre, anche perchè i Cardinals sono la migliore difesa contro le corse. Nel secondo quarto, dopo due bei drive di Palmer, 249Y e 3 TD, Arizona passa con i TD di Carlson e Jaron Brown. Sul finire di primo tempo Dallas sbaglia un FG del possibile -1 e per poco non si trasforma in 7 punti per i Cardinals. Il terzo quarto continua ad evidenziare i problemi dei Cowboys, dove faticano a conquistare un primo down, sbagliando pure un paio di quarti down giocati molto male. La partita la chiudono Ellington, stagione strepitosa la sua, e Marion Grice che consegnano la vittoria ad Arizona. Nel finale arriva il TD di Dez Bryant ma è troppo tardi oramai.
I Cowboys sono attesi alla trasferta londinese contro Jacksonville per ritrovare la vittora mentre Arizona fa sul serio e in NFC chi vuole ambire al titolo dovrà fare i conti con loro.

Philadelphia Eagles @ Houston Texans 31-21

Mark+Sanchez+Philadelphia+Eagles+v+Houston+lItKoAsJSXWxVittoria con l’amaro in bocca per i Philadelphia Eagles dato che perdono per infortunio Foles nel corso del secondo quarto per la rottura della clavicola causato da un sack di Whitney Mercilus.
La partita è molto equilibrata per buona parte del tempo, il primo score è della solita connection Foles-Maclin con un passaggio da 59Y. Però semrpe Foles rimette a posto le cose per i Texans lanciando un pick-six per AJ Bouye. Dopo l’infortunio di Foles entra Mark Sanchez e al terzo passaggio trova Jordan Matthews per il TD da 11Y. Però Houston reagisce e con Foster che approfitta di una dormita difensiva degli Eagles e trova un TD da 56Y su passaggio di Fitzpatrick. Il secondo tempo gli Eagles se la portano a casa grazie ai due TD di Polk ed il solito Maclin che chiudono la partita dopo il TD di Hopkins.
Vittoria importante ma l’infortunio di Foles preoccupa e non si sa se Sanchez potrà essere la soluzione, anche perhè ieri Sanchez si è fatto intercettare ben due volte.

New York Jets @ Kansas City Chiefs 10-24

Non c’è Geno Smith ma il risultato non cambia con Vick per i Jets che devono soccombere ai dei Chiefs che hanno sempre controllato la partita. Il match si decide praticamente nel primo tempo, i Chiefs passano sul 14-0 grazie al TD del solito Jamall Charles, 88Y totali, e al TD fortunoso si Anthony Fasano su passaggio di Smith, 199Y e 2TD. I Jets ci provano a stare in partita con il TD di Vick, 196Y e TD, per Decker. Però Kansas City la richiude subito grazie al TD di Travis Kelce, TE rivelazione di quest’anno. Buona la prova per i Jets di Percy Harvin con oltre 120Y ricevute mentre Vick ha dovuto lasciare il campo per parte del match causa un infortunio.
Con la sconfitta di Broncos e Chargers i Chiefs risalgono prepotentemente cercando un posto per i PO.

Jacksonville Jaguars @ Cincinnati Bengals 23-33

Cincinnati vince ma col brivido dato che per poco Jacksonville non compie una miracolosa rimonta. Nell’ultimo quarto i Benglas entrano sul 26-10 grazie ad un immenso Sanu ed ai TD di Hill e Aj Green, al rientro dopo l’infortunio. Fantastica la prestazione del WR Sanu, 95Y ricevute ma soprattutto catch di spessore e molto spettacolari.
Bortles, 247Y, 2TD e INT, e compagni ci provano, prima segnano con Allen Hurns con il secondo TD di giornata e poi Denard Robinson accorcia grazie ad un TD su corsa. Quando il momento sembra a favore dei Jaguars ci pensa il rookie Jeremy Hill con una corsa da 60Y che chiude il match e spegne le speranze di Jacksonville.
Buono solo il risultato per i Bengals che continuano a faticare e l’ombra degli Steelers alle spalle inizia a sentirsi.

San Diego Chargers @ Miami Dolphins 0-37

Ryan+Tannehill+San+Diego+Chargers+v+Miami+tMZL9nplypSxSconfitta umiliante dei San Diego Chargers contro dei Miami Dolphins dominanti con un Ryan Tannehill in forma strepitosa, 288Y e 3TD per il QB. Partita mai in discussione con l’attacco dei padroni di casa che fa quello che vuole con la difesa Chargers inerme.
Partita orribile per Rivers, che si fa intercettare ben 3 volte non riuscendo mai a produrre un gioco offensivo degno per poter infastire Miami. La difesa che ha di fronte però non concede nulla, recupera un fumble e riesce a mettere a terra Rivers per ben 4 volte.
Vittoria convincente per Miami che si lancia all’inseguimento dei PO mentre per i Chargers la Bye week arriva proprio al momento giusto.

Washington Redskins @ Minnesota Vikings 26-29

Vittoria in rimonta per i Vikings che battono dei Redskins che paiono l’antitesi della tranquillità, prima le voci di una spaccatura nello spogliatoio tra RG3 e il resto dei compagni e poi l’incidente, senza conseguenza, del pullman che portava la squadra alla partita.
Minnesota non è una squadra spettacolare me è efficiente, solida, in grado di riuscire a venir fuori quando conta, come è successo con i Redskins. Bridgewater è autore di una buona prestazione 268Y e un TD per Chase Ford ma l’MVP è Matt Asiata che in sole 26Y corse riesce a segnare ben 3 TD.
Redskins che invece parevano in grado di vincerla con RG3, che finirà con 251Y, TD e INT, ma sarà protagonista di un turover sanguinoso da cui arriveranno 7 punti dei Vikings. Buona la prestazione di Desean Jackson, 120Y e un TD, letale tra le secondarie di Minnesota.
I Vikings iniziano ad ingranare e mostrano che Bridgewater è il QB su cui puntare mentre per i Redskins pare che la situazione sia ben più grave di quanto sembra.

St.Louis Rams @ San Francisco 49ers 13-10

Colin+Kaepernick+St+Louis+Rams+v+San+Francisco+w5HwDgxP2YExPartita dal pazzo finale al Levis Stadium tra Rams e 49ers. I padroni di casa erano chiamati ad una prestazione importante per non perdere terreno dai Cardinals e dalla possibilità di conquistare la Wild Card.
La partita è quella vecchio stampo, molto fisica con le difese che la fanno da padrone e con il risultato perennemente in paritò, a Dawson risponde Zuerlein e a Boldin risponde Kenny Britt.
Chi domina è la pass rush dei Rams con ben 6 sack e tantissima pressione su Kaepernick, Robert Quinn sarà il leader con 2 sack a fine partita. Giallo ad un certo punto della partita, Dawson sbaglia un FG dalle 55Y e Austin Davis raccoglie la palla nella propria endzone e prova a riportarla ma facendo una cosa stupida, esce dalla EZ, rientra e poi viene placcato sul bordo, per gli arbitri non era una safety che avrebbe portato 2 punti a San Francisco, ma guardando le immagini i dubbi rimangono.
I Niners avrebbero la possibilità di vincerla la partita ma la sprecano malamente con una gestione in goal line pessima e poi sul 4° down decisivo decidono di andare con una QB Sneak di Kaepernick ma per i refs non è TD perchè perde la palla prima di entrare in endzone, la decisione è molto dubbio e forse quella corretta era il TD dato che il QB dei Niners sembrava entrato in endzone ma è andata così.
I Rams giocano alla morte solo con Seahawks e 49ers mentre con le altre possono regalare 30pti, come con i Chiefs, per i 49ers ora si fa dura, nulla è impossibile ma la schedule è tosta da qua alla fine.

Oakland Raiders @ Seattle Seahawks 24-30

Marshawn+Lynch+Oakland+Raiders+v+Seattle+Seahawks+bPeh7S38mhUxVittoria sudata ma che alla fine contro dei Raiders che han venduto cara la pelle e ha provato una clamorora rimonta.
Seattle parte forte e si ritrova sul 24-3 dopo 30 minuti con i due TD di Marshawn Lynch, 67Y corse e 76 ricevute, e con il grande gesto atletico di Bruce Irvin che intercetta Carr e riporta in endzone.
Il terzo quarto è solo Oakland, prima riescono a bloccare un punt e riportare in TD grazie a Butler e poi Carr trova il TE Mychael Rivera in endzone per il -7. Seattle reagisce con due FG di Hauscka e con l’INT di Sherman ma Oakland non molla e rientra sul -6 grazie all’asse Carr-Rivera a meno di due minuti dalla fine. I Raiders provano a recuperare un onside kick ma Seattle lo recupera con Kearse consegnando la tranquillità ai suoi.
Vittoria non bella ma importante per Seattle che recupera terreno nei confronti delle dirette rivali mentre per Oakland è l’ennesima sconfitta, la W sembra non arrivare mai.

Baltimore Ravens @ Pittsburgh Steelers 23-43

Ben+Roethlisberger+Baltimore+Ravens+v+Pittsburgh+AD2K6NgJOjUxSunday Night che sulla carta si presentava molto interessante ma in realtà è stato un match a senso unico con gli Steelers che ne sono usciti vincitori alla grande nonostante un primo quarto dove i Ravens sono passati in vantaggio grazie a Torrey Smith.
Roethlisberger lancia per 340Y distribuendo ben 6TD, 12 in due partite, sezionando la difesa dei Ravens. Sontuosa prestazione pure per Antonio Brown con 144Y ricevute ed un TD. Ottima prova pure il rookie Martavis Bryant, 44Y e 2TD, mostrando lampi di talento non indifferenti. Pure la difesa ha reagito bene, riuscendo a forzare ben 2 turnover, un intercetto di Worilds e un fumble recuperato da McCain.
Male invece i Ravens che han faticato su entrambi i lati del campo non riuscendo a costruire un gioco di corse degno ma soprattutto faticando a convertire i 3° down, solo 3/13 in tutta la partita.
Questa sconfitta rappresenta anche il sorpasso in division di Pittsburgh ai danni di Baltimore, alla seconda sconfitta consecutiva.

Indianapolis Colts @ New York Giants 40-24

Nel Monday Night i New York Giants sotto gli occhi di Michael Strahan e Matthew McConaughey si fanno annichilire dai dei Indianapolis Colts guidati da un Andrew Luck in forma smagliante, 354Y e 4TD, trovando la sesta vittoria stagionale.
Partita che finisce dopo 20 minuti praticamente con Indianapolis che va sul 23-3 grazie ai TD di Fleener, Hilton ed ai FG di Vinatieri.I Giants provano una timida reazione con Andre Williams ma vengono rimbalzati indietro dai TD di Dwight Allen e Reggie Wayne. Nell’ultimo quarto c’è un po’ di spazio per i GIants che trovano i TD di Donnel e Corey Washington. Unica nota positiva per i Giants, la buona prestazione di Odell Beckham, 156Y ma nessun TD.
Dominio Colts che praticamente si dimostrano come terza forza della AFC mentre per i Giants si prospetta una stagione di transizione, visti pure gli infortuni che stanno incombendo su di loro.

MATCH OF THE DAY

Denver Broncos @ New England Patriots 21-43

tempAP563419470480--nfl_mezz_1280_1024Doveva essere una gara equilibrata tra le due squadre migliori della AFC, invece è stato un dominio dei New England Patriots che hanno ammutolito i Denver Broncos. La squadra di Foxborough compie una partita perfetta, dominando per tutto l’arco della partita riuscendo sempre a trovare gli accorgimenti adatti per fermare Denver.
I Broncos iniziano bene grazie al TD di Ronnie Hillman, dopo che Manning riesce ad orchestrare un ottimo drive, 438Y, 2TD e 2 INT per il QB. New England reagisce e trova due FG con Gostkovski mentre il K di Denver McManus sbaglia un FG trovando il palo.
Il secondo quarto è tutto dei padroni di casa, Brady sale in cattedra, 333Y, 4TD e INT, e prima trova Julian Edelman in endzone e poi ancora Minitron riporta un punt in TD da 84Y. L’ultimo TD del primo tempo è ancora di NE con Shane Veeren sempre su passaggio di Brady. Tra tutti questi TD Manning si fa pure intercettare da Rob Ninkovich, tunover da cui scaturira il TD di Edelman.
Il terzo quarto si apre con un po’ di speranza per i Broncos, prima un intercetto del rookie Bradley Roby su Brady e poi il TD di Julius Thomas su passaggio di Peyton Manning. Però i Pats la richiudono subito, prima un FG del solito Gostkovski e poi un intercetto di Browner su un drop di Welker, da cui scaturirà il TD di LaFell. Prima della fine del terzo quarto Denver va a segno con Hillman ma la rimonta è pressoche impossibile.
Nell’ultimo quarto arriva il TD che tutti aspettavano, ovvero quello di Gronkovski dopo che nella giocata precedente è stato protagonista di una ricezione spettacolare.
I Pats oltre alla vittoria, convincente e schiacciante, trovano la vetta della conference grazie al vantaggio degli scontri diretti. Ora per loro arriverà il BYE ma poi il calendario sarà molto impegnativo.
Per i Broncos, Domenica da dimenticare, battuti sotto tutti gli aspetti, ma soprattutto ridimensionati. Siamo ancora a Novembre e il tempo per aggiustare le cose c’è però ora serviranno prestazioni ed aggiustamenti convincenti.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B