Eurolega (Day #6): Milano K.O indolore, tonfo per Sassari

L’EA7 Milano perde in casa contro un Fenerbache decisamente superiore, mentre Sassari subisce una sconfitta sanguinosissima e preclude di fatto i sogni di Top 16, bene le big.

Gruppo A

Unics Kazan – Anadolu Efes Instganbul 67-64
Zalgris Kaunas – Real Madrid 66-68
Dinamo Sassari – Nizhny Novgorod 82-89

Schermata 2014-11-22 alle 12.03.01Dopo l’esonero del coach Argris Pedulakis per problemi di lingua, l’Unics Kazan guidato da Evgeny Pashutin, prende una boccata d’ossigeno, vincendo una sfida pesantissima all’ultimo respiro contro l’Efeso Instanbul, rincorrendo sempre, grazie ad un parziale nell’ultimo quarto di 24-11. Servono due liberi di Keith Langford (19 punti) a regalare la vittoria ai russi e le speranze di qualificazione sono ancora vive.
Lo Zalgris Kaunas getta al vento l’occasione di infliggere la seconda sconfitta consecutiva al Real Madrid, a 3′ dalla sirena finale si ritrova avanti di 9 punti (65-56), più Sergio Llull e Andres Nocioni piazzano un parziale di 10-0 che manda in tilt i lituani. Nei secondi finali sono due tiri liberi di Sergio Rodriguez a decretare la vittoria.
La Dinamo Sassari non riesce a dare continuità ai suoi risultati e subisce in casa una sconfitta sanguinosissima contro i russi del Nizhny Novgorod, che ormai preclude di fatto le speranze di passaggio del turno ai Sardi. La squadra di Meo Sacchetti, parte contratta e il Nizhny gioca meglio guidato dall’ex senese Taylor Rochiestie (29 punti) sembra prendere il sopravvento. Sassari rimane aggrappata al match grazie alle solite triple di squadra, per poi trovare la forza di andare anche avanti nel terzo periodo, nel quale sembra che Sassari abbia l’energia giusta per staccare gli avversari. I russi però non mollano mai e a 4′ dalla sirena sul +1 Sassari (74-73, dopo un attacco farraginoso e confuso del Nizhny, arriva la bomba da 9 metri sempre di Rochiestie, che spacca letteralmente le gambe a Sassari, che prova a reagire con Jeff Brooks, senza riuscirci. Ora la classifica vede il Nizhny Novgorod a 3 vittorie, con Unics Kazan e Dinamo Sassari ad inseguire con una sola, ma il problema grosso e che lo scontro diretto proprio grazie a questa sera con i russi è sfavorevole ed equivale ad avere una vittoria in più proprio di essi.

Gruppo B

CSKA Mosca – ALBA Berlino 95-66
Limoges CSP – Maccabi Tel Aviv 73-79
Unicaja Malaga – Cedevita Zagabria 82-73

Nessuna soppressa nel gruppo B, dove il CSKA Mosca continua nel suo percorso netto, dove massacra senza alcun problema il malcapitato ALBA Berlino con 22 punti di Nando DeColo. Il Maccabi vince sul campo del Limoges e l’UInicaja Malaga controlla abbastanza facilmente il Cedevita Zagabria.

Gruppo C

Fc Bayern Monaco – Fc Barcellona 77-99
PGE Turow – Panathinaikos Atene 69-79
EA7 Milano – Fenerbache Ulker 74-80

Schermata 2014-11-22 alle 12.03.33Nel girone di Milano nessuna sorpresa nei risultati che non riguardano l’EA7, nei quali il Barcellona domina il Bayern Monaco anche con l’arrivo dell’ex senese Bo McCaleb, e il Panathinaikos dopo una partita giocata non benissimo, gli bastano 5 minuti nell’ultimo periodo per avere la meglio dei polacchi del Turow.
Milano dunque perde con indolore, visto che la qualificazione alle top 16 rimane invariata, ma sicuramente c’è qualche rimpianto per i troppi errori commessi nel finale, comunque contro una squadra complessivamente superiore. Il Fenerbache di Zeljko Obradovic, fin da subito mette le cose in chiaro con Andrew Goudlock a guidare gli attacchi e le proprie torri a farla da padrone a centro area. Milano va sotto fisicamente, ma con le triple di un grande David Moss rimane aggrappata ai turchi. A fine primo tempo è costretto ad abbandonare il match Alessandro Gentile per problemi alla schiena, e Milano ne risente, il Fenerbache è comunque sempre in controllo della gara, appena l’EA7 si avvicina nel punteggio la ricaccia indietro anche con il letale Ricki Hickman. Milano però trascinata da Daniel Hackett e Marshoon Brooks, prova a gettare il cuore oltre all’ostacolo, ma non basta, il Fener è superiore e lo dimostra anche questa sera.

Gruppo D

Neptunas Klaipeda – Laboral Kuxta Vitoria 80-79
Olympiacos Pireo – Valencia 77-76
Galatasary – Stella Rossa Belgrado 110-103 2 OT

Schermata 2014-11-22 alle 12.03.11Dopo l’esonero del nostro Marco Crespi continua la crisi del Laboral Vitoria che perde in extremis contro il Neptunas, al quale serve un lay up di Simas Galdikas per vincere una partita molto tirata.
Per l’Olympiacos serve invece un libero del solito Vassilis Spanoulis per avere la meglio di un Valencia mai domo, ma che non è in grado di sferrare la zampata decisiva ai greci che oggi sono apparsi un po sottotono.
Il Galatasary del nostro Pietro Aradori ha bisogno di due tempi supplementari in una partita infinita contro una Stella Rossa che non ne vuole sapere di cedere, letteralmente trascinato dai 32 punti di Zoran Erceg, mentre ai serbi non bastano i 30 punti di Luka Mitrovic.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B