Waiters, che addio disastroso con i Cavaliers!

In campo un corpo estraneo spesso e volentieri fastidioso da vedere, negli spogliatoi una testa calda con una faida senza senso con Irving e l’addio dell’ex Syracuse era inevitabile

WaitersDiciamocelo chiaramente, Dion Waiters (23 anni) ai Cleveland Cavaliers è stato più un danno che un asso quale la franchigia sperava di avere quando lo scelse al Draft 2012 con la terza scelta assoluta, lunedì notte è stato scambiato e spedito ad Oklahoma City alla corte di Kevin Durant (26 anni).

Nei primi due anni non ha lasciato il segno e quest’anno sotto la guida di coach David Blatt è stato più nocivo che produttivo; il tutto è nato dopo la prima partita di Regular Season quando tutti hanno capito quello che già era chiaro negli anni passati, lui e Kyrie Irving (22 anni) non erano compatibili in campo, Blatt lo ha capito e ha preso subito dei provvedimenti spostandolo al ruolo di 6° uomo, posizione mal gradita dall’ex Syracuse.

Qualche partita notevole ma complessivamente pessime percentuali dal campo, tante forzature, un gioco monotematico e in difesa un fantasma; Blatt più volte gli ha chiesto di essere più diligente in campo, prendere meno tiri forzati ma Waiters, dal canto suo, non ha gradito rispondendo più volte a tono all’ex allenatore del Maccabi rinfacciandogli di essere più forte di Irving e che la franchigia non lo stimasse abbastanza!

Schermata 2015-01-06 alle 20.49.58Ma non è finita qui, lunedì notte i Cavaliers avevano bisogno del #3 visto le numerose assenze, prima della partita a Dion fu comunicato che partiva nel quintetto base ma anche che c’era la trade con New York e Oklahoma City nel vivo, Waiters ha preferito starsene con gli amici come il rapper Meek Mil (vedi foto destra) senza presenziare alla partita.

Adesso ad OKC Waiters andrà a ricoprire proprio il ruolo di 6° uomo, come a Cleveland anche ai Thunder a capo della squadra ci sono due giocatori caratterialmente diversi, Durant ha accolto così il nuovo arrivato

Lo faremo sentire voluto, cosa che negli ultimi due anni non credo abbia sentito

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B