Sorprese Orlando e Detroit, Houston ok a Brooklyn!

Orlando vince a sopresa a Chicago dominando i Bulls, Detroit colpo a Toronto in volata con brivido finale, bene Boston su New Orleans mentre Houston passa a Brooklyn con KG espulso.

Boston Celtics – New Orleans Pelicans 108-100
BOS: Crowder 22, Sullinger 27 (10 rimb), Bradley 10, Turner 10, Thornton 13, Bass 12
NOP: Davis 34, Asik 5 (12 rimb), Gordon 21, Evans 19

Malgrado i 34 punti di Anthony Davis i Pelicans perdono a Boston con Marcus Smart decisivo nel finale; a 58” dal termine New Orleans si porta sul -1 (101-100), Avery Bradley si butta dentro e viene stoppato da Davis ma la palla gli ritorna in mano, apre per Smart che segna da 3 il canestro ammazza partita a 39”! I Celtics chiuderanno il match con un break di 7-0 ipotecando la vittoria.

Brooklyn Nets – Houston Rockets 99-113
BKN: Johnson 12, Plumlee 24 (10 rimb), Bogdanovic 13, Jack 13, Lopez 12
HOU: Ariza 12, Motiejunas 18 (11 rimb), Harden 30, Beverley 11, Smith 13

Houston Rockets v Brooklyn NetsJames Harden guida i Rockets al Barclays Center di Brooklyn con Kevin Garnett espulso per testata ad Howard dopo neanche 4’ di gioco; proprio dall’espulsione di KG è scaturito il break di 10-2 col quale Houston ha toccato la doppia-cifra di vantaggio (16-27), i Nets hanno inseguito per tutta la partita finendo anche sotto di 23 ad inizio 4° periodo sul 74-97 dopo un back-to-back da 3 firmato Papanikolaou-Terry.

Toronto Raptors – Detroit Pistons 111-114
TOR: J.Joshnson 11, A.Johnson 12 (10 rimb), Valanciunas 31 (12 rimb), ROss 12, Lowry 10 (12 ass), Williams 15, Vasquez 16
DET: Monroe 22 (10 rimb), Drummond 10 (14 rimb), Jennings 34 (10 ass), Meeks 13

Italian Job: Datome DNP

Brandon Jennings chiude con 34 punti e 10 assist, Joodie Meeks realizza 11 dei suoi 13 punti nel 4° periodo e Detroit espugna Toronto; si decide tutto negli ultimi 2’38” di partita, Raptors avanti 106-105, Lowry sbaglia il tiro del possibile +3, Jonas Jerebko realizza 4 punti di fila per il +3 Pistons (106-109) a 89” dalla fine. Johnson accorcia sul -1 ma ecco la giocata che chiude i giochi, assist di Jerebko e tripla di Meeks per il +4 (108-112) a 53”.
I Raptors però non muoiono, ritornano sul -1 con Lowry e lo stesso PG ha la palla del sorpasso a 7” ma il suo layup non andrà a segno.

Chicago Bulls – Orlando Magic 114-121
CHI: Gasol 28 (14 rimb), Butler 17, Rose 18, Brooks 12, Mirotic 11
ORL: Vucevic 33 (11 rimb), Oladipo 33, Payton 10

786_1419341_649691Victor Oladipo e Nikola Vucevic combinano per 66 punti, Orlando tira col 59% dal campo e si permette di sbancare lo United Center di Chicago; gli ospiti giocano i primi 3 quarti in maniera sublime ed entrano nell’ultimo avanti 78-93, Chicago non ci sta e riesce ad arrivare fino al -5 (104-109) a 3’31” dalla fine e palla in mano! Brooks sbaglia la tripla del possibile -2 e Noah subito dopo farà 0/2 dalla lunetta, Orlando non si farà pregare e risponderà con un 6-2 per il +9 (106-115) a 65” dalla sirena finale.
Questa è stata la 7^ sconfitta stagione dei Bulls contro una squadra con record sotto il 50%.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • michele

    vuoi vedere che alla fine sono i Celtics ad averci guadagnato dalla trade Rondo? Crowder sta veramente avendo un grande impatto mentre Smart inizia sempre più a prendere confidenza con la cabina di regia nei momenti caldi, nel 4/4 ha fatto davvero cose egregie ( oltre alla bomba, un altro canestro clutch e due eccellenti assist)-

    menzione per Sullinger che ha quantomeno pareggiato il duello con Davis, si è anche preso il lusso di stopparlo nel finale ( restituendogli una stoppata un po’ umiliante subita nel 3/4)

    rob, ringrazia i celtics che hanno fatto un favore a okc eheheheh

  • nitrorob

    @Mik mi hai anticipato ahahahah
    cmq dopo la trade scellerata che ho fatto al fantasy, la quale ha portato Sullinger nel mio roster con gran sorpresa stamattina scopro che ho lasciato i suoi 50FTP in panca…….
    io bo, cazzo il fantasy non fa per me ahahah
    quando mai le rifarà queste prestazioni…
    anche Crowder è un altro che mi è sempre piaciuto, ora senza Green ha la possibilità di farsi vedere un pò, vediamo se sia solo una cosa passeggera oppure no

    chi fermerà Detroit???a questo punto una delle sorprese dell’anno ahahah
    complimenti, battere questi Raptors è tutt’altro che facile
    fortuna che il campionato è ancora lungo, sinceramente la stagione è molto più divertente del solito, e di sicuro molto più movimentata

  • kaepernick

    Va bene che i magic hanno tirato con percentuali notevoli ma a me questi passaggi a vuoto dei bulls mi lasciano perplesso e dubbioso sulle loro reali possibilita di titolo…non certo di finale ad est visto le altre squade in cui credo poco..,spero per loro di prendere una cantonata…e poi…su kg vs howard…be..la tentazione l avrei anch’io…scusate

  • low profile

    Fake tough guy vs vero bimbominkia. Sfida epica. Almeno per le scazzottate dovremmo essere tutti d’accordo. Era meglio quando era peggio

    Dopo la miglior notte in carriera…RIP Pau

  • Quaqquo

    Gli ultimi anni di Garnett ai Nets rischiano di rovinare il ricordo della bestia di giocatore che era ai tempi d’oro… dispiace vederlo così !

  • Detroit ha perso 19 delle prime 22 partite, a Natale era 5-23…adesso è 14-24 a solo 2.0 gare dell’8° posto ad East! Stan inizia a ridersela sotto i baffi.

    Garnett stendiamo un velo pietoso che è meglio…

  • rofled

    Pistons alle finali ad est!

  • 24>23

    Garnett è l’ombra di se stesso, ma anche howard è un bambino che uscirà sempre al primo turno.
    Brandon jennings senza josh smith si è trasformato in isiah thomas!!

  • fabiostoppani

    Bene. Odio fare quello del giorno dopo ma dopo le nostre amichevoli discussioni, questi Bulls ho deciso di guardarli per bene (nonostante non mi fossero sfuggiti di certo in questi 2 mesi). Bene nelle ultime 5 ho visto vs. Rockets, Jazz e Magic. Allora le cose sono due. Magari non capirò nulla di basket ma siamo sicuri che li abbiate visti giocare bene quando avete acceso il season pass? Sarà il momento così, NONOSTANTE un Gasol che non si vedeva così da 4 anni, ma io li ho trovati desolanti. Alla luce del fatto che molti di voi li considerino davvero da titolo e che possano giocarsela con CHIUNQUE. Desolanti in difesa dove ogni volta concedono percentuali altissime al tiro contro squadre abbastanza meh offensivamente vedi Utah che è l’unica insieme a Thunder e Minnie a non realizzare 100 PPG ad Ovest (ricordo, sempre per sottolineare una leggerissima differenza fra Conference, che viceversa sono solo in 4 a superare questa cifra ad East vedi Toronto, Atlanta, Boston e appunto Chicago). E non credo sia un caso oppure solamente una giornata sfortunata. L’ormai sistema difensivo Thibo è allo sbando perché si crede che si possano vincere le partite dall’altra parte del campo (ma questi non erano ieri gli Spurs del primo Pop e oggi non sono di certo la loro ultima reincarnazione). Bene, magari ad East arrivi pure in fondo, anche se rimangono certi miei dubbi che possano farlo tranquillamente con Wizards, Raptors oppure anche i derelitti Cavs che hanno problematiche ancora più grandi ma Lebron ce l’hanno ancora. Anche ieri notte Gasol bellone in attacco ma imbarazzante nel proteggere il ferro e contenere Vucevic che per 3/4 l’ha letteralmente stuprato. Poi nell’ultimo, dopo aver preso un tir in faccia, se l’è cavata di esperienza innervosendo il montenegrino a forza di urletti e floppate. Il decantato Butler (che rimane pur sempre uno dei migliori difensori ma qui dentro è stato fatto passare per un misto fra Jordan e Lebron dei tempi migliori) si è fatto stuprare da Oladipo che sguazzava in un’area non protetta. Sono bastati questi due ad Orlando per metterne 30 in ogni quarto in maniera pulita. Chicago tornava su giusto per inesperienza e errori personali dei singoli Magic più che per propri meriti (vedi con Houston che quella partita l’hanno persa i Rockets ed è uscita la differenza fra Thibo e McHale) invenzioni di Mirotic a parte. Non parliamo di Noah che è lontanissimo dal Leonida delle scorse stagioni e soffre tantissimo sia difensivamente che offensivamente di Gasol. Rose è quello che è, ovvero un giocatore lontanissimo dalle vette raggiunte 3 anni fa (ha la fortuna di potersi prendere meno responsabilità). Tutto passa da Butler perché è l’unico che potenzialmente può creare quel plus/minus personale che fa la differenza. Ma voi vi aspettate di aver trovato il nuovo Paul George? Che offensivamente siano attendibili quei 21 PPG? Che sia attendibile la stagione di un giocatore in odore di nuovo contratto e volenteroso a prendere il max? Uno che nell’unica sfida PO in cui furono massacrati dai Wizards, tirò con il 38%? Mmm ragazzi quanti dubbi che tengo per questi Bulls. Ripeto, magari andranno in fondo ad East ma lo farebbero più per desolazione della Conference che per meriti propri. In finale giocarsela con chiunque? Magari se fosse colpita da ebola tutta l’America dal Kansas fino a Venice Beach, tutto è possibile. Non lo so ma sento lo stesso profumo di quando contestai la sopravvalutazione enorme di squadre come Knicks, Lakers oppure Pacers in questi ultimi anni. Realtà molto diverse da Chicago con molte più evidenti problematiche in alcuni casi ma di NY e Indiana non è (quasi) mai stato detto che avrebbero potuto giocarsela con chiunque. Discorso diverso quei Lakers che con quella squadra di telepass e vecchi rincoglioniti avrebbe potuto vincere anche contro il Dream Team del 92′. KISS

  • mad-mel

    Oramai Rose è un giocatore qualsiasi della lega.
    La realtà dei fatti è che quel contratto faraonico ai Bulls pesa nell’ottica di vincere.

  • michele

    vabbè. I Bulls vengono presentati come una corrazzata inaffondabile solo dai tifosi di Lebron ( per ovvi motivi “strategici”)..il loro record e queste sconfitte dicono che hanno seri problemi anche loro.

    La “bellezza” della eastern conference è che non c’è una squadra favorita, tutte possono vincerla, anche i Cavs in teoria. Adesso gli Hawks sembrano imbattibili, ma non è detto che ai playoff saranon gli stessi….tutto apertissimo.

  • fabiostoppani

    @Michele Non posso che quotarti in toto. So che quando vado a toccare i Bulls mi ritrovo contro giustamente i suoi tifosi, lovers di Thibo, Lebron, DRose is back, scuola europea, Pau Gasol che spazzerà via Team USA con la sua Spagna e vincerà più anelli di Kobe. Che poi sono tutte cose che a me non possono che piacere. Come non provare simpatia per i Bulls da Jordan in poi (per lo meno io si), come non apprezzare lo straordinario tecnico che è Thibo, come non riconoscere a Lebron i suoi enormi meriti, come non esser ricchioni per quel lontano Rose, come non apprezzare la scuola europea se contestualizzata in questa cornice, come non apprezzare Pau nonostante suoi enormi limiti caratteriali/tecnici. Tuttavia non mi sfugge il centro della questione. Ovvero qui dentro questi Bulls sono parecchio sopravvalutati, possono giocarsela ad Est (ma il cammino non sarà semplice) ma praticamente mai ad Ovest, hanno più incognite che certezze. Detto questo, non voglio ulteriormente tediarvi. Non mi farò sentire sull’argomento per un bel po’. Ripeto, oggi conta poco o nulla. Ci vediamo a maggio con i Tori.

  • 8gld

    Bene Pistons e Houston.

    @fabio:

    Bulls:
    Li seguo insieme ad altre franchigie.

    A TT stanno mancando Rose, Noah e la gestione del ritmo dato dalla difficoltà di reinserire Rose.
    Ottima la gestione del roster. Se usciamo dalla visione delle W-L sta provando vari quintetti, sta provando vari assetti. Certo, questo comporta squilibri ma dovrebbe rimanere utile più in là.
    Il problema, spero che dopo questa fase di “studio” si risolva, è il ritmo.
    I Bulls corrono, non gestiscono la palla.
    A mio modesto modo di vedere nasce dall’assenza di Rose. Non riuscendo ad attaccare il ferro tiene meno la palla e, di conseguenza, perdono quel gioco che li rendeva difficili da affrontare e, di conseguenza, non riescono a tenere sotto i 100 le partite.
    Non stanno passando, nelle ultime uscite, un buon momento.
    Se risolvono la gestione e il coach prende bene gli appunti di questa fase possono ritrovarsi buoni frutti nel futuro prossimo altrimenti possono andare in difficoltà sia in r.s. che ai p.o.
    La difficoltà a Est vuol dire il piazzamento ma non l’entrare ai p.o. dove, come riportato prima, tutto dipenderà dallo stato di alcuni atleti in primis Rose e gestione.
    Risolvono? possono arrivare in fondo.
    Non risolvono? rischiano.

  • Michael Philips

    “vabbè. I Bulls vengono presentati come una corrazzata inaffondabile solo dai tifosi di Lebron ( per ovvi motivi “strategici”)..il loro record e queste sconfitte dicono che hanno seri problemi anche loro.”

    la cosa assurda di questo blog è che ogni cosa va ricollegata a lebron in qualche modo.

    Altra cosa assurda è l’assenza di tifosi dei bulls, che pullulano in qualsiasi altro blog, quindi chiaro che quando leggo che i bulls perderebbero contro qualsiasi team da playoffs della western(come scrisse fabio tempo fa)mi vien da ridire, già che mancano i tifosi dei bulls a farlo.

    Stesso discorso per i tifosi dei rockets che mi eviterebbero prese di posizione pro-harden, ogni volta che qualcuno fa paragoni impropri o attacchi gratuiti che resentano il ridicolo.

    Chi segue il blog avrà capito che non amo i bulls e che mi piacerebbe molto vederli fuori nei playoffs, e che non sono certo un fan di harden.

    Ancora un pò sembra che i bulls attuali non siano cool come quelli destinati a perdere dei due anni senza rose. Quelli che avevano la simpatia del 90% del blog. Ora che invece rose c’è, e in più c’è un gasol e un butler trasformatosi in scorer, questi(guarda caso)sono diventati un pò antipatici e pieni di difetti. L’anno scorso si diceva che la sola presenza di rose li avrebbe resi una contender, mentre oggi la presenza di rose+gasol+butler e altri non li rende competitivi contro quelle della western. O e fino ad ora sono 9-6 contro quelle della western e hanno battuto sia i blazers(secondi miglior record nba) i clippers, houston e memphis(al completo, non quelli senza zach che hanno perso tante gare).

    Si pensa che questi non difendono più come prima, ignorando che il quintetto di partenza è completamente diverso rispetto a quello degli ultimi due anni e ingorando che durante i playoffs questi chiuderanno le viti in difesa e in attacco avranno 3 bocche da fuoco invece di zero.

    Il complottaro michele ormai vive sulle disgrazie altrui e sulla speranza che pure altri team diventino orridi come i celtics attuali.

  • Michael Philips

    e chiudendo con le inutili stats, che mai varranno quanto il parere soggettivo di qualcuno(…), i bulls hanno giocato solo 15 gare con il quintetto che probabilmente vedremo nei playoffs:

    Rose
    Butler
    Dunleavy
    Gasol
    Noah

    12-3 = 80% di vittorie

    Evidentemente le assenza pesano solo ad altri team, già che qui poi sono io quello che mette le mani avanti…

  • michele

    ahahhaah michael

    macchè complottaro, è che conosco i miei polli, specialmente quelli che conosco fin dai tempi di playiutsafaccio 2 + 2, gli unici che pompano i bulls siete tu e iyw

    i celtics sono tutto fuorchè orridi, una squadra di giovani e che seguo con piacere, anche se non ci sono “prescelti” o giocatori che monopolizzano il sito con un articolo al giorno. saluti!

  • Michael Philips

    Michele

    guarda uno ci mette mezzo commento a farti intervenire, ah e il giocatore che monopolizza il sito lo hai tirato fuori tu, così, giusto per dire.

    Buon tanking.

  • rofled

    ma seriamente gli haters di james presumono che chi da credito ai bulls sia un fanboy del predetto?
    ma i roster li vedete o parlate per partito preso? ok che hanno molte incognite ma ad est non vedo chi possa fermarli lol

  • low profile

    MP

    Le stats globali di squadra hanno appena appena un filino in più di credibilità rispetto al tuo solito, freddo, inutile, ricordare quanti punti fa o quanti rimb prende uno senza tener conto dell’impatto reale di certi numeri.
    Bravo, sia per l’ironia che per il leggero miglioramento. Il prossimo passo è sempre quello più difficile però, basta mettere tra i siti attendibili un qualsiasi portale di streaming e ci sei. Continua così ragazzo

  • michele

    sulla carta anche il roster dei Cavs è di primissimo piano, a cominciare da mister doppia doppia espressamente voluto da Lebron stesso (e per il quale Cleveland ha dato via uno come Wiggins).

    si Rose ha vinto un MVP nel 2011, ma vi pare che adesso stia giocando come allora?

    comunque nessuno sta dicendo che i bulls siano scarsi. bensì che darli già per sicuri vincitori della EC è un esercizio di maniavantismo bello e buono, anche loro hanno problemi e tutti questi piccoli inciampi lo dimostratno…..saranno dei playoff apertissimi a est.

  • Michael Philips

    rofled

    michele è quello che nel 2012 scriveva commenti sui possibili complotti nba, e che il sito nba(che lui chiamava sito bolscevico) non aveva perso tempo a scrivere che la finale tra thunder e heat(e la sfida tra lebron e durant) era la finale che tutti volevano vedere.

    Incredibile, davvero inconcepibile che la sfida tra i due team migliori, con i due migliori giocatori nba che si sfidavano + westbrook vs wade + harden + bosh in campo, veniva considerato dal sito nba da espn e dalla maggior parte dei giornalisti, la finale dei sogni.

    Al caro Michele mica gli rodeva il culo in modo allucinante per la sconfitta dei suoi per mano di chi?(ah…già…) per due anni di fila.

    Bastava questo a convincerlo del complotto, e si inventò tante altre cose, tra cui favori clamorosi nella finale di conference tra celtics e heat e tante altre cose, da puro complottista.
    O anche la volontà di wade di far male a rondo in quel celebre episodio, del tutto casuale vista la sfiga di rondo che cadde male piegando il gomito dopo un contatto da fermo con wade, (roba talmente eccezionale che sinceramente non ho più visto un incidente simile su un campo nba). Per lui c’era la ovvia volontà di wade di procurare quell’infortunio. 9/10 in una situazione simile i due giocatori cadono a terra senza alcuna conseguenza.

    Mi chiedo cosa aspetti ad iscriversi al partito delle scie chimiche.

  • Michael Philips

    LP

    grazie maestro.

    Faccio come homer, mi scrivo sulla mano sx: stats personali no, sulla mano dx: team stats, sì.

    Occhei.

  • michele

    philips

    è un periodo in cui stai veramente soffrendo, evidentemente il fallimento ( per adesso) del combo Lebron-Love ( i tuoi due giocatori preferiti) ti porta a organizzare un flame al giorno ( stavolta non c’è low profile di mezzo pero’)

    non ti vedevo così provato dai tempi della sconfitta di cleveland in casa contro i celtics con 28 punti di scarto in gara 5 nel 2010, quella del fantomatico infortunio di lebron al gomito ehehehe

  • Michael Philips

    Michele

    beh, prima cosa la stagione non è nemmeno a metà, quindi mi pare presto per cantar vittoria, poi anche in estate non è finita come avrei voluto, ma che vuol dire?

    Se la mettiamo così, è più o meno dal 2010 che ti si gonfia il fegato dopo ogni stagione.

    Riguardo il fantomatico infortunio al gomito, più che infortunio io parlavo di problemi e fastidi, e guarda che ti avevo già smerdato l’anno successivo a riguardo, quando lebron disse dopo una gara di stop con miami che era dalla stagione precedente che aveva il gomito destro a dargli noia, ti misi pure il link dell’articolo.

    Peccato non poter ritrovare i tuoi commenti durante le finals con pierce sulla sedia a rotelle…

    Così come poco tempo fa ha detto che è dalla passata stagione che stava avendo problemi con il ginocchio che poi si è infortunato nella gara di miami.

    I flame, tranquillo che sono altri a tirarli fuori. Oggi per esempio sei proprio tu che dal nulla hai iniziato la cosa, quindi almeno abbi la decenza di non entrare nel discorso.

  • fabiostoppani

    @gld Non posso che quotare questa tua considerazione. Thibo sta provando tanti quintetti, ieri per recuperare ad un certo punto ha giocato con Rose – Brooks – Butler e Mirotic che sparavano e il solo Gibson che metteva sotto il brutto lavoro a rimbalzo Magic. Te poi dai due strade. O riescono a risolvere le incognite di alcuni suoi atleti e vanno in fondo oppure possono andare in difficoltà con tutti. Il fatto è che queste incognite per me sono difficilmente risolvibili. Rose non è finito, è un’ottimo giocatore al momento ma non attacca più come prima il canestro e non è quel MOSTRUOSO giocatore che era 3 anni fa. La differenza non è affatto poca. E’ ENORME ed io non credo che rivedremo quel Rose nemmeno fra 4 mesi. Altra incognita Noah. Purtroppo con Gasol, al di la dei ragionamenti manichei delle mani dolcissime, basket europeo, pick & roll maraviglioso poi c’è la dura realtà. Con Gasol in attacco ma soprattutto in difesa Noah soffre, al di la dei problemi fisici. Credo però che sia l’unico che con i PO potrebbe salire di livello perché quello è il suo palcoscenico. E poi io continuo a nutrire tanti dubbi su Butler per tanti motivi, che è il vero piatto della bilancia del destino Bulls.
    @MP Si io credo che con almeno 6 squadre perderebbero quasi sicuramente (Thunder-Mavs-Spurs-Warriors-Clippers-Grizzlies) e con altre 2 se la giocherebbero come i Rockets (che avrebbero più talento ma abbiamo visto quanto conti avere Thibo) e Portland (che però se dovesse arrivare magicamente fresca in Finale non vedo come potrebbe perdere con i Bulls, ipotesi remota vista la panchina e la Conference). Tu ridi? Magari hai ragione tu a vederla vincente con tutta quella robina sopra descritta. Ma ti prego non portarmi scontri diretti influenzati da 1000 dinamiche. Perché altrimenti potrei raccontarti Bulls 13mi per PPG e 13mi per punti subiti. Li nel mezzo. E stiamo parlando dell’eccellenza dell’Est. Solo 15 volte con il quintetto titolare? Sarà sicuramente così ma andando nel dettaglio vedo Rose 28 – Butler 36 – Dunleavy 33 – Gasol 36 – Noah 32 con un bel 33 su 39 di partite giocate in media dai titolari. Forse solo i Clippers stanno messi meglio.
    Ripeto i Bulls non mi sono mai stati antipatici. Non ho mai creduto che sarebbero potuti arrivare fino in fondo senza Rose. Credo comunque che quelli con Rose (quello 5 stelle) – Deng e Boozer siano più forti di quelli attuali perché più congeniali a quel sistema (di cui oggi abbiamo solo un ricordo). Se non sono arrivati in Finale è solo colpa di aver incontrato una delle più forti franchigie della Storia NBA (Heat). Oggi possono fare meglio soltanto perché una squadra del genere al momento ad Est non esiste più.

  • michele

    philips

    se avessi voluto veramente essere perfido, avrei tirato fuori i tuoi commenti chatlike su lebron venti secondi prima che ray allen mettesse dentro quella tripla salva vita eheheh

    dai, ho solo ricordato la curiosa coincidenza che i tifosi di lebron sono i più accaniti esegeti dei Bulls ( e mi sembra innegabile, tu stesso dici che latitano fan dei bulls), non c’era nessuna intenzione di attizzare il fuoco. pace.

  • 8gld

    @fabio

    Sì. Ha provato anche Gasol a 5 con prima Gibson e poi Mirotic. Ha provato, con pochi risultati data l’altezza, Butler a 3…provando anche a portare Rose a 2, Brooks a 1 e, appunto, Butler a 3.
    Alla fine lo sappiamo che hai p.o. si ristringono le rotazioni e deciderà un quintetto ma sotto questo punto di vista sta svolgendo un ottimo lavoro anche rischiando le L.
    Il problema difensivo di Gasol è che non ruota bene. Se l’attacco muove la palla lui va fuori ritmo, si perde e ci rimettono tutti.
    Ma, oltre alla fase difensiva di Gasol che potrebbe migliorare, il vero problema, per il suo gioco, è la condizione fisica di Rose.
    Quando stava bene e attaccava continuamente il ferro andavano alla grande perchè abbassavano il ritmo, giocavano sui 24. Palleggio lento, posizionamento della difesa avversaria, rotazioni in attacco, uno o due passaggi e poi andava dentro mettendo punti o scaricando. In questo modo potevano gestire meglio anche l’attacco avversario impossibilitato o limitato nella corsa.
    Quando si buttava dentro non serviva lasciare 4 sotto e, quindi, già minimo due era pronti per la fase difensiva. Poi su un attacco al ferro se non metti punti o non prendi i liberi la palla viene eventualmente raccolta dall’avversario molto vicina al proprio ferro quindi molto pressata.
    Oggi non attacca assolutamente il ferro…ecco perchè Butler prende più responsabilità e mette più punti ma, haimè, nessuno dei piccoli riesce a farlo bene e questo pesa nell’economia e per questo tendono a velocizzare di più ma non è il vero gioco di TT.
    Per me tutto passerà per questa incognita.

  • mad-mel

    @mp puoi dirmi quali sono qst forum italiani? che vorrei dare una letta su cosa dicono qst tifosi bulls.

  • fabiostoppani

    @gld Il tuo ragionamento calza a pennello. Questo Rose è un problema grosso come una casa soprattutto perché ti chiami Rose e non Chalmers. Meno penetrazioni=meno punti=percentuali molto più basse=meno scarichi (perché diciamolo i suoi assist venivano principalmente da penetra-scarica). Ci può stare perché magari hai più paura, perché magari vuoi meno contatti, vuoi preservare una situazione fisica precaria. Però caxxo hai avuto 2 anni e mezzo per “plasmarti” come giocatore. Hai avuto tutto il tempo di cambiare certe tue attitudini e acquisirne altre. Invece rimane il solito tiro da 3 preso sempre nelle solite posizioni, oppure qualche arresto e tiro centrale e poi solo penetrazione e floater (anche pochine). Non hai messo su tiro dalla media affidabile, un gioco alternativo, un cambiamento di strategia (magari meno comboguard e più play puro) sei passato dall’essere il PM dominante all’esser superato nel ruolo da almeno la metà dei tuoi pari ruolo della Lega. I problemi sono enormi e potrebbero uscire fuori anche domani ma caxxo ricostruisciti come giocatore. Sappiamo tutti quanto sia importante per Thibo.
    Su Gasol il problema a mio avviso non sono solo le rotazioni. Ieri 1vs1 si è fatto letteralmente stuprare da Vucevic. L’isolavano sempre ed era sempre canestro. Non ne parliamo poi sulla protezione dell’area in cui Oladipo ha fatto carne da macello. Poi però vedi 19+11 e dici minchia ci sto. Beh oddio… Non so dove penda la bilancia in tutta onesta se poi devi togliermi peso offensivo e difensivo anche a Noah.

  • 8gld

    Non tira nemmeno bene. Non carica il tiro, non piega bene le ginocchia e, di conseguenza, non sale bene in verticale. Tira senza caricare e tende ad andare con il corpo in avanti.
    Non saprei dirti che ormai è limitato dagli infortuni o limitato dalle paure ma fatto sta che in questo momento è poco incisivo per la propria squadra.
    Vorrei pensare e immaginare che tutte queste partite gli servono:
    a) per ritrovare il parquet e ritrovarsi.
    b) per sentire il corpo e come questo reagisce.
    c) se questo reagisce bene allora liberarsi del peso psicologico della paura.
    d) riprovare ad attaccare il ferro.
    e) arrivare pronto per i p.o.

    Se invece rimane questo allora diviene, il proseguo, un’incognita per la franchigia e coach TT.
    Hinrich-Brooks-Butler non attaccano il ferro, non vanno dentro con continuità.
    Se invece lo ritrovano, riprende confidenza, attacca il ferro e p.o. con il roster che si ritrovano e gestendo ritmo e partita hanno tutto per arrivare in fondo.