Memphis è dominante, sorpresa Nuggets, che Bulls!

Denver si riscatta vincendo a casa di James & Co., Chicago superba a L.A contro i Clippers mentre Memphis domina Houston per la vetta dell’Ovest. Torna a vincere Miami, bene anche i Suns.

Charlotte Hornets – Dallas Mavericks 80-107
CHA: Henderson 18, Walker 11, Pargo 11
DAL: Parsons 17, Nowitzki 13, Chandler 14, Ellis 18, Nelson 11, Wright 10, Aminu 9 (11 rimb)

Tutto facile per i Dallas Mavericks a Charlotte in una partita a senso unico e già chiusa all’intervallo; padroni di casa mai in partita rispetto agli ospiti che dopo i primi 24’ si trovano avanti 43-67, triando col 61% dal campo e con tre giocatori in doppia-cifra a referto.

Cleveland Cavaliers – Denver Nuggets 97-106
CLE: James 22, Love 20 (11 rimb), Irving 20, Waiters 20
DEN: Chandler 12, Mozgov 14 (11 rimb), Afflalo 23, Lawson 24 (12 ass), Arthur 13 (11 rimb)

Italian Job: Gallinari (0/1, 0/1 da 3), 1 rimb, 1 ass in 8′

Denver Nuggets v Cleveland CavaliersI Denver Nuggets riscattano la figuraccia di NY espugnano niente meno che la Quicken Loans Arena di Cleveland; match deciso nel 4° periodo, dopo la tripla di Waiters per il -6 (84-90), Joe Harris ha avuto quella per il possibile -3 ma sbagliandola ed Aaron Afflalo non ha perdonato! Due triple consecutive più il layup di Lawson hanno spinto i Nuggets dal +6 al +14 (84-98) a metà frazione, Cleveland non è più riuscita a rientrare.

Boston Celtics – Phoenix Suns 114-118
BOS: Green 28, Sullinger 18, Bradley, Rondo 14 (10 rimb), Zeller 19
PHX: Marcus Morris 13, Markieff Morris 30, Dragic 22, Bledsoe 15, Len 19

Career-high per Markieff Morris (30 punti) e vittoria esterna dei Suns in quel di Boston con Eric Bledsoe protagonista; partita combattuta con finale in volata, a 45” dalla fine Dragic pareggia sul 114-114 e Bledsoe intercetta un passaggio di Bradley andando a segnare il layup del vantaggio Suns (114-116) a 29”! Boston cercherà la replica con la tripla di Green che non andrà a segno, Len dalla lunetta chiuderà i giochi.

Brooklyn Nets – Miami Heat 83-95
BKN: Bogdanovic 22, Williams 14, Jack 15, Teletovic 11
MIA: Bosh 15, Chalmers 22, Cole 12, Ennis 10, Napier 11

I Miami Heat (ancora senza Wade) tornano alla vittoria vincendo a Brooklyn con Mario Chalmers trascinatore; Nets che inseguono per tutto il match, a 5’45” dalla fine Deron Williams fa 1/2 dalla lunetta che vale il -4 (78-82), Brooklyn sciuperà ben 3 occasioni per riprendere gli ospiti che, a loro volto, li puniranno col duo Bosh-Chalmers!
L’ala e il PG confezionano 9 punti consecutivi (break di 9-2) spingendo Miami dal +4 al +11 (80-91) con 1’23” da giocare.

Detroit Pistons – Orlando Magic 93-107
DET: Drummond 12 (10 rimb), Caldwell-Pope 10, Jennings 18, Butler 20
ORL: Harris 24, Frye 12, Vucevic 25 (14 rimb), Fournier 14, Oladipo 11

Italian Job: Datome DNP

I giovani Orlando Magic mandano tutto il quintetto base in doppia-cifra nella vittoria in trasferta a Detroit; stesso copione di Brooklyn-Miami, i padroni d casa accorciano sul -4 (90-94) con un libero di Drummond, Monroe sbaglia il layup del possibile -2 e break avversario di 7-0 per il +11 (90-101) a 3’26” dalla fine!

Memphis Grizzlies – Houston Rockets 119-93
MEM: Randolph 14, Lee 15, Conley 19, Pondexter 13, Koufos 10, Udrih 13, Leuer 13
HOU: Ariza 16, Howard 15, Beverley 10

Houston Rockets v Memphis GrizzlieIl big-match della notte se lo aggiudicano di forza e personalità e Memphis Grizzlies che battono i Rockets e si prendono la vetta della Western Conference (10-1); partita segnata e decisa da un primo tempo perfetto per i Grizzlies che lo chiudono avanti 65-42, tirando col 57% dal campo e costringendo gli ospiti a 15 palle perse, il tutto cavalcando l’onda di un ispirato Mike Conley (15 dei suoi 19 nel primo tempo)! Malissimo James Harden per Houston (6 punti con 1/8 dal campo).

San Antonio Antonio – Philadelphia 76ers 100-75
SAS: Duncan 10, Leonard 5 (11 rimb), Bonner 18, Green 11, Baynes 12, Joseph 14
PHI: Mba a Moute 13, Carter-Williams 16

Italian Job: Belinelli DNP

Ai San Antonio Spurs basta il minimo sindacale per archiviare i tragici Philadelphia 76ers, tanto che il top-scorer del match è stato Matt Bonner (18 punti con 4/6 da 3); primo tempo chiuso avanti 46-34 e 3° periodo aperto con un break di 9-3 per il +18 (55-37) che di fatto darà il via al grabage-time.

Portland Trail Blazers – New Orleans Pelicans 102-93
POR: Aldridge 22, Matthews 16, Lillard 24, Kaman 15 (10 rimb)
NOP: Davis 31 (11 rimb), Evans 13, Gordon 11, Holiday 14, Anderson 12

Damian Lillard, Alexis Ajinca, Jrue HolidayI Portland Trail Blazers si confermano squadra da rimonta, anche stanotte gli uomini di Stotts hanno rimontato dal -16 piazzando un 4° quarto da urlo per battere Anthony Davis (31+11) e i suoi Pelicans; New Orleans si siede sugli allori troppo presto e dal +16 si ritrova pari (93-93) a 1’29” dalla fine dopo 2 liberi di Holiday che saranno anche gli ultimi 2 punti della partita di New Orleans, tripla di Lillard per il +3 che darà il via ad un break conclusivo di 9-0!

Los Angeles Clippers – Chicago Bulls 89-105
LAC: Griffin 19 (10 rimb), Jordan 10 (17 rimb), Paul 12, Crawford 24
CHI: Dunleavy 19, Gibson 20, Noah 11 (16 rimb), Butler 22, Hinrich 4, Mirotic 12

Chicago Bulls v Los Angeles ClippersI Chicago Bulls (senza Rose e Gasol) mostrano i muscoli allo Staples Center sbancandolo e conquistando la 6^ vittoria in trasferta su 6 giocate, ancora una volta spettacolare Jimmy Butler; Clippers che durante il primo tempo toccano anche il +14 ma Chicago non muore mai e il 2+1 di Butler sulla sirena vale il -2 (50-48) all’intervallo lungo. Quella giocata lancia gli ospiti che giocheranno un 3° periodo da 14-31 costringendo i Clips al 29% dal campo, +15 (64-79) e game over!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B