Eurolega (Day #5): Sassari rimane in vita, Milano ok!

La Dinamo Sassari vince la sua prima partita nella sua storia in Eurolega, Milano fa il suo dovere contro il Turow. Ok il Barcellona, Goudlock segna 10 triple, Crespi esonerato.

 

Gruppo A

Unics Kazan – Nizhny Novgorod 73-79
Efes Anadolu Instanbul – Real Madrid 75-73
Dinamo Sassari – Zalgris Kaunas 92-80

SosasSanguinosa sconfitta casalinga per l’Unics Kazan nel derby russo contro il Nizhny Novgorod, che regala ulteriori chance di passaggio del turno alla Dinamo Sassari.
Nel match più importante del gruppo, l’Efes Instanbul, sgambetta in extremis i vicecampioni d’Europa del Real Madrid con una super prestazione di Cedi Osman da 16 punti e 7 rimbalzi.
La Dinamo Sassari rimane in vita grazie alla prima vittoria della sua storia in Eurolega, contro uno Zalgris Kaunas insidioso. Dopo una partenza folgorante dei lituani, il cuore e la rabbia della Dinamo viene fuori, rimanendo aggrappati al match fino all’ultimo decisivo quarto (60-64 al 30′). Nell’ultima frazione prima uno straripante Shane Lawal (25 punti) e poi un grande Jeff Brooks (16 punti), guidano la propria squadra ad un parziale di 32-16, che non lascia scampo allo Zalgris Kaunas, e ora le carte in classifica sono totalmente rimescolate, in vista soprattutto di settimana prossima, dove la Dinamo affronterà, sempre tra le mura amiche, il Nizhny Novgorod.

Gruppo B

Unicaja Malaga – Maccabi Tel Aviv 66-70
Cedevita Zagabria – ALBA Berlino 67-80
Limoges CSP – CSKA Mosca 76-86

PargoDopo la sconfitta inaspettata di settimana scorsa, il Maccabi Tel Aviv espugna Malaga con l’ottima prova di Devin smith (24 punti), non dando mai una singola possibilità di vittoria alla squadra allenata da Joan Plaza.
L’ALBA Berlino dopo qualche problemino iniziale di chimica di squadra, sembra aver ingranato le marce alte, andando a vincere con estrema facilità a Zagabria.
Il CSKA Mosca dopo tre quarti sornioni, si sveglia nel quarto periodo e da la zampata vincente ad un modesto Limoges.

Gruppo C

Fc Bayern Monaco – Fenerbache Ulker Instanbul 86-93
EA7 Milano – PGE Turow 90-71
Fc Barcellona – Panathinaikos Atene 78-69

GentileDopo le 10 triple realizzate (record assoluto), Andrew Goudlock (34 punti totali) è per forza di cose l’MVP di giornata, dopo aver trascinato la sua squadra in quel di Monaco di Baviera, inguaiando sempre di più il Bayern di Svetislav Pesic.
Il Barcellona tarpa le ali al Panathinaikos e dopo le due prestazioni scintillante al tiro da tre punti si ferma in casa dei blaugrana, che fanno percorso netto nel turno di andata e di fatto sono già alle Top 16.
Dopo tre sconfitte consecutive tra campionato e coppa, Milano batte un ulteriore colpo in Eurolega e lo fa nella decisiva gara contro i polacchi del Turow, vista la loro vittoria nel precedente turno contro il Bayern Monaco. L’EA7 fin da subito sembra dare l’impressiona di vincere la partita quando vuole, ma dopo essere andati avanti di 10 punti, grazie soprattutto alla vecchia guardia, il momento delicato che stanno attraversando soprattutto i nuovi arrivati torna a farsi sentire e i polacchi tornano a contatto, facendosi pericolosi. L’ultimo quarto è decisivo, e un paio di bombe in fila di MarShon Brooks danno il via al parziale con il quale Milano spacca la partita, poi ci pensa il solito Alessandro Gentile a regalare anche uno scarto importante in ottica differenza canestri, ora Milano ha una vittoria  di differenza contro Bayern Monaco e Turow, ad inseguire.

Gruppo D

Neptunas Klaipeda – Valencia 94-87
Laboral Kuxta Vitoria – Stella Rossa Belgrado 66-86
Olympiacos Pireo – Galatasaray 93-66

DunstonIl Valencia cade malamente sul campo del Neptunas Klaipeda, ma il risultato che fa più scalpore è quello di Vitoria, con il Laboral Kuxta che perde nettamente contro la Stella Rossa, e questa sconfitta costa la panchina al nostro Marco Crespi. Infine l’Olympiacos passeggia sul sempre più sorprendente in negativo Galatasary.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B