Boston: via Green e Wright, quante prime scelte!

Alla fine il GM dei Boston Celtics è riuscito nel suo vero scopo, liberato tutto lo spazio salariale possibile e adesso si ritrova tante ma tante future prime scelte nei prossimi anni!

AingeNotte di fuoco in quel di Boston con i Celtics che sono riusciti, dopo due anni di lavoro, a fare tabula rasa all’interno del roster eliminando tutti i contratti pesanti per poter ricostruire da capo con grandi ambizioni sopratutto tramite il Draft!

Prima mossa del GM Danny Ainge è stata spedire Brendan Wright (27 anni) ai Phoenix Suns in cambio di una futura prima scelta protetta (1-12) per il Draft 2015 e 2016, la seconda mossa è stata liberasi finalmente di Jeff Green (28 anni) in una trade con i Memphis Grizzlies, in cambio Boston ha avuto una futura prima scelta e il contratto di Tayshaun Prince (34 anni).

Ma la trade tra Boston e Memphis necessita una terza squadra e stanno aspettando l’inserimento dei New Orleans Pelicans che, dal canto loro, prenderebbero Quincy Pondexter (26 anni) dai Grizzlies cedendo poi John Salmons (35 anni) a Boston

Ainge ha di che sorridere visto che nei prossimi 4 anni potrà vantare la bellezza di 11 prime scelte!!!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • brazzz

    bà…ricostruire solo con le scelte è una cazzata,vedi sixers..oltre a questo..la prima scelta di Memphis,capirai che roba..e quella dei suns protetta fino alla 12..ridicolo..

  • So che Green non è una superstar però penso sinceramente che a questo punto la situazione ad ovest sia quasi ridicola. Ci sono almeno 3-4 squadre che se per caso avessero avuto questo roster qualche anno fa gli avremmo consegnato il titolo a inizio stagione e invece come minimo rischiano di uscire al 1º turno contro Okc o San Antonio. A est ci sono 3 franchige che si stanno picchiano per Jahill e le altre 8 sopra in classifica vorrebbero essere al loro posto però non possono perché ce ne sono già troppe nella mischia e quindi stanno cercando di “salvare” almeno la dignità

  • low profile

    Beh si adesso stanno esagerando, così hanno mille scelte ma nessuno capace di produrre dal day 1, possono sicuramente pescare bene e creare qualcosa alla OKC ma possono pure rimanere in ricostruzione perenne alla 76ers.
    Nel 2007 bontà loro avevano PP o Miami prima dei botti di luglio 2010 si erano garantiti la permanenza ufficiosa di Wade. Insomma ben venga cap libero e assets da scambiare per top players di team in smobilitazione ma così come sono messi avranno bisogno di altro tempo e già son passati 2 anni. E la cultura perdente è come l’erbaccia o la estirpi subito o ricresce e ricresce e ricresce

  • michele

    green se ne sarebbe andato comunque a giugno perchè aveva la possibilità di uscire dal contratto, quindi è giusto che sia stato ceduto adesso…anche per permettergli di approdare in una squadra seria.

    non cambia niente per boston, cosi come non cambia niente aspettare un anno in più.

    se fosse andato in porto il piano A di ainge ( rondo +kevin love + green, tutti da firmare o rifirmare in modo da intasare il cap), oggi secondo me ci sarebbero dei celtics buoni ma non da titolo. sinceramente preferisco aspettare qualche altro giro della giostra…sperando che arrivi anche qualche botta di culo.

  • quelli che criticavano philadelphia, adesso che li riguarda direttamente hanno cambiato atteggiamento, chiamiamo le cose col loro nome, è tanking bello e buono!

  • Giasone

    Certo che fa una certa impressione vedere tre delle franchigie storiche ed economicamente più forti della Lega, Celtics – New York – Lakers, impantanate in programmi di ricostruzione. Tutte aspettano la prossima estate, ma almeno una delle tre secondo me rimane al palo, e a naso direi i losangelini…

  • michele

    andrea

    non mi pare che boston stia tankando, per adesso almeno.

  • alert70

    Do ragione a brazzz

    Le scelte sono ottime ma devi essere in grado di prendere i cestisti giusti. Storicamente poche squadre hanno avuto dei benefici. Per me fare tabula rasa ci sta se hai contratti capestro, di quelli di cui ti penti il giorno dopo. Ora avranno tanto da lavorare, scegliere per bene con la consapevolezza di poter prendere dei granchi.

    I Kings presero Thomas Robinson alla 5nta mentre alla sesta i Blazer presero Lillard. Ecco oggi con il play i Kings sarebbero un’altra squadra.

  • Michael Philips

    ricopio qua che siamo sullo stesso tema:

    Giasone

    certo non è facile stare al posto dei GM che scelgono e gestiscono giocatori per lavoro.

    Poi non ho dubbi sul fatto che se per sbaglio non scegli uno che pare un fenomeno in ncaa o HS e questo poi si rivela effettivamente un fenomeno, hai chiuso, mentre è perdonata la scelta di uno che pare un fenomeno ma poi non si rivela tale.

    L’hype spinge come pochi altri, ma a guardar bene le prime 3 scelte degli ultimi 10 anni sono queste:

    2003
    #1 Lebron
    #2 Darko
    #3 Melo

    2004
    #1 Howard
    #2 Okafor
    #3 B. Gordon

    2005
    #1 Bogut
    #2 M. Williams(altro pacco)
    #3 Deron Williams

    2006
    #1 Bargnani (amen…)
    #2 Aldridge
    #3 A. Morrison

    2007
    #1 Oden
    #2 Durant
    #3 Horford

    2008
    #1 Rose
    #2 Beasley
    #3 Mayo

    2009
    #1 Griffin
    #2 Thabeet
    #3 Harden

    2010
    #1 Wall
    #2 Turner
    #3 Favors

    2011
    #1 Irving
    #2 Derrick Williams
    #3 Kenter

    2012
    #1 Davis
    #2 Kidd-Gilchrist
    #3 Beal

    2013
    #1 Bennett
    #2 Oladipo
    #3 Porter

    Presto per parlare dell’ultimo draft, ma considerato che molti team dedicano la loro stagione al tanking, le probabilità di beccare un giocatore che sposta sono sempre più basse negli ultimi anni.

    Chi di questi ha cambiato il destino della franchigia?
    James, Howard, Rose, Durant, Wall solo oggi. Poi ci sono quelli che hanno influenzato l’arrivo di altre stelle, su tutti la presenza di griffin ai clippers che di fatto ha aperto all’arrivo di paul e tutto il resto. Irving all’arrivo di lebron, che però ha aspettato la presa di love.

    Il problema è che tanti giocatori che spaccano culi in ncaa in nbaa non funzionano, un pò perché non reggono mentalmente, un pò perché(e questo vale per i lunghi) in ncaa chi è prestante fisicamente spesso non ha avversari all’altezza, ma arrivato in nba viene ucciso dai pro.

    Servirebbe una sorta di prova del fuoco prima del draft.

  • troy hudson 88

    Mi pare chiaro che ormai le franchigie nba, resesi conto della conclusione del vecchio progetto, vogliano ripartire da zero.. e il rebuilding lo puoi fare solo in un certo modo:il draft.. il draft ti può partare certi giocatori( vedi Lillard, Irving..) che a loro volta attireranno altri giocatori ; le scelte le puoi usare al draft , oppure le puoi inserire in qualche scambio magari per arrivare ad un big ( vedi Love quest’anno) .. potrà non piacere ma é il modo più semplice per ricostruire.. nell’nba di oggi se sei forte bene, ma se sei scarso vedi di esserlo per davvero perché proprio quella terra di mezzo che é meglio evitare..

  • Il Nichilista

    Chi prende Jahlil Okafor avrà un franchise player per i prossimi 10 anni, quasi quanto Anthony Davis a mio avviso con il quale credo proprio che si spartiranno i titoli MVP per il prossimo decennio..
    Ci credo bene allora che le squadre senza obiettivi di classifica provino ad ottenere la prima scelta assoluta del prossimo draft.. anzi Boston sta vincendo troppo secondo me

  • AndyWhite

    Negli ultimi anni si sta ripetendo il copia ed incolla di giocatori dalla ncaa alla nba, ovvero, sono tutti forti in ncaa ma in nba fanno statistiche standard, della serie forti si, spettacolari si, ma non sconvolgitori di gioco e di squadre. Una scelta così azzardata di tentare 11 prime scelte, è un azzardo tutto americano, infatti hanno un modo di dire tutto loro “big risk, big reward”.
    Personalmente cercherei sempre uomini squadra costanti e uno massimo due forti, anche perché la cavolata dei cavs è mettere 2 prime donne con uno che non ha mai dovuto pensarci di diventarlo…KI. Ma neanche 11 prime scelte in 4 anni, rischiando di perderle tutte o quasi ogni due anni.

  • brazzz

    non discuto,tutto vero..ma nello specifico hanno preso una prima scelta,ma protetta fino alla 12,e una dai grizz,che,a naso,sarà tipo sulla 20..quindim,a esagerar,ti ritrovi 2 giocatorini..a meno che non ti arrivi una botta di culo..per cui,tutto sto programmare.alla fine,si riduce allo sperare di aver culo..bhà…

  • alert70

    Il Nichilista

    E’ così forte sto Okafor? O sarà un mezzo bust? Compararlo a Davis…..

  • Il Nichilista

    E’ proprio cosi forte.
    Ha un gioco diverso da Davis ma secondo me altrettanto efficace

  • michele

    brazz

    ainge ha tante scelte, alcune le giocherà al draft, altre in varie trade. c’è tanto da fare, vedremo. la fortuna purtroppo serve, tutti lodano l’organizzazione spurs ( una delle migliori di sempre), ma senza il colpo di culo irripetibile del 97 dubito avrebbero vinto tutto quello che hanno vinto

    io comunque dopo aver visto rondo ieri sera sono sempre più convinto che sia stato inevitabile lasciarlo andare..

  • Alessio

    Brazzz: la strategia di Ainge mi sembra chiara. Non vuole tenere, per adesso, in squadra giocatori sui 30 anni che possano essere, al più, terzi o quarti violini (green) e/o che possono costare troppo rispetto al valore che ritiene che essi abbiano (Rondo). E visto che non li voleva tenere mi pare evidente che la cosa migliore sia ricavarci qualcosa. Quest’estate Ainge, oltre alla marea di scelte, avrà anche lo spazio salariale per firmare un big o per farlo arrivare usando le scelte e le consistenti eccezioni salariali (oltre al contratto in scadenza di wallace). Anche se mi pare chiaro che danny miri alla free agency del 2016 quando avrà tutto vuoto (anche se a quella mirano in tanti quindi non sarà per niente facile)…

  • rofled

    Chi si libera nel 2016? Bargnani?

  • michele

    kevin durant, horford, conley, noah…