NFL Playoffs 2014: analisi match Wild-Card

Entriamo nel momento più emozionante della stagione NFL, i Playoffs, Patriots-Broncos e Seahawks-Packers aspettando al 2° turno le vincenti delle WildCards, occhio a Dallas e a Cincinnati.

AFC

Baltimore Ravens @ Pittsburgh Steelers

10885069_10152745907996263_357067429526429338_nUna delle rivalità più belle ed appassionanti dell’intero panorama si riproporrà nel turno di Wild Card si Sabato alle ore 2.30 italiane.
Pittsburgh arriva ai playoff dalla porta principale dopo aver vinto l’AFC North mentre i Ravens sono entrati con l’ultimo spot disponibile all’ultima giornata rubando il posto ai Chargers.
Fondamentale sarà la presenza di Le’Veon Bell, se il RB di Pittsburgh ci sarà la vita sarà più facile per la sua squadra, togliendo molta pressione da Big Ben, soprattutto se a roster non è presente un RB di livello simile.
Fondamentale ed interessante sarà lo scontro in trincea tra le due linee, Suggs, Dumervill, Ngata contro i vari DeCastro, Adams, Beachum, lasciando sempre spazio e tempo a Ben Roethlisberger per lanciare e non farlo correre per il campo scappando dai blitz.
CJ Mosley e Daryl Smith saranno i collanti della difesa, soprattutto il rookie protagonista di una stagione da rookie strepitosa.
Antonio Brown sarà l’arma principale e più pericolosa degli Steelers e sfiderà l’ottimo Lardarius Webb ma saranno gli altri matchup a essere fondamentali, Bryant, Wheaton, Moore contro Melvin, Elam e Cason. Se sarà in giornata pure Heath Miller, il TE, potrebbe essere una spina nel fianco non indifferente.
Dall’altro lato del campo, Joe Flacco arriva da un Dicembre non eccezionale, pieno di difficoltà e dovrà fare affidamento su Justin Forsett e Bernard Pierce, i due RB hanno tolto spesso le castagne dal fuoco ai Ravens. Preoccupa la linea offensiva con Hurst e Urschell i due punti deboli e dovranno contenere i potenti rusher degli Steelers come Heyward, Worilds, Harrison e Tuitt. Timmons e Shazier avranno l’importante compito di tappare i buchi contro le corse e coprire in maniera perfetta Owen Daniels.
I due Smith avranno il compito di colpire la flagellata secondarie degli Steelers che quest’anno ha lasciato parecchio a desiderare con i vari Allen, McCain, Taylor ma pure i pezzi forti come Mitchell e Polamalu non hanno esaltato.
Sfida determinante sarà tra gli Special Team, Antonio Brown contro uno dei migliori interpreti come Jacoby Jones, senza dimenticare la macchina da FG chiamata Tucker per i Ravens.
Certe sfide sono impronosticabili ma Pittsburgh pare essere più in salute rispetto ai Ravens ed il fattore campo potrebbe essere decisivo.

Cincinnati Bengals @ Indianapolis Colts

Sfida interessante quella che andrà in scena Domenica alle 19, tra i campioni della AFC South ed i Bengals entrati con la prima Wild Card.
Sfida tra due QB giovani con Andy Dalton e Andrew Luck ma soprattutto tra due squadre che potrebbero rappresentare il futuro di questa lega. Luck quest’anno ha lanciato molte più yard rispetto agli altri anni ma ha pure sbagliato molto di più mentre Dalton ha alternato buone partite ad altre di buio totale come quelle con Browns, Colts o Patriots.
Fondamentale sarà vedere come la mediocre OL dei Colts terrà il temibile front four di Cincinnati, Dunlap, Atkins, Gilberry e Peko hanno un talento maggiore ma in RS questa differenza non si notò. Maualuga, Rey e Lamur avranno il compito di fermare le corse di un mediocre Trent Richardson ed Herron ma dovranno soprattutto riuscire a coprire gente come i TE Fleener e Allen, forse questa è la sfida fondamentale della partita.
Il parco WR di Indianapolis farebbe paura a chiunque, Wayner, Hilton, Nicks, Moncrief rappresentano uno dei migliori parchi ricevitori del panorama e metteranno a dura prova i vari Hall, Jones, Nelson, Kirkpatrick e Dennard.
Sul’altro lato invece la sfida pare totalmente a favore dei Bengals. Quest’anno la OL si è comportata bene in quasi tutte le partite con Whitworth, Zeitler, Winston protagonisti di un’ottima stagione. Di fronte avranno Arthur Jones, Ridding e Werner che hanno avuto molti alti e bassi. Fondamentali saranno Giovani Bernard e Jeremy Hill, i due RB quest’anno sono stati i migliori interpreti dell’attacco di Cincinnati e molte vittorie sono proprio nate dalle grandi prestazioni di questi due. i LB Freeman e D’Qwell Jackson avranno il compito di chiudere la linea di scrimmage ma pure di prendersi in coverage Bernard ed il TE Gresham.
Il pericolo maggiore sarà AJ Green sul gioco aereo se giocherà, domenica è uscito per una Concussion, e se non ci sarà lui, l’attacco si appoggerà a Sanu, Salzenbacher e Tate non certo dei fenomeni ma potrebbero bastare contro Toler, Davis, Landry ed Adams.
Sulla carta la partita dovrebbe essere in equilibrio, le due squadre praticamente si equivalgono, magari Cincinnati possiede un po’ di talento in più ma son due team che sono indecifrabili e che possono fare tutto il contrario di tutto.
I Bengals nonostante non giochino in casa alla fine potrebbero spuntarla anche perchè i Colts dell’ultimo mese sono stati di basso livello.

NFC

Arizona Cardinals @ Carolina Panthers

Sabato alle ore 22.30 andrà in scena la prima Wild Card della stagione e di fronte ci saranno Arizona e Carolina.
I primi dopo un grande inizio di stagione hanno rallentato nel finale causa gli infortuni nel ruolo di QB, dopo aver perso Palmer, han perso pure Stanton e hanno dovuto affidarsi a Lindley. Le possibilità che per Sabato Stanton giochi ci sono ma non sarà facile rivederlo in campo.
Il running game sarà sulle spalle di Kerwynn Williams e Stepfan Taylor che si divideranno le portate, in assenza di Andre Ellington.
Fondamentale sarà l’apporto della OL nel contenere il front seven fortissimo di Carolina capitanato da Luke Kuechly e aiutato dai vari Charles Johnson, Thomas Davis e Star Lotulelei. Servirà una prestazione di alto livello da Veldheer contro Jonhson e delle guardie Cooper e Fanaika per contenere i DT di Carolina.
Il match-up tra i WR di Arizona ed i DB dei Panthers. Sarà dura per le secondarie di Rivera fermare Fitzgerald, Floyd ed i due Brown dato che davanti hanno Norman, Benwikere, Boston e Mitchell, non certo giocatori eccezionali.
Dal l’altro lato del campo la difesa di Arizona dovrà contenere Cameron Newton e la sua mobilità e qua fondamentali saranno Campbell, Acho e Okafor nei Contain mentre uno tra Foote e Minter avrà l’arduo compito di giocare in Spy. La OL dei Panthers non è eccezionale e potrebbe patire i giocatori citati sopra, soprattutto Norwell, Turner e Remmers.
Spettacolare sarà la sfida tra Kelvin Benjamin e Patrick Peterson, i migliori elementi dei rispettivi reparti delle due squadre. Sul gioco aereo Arizona non dovrebbe patire i Panthers anche grazie alle presenze di Cromartie, Mathieu e Bucannon.
Fondamentali saranno per Carolina DeAngelo Williams e Jonathan Stewart, se riusciranno ad infilarsi nelle difesa di Arizona potrebbero risultare decisivi sul risultato.
Sarà una partita tra due team che arrivano a Gennaio in egual stato di forma praticamente ma Arizona sembra averne di più, nonostante il problema QB e dovrebbe riuscire a spuntarla.

Detroit Lions @ Dallas Cowboys

10377351_10152745767336263_452082680574117666_nE’ la sfida tra due le sorprese della stagione, i Cowboys che sorprendentemente hanno vinto la NFC East a scapito dei favoriti Eagles mentre i Lions hanno comandato per buona parte della stagione la Division per poi perderla proprio all’ultima partita con i Packers.
Dallas affiderà tutto il peso dell’attacco a DeMarco Murray, il RB quest’anno è stata la prima opzione offensiva e lui ha sempre risposto alla grande con 1845Y corse e 416 ricevute, a dimostrazione della sua importanza. Tony Romo invece dovrà essere in grado di gestire la palla come in Regular Season, cosa che gli è riuscita perfettamente quest’anno.
La OL di Dallas è forse la migliore in NFL e Detroit dovrà affrontarla senza Suh ma ha comunque armi importanti come Ansah, Jones e Mosley anche se i Texani paiono nettamente i più forti. Witten andrà a sfidare i LB di Detroit soprattutto Levy che dovrà essere fondamentale pure nelle discese sulla LOS.
Sul gioco aereo il pericolo numero 1 sarà Dez Bryant, Mathis e Slay avranno vita dura per riuscire a contenerlo ed in caso ci riuscissero potrebbero favorire i vari Williams, Beasley ed Harris.
Matthew Stafford quest’anno ha forse giocato una delle peggiori stagioni in carriera e ha faticato molto a trovare continuità e affidabilità, nonostante armi come Tate e Megatron. Il fronte 4 di Dallas è tutt’altro che forte però ha fatto sempre buone impressioni e sfideranno una linea che non presenta nomi di primissimo acchito e quindi potrebbero tenere testa. Bush e Bell avranno il compito di creare dal running game ma verranno molto utilizzati in situazioni di passaggio su screen o lateral e qui saranno fondamentali i LB di Dallas, McClain, Hitchens e Carter a non lasciarsi sopraffare dai blochi.
Se da una parte c’è Bryant, dall’altra c’è Megatron, WR immarcabile e che i Cowboys dovranno duplicare con Carr che dovrà cercare di fare una prestazione perfetta nonostante una stagione orrenda. L’altro pericolo è Golden Tate, letale a produrre dalla LOS con i vari Scandrick e Moore che dovranno fare un gran lavoro.
E’ una sfida che pochi pronosticavano ad inizio anno ma che potrebbe essere molto equilibrata e spettacolare. Forse Dallas ha qualcosa in più visto il fattore casa ed un Coaching Staff perfetto quest’anno ma le cose migliori le ha fatte in trasferta. Potrebbe essere un match che si potrebbe decidere anche da solo un FG.