Cleveland chiama Love: “Sto cercando me stesso”

L’ala forte dei Cavaliers sta faticando a trovare ritmo e continuità in attacco con la sua nuova franchigia, la distribuzione dei tiri è molto cambiata rispetto l’anno scorso ma lui non si arrende.

LOveForse Chris Bosh (30 anni) non aveva tutti i torti quando all’NBA Global Game di Rio de Janeiro aveva messo in guardia Kevin Love (26 anni) sul giocare insieme a LeBron James (29 anni) e alla difficoltà che avrebbe conseguito, difficoltà che in questo inizio di stagione si stanno manifestando nella fase offensiva.

La fase difensiva è quella che è, quasi inesistente, ma in attacco i tifosi dei Cavssi aspettavano la macchina da doppie-doppie vista a Minnesota cosa che ad oggi fatica ad innescarsi; 16.7 punti e 10.4 rimbalzi per il prodotto di UCLA, numeri di tutto rispetto, ma è evidente che il coinvolgimento di Love nell’attacco di Cleveland è sporadico, proprio come Bosh all’inizio dell’era dei “Three Kings” a South Beach, lo stesso giocatore ha ammesso il momento poco produttivo

Sono arrivato ad un punto devo devo cercare me stesso come quando entri nella Lega, di solito i ragazzi che dominano la palla tanto tempo tendono a imparare molto più velocemente di un ragazzo come me, sto solo cercando di trovare i posti giusti in attacco.

Ma, come il celebre compagno col #23, anche Kevin predica calma e fiducia

Dico solo che siamo alla decima partita stagionale, stiamo guardando cose diverse. Ho bisogno di trovare me stesso, penso che tutti sapevano che venendo qua dovevamo sacrificarsi, ad un certo punto andremo a giocare in post basso punteggio e a giocare qualche dentro-fuori. Su entrambi i lati del campo devo migliorare, ho bisogno di intensificare il mio rendimento fino a tornare in ritmo.

Qui sotto la distribuzione dei tiri di Love tra l’anno scorso con Minnesota e queste prime 10 partite con i Cavaliers

Lovestat

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B