James non fa drammi: “Fragili, ma sono ottimista”

Settimana da dimenticare per Cleveland che è tornata sotto il 50% di vittorie am soprattutto ha evidenziato ancora le molteplici lacune, la sua stella però non perde l’ottimismo.

JamesIn tutto il globo terrestre non si fa altro che analizzare i motivi tecnico/tattici che stanno affliggendo i Cleveland Cavaliers, ipotesi, suggerimenti, idee, analisi al touch-screen, critiche e chi più ne ha più ne metta, la verità è che come tutte le avventure ci sono sempre degli ostacoli da superare e LeBron James (29 anni) questo lo sa.

Settimana poco felice per i Cavs, San Antonio, Washington in trasferta e Toronto in casa, tre delle squadre più in palla della Lega e 3 sconfitte, specialmente nell’ultima contro gli attuali padroni dell’East il “Chosen One” ha perso più volte la pazienza in campo (video sotto), ma nel post-partita ha analizzato con lucidità la situazione:

In questo momento siamo una squadra fragile ma onestamente lo siamo da inizio stagione, ogni volta che affrontiamo un problema ci spezziamo e non riusciamo più a venirne a capo…e questo non è neanche il punto più passo che si possa raggiungere. Voi lo sapete no? Il peggio è quando sei avanti di 17 punti nella Gara2 delle Finals e poi la perdi.

James fa riferimento alle NBA Finals del 2011 perse contro i Dallas Mavericks, ma in questo momento buoi il #23 vede comunque la luce e ottimismo per il futuro:

Comunque sono molto ottimista! Sono molto positivo, più positivo di quanto pensassi di essere adesso, vedremo quello che abbiamo fatto bene e quello che abbiamo fatto male per prepararci alla partita di lunedì. È ancora troppo presto per me, non posso essere negativo, sei io vado giù rischio di portare già con me tutti i miei compagni e questa è una cosa che no va.

Una Cleveland che potrebbe riceve un aiuto dal mercato, infatti i Cavaliers stano tenendo d’occhio con molta attenzione la situazione di Andrei Kirileko (33 anni) con i Brooklyn Nets; il russo al 99% lascerà la franchigia cercando di accasarsi in una contender, contando che l’allenatore dei Cavs è quel David Blatt col quale la Russia di AK47 ha raggiunto ottimi risultati…

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B