Super Mo Williams (52)! James, Kobe, Spurs K.O

LeBron ritorno con confitta, Mo Williams batte da solo Indiana con 52 punti, Miami batte Kobe, Wizards ok sugli Spurs dopo ben 10 anni. Tutto facile per Atlanta e Golden State.

Indiana Pacers – Minnesota Timberwolves 101-110
IND: West 12, Hibbert 10, Miles 22, Watson 17, Scola 11, Stuckey 13
MIN: Young 11, Dieng 10 (10 rimb), Wiggins 20, Williams 52

786_1420001_527657I Minnesota Timberwolves interrompono la striscia di 15 sconfitte consecutive vincendo ad Indianapolis grazie alla pazzesca prestazione di Mo Williams, 52 punti (19/33 dal campo); i T-Wolves entrano nell’ultimo quarto sotto 75-69, Williams realizzerà 21 dei suoi 52 nell’ultima frazione dominata da Minnesota 26-41!

Philadelphia 76ers – Atlanta Hawks 87-105
PHI: McDaniels 14, Carter-Williams 20, Wroten 10, Grant 13
ATL: Horford 21 (10 rimb, 10 ass), Korver 15, Schroder 13, Bazemore 17, Mack 12

Tripla-Doppia per Al Horford (21+10+10) e 9^ vittoria consecutiva per gli Atlanta Hawks che archiviano senza problemi i Sixers; partita decisa negli ultimi 73” del 2° quarto, sul -5 Phila (35-40), Korver piazza 2 triple consecutive seguite da una di Scott, 9-2 di break per il +12 (37-49) dell’intervallo lungo.

Washington Wizards – San Antonio Spurs 101-93
WAS: Pierce 13, Nene 7 (10 rimb), Gortat 7 (11 rimb), Beal 13, Wall 25, Humprhies 10, Seraphin 17
SAS: Duncan 11 (12 rimb), Splitter 10, Green 10, Parker 14, Mills 12

Italian Job: Belinelli DNP

NBA: San Antonio Spurs at Washington WizardsPer la prima volta dal 2005 i Washington Wizards battono i San Antonio Spurs guidati dal duo Wall-Seraphin; proprio il lungo francese è protagonista nel 4° periodo, a metà frazione Spurs avanti 83-85, Seraphin segna ben 5 punti consecutivi (11 su 17 finali nel 4°) dando vita ad un parziale di 16-2 per il +10 Washington (99-89) a 45” dalla fine. San Antonio ha segnato un solo canestro dal campo in 5’.

Phoenix Suns – Cleveland Cavaliers 107-100
PHX: Tucker 10, Markieff Morris 35, Len 13 (10 rimb), Dragic 18, Bledsoe 12
CLE: James 33, Smith 29, Thompson 10, Marion 6 (11 rimb)

NBA: Cleveland Cavaliers at Phoenix SunsTorna LeBron James, scrive 33 punti, J.R Smith 29 con 8 bombe a segno ma Cleveland non sa più vincere, sconfitti ancora e stavolta per mano dei Phoenix Suns; a 3’53” dalla fine del match Cavs avanti 97-97 ma andranno in black-out! Per 3’ i giocatori di Blatt non segneranno più e Phoenix piazzerà il break decisivo di 7-0 per il +6 (103-97) a 69” dalla fine. Nel finale Tucker farà 4/4 dalla lunetta per confermare il successo. Da sottolineare i 18 punti (9 a testa) di Kevin Love e Kyrie Irving.

Utah Jazz – Golden State Warriors 105-116
UTA: Hayward 17, Favors 22 (11 rimb), Kanter 13 (10 rimb), Ingles 12, Burke 15, Gobert 16 (11 rimb)
GSW: Barnes 12, Green 15, Thompson 12, Curry 27 (11 ass), Lee 10, Speights 10

Vittoria numero 30 in stagione per i Warriors che con u superbo 3° quarto hanno superato gli Utah Jazz; squadre in perfetta parità (53-53) dopo i primi 24’, poi ecco i Warriors! Il parziale del 3° periodo recita 27-44 GSW con Curry autore di 15 dei suoi 27 punti finali più il 61% dal campo della squadra.

Sacramento Kings – Dallas Mavericks 104-108 OT
SAC: Cousins 32 (16 rimb), Collison 18, Williamd 12 (10 rimb), Landry 14 (10 rimb)
DAL: Parsons 13, Nowitzki 15, Chandler 16 (17 rimb), Ellis 28 (10 ass), Rondo 21

786_1420087_500341È stato necessario un tempo supplementare ai Dallas Mavericks per battere i Kings di un DeMarcus Cousins quasi da quadrupla-doppia (32+16+9+9 perse); un DMC che la stava combinando grossa sul finire dei regolamentari, dopo il pareggio di Chandler a 33” (99-99), il lungo dei Kings perde palla e per fortuna che Ellis non ha trovato il canestro sulla sirena.
Nell’Extra-Time sarà decisivo un rimbalzo offensivo di Parsons a 25” sul +1 Mavs (103-104), da quel rimbalzo sono scaturiti i 2 liberi di Ellis per il +3 a 8”, Sacramento non riuscirà a tirare da 3 perché Dallas andrà col fallo sistematico.

Los Angeles Lakers – Miami Heat 86-78
LAL: Davis 12, Hill 12, Bryant 12
MIA: Andersen 12, Chalmers 19, Whiteside 15

Miami Heat v Los Angeles LakersKobe Bryant non poteva perdersi il duello con Dwyane Wade, durato appena 14’ perché il #3 degli Heat si è infortunato, Miami batte di misura i Lakers con mario Chalmers man of the match; Rio piazza un 4-0 nel finale di partita portando Miami sul +6 (72-78) a 33” ma non è finita, Kobe piazza la tripla del -3, Johnson stoppa Deng a 8” e Kobe ha di nuovo la palla ma stavolta la sua tripla non andrà a segno.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • 24>23

    Che schifo di partita lakers heat! wade e hill rotti e kobe e swaggy p pessimi al tiro.

  • alessia

    Un campione come kobe non può lui in primis accettare di avere questo rendimento.già detto tempo fa, se l’andazzo è questo, dovrà pensare ad un ritiro anticipato purtroppo.questo non è il vero kobe.eppure ad inizio stagione,percentuali a parte, sembrava un altro rispetto ad ora

  • anonymous

    miami che segna solo 78 punti contro una squadra che di media ne subisce 107…

    cousins ottimo ma forse ha cercato di strafare (9 perse)

    torna lebron e love smette di segnare. nella mia idea il duo james-love avrebbe dovuto funzionare meglio di irving-lebron che forse si pestano di più i piedi. in teoria un p&r ma soprattutto un pick&pop con love dovrebbe essere quasi indifendibile. invece ancora non si trovano. ok che è presto, ma pensavo che fosse una cosa più automatica un gioco a due così. un conto è costruire una difesa, cosa per cui ci possono volere mesi, un conto riuscire a coinvolgere un attaccante super come love senza snaturarlo

  • anonymous

    un paio di pillole statistiche

    migliori assistmen: 1° wall, 2° lawson, entrambi sopra i 10 assist di media. chi l’avrebbe detto? rondo e paul solo 3° e 4°; 5° un ottimo curry con più di 8 assist di media. mi sorge comunque il dubbio che rispetto al passato sia cambiato qualcosa nella valutazione di quello che è un assist

    kobe è sceso al 10° posto della classifica marcatori, con una % dal campo inferiore al 37%, roba da brividi
    nei primi 20 solo westbrook e kobe sono sotto il 45%, segno di una miglior selezione di tiri in generale. sono finiti i tempi dei vari iverson, mcgrady & co dominavano le classifiche sparacchiando. basti pensare che 10 anni fa, tra i primi 20 marcatori solo 10 avevano più del 45%

    migliori 5 difese della lega per punti subiti: portland, atlanta, houston, indiana miami
    migliori attacchi: gsw, dallas, toronto, phoenix, clippers

    curioso come le squadre più accreditate per la vittoria finale stiano nel mezzo

  • D-Matt

    che sfotuna ,quest’anno ogni partita abbiamo degli infortuni…speriamo che Wade non sia grave…

  • Mr.White

    Wade fisicamente ormai è totalmente inaffidabile.

    Kobe sta giocando in modo penoso, dovrebbe evitare queste pessime figure ; ora parlano di fermarlo…bah.

    Dmc sontuoso, ma le nove pelle perse sono troppe. Meglio 5 assist e 2 to di 9+9.

    Cleveland inizia davvero a preoccupare. Love dimostra di essere un enorme overrated, e pure irving denota limiti importanti.

    Mo Williams ieri notte era Dio. Metteva qualunque cosa. Ovviamente al fanta era contro di me…

  • Lilin

    Cleveland che ero deve di nuovo rodare i meccanismi soprattutto per l arrivo di j.r., non sarà facile considerando che quando rientrerà sei però di nuovo sconvolgerà gli equilibri.

    A questo punto il fatto è uno, se ne sbatteranno di come arriveranno ai playoff, e si concentreranno sul trovare la giusta chimica. Con il talento che hanno a est possono battere tutti…a ovest sono mazzate invece

  • Lilin

    Quando rientrerà shumpert

  • anonymous

    sinceramente non mi sento di dare grosse colpe a love per quanto riguarda la fase offensiva: la % al tiro è scesa solo di 1-2%, il vero “problema” è che fino all’anno scorso era il fulcro dell’attacco, gli schemi erano per lui e tirava 19 volte a partita.
    adesso è il 3° violino, tira 13 volte e deve reinventarsi come giocatore. la colpa, se bisogna darla a qualcuno, al massimo è del coach che non sa come sfruttarlo. se lo tieni in angolo è tanto inutile. è come se prendi gasol e gli dici di tirare da 3 (vero mike?)

    altra cosa è la fase difensiva

  • anonymous

    jr in realtà serve ben poco a questa squadra, però se tira così (10/19 dal campo con 8/14 da 3) ben venga
    certo è che se hai lebron, love e irving, non so come possa convivere un altro che tira 20 volte

  • nitrorob

    e cmq oltre ai 52p di Williams nella partita di Minnie spicca anche un’altra ottima prestazioni di Wiggins, che da un pò stà veramente giocando da 1° scelta
    se continua cosi fino alla fine avrà medie degne di una star
    non male direi come primo anno

  • fabiostoppani

    Cosa si dice ormai da quasi 30 anni? Per pensare di poter vincere, bisogna saper difendere. Io non sono del partito prima la difesa che l’attacco ma a Cleveland il problema è enorme. Ieri la continua emorragia è andata avanti fino al +20 Phoenix sul finire del 3° quarto. Fino a quando JR ha deciso che questa sarebbe stata una delle 2 gare su 10 in cui è caldo ed ha scarrellato 4 triple pesantissime consecutive nel giro di un batter d’occhio riportando sotto i suoi. Nello stesso momento Love si accomodava in panchina per godersi tutto l’ultimo quarto in compagnia del bidone Gatorade. Lebron poi a provato a completare l’opera penetrando come un coltello nel burro andando al ferro sempre nello stesso identico modo senza esser minimamente contrastato. Ma non è bastato. Con Irving relegato a paggetto che prende solo tiri difficili e una difesa imbarazzante, Phoenix è tornata su guidata da un allucinante Markieff Morris che ha continuato a fare disastri anche senza Love e la marcatura di Marion. In sostanza, Cleveland con JR acquisterà un giocatore che può fare disastri in positivo per 2 partite su 10 e in negativo nelle restanti 8. Potrebbe andare anche bene a Cleveland ma tutto dipenderà dalla gestione. Irving non può evidentemente prendersi solo il lavoro sporco, Love non può (può?) ritagliarsi un ruolo così marginale, Lebron non si ritroverà sempre il solo Len davanti. In sostanza con il nuovo assetto, di differenze sostanziali rispetto al recente ciclo, non ne ho viste con il solito 3Q in cui si prende l’imbarcata e si va sotto di 20. Poi vabbè JR decide da solo di riaprirla ma non puoi sempre contarci anzi la sua presenza sarà spesso un dazio. Poi puoi pure prender Mozgov discreto ma nulla di più e Shumpert (potenzialmente ottimo ma con tanti ma) ma in questo contesto in cui nessuno pensa a difendere anche loro saranno carne da macello (anche il russo uscito sul -20 e mai più tornato in campo).

  • fabiostoppani

    *ha provato (Cristo Santo l’italiano)

  • Michael Philips

    Non capisco la presenza di j.r. in quintetto con james, love e irving. Pure ai knicks giocava da sesto uomo, e qui che di attaccanti non ne mancano, parte fin dall’inizio?

    Ora che è tornato lebron, che è sembrato ok fisicamente le scuse inizieranno a mancare dopo ogni sconfitta.

    Nel mentre, Mo Williams mette la gara della vita.

    Rondo rimane un enigma, ma di quelli brutti eh. Ai celtics, circondato da zero stelle, mette 11 assist a sera e non segna. Ai mavs, circondato da bocche da fuoco che fa? Segna di più, prende più tiri del solito e fa meno assist….roba da psicanalisi.

  • mad-mel

    Cleveland sta rischiando seriamente la stessa figuraccia dei lakers di due anni fa con l’aggravante che sono piu giovani ma soprattutto giocano in una conference di disabili.

  • Michael Philips

    Un pò di gare super oggi oltre a quella clamorosa di mo williams:

    Cousins 32+16+9+9 palle perse. Imperatore del losing effort purtroppo.

    Al Horfod piazza una tripla doppia abbastanza sorprendente.

    Markieff Morris mette una grande prova contro i cavs e c’è un aneddoto divertente a riguardo:

    durante la gara, dopo un fallo fischiato in attacco a lebron, lui è andato a fermare blatt che stava per sbranare uno degli arbitri, e con tutti i modi che poteva usare ha scelto quello sbagliato, spintonando bruscamente blatt. Cosa che in effetti ha fatto impressione, ma né blatt nè james hanno fatto una piega a riguardo: La cosa fantastica è che quando lebron ha descritto la scena ha detto “I got called for an offensive foul, and they said I hooked one of the Morris twins on a post-up when he grabbed me,”

    – one of the Morris twins, …

    fantastico come in campo credo in pochi riescano a distinguere questi due gemelli che giusto per vivere una vita da troll si son fatti gli stessi identici tatuaggi e tengono lo stesso taglio di capelli e barba. I gemelli derrick del basket.

    Riguardo la spinta di lebron blatt ha immediatamente chiarito senza problemi “He was trying to keep me from getting a technical foul,” Blatt said.

  • Lilin

    Mp

    Anche io sorpreso dalla scelta di mettere jr in quintetto…anche la gestione di love…boh. A me sembra proprio che blatt non abbia le idee chiare.

    Il tanto osannato wilt mozgov sta soddisfando coloro che l hanno dipinto come fenomeno?

  • Michael Philips

    Mozgov ha sempre avuto la reputazione di lungo statico e un pò passivo, ma di fatto ai cavs serve un coso da piazzare in mezzo alle palle nel pitturato. Lui per questo compito ci sta bene, ma non va oltre a questo. J.r. smith è forse un pacco che si sono dovuti sorbire per avere shumpert che in difesa qualcosa fa, non fosse che è sempre rotto.

    J.r. è un grande talento, ma i suoi problemi mentali lo rendono un bidone, lo era a denver lo è quasi sempre stato ai knicis e temo lo sarà ai cavs. Tanto valeva tenere waiters(no, grazie).

    Intanto tornando alla teoria complottara che vede me e iyw come due tizi che gonfiano di hype i bulls per “giustificare” ipotetici fallimenti dei cavs, ieri su espn c’è stato un sondaggio:

    Which team will win the Eastern Conference?
    36% Bulls
    27% Hawks
    14% Cavaliers
    3% Another team
    10% Raptors
    (Total votes: 119,776)

    oh, non pensavo ci fossero così tanti tifosi di james ch votano per i bulls, cavolo migliaia di persone che mettono le mani avanti…

  • Max

    FMB correggi il risultato di Lakers contro Heat che è sbagliato 😀
    per il resto Atlanta sempre più protagonista ad est ..mentre Kobe continua a tirare malissimo ed i lakers continuano a perdere!!

  • mad-mel

    Io prima dei Bulls vedo davanti i Raptors e Atlanta allo stesso livello.
    I cavs sono quelli nettamente con piu talento, certo se non si svegliano e non fanno progressi…cazzi loro.

  • Michael Philips

    Mad-mel

    i cavs di talento ne avrebbero, anche solo compresso in 3 giocatori e mezzo, ma facendo una citazione “coltissima” di un celebre spot pirelli di fine 90’s con Ronaldo(l’originale) ti dico che:
    la potenza è nulla senza controllo.

    LOL

  • Tommy23285

    Leggo sempre i vostri commenti con interesse ma davvero non vi capisco.. Maggior parte dei commenti ogni gg sui cavs che finora sono penosi e Kobe.. Ma accorgersi ogni tanto di una super golden state e di curry nettamente mvp a metà stagione no???? Ormai Kobe LBJ etc sono il passato le nuove star sono curry Davis demarcus kd RW etc..

  • Alessio

    Michael Philips: io non definirei proprio Cousins imperatore del losing effort.
    E’ vero che hanno sbagliato sul +10 a dare sempre e solo la palla a lui, azzerando l’attacco però la partita è girata sulla clamorosa simulazione di Chandler a 20 secondi dalla fine che è costata palla persa e sesto fallo a Cousins.
    A me non sembra per niente strano che Rondo segni di più e faccia meno assist. Primo perché tiene molto meno la palla rispetto a quando giocava nei celtics (e questo è ovvio che finisce con l’influire sugli assist), secondo perché proprio perché i giocatori dei mavs sono più pericolosi viene molto più sfidato al tiro. Nella partita di stanotte ho contato almeno 3 volte in cui il diretto difensore gli dà praticamente le spalle quando è dietro la linea dei tre punti (della serie: se vuoi tirare accomodati)…