Curry ferma Houston, Davis batte Duncan, ok Miami!

Curry bombarda Houston e Golden State rimane imbattuta, cade anche Memphis a Milwaukee, colpo Pelicans a casa dei campioni come quello di Boston a Chicago. Bene Miami e Clippers!

Los Angeles Clippers – Portland Trail Blazers 106-102
LAC: Crawford 20, Griffin 23, Jordan 6 (14 rimb), Redick 30, Paul 22 (11 ass)
POR: Batum 10, Aldridge 21 (10 rimb), Lopez 19, Matthews 14, Lillard 25

NBA: Portland Trail Blazers at Los Angeles ClippersMatinée favorevole stavolta per i Los Angeles Clippers che con un super J.J Redick (30 punti con 11/13 dal campo!) e un cinico Chris Paul riescono ad avere la meglio su Trail Blazers; match equilibrato per 3 quarti tanto che le due squadre entrano nell’ultimo sul 79-79! Negli ultimi 12’ i padroni di casa cambiano marcia soprattutto CP3 che realizza 3 jumper consecutivi, 6 punti in un amen che spingono i Clips sul +9 (102-93) con 2’25” da giocare. Portland però non demorde e col talento di Damian Lillard (7 punti consecutivi) si porta sul -2 (102-100) e palla in mano a 41”, il #0 cercherà la tripla del sorpasso ma la sbaglierà e dalla lunetta prima Paul e poi Crawford manderanno i titoli di coda.

Indiana Pacers – Washington Wizards 90-97
IND: Copeland 14, Hill 28, Sloan 13
WAS: Pierce 12, Nene 17, Gortat 12, Wall 18, Seraphin 13

Washington torna alla vittoria e lo fa sul campo dei Pacers col duo Wall-Nene; match sostanzialmente deciso dopo i primi 12’ che hanno visto i capitolino scappare sul 14-32 e toccare il +22 (14-36) dopo 2’30” del 2° quarto! I Pacers hanno però una reazione d’orgoglio e riescono a recuperare fino al -3 (78-81) a 8’17” dalla conclusione, gli ospiti però non perderanno la testa e ricostruiranno il vantaggio tornando sul +9 (80-89) a 3’ dalla sirena.

Atlanta Hawks – New York Knicks 103-96
ATL: Carroll 12, Millsap 11 (13 rimb), Korver, Teague 19, Schroder 11
NYK: Shumpert 19, Anthony 20, Hardaway Jr. 15, Stoudemire 14

Italian Job: Bargnani DNP

786_1374701_640265Salgono a 4 le sconfitte consecutive dei New York Knicks, bombardati nella botta da Kyle Korver (6/9 da 3 per 27 punti); eppure Melo & Co. erano partiti bene chiudendo il 1° quarto avanti 20-32 con Anthony reo di 14 punti con 6/10 da campo (2/10 nei 3 quarti successivi). Le riserve di Atlanta danno il via alla rimonta che si concluderà poi nel 3° quarto con un break di 9-0 negli ultimi 4’ del 3° per il sorpasso (75-74)! A uccidere la partita sarà un parziale di 10-2 a metà 4° periodo per il +7 (97-90) Hawks, nel parziale triple per Korver e Carroll.

Miami Heat – Minnesota Timberwolves 102-92
MIA: Deng 14, Bosh 24, Wade 25, Cole 11
MIN: Wiggins 10, Young 16, Pekovic 19 (11 rimb), Dieng 12, Muhammad 13

786_1374759_929925Tornano al successo i Miami Heat che tra le mura amiche archiviano senza troppi patemi i T-Wolves; Minnesota insegue per tutto il match ma impensierisce i padroni di casa con 2 triple consecutive di Kevin Martin a 4’28” dal termine che valgono il -4 (90-86), il duo Bosh-Wade si metterà all’opera e realizzerà tutti gli ultimi 12 punti (6 a testa!) degli Heat.

 


Chicago Bulls – Boston Celtics 101-106

CHI:Dunleavy 13, Gasol 19, Noah 13 (11 rimb), Butler 16, Brooks 26
BOS: reen 14, Sullinger 10, Olynyk 18 (11 rimb), Bradley 13, Turner 19, Thornton 11, Zeller 10

Senza Rajon Rondo e senza Marcus Smart i Boston Celtics espugnano lo United Center di Chicago (priva di Rose) con Evan Turner maestro d’orchestra; a ”5’10 dal termine sembra fatta per i verdi, avanti 82-97, ma non avevano fatto i conti con Aaron Brook! L’ex Nuggets realizza 12 dei suoi 26 punti in 4’ portando i Bulls sul -2 (98-100) a 37”, Turner sbaglia il layup per Boston ma ecco Kelly Olynyk strappare un vitale rimbalzo offensivo dal quale poi scaturirà il fallo su Turner che dalla lunetta chiuderà i giochi sul 98-101.

Houston Rockets – Golden State Warriors 87-98
HOU: Harden 22, Ariza 7 (11 rimb), Papanikolaou 2 (10 rimb), Canaan 21, Motiejunas 16, Terry 11
GSW: Green 14, Bogut 8 (18 rimb), Thompson 11, Curry 34 (10 ass), Iguodala 15

786_1374824_109780Gli Houston Rockets (senza Howard) conoscono la loro prima sconfitta stagionale per mano dei Golden State Warriors di un indemoniato Steph Curry da 34 (6/9 da 3!) e 10 rimbalzi; partita equilibrata e combattuta, a metà dell’ultima frazione il tabellone luminoso dice 82-82…ma ecco Golden State! Break di 14-2 chiuso con la bomba di Curry a 62” dal termine per il +12 (84-96), Curry ha realizzato 12 degli ultimi 15 punti dei Warriors! Per Houston ultimi 6’ da incubo con i primi 4 caratterizzati da palle perse e tiri sbagliati.

Milwaukee Bucks – Memphis Grizzlies 93-92
MIL: Parker 13, Ilyasova 11, Knight 14, Antetokounmpo 18
MEM: Randolh 22 (14 rimb), Gasol 18, Lee 11

Brandon Knight invece rifila la prima sconfitta stagionale ai Memphis Grizzlies battendoli di misura; a 8” dal termine Mike Conley va in lunetta con Memphis avanti 90-91 ma fa 1/2 e gli costerà caro, Knight in 7” riesce a segnare e subire il fallo portando a casa il 2+1 per il sorpasso (93-92), ultimo tiro per Lee ma niente da fare!

San Antonio Spurs – New Orleans Pelicans 99-100
SAS: Leonard 14 (14 rimb), Duncan 11 (10 rimb), Green 16, Parker 28
NOP: Evans 18, Davis 27 (11 rimb), Gordon 14, Holiday 15 (11 ass)

Italian Job: Belinelli DNP

786_1374761_216084I San Antonio Spurs scendono in campo omaggiando le truppe con la loro inquietante T-Shirt camo e i New Orleans Pelicans di un fantastico Anthony Davis (27+11+6 stoppate) li castigano in volata; ultimi 2’25” di fuoco con gli ospiti avanti 92-98, Spurs di esperienza recuperano e con 3 tiri liberi di Danny Green si portando avanti 99-98 con 12” da giocare. Palla al “Monociglio” che si butta dentro e segna il canestro del contro-sorpasso lasciando però 6” ai campioni NBA, si va da Kawhi Leonard ma Tyreke Evans stavolta si ricorda di difendere e lo stoppa!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B