NCAA Player Profile: Georges Niang

Ogni mercoledì analizzeremo le prestazioni di un giocatore che si è particolarmente distinto durante la stagione, iniziamo con il gigante Georges Niang di Iowa State

438678_web_01-13-ISU-BKC-Niang,-GeorgesLa stagione è appena iniziata, ma il big man (termine che, come vedremo, è estremamente riduttivo per definirlo) di Iowa State University, Georges Niang, ha già voluto mettere in chiaro un concetto: quest’anno, senza più due giocatori del calibro di DeAndre Kane e Melvin Ejim (giocatore dell’anno della Big 12, ora a Roma) i Cyclones sono la sua squadra. E lo ha fatto con una prestazione maiuscola nella vittoria per 93-82 contro Oakland: 30 punti, 9 rimbalzi e 5 assist, tirando 9/17 dal campo, 2/3 dall’arco e 10/11 in lunetta. Difficile immaginare un esordio migliore. Oggi andremo alla scoperta di un giocatore totale, per molti versi unico nel suo genere nel panorama del college basketball.

PROFILO

Georges Niang è un giocatore al terzo anno di università. Alto 203 cm, gioca nei ruoli di 4 e 5 negli Iowa State Cyclones. E’ un giocatore offensivamente completissimo, in grado di giocare in situazioni dinamiche ma anche di crearsi il tiro in situazioni statiche, sia giocando fronte a canestro sia dal post, pur giocando spesso da play occulto. Lo scorso anno è stato una pedina indispensabile nello scacchiere di coach Fred Hoiberg quando si doveva giocare a metà campo, e si è visto quando i Cyclones, perso lui dopo la prima partita del torneo, per un infortunio al piede, si sono dovuti arrendere a UConn, poi campione, nelle Sweet Sixteen.

Il tallone d’Achille è sempre stata la metà campo difensiva. Niang, pur essendo un giocatore intelligente anche quando si tratta di difendere, spesso subisce per via di una non indifferente carenza di centimetri per giocare da lungo. E’ proprio questa l’incognita più grande in ottica NBA. Proprio per ovviare alle sue carenze difensive ha perso 10 kg in estate durante la riabilitazione dalla frattura al piede dello scorso marzo.

S.Bei

S.Bei

Sono di Rieti e ho una passione viscerale per il college basketball. Il mio giocatore preferito è Doug McDermott, non seguo particolarmente le vicende dei top team ma mi piace scovare giocatori promettenti nelle cosidette Mid-Major perchè a trovare il fenomeno a Kentucky, Duke o Louisville sono capaci tutti…il bello è trovarli dove non guarda nessuno! Nickname: Ste