Anthony fa gruppo: “Massima fiducia in Jackson”

Ancora una settimana di stop er la stella dei Knciks che mai come adesso cerca di tenere unito il gruppo ma soprattutto i tifosi, le ultime mosse di mercato fanno pensare al peggio.

AnthonySe con le ultime mosse di mercato le scuse per i Cleveland Cavaliers sono finite, per i New York Knicks è chiaro che la stagione è stata ufficialmente “data su” e che si sta già lavorando all’anno prossimo, l’infermeria è piena, il record dice 5-33, 13 sconfitte consecutive e Carmelo Anthony (30 anni) deve ancora metterci la faccia.

Fino al 15 gennaio, ossia la data dell’NBA International a Londra, i Knicks dovranno fare a meno di Amar’e Stoudemire (32 anni), Andrea Bargnani (29 anni) e proprio del prodotto di Syracuse, la franchigia preme perché lui si operi per passare il resto della stagione in borghese e per “tankare” liberamente, ma Melo è di un altro avviso:

Questa prima parte di stagione è stata davvero strana, piena di emozioni e con tante delusioni. Però non voglio chiuderla qui! La mia intenzione è quella di continuare a giocare, adesso il ginocchio mi sta creando fastidi ma con lo staff medico lavoriamo per risolvere questo problema in modo da poter tornare sul parquet il prima possibile.

Ma siamo a New York, una piazza che è stanca e stufa di dover vedere ogni anno scempi da ogni fronte, nell’ultima partita sono partiti anche i primi cori contro coach Derek Fisher “Fire Fisher!”, Anthony cerca di tenere unito il gruppo e la città

Capisco che i tifosi siano tristi, a loro chiedo solo di avere pazienza. Stiamo lavorando per il futuro, al successo non si arriva in un attimo. Credo che qualunque altro allenatore al posto di Fisher avrebbe già mollato, lui non è quel tipo di persa, abbiamo massima fiducia in Phil (Jackson)

Le idee dello Zen sono molto chiare: tirare fino a fine stagione sperando di cogliere qualche vittoria per strada, cercare di strappare un’alta chiamata al Draft 2015 puntando magari al jackpot chiamato Jahlil Okafor e poi, con il solo Melo sotto contratto andare nella Free-Agency e creare una squadra da capo dfruttando tutto lo spazio salariale disponibile…che non è poco!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B