Love-Irving lanciano Cleveland, brivido Wizards!

Cleveland domina, soffre ma poi asfalta Indiana con Love e Irving, Carter-Williams d atripla-doppia ma vince Dallas, Harden passa a Milwaukee, Washington con brivido, facile Atlanta!

Philadelphia 76ers – Dallas Mavericks 103-110
PHI: Noel 10, Sims 13, Thompson 13, Carter-Williams 18 (10 rimb, 16 ass), McDaniels 21 (13 rimb), Shved 18
DAL: Parsons 17, Chandler 20 (13 rimb), Ellis 18, Harris 15, Jefferson 10, Villanueva 11

Dallas Mavericks v Philadelphia 76ersMichael Carter-Williams registra a referto una super tripla-doppia da 18+10+16 ma i 76ers perdono la loro 16esima partita consecutiva, loro carnefici i Dallas Mavericks privi di Dirk Nowitzki; i Sixers sono in ripresa, anche in questa partita lottano fino alla fine e infatti a 2’47” dal termine sono sotto solo di 2 possesso (96-102), ma 2 triple consecutive firmate Parsons-Jefferson daranno il +12 (96-108) facendo calare il sipario. Altra grande prestazione di Tyson Chandler (20+13).

Washington Wizards – New Orleans Pelicans 83-80
WAS: Pierce 10, Humphries 8 (11 rimb), Gortat 24 (13 rimb), Beal 12, Wall 11
NOP: Davis 30 (13 rimb), Holiday 17, Anderson 11

Anthony Davis dice 30+13 ma i Pelicans cadono di misura nella capitale sotto i colpi di Marcin Gortat (24+13); a 2’13” dalla sirena finale Pierce chiude un suo personalissimo break di 5-0 (layup+tripla) che vale il +4 (81-77) Wizards, New Orleans in in 73” ne combinerà di ogni (Anderson stoppato da Pierce, Evans tiro sbagliato, violazione dei 24”) ma terrà acceso il lumicino della speranza quando Ryan Anderson va in lunetta a 1’09”. Il lungo bianco farà 1/2 e Beal punirà gli ospiti col tap-in del +5 (83-78) a 36”. New Orleans ha un’ ultima chance a 11” per pareggiare ma Tyrke Evans sbaglierà la tripla.

Atlanta Hawks – Charlotte Hornets 105-75
ATL: Carroll 10, Millsap 18, Horford 11, Korver 12, Schroder 12, Scott 14
CHA: henderson 14, Jefferson 11, Teague 6 (10 ass), Hairston 15, Biyombo 7 (11 rimb)

Tutto fin troppo facile per gli Atlanta Hawks che asfaltano tra le mura amiche i Charlotte Hornets; partita uccisa nel 2° quarto, 36-11 il parziale per i falchi rei di aver tirato col 76% dal campo (5/5 da 3) contro il 20% degli avversari, 12 rimbalzi a 4 col tabellone luminoso che recita 64-38!

Cleveland Cavaliers – Indiana Pacers 109-97
CLE: James 19, Love 28 (10 rimb), Varejao 13 (11 rimb), Irving 24 (10 rimb)
IND: Hill 13, West 14, Mahinmi 7 (10 rimb), Allen 10, Copeland 11, Scola 10

Indiana Pacers v Cleveland CavaliersI Cleveland Cavaliers tornano sopra il 50% di vittorie superando gli Indiana Pacers con un Kevin Love da 28+10; solito copione per i Cavs che partono a fuoco toccando in un amen il +19 (27-8), solito black-out e all’intervallo Pacers in partita sul -3 (52-49). L’inizio di ripresa però vede i padroni di casa determinati a riprendersi il vantaggio, parziale di 15-5 per il +13 (67-54) in una frazione vinta 35-22, nel 4° periodo i Pacers sprofonderanno fino al -20 (99-79).

Utah Jazz – Los Angeles Clippers 96-112
UTA: Hayward 30, favors 19, Burks 12, Booker 15
LAC: Griffin 28, Jordan 8 (12 rimb), Redick 13, Paul 22 (10 ass), Farmar 10

Ancora Chris Paul, ancora Blek Griffin e altra vittoria Clippers, vittime stavolta gli Utah Jazz; match già indirizzato dopo i primi 12’ con gli ospiti sul 18-35 (Griffin 13 punti) dopo esser stati anche sul +20.

Milwaukee Bucks – Houston Rockets 103-117
MIL: Antetokounmpo 17, Parker 19, Sanders 11, Knight 12, Middleton 11, Ilyasova 18
HOU: Ariza 14 810 rimb), Motiejunas 20, Harden 34, Terry 18, Papanikolaou 12

Houston Rockets v Milwaukee BucksJames Harden porta il suo show a Milwaukee, chiude con 34 punti (12/13 dalla lunetta) trascinando i Rockets al successo; Milwaukee insegue per tutta la partita, nell’unico momento positivo arriva sul -11 (59-70) ma “Il barba” ne metterà 5 in un amen rimettedno 16 punti (59-75) tra le due squadra, i Bucks non recupereranno più

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • gasp

    Sixers che stavano quasi facendo il supercolpaccio contro i Mavs che nelle ultime uscite non mi sono piaciuti moltissimo, ma in 82 partite succede la serie di partite non brillanti.

    Hornets per il momento grandissima delusione, non capisco come una squadra con quel talento da 45-50 W possa perdere così malamente e subire parzialoni sempre nell’ ultimo quarto.

    Cleveland che oggi ha messo su una grande cattiveria agonistica, e non si sono persi come le altre volte quando i Pacers sono arrivati al -3

  • alert70

    I Cavs sopra il 50% di w. Pelicans che perdono ancora, il viaggetto gli sta costando caro, Sixers vergognosi ma si sa con quel roster e con le regole attuali possono permettersi di vincerne 5 in stagione……….

    Stat
    Ha detto di essere stanco di perdere. Certo guardi le statistiche e pensi che giochi bene, poi guardi le gare e capisci che le sue parole sono fuori luogo.

  • Cleveland sta vincendo le partite che deve vincere, buoni segnali da parte di Love.

  • Domani alle 16 c’è il (mio) Power Ranking con tutte e 30 le squadre stavolta

  • InYourWais

    Ho visto gli ultimi minuti di Phila-Dallas, non so, forse per masochismo. Direi che i 76ers se continuano così possono sicuramente vincerne qualcuno delle prossime, ma come hanno gestito i possessi finali…brividi lungo la schiena, penso che al campetto di San Lollo avremmo avuto maggiore freddezza ed idee più chiare

    I Cavs voglio anche vedere che non vincono in casa contro la conchiglia dei Pacers, ancora privi di Hill ed Hibbert (oltre a tutto il resto). Ora prima della partita con OKC (che immagino riavrà anche KD) ha 5 partite non facili, ma neanche impossibili, specie considerando che ai Raptors manca DeRozan

    Hornets boh, a questo punto stanno giocando contro il coach, non capisco davvero cosa stia succedendo, se non sono almeno da PO c’è da farsi due domande…magari sarà MJ a prendere il timone, sarebbe fico vederlo fare l’head coach

  • Max

    “Cleveland sta vincendo le partite che deve vincere”..ma quando incontra le big le busca di santa ragione.

  • Il Nichilista

    I Sixers stavano giocando bene nel terzo quarto, poi non capisco perchè coach Brett Brown ha voluto mischiare le carte tenendo fuori Henry Sims e inserendo la pippa Brandon Davies nell’ultimo periodo e da lì in avanti in pratica Dallas è scappata e non li hanno riacchiappati più.
    Menzione d’onore per KJ McDaniels che ormai è quasi una garanzia sia in attacco che soprattutto in difesa dove sta ammassando numeri importanti come stoppate per una guardia.. un serio candidato al rookie of the year a questo punto

  • alert70

    IYW
    Se vanno contro il coach dopo 15 gare è dura. Mi sembra chiaro che MJ debba fare qualcosa al rigurado.

    Sixers
    Secondo voi supereranno la fatdica quota di 9 W?

  • Michael Philips

    Discorso Harden.

    Sta provando a difendere(complici le prese in giro globali a riguardo) in attacco piano piano tornerà ad avere le solite %, ma signori, sta mettendo numeri alla Lebron.

    25+6+7+1.9 stl e udite udite, 1.1blk! e

    Sta guidando i suoi senza howard. Diamo un pò di credito al barba. Gioca nella division più competitiva della lega e nella miglior conference. E i rockets stanno a 13-4. Non pensavo che avrebbero fatto così bene.

    Quando vedi che un giocatore, che ha tante cose che mi infastidiscono come la ricerca del fallo e la poca voglia di difendere, riesce a trascinare i suoi ogni sera, anche quando tira male, allora bisogna riconoscere che il ruolo di go-to-guy non glielo nega nessuno. E bisogna anche accettare che lui sia tra i primi candidati per l’MVP.

  • andreaphilly

    Sinceramente nn mi importa molto se ne vinciamo 20, 10 o chiudiamo con 0-83, però annotatevi questo nome, KJ McDaniels ne sentirete parlare parecchio in futuro

  • Michael Philips

    Discorso Griffin.

    Ancora non difende per bene, e mi pare terribilmente involuto a rimbalzo. Qui finiscono le critiche.

    Guardare come gioca oggi è sorprendente. Sappiate che la maggior parte dei punti li sta mettendo con il jumper da 5-6 metri(!) mentre le schiacciate risultano l’ultima arma usata in questa stagione(15 dunk in 15 gare). Non ha messo movimenti in post ma questo perché gli riesce ancora troppo bene attaccare di punta. Diciamolo, è un’ala piccola un pò più grossa del solito. La sua rapidità e velocità, l’atletismo, il ball-handling e la visione di gioco. Non c’è niente della power forward.

    Pensare a tutti quelli che dicevano che era solo uno scimmione che oltre a schiacciare poco faceva(e all’inizio non avevano torto). Ora consiglio di vedere una gara dei clippers. Non è più lo stesso giocatore. Tutte le armi che ha messo e affinato(i liberi già dell’anno scorso con più del 70%)torneranno comode nei playoffs. Non sarà più facile come prima marcarlo.

    Rimane una macchina da punti, un giocatore altruista e uno che è chiaro si fa il culo per migliorarsi stagione dopo stagione. E ricordo, ha 25 anni.

    Altro discorso la credibilità dei clippers in chiave titolo. Non credo di essere l’unico a vederli in qualche modo meno in palla rispetto all’anno scorso. Ma c’è molto tempo ancora.

  • alert70

    andreaphilly

    Contento te.

  • andreaphilly

    Se nn è un dramma per te, nn vedo perché dovrebbe esserlo per i tifosi

  • mad-mel

    @mp… prima di continuare a sparare statistiche su statistiche di Harden e soprattutto gioca nella division piu’ competitiva, andrei sul sito dei rockets a cliccare su schedule e provare a vedere quali squadre ha affrontato e soprattutto contro quali ha perso.

  • Michael Philips

    Mad-mel

    13-4 il record dei rockets senza howard, spesso senza terrence jones e beverly. Con queste tre assenza i rockets semplicemente avrebbero dovuto avere un record negativo. Pochi cazzi.

    Harden sta trascinando i suoi alle vittorie. Le chiacchiere stanno a zero. Già che qui si passa il tempo ad eleggiere i re del losing effort, sembrerà strano ma il barba sta proprio dall’altra parte della barricata. E considerato che marc gasol pare gesù in terra, questo harden meriterebbe meno insulti e un pò più di rispetto già che alla fine dei giochi, lui sta vincendo, nella mitologica western conference e nella division più dura.

  • low profile

    Su Harden

    per me rimane ancora uno dei peggiori franchise player che una contender seria possa avere, è odioso da guardare nella sua ricerca spasmodica di fregare arbitri e avversari ma che piaccia o meno bisogna ammettere che per il momento ha ragione lui, a me meno ma così vanno le cose. Per adesso.

    Su Griffin

    Sono convinto che le critiche ricevute nei primi 2-3 anni erano sacrosante, a maggior ragione quando i tifosi della domenica (quelli che apprezzano solo le schiacciate e i voli sopra al ferro) erano già pronti con gli epiteti da best PF in NBA e cose del genere quando in realtà non lo era affatto, come non lo è manco adesso ma il ragazzo ha tutto il mio rispetto perché nonostante l’hype molto umilmente ha lavorato sui suoi difetti e oggi non è più un fenomeno da baraccone ma un giocatore vero, anche molto forte.
    Se sia o meno pronto per fare la differenza anche nella post season non lo so, forse non è ancora a quel livello ma continuando così lo potrà diventare tranquillamente.
    Il paragone lo faccio con DH, lui ricevuto subito l’hype del miglior centro in nba quando il secondo era Deandre Jordan è rimasto colpevolmente lo stesso giocatore, solo che il fisico non lo supporta più, per lo meno non per 100 partite l’anno

  • brazzz

    pronostico un 5-77….non sarebbe male..comunque,in 23 anni di tankaggio,ci siam portati a casa noel(capirai,e fisicamente non una garanzia) e uno che è ancora rotto..se si va avanti così,i PO del 2054 non ce li toglie nessuno..per il resto,mai parlato prima delle prime minimo 25 partite,per cui aspettiamo…solouna cosa..harden nel ruolo è l meglio che passa il convento,al momento..che ci volete fare?

  • Jamal Crawford a 34 anni è gia meglio di Harden guardando i numeri, fa 20 punti in 20 minuti sul campo una partia si e l altra pure

  • low profile

    Citare se stessi come endorsment non è il massimo dell’eleganza, il bon ton avrebbe previsto l’opinione di qualcun altro, considerando che l’anno scorso spacciavi MCW come un Magic senza malattie sessualmente trasmissibili poi, io aspetterei un attimo con i trionfalismi.
    Se fossi un tifoso 76ers semmai sarei molto impaziente di vedere Embiid, lui si ragazzo dal grande potenziale

  • andreaphilly

    Mica mi sono citato spacciandomi per guru della situazione, era solo per fargli sapere il mio punto di vista visto che parlare dei sixers tra tifosi Sixers di questi tempi è cosa rara, però scusa nn lo faccio più, promesso!

  • andreaphilly

    A proposito di ‘low profilo’ 😀

  • Il re del losing effort

    eccomi, sappiate che il trono di Kevin Love sta per essere ufficialmente spodestato da Anthony “i 25+12+3 blocchi, due rubate, due fette di salame e una di prosciutto più inutili della lega” Davis.

  • Michael Philips

    andreaphilly

    Ce lo vedo crawford fare il go-to-guy…

    Purtroppo rimane sempre l’incapacità di separare i gusti personali da i giudizi oggettivi. Harden è insopportabile, sì, ma in questo momento ti fa vincere le gare. Crawford(ok spero ci fosse ironia riguardo al paragone con harden)è un j.r. smith con più sale in zucca e sarà sempre un tipo di giocatore in grado di produrre tanto in poco tempo, ma sempre di terzo violino si parla.

    Harden pareva uno del genere, poi andato ai rockets con sorpresa di quasi tutti ha mostrato di poter tenere un alto livello per una stagione + playoffs.

    Non mi pare nemmeno uno alla mitch richmond, grande guardia realizzatrice e poco altro. Giocatore che nei 90’s era considerato la seconda guardia nba dopo jordan.

    E nemmeno una guardia stile Michael Redd, grande realizzatore ma non un go-to-guy.

  • low profile

    Andrea

    Sarà, ma da come l’hai presentato sembrava volessi rafforzare il tuo intervento precedente non esporne uno nuovo, ma va bene, my bad

    Re del losing effort

    Non ti ho mai chiesto royalties per la proprietà intellettuale del termine ma almeno non utilizzarlo contro il monociglio, per lo meno non alla terza stagione, poi se tra un paio d’anni siamo ancora qui valuterò se concederti o meno lo sfruttamento del marchio

  • no è che quando incontri un tifoso Sixers specie in italia ti comporti come quando incontri un italiano in vacanza nell isola di Barbuda, volevo solo instillare un poco di ottimismo in Brazz visto che io ne ho da vendere e quel blog è praticamente a mio uso e consumo con nessuna velleità di autorevolezza lol

  • Giasone

    Al netto di quelli che il Barba non lo possono vedere e quindi di sicuro non sprecano elogi per lui, quello che penalizza Harden agli occhi di molti è il fatto di non aver mai convinto quando serviva davvero, cioé ai playoff.

  • troy hudson 88

    Mah si certo deve essere per forza una cazzata essere 13-4 nell’ultracompetitiva( quella in cui il vostro MVP Davis é 7-8) western conference quando i tuoi compagni di quintetto sono Ariza, Motiejunas, Canaan e T.Black (chi?!).. ma per favore!! La stagione di un giocatore va giudicata per quello che ha fatto fino ad oggi non per quello che farà fra 6 mesi o per quello che ha fatto 6 mesi fa.. e ad oggi Harden é il candidato Mvp insieme a Curry. Punto