NFL Tuesday 19: Recap Wild-Card match!

Dallas rimonta e batte Detroit tra le polemiche, Baltimore supera Pittsburgh e andrà a Foxboro, Indianapolis regala l’ennesimo dispiacere ai Bengals, Carolina doma i Cardinals e andrà a Seattle.

AFC

Baltimore Ravens @ Pittsburgh Steelers 30-17

Joe+Flacco+Wild+Card+Playoffs+Baltimore+Ravens+IMtA_k-bm4YxBaltimore quando è a Gennaio si trasforma e non è un caso se la squadra di John Harbough è tra le più vincenti degli ultimi anni in questo mese.
L’assenza di Le’Veon Bell si è fatta sentire per gli Steelers che senza di lui han combinato solo 44Y con Josh Harris e Ben Tate, i numeri si gonfiano fino a 68 con qualche scramble di Big Ben un paio di giochi di Bryant e Johnson.
La differenza per i Ravens l’ha fatta la pass rush che è stata un incubo per Roethlisberger con Dumervil, Suggs, Upshaw e Ngata che vivono per tutta la partita nel backfield avversario portando sack sul QB o fermando le corse molto in fretta.
Pittsburgh nel primo tempo manco di efficienza ed esecuzione nei pressi della endzone dei Ravens ed è costretta a soli 3FG di Suisham. Dall’altro lato Baltimore fatica ad entrare in ritmo ma trova il TD di Bernard Pierce, dopo un drive trascinato da Justin Forsett e da un buon Flacco.
Il terzo quarto si apre con un parziale di 10-0 per i Ravens con il FG di Tuckers ed il TD di Torrey Smith su passaggio di Flacco, 259Y e 2TD. Fondamentale è il lavoro difensivo delle secondarie di Baltimore che limitano bene i vari Brown, Wheaton e Martavis Bryant. Difendono bene ma son comunque costretti a concedere qualcosa come il TD di Bryant ad inizio di ultimo quarto che riapre la partita dopo un fumble di Forsett a poche yard dalla endzone. Da qui in poi però i Ravens non sbagliano più, intercettano due volte Big Ben con Suggs e Stewart e segnano con Crockette Gilmore, al secondo TD in carriera, che chiude il match.
I Ravens crescono di colpi a Gennaio e settimana prossima voleranno a Foxborough contro i Patriots. Vittoria meritata in un match praticamente dominato dove gli Steelers han potuto poco. Mentre Pittsburgh non è riuscita a sopperire all’assenza di Bell ma la prestazione è stata insufficiente in tutto e per tutto, meritando la sconfitta.

Cincinnati Bengals @ Indianapolis Colts 10-26

Andrew+Luck+Wild+Card+Playoffs+Cincinnati+GYu05VaH_GFxVittoria facile e senza storia per i Colts che annientano dei Bengals che non hanno fatto nulla per vincerla, soprattutto a livello offensivo con un Dalton imbarazzante ma pure un playcalling e una prestazione di squadra di basso livello.
La partita rimane aperta per un tempo circa con i Colts che passano con il RB Herron ed i Bengals che pareggiano con Jeremy Hill a fine primo quarto. Nel secondo quarto i protagonisti sono i due Kicker con Vinatieri che mette due FG dalle 28Y e dalle 39 mentre Mike Nugent calcio uno dei FG più lunghi della storia dei PO dalle 57Y.
Nel secondo tempo la musica però cambia ed i Colts prendono il largo. Vinatieri piazza un paio di FG, tra cui uno dalle 53Y ma il capolavoro lo fa Luck, 376Y, lanciando un TD stupendo per Donte Moncrief da 36Y.
I Bengals e Dalton scompaiono dal campo e non fanno altro che collezionare 3&out mostrando una offense patetica a tratti lasciando che la mediocre difesa dei Colts abbia la meglio. Le assenze di AJ Green e Gresham hanno influito ma non devono essere un paio di assenze a decidere la sorte di una squadra.
I Bengals escono dai playoff per il 4° anno consecutivo al primo turno e Dalton non ha ancora prodotto una partita convincente. Forse a Cincinnati sarebbe l’ora di iniziare a tirare due conti e mettere in discussione pure l’HC Lewis.
Indianapolis andrà a Denver ed affronterà il suo passato Peyton Manning. Sarà una sfida difficile ma che conferma i progressi di questo team tra i migliori della AFC.

NFC

Arizona Cardinals @ Carolina Panthers 16-27

Cam+Newton+Wild+Card+Playoffs+Arizona+Cardinals+tdQHyaRgHaKxCarolina si porta a casa una delle partite più brutte degli ultimi anni dei playoff. Praticamente fa tutto lei, si porta avanti, fa rientrare in partita i Cardinals e poi allunga in maniera decisiva nel punteggio.
Arizona si presenta all’appuntamento con Ryan Lindley come QB ed i risultati sono negativi, 16/28, sole 82Y ricevute e 2 intercetti, entrambi in redzone che potevano riaprire la partita. Il match del QB è stato orrendo, pieno di errori e decisioni sbagliate, e probabilmente sarà alla sua ultima apparizione in NFL dopo questa partita.
La partita inizia subito a senso unico con Newton che guida i suoi ad un vantaggio di 10-0 con il prezioso aiuto di Jonathan Stewart, 123Y corse, con il suo TD in apertura dopo il FG di Gano. Nel secondo quarto però Carolina sbaglia e concede due TD ai Cards, prima Bersin commette fumble su un punt e poi Newton si fa intercettare da Cromartie, regalando due posizioni di campo favorevoli che danno 2TD ad Arizona con Fells e Grice.
Nel terzo quarto però i Panthers chiudono il match nel raggio di un minuto, aiutati da un fumble di Tedd Ginn Jt su ritorno di Kickoff. Prima Whittaker segna su passaggio di Newton( 198Y, 2TD, INT e 35Y corse) e poi con il TD di Tolbert dopo che il drive è stato tenuto vivo da una pass interference molto dubbia.
L’ultimo quarto è un continuo controllo per Carolina mentre Arizona ne commette di tutti i colori con un Kuechly che li fa a fettine compiendo un intercetto e forzandone uno.
Arizona conclude una stagione nel peggior modo possibile dopo che per buona parte è stata forse la miglior squadra in circolazione.
Carolina dopo esser stata criticata per il record con il quale si è qualificata conquista il Divisional Game e volerà a Seattle per provare l’impresa.

Detroit Lions @ Dallas Cowboys 20-24

Terrance+Williams+Wild+Card+Playoffs+Detroit+80KDS2_m-h8xCi sono volute ben 3 partite prima di vedere un match spettacolare come quello andato in scena ad Arlington. La notizia prima del match è stata quella che Suh sarebbe sceso regolarmente in campo dopo che la squalifica inflittagli in settimana è stata cancellata.
La partita inizia malissimo per Cowboys che in 15 minuti si ritrovano sotto per 14-0, prima con una cavalcata di Golden Tate da 51Y su passaggio di Stafford. Il successivo TD è un drive da 99Y macchiato da un Running in tho Kicker, sul punter dei Lions in endzone, da parte degli Special Team di Dallas che lascia vivo un drive che ha poi portato al TD di Reggie Bush.
Il secondo quarto è un po’ di stallo e solo nel finale si accende, prima con un TD da 76Y di Terrance Williams in cui brucia le secondarie dei Lions ma a tempo scaduto Stafford porta Prater in zona da FG per il 17-7 all’intervello.
Il secondo tempo si apre con l’intercetto di Wilber su Stafford ma una difesa dei Lions eroica capitanata da Suh nega il TD con due sack su Romo e poi il K Bailey sbaglia un FG. Sul drive successivo Detroit va a tabellone con Prater per l’ultima volta durante il match. Dallas inizia una lento ma efficace rimonta con DeMarco Murray che segna su corsa su un 4°&Goal dopo uno stand difensivo fantastico dei Lions. L’ultimo quarto si apre con il FG di Bailey dalle 51Y ma poi arriva l’episodio della partita che farà tanto discutere. Su un 3&1 Stafford lancia su Pettigrew marcato da Hitchens con gli arbitri che chiamano Pass Interference per poi annullarla senza dare spiegazioni. L’episodio è strano, innanzitutto la chiamata è corretta ma ci sono diversi errori sull’azione, inizialmente c’era un Holding del TE sul difensore e ad azione finita Bryant entra in campo senza casco protestando. I Refs hanno gestito male la situazione ma per i Lions non deve essere una scusa in quanto sul cronometro c’erano ancora 8 minuti e la palla non era minimamente ricevibile da Pettigrew. Un altro errore da parte dei Lions arriva dopo con il Punter che calcia la palla malamente coprendo una distanza di 10Y.
Entra in scena Tony Romo, 295Y e 2TD, che orchestra un drive perfetto e porta i Cowboys in vantaggio con un bel TD di Terrance Williams in una azione che ha levato il fiato a molti.
Nel finale Stafford prova il comeback ma il protagonista è un altro, DeMarcus Lawrence. Prima dopo un sack su Stafford recupera un fumble ma lo perde con meno di due minuti sul cronometro, se si fosse inginocchiato avrebbe fatto finire la partita invece di regalare palla e primo down ai Lions. Ma qualche giocata più tardi è ancora Lawrence che su 4° Down porta il sack su Stafford chiudendo la partita e facendosi perdonare.
Dallas vince, non senza polemiche, ed ora andra a Green Bay, per la prima volta dopo l’Ice Bowl.
I Lions escono malamente da una partita in cui nel secondo tempo han dimenticato di giocare meritando di fatto la sconfitta.

2° Round

10892027_10152759529881263_1216366558004429462_n