LeBron in campo stanotte? Blatt-Love pace fatta

La stella dei Cavs sa che non può più aspettare e potrebbe scendere in campo già questa notte, intanto l’allenatore e l’ala forte si sono chiariti dopo le dichiarazioni di domenica.

James2Notte da ricordare per LeBron James (30 anni), presente ad Arlington il “King” ha visto i suoi (perché è un grande tifoso) Ohio State Buckeyes battere a sorpresa gli Oregon Ducks nella finalissima del College Football, James aveva regalato a tutti i giocatori di Ohio State un paio di cuffie (Monster Beats by Dr.Dre) dopo l’upset contro Alabama nel SugarBowl, ma adesso bisogna tornare con la testa all’NBA!

Senza di lui Cleveland è 1-7 e il record recita 19-19, LeBron sa benissimo che se i nuovi Cavs vogliono cambiare rotta il suo ritorno è inevitabile; il giocatore è fuori dal 28 dicembre per dolori al ginocchio e alla schiena ma nella giornata di ieri, prima di partire per Dallas, James si è allenato parlando con ottimismo:

Speriamo che il mio corpo reagisca bene domani, adesso mi sottoporrò ai vari trattamenti che ripeterò anche domani e poi vedremo cosa succederà. Stiamo faticando e odio vedere che non riusciamo a giochiamo come sappiamo con me seduto fuori, giochiamo bene a volte ma non riusciamo a tenere lo sforzo per 49′

LeBron potrebbe fare il suo ritorno anzitempo stanotte in quel di Phoenix contro i Suns infatti formalmente è “Game-Time Decision“, intanto coach David Blatt e Kevin Love (26 anni) si sono chiariti dopo le forti dichiarazioni del coach (CLICCA QUI per leggere) dopo il K.O di Sacramento; il coach ah spiegato che quella frase sul contratto di Love NON era una critica verso il suo giocatore ma perché non è tenuto dalla franchigia a parlare dei contratti dei giocatori visto che Love sarà libero a giungo.

Il giocatore ha parlato a sua volta co i media dicendo che è tutto chiarito e che non ci sono problemi.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Lebroniano

    Lebron il mondo dell’nba aspetta il tuo ritorno e segui il mio consiglio per il futuro: non farti microchippare [come faranno Jordan, Kobe e Duncan e moltissime altre stelle]