Stephenson doccia gelata: “Non è una stella!”

L’ex Indiana non sta giocando ai livelli che ci si aspettava a Charlotte e coach Clifford lo ha provocato pungendolo dove fa più male, “Born Ready” è una stella? Per ora no.

StephensonQuando arrivò durante la Free-Agency si pensava che i Charlotte Hornets avessero trovato il pezzo mancate del puzzle per poter diventare una squadra non solo da 8° posto ai Playoffs, lo stesso proprietario Michael Jordan si era espresso soddisfatto per aver preso “L’anti-LeBron”, ma Lance Stephenson (24 anni) non sta mantenendo le promesse.

Alla pause del Giorno del Ringraziamento Charlotte ha un record di 4 vittorie a fronte di 12 sconfitte, coach Steve Clifford recentemente ha parlato del suo #1 provocandolo sul suo status, forse non ancora chiaro all’ex Indiana Pacers panchinato per tutto il 4° periodo nella sconfitta casalinga contro Portland.

Una delle cose che sta complicando la sua vita qui è il fatto che appena lo abbiamo preso tutti hanno parlato di lui come una superstar, ma non lo è! È un giocatore di talento che potrebbe diventare un giorno una stella, per esserlo in NBA devi dimostrarlo anno dopo anno.

Colui soprannominato “Born Ready” si è limitato a dire:

È stata una decisione del coach (la panchina nel 4° periodo, ndr), io sto bene e non sono infortunato. Posso solo andare avanti ad allenarmi duramente ogni giorno.

Le medie di queste prime 16 dicono 9.7 punti col 36% dal campo, 8.1 rimbalzi e 5.4 assist

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B