Eurolega (Day #4): Milano e Sassari che batoste!

La Dinamo Sassari perde a Madrid senza sfigurare troppo, Milano invece è decisamente ridimensionata dal Panathinaikos. Bene il Barcà, tonfo Maccabi e che CSKA con Teodosic!

Gruppo A

Real Madrid – Dinamo Sassari 115-94
Nizhny Novgorod – Anadalu Efes Instanbul 66-76
Zalgris Kaunas – Unics Kazan 77-71

Schermata 2014-11-07 alle 22.41.23Sul campo del Real Madrid arriva la quarta sconfitta su altrettante partite giocate per la Dinamo Sassari di Meo Saccheti, la quale non può davvero nulla contro lo strapotere spagnolo, anche se non sfigura, e questa non può che essere una buona notizia. Il Real Madrid fin dal primo quarto indirizza la gara con un parziale di 27-17, Sassari prova a rispondere con il solito tiro da tre, ma è in difesa che bisogna cambiare marcia, e l’offensiva madrilista è troppo superiore per opporre contro misure. La coppia Sergio Llull e Felipe Reyes totalizza 48 punti mentre per i sardi il miglior marcatore è Miroslav Todic con 20 punti.
Gli altri due risultati del girone danno ancora qualche speranza alla Dinamo, perché non regalano sorprese, e sia lo Zalgris che l’Anadalu Efes vincono le proprie partite, lasciando Unics Kazan e Nizhny Novogorod ad una sola vittoria in classifica.
In Russia, l’Efes di Dusan Ivkovic, controlla agevolmente il risultato senza troppi patemi, mentre a Kaunas, la partita è più equilibrata, ma lo Zalgris ha sempre avuto il controllo della gara, con l’Unics Kazan che ha opposto resistenza con il solo Keith Langford (24 punti).

Gruppo B

Maccabi Tel Aviv – Cedevita Zagabria 73-83
CSKA Mosca – Unicaja Malaga 95-85
ALBA Berlino – Limoges CSP 89-66

Schermata 2014-11-07 alle 22.42.52La sorpresa di giornata arriva nel gruppo B, con il Maccabi Tel Aviv che cade in casa contro l’inaspettato Cedevita Zagabria ancora a secco di vittoria fino a questo momento. I croati sono sempre stati avanti nel punteggio, guidati da un Roko Ukic superbo da 17 punti e 6 assist, mentre per il Maccabi non bastano i 24 punti di Jeremy Pargo.
Nella sfida al vertice invece tra il CSKA Mosca e l’Unicaja Malaga, c’è bisogno di un Milos Teodosic fantascentifico da ben 27 punti e 10 assist, per avere la meglio degli spagnoli che guidati dalla coppia Jayson Granger e Mindaugas Kuzminskas (40 punti in due) tengono duro fino alla fine, senza mai demeritare.
Infine a Berlino l’ALBA compie una passeggiata di salute contro il fanalino di coda Limoges CSP.

Gruppo C

PGE Turow – Fc Bayer Monaco 89-78
Fenerbache Ulker – Fc Barcellona 78-80
Panathinaikos Atene – EA7 Milano 90-63

DiamantidisI polacchi del Turow compiono l’impresa andando a battere il Bayern Monaco, il quale si sta un po’ perdendo via dopo le prime due gare, con 22 punti di Damian Kulig.
Nella gara della settimana il Barcellona di Xavi Pasqual, espugna la Ulker Arena di Instanbul, andando già ad ipotecare la qualificazione al prossimo turno essendo l’unica squadra a punteggio pieno, con una perfetta prestazione dall’arco dei tre punti di Brad Oleson (4/4 da tre e 16 punti). La gara è stata fatta dal Fenerbache, che è sempre stato in controllo fino all’ultimo periodo, dove la difesa catalana ha setto le viti e ha letteralmente mandato fuori giri l’attacco del Fenerbache il quale si è sciolto come neve al sole sul più bello.
Per Milano invece dopo la bella prestazione a Monaco di Baviera, arriva una sconfitta pesantissima all’Oaka Arena di Atene, dove un Dimitris Diamantidis (8 assist) immortale, si prende gioco completamente della difesa Milanese che non ci capisce nulla per tutti i 40′. Dopo il primo strappo greco alla gara, Milano ha una reazione con Joe Ragland (13 punti) e Samardo Samuels (18 punti), gli unici salvabili della disfatta milanese, reazione che coincide l’uscita dal campo di Diamantidis, appena Dusko Ivanovic lo ributta in campo, per l’EA7, è notte fonda e l’encefalogramma diventa piatto fino al 40′.

Gruppo D

Stella rossa Belgrado – Olympiacos Pireo 57-62
Valencia Basket – Laboral Kuxta Vitoria 79-69
Galatasary – Neptunas 94-68

L’Olympiacos non sbaglia un colpo e riesce ad espugnare anche la fuocosa Kombank Arena di Belgrado, giocando una partita pressoché perfetta, guidato dal solito Vassilis Spanulis (14 punti).
Nel derby spagnolo il Valencia vince in rimonta, dopo un primo quarto sotto tono, trovando la prima vittoria della propria Eurolega, grazie ai 23 punti di Luke Harangody.
Mentre il Galatasary regola senza patemi il Neptunas.

CLASSIFICHE

Schermata 2014-11-07 alle 22.42.11

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B