James batte Bryant, Houston demolisce i Thunder!

A Londra Milwaukee ridicolizza NY in 5′, ad Harden e i Rocket bastano i primi 12′ per archiviare i Thunder mentre a L.A grande spettacolo tra Kobe e Lebron con l’ultimo a trionfare

Milwaukee Bucks – New York Knicks 95-79
MIL: Antetokounmpo 16, Pachulia 11 (14 rimb), Knight 20, Middleton 14, Mayo 22
NYK: Anthony 25, Calderon 11, Hardaway Jr. 10, Wear 13

Italian Job: Bargnani DNP

B7a6ddsCYAApy2Y.png-largeAlla O2 Arena di Londra ennesima figuraccia dei New York Knicks che, malgrado il ritorno di Carmelo Anthony (25 punti), perde malamente contro i Milwaukee Bucks; primi 5’ da incubo con Milwaukee avanti 14-0, NY sembra tornare in partita con qualche fiammata di Melo ma dopo i primi 12’ il parziale recita 31-13 Bucks…e ad inizio 2° quarto il vantaggio toccherà anche il +23 (38-15), il 1° tempo finirà 56-37 con O.J Mayo a quota 16 punti per la gioia dei fan inglesi che anche quest’anno hanno dovuto assistere ad uno spettacolo indegno.

Houston Rockets – Oklahoma City Thunder 112-101
HOU: Ariza 17, Motiejunas 14, Howard 13, Harden 31 (10 ass), Beverley 13, Smith 13
OKC: Durant 24 (10 rimb), Ibaka 13, Westbrook 16, Waiters 16, Jackson 16

786_1421559_295042Gli Houston Rockets di James Harden (31+9+10) battono gli Oklahoma City Thunder (che nelle prossime ore aspetteranno l’arrivo di Brook Lopez) grazie ad un super 1° quarto; Harden realizza 15 dei suoi 31 nei primi 12’ con Houston che lascia OKC appena 18 punti col 33% dal campo rifilandole ben 40 punti (40-18)! Gli ospiti inseguiranno per il resto della partita arrivando massimo sul -10.

Los Angeles Lakers – Cleveland Cavaliers 102-109
LAL: Hill 20, Bryant 19 (17 ass), Young 14
CLE: James 36, Love 17, Mozgov 4 (10 rimb), Smith 14, Irving 22, Thompson 5 (11 rimb)

Cleveland Cavaliers v Los Angeles LakersI Cleveland Cavaliers tornano a vincere e lo fanno a casa di Kobe Bryant (19+17 assist) grazie ai 36 punti di LeBron James; partita equilibrata con i giallo-viola sul -1 (75-76) a 58” dalla fine del 3° quarto e li la partita cambia! A cavallo del 3° e 4° quarto Cleveland piazza un break di 13-3 con 3 triple firmate James, Love e Dellavedova per il +11 (78-89) dopo appena 2’ di gioco.
L.A arriverà massimo sul -4 (99-103) a 43” ma un layup di LeBron chiuderà i giochi.

DATOME

Austin Spurs – Gran Rapids Drive 87-102
AUS: Simmons 18, Davis 4 (10 rimb), Green 22 (15 rimb), Johnson 14, Cotton 16, Eddie 11
GRV: Thomas 13, Reed 14 (12 rimb), Thabeet 10, Brown 18, Datome 15, Fields 10

Esordio vincente per Gigi Datome con i Grand Rapids che battono i trasferta gli Austin Spurs; per l’italiano 15 punti, 5/11 dal campo in 27’. Da sottolineare, tristemente, lo scandaloso livello di gioco…

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Tommy23285

    @gasp finalmente qualcuno che mi capisce. Non mi piace un blog dove unici commenti sono su Kobe Jordan LBJ. Sveglia oggi primi gsw e un super curry. Vedasi numeri e prestazioni super sia al tiro che in regia.

  • Michael Philips

    Ma tu guarda, uno non può assentarsi che mr.charles bronson, il giustiziere della tastiera, si mette a fare il fenomeno!

    Hai fatto correre le dita sulla tastiera aggirando quello che io ho detto.

    Io ho parlato del lebron tra i 19-20 anni e quello dei 20-21 che mise rispettivamente 27+7+7 e 31+7+6, ovvero il periodo in cui kobe metteva tra i 15 e i 22pts a serata.

    Faticare a cercare tutte le gare in cui mancava shaq è stato uno sforzo vano perché parlavo di questi periodo, e comunque hai scoperto che kobe metteva 30pts a serata, una scoperta clamorosa non fosse che nel 2001-02 comunque ne metteva 28.5 e due anni dopo 30, con shaq in squadra. Che senza shaq ne avrebbe segnato il doppio per caso? E comunque mi prendi poche gare per dimostrare che in base a quel misero campione di gare kobe avrebbe quindi potuto reggere quei ritmi per stagione dopo stagione?

    Bene, allora io dico che siccome lebron ha 49 triple dippie in carriera, questo(secondo il tuo brillante ragionamento)dimostra che james se avesse voluto avrebbe potuto mettere una tripla doppia a gara…….cazzo meno male che l’ignorante sono io.

    le stats a 360 gradi non sai cosa siano, già che hai citato ciò che fa comodo ai kobe lovers e le cose negative di lebron.

    Forse davvero bisogna chiarire cosa voglia dire miglior realizzatore, perché qui pare una cosa soggettiva: allora, non potendo fare un disegnino, diciamo che shaq ha in carriera 23.7 pts a partita e sperando di non essere preso a pesci in faccia, questo fa di lui un miglior realizzatore rispetto a tim duncan che in carriera ha 19.7.

    Ora non capisco dove sia la falla del ragionamento, che poi non è diffile, e qui nessuno parla di capacità, di opzioni offensive o di stile, ma qui si parla di uno che in carriera ha segnato più di un altro. E non ci sono cazzi.

    Chiaro e semplice, ma immagino che se l’esempio in questione è james vs kobe, la cosa possa infastidire il cuore dei teneroni del blog e dei troll della domenica, che puntualmente spuntano fuori come un bubbone, usando nick mai visti prima, sempre e solo quando si parla di lebron fucking james vs kobe fucking bryant.

    Buona notte.

  • drew

    sei più ignorante di quanto pensassi,ma davvero.
    punto primo lebron mise quel 27-7-7 che citi tu nella stagione 2004/05 che per età equivale a quella 1999/00 di bryant,la stessa che ho preso in considerazione nel triennio dei tre titoli.
    punto secondo il ragionamento che fai te delle triple doppie di lebron è quanto di più stupido si possa fare in questo caso specifico.
    io ho preso un campione di 21 gare in cui bryant giocò tra i 20 e i 22 anni senza shaq,questo per farsi una minima idea del potenziale realizzativo che aveva bryant all’epoca se non avesse avuto un giocatore che limitasse quel potenziale.
    quindi la storia delle triple doppie di lebron dove salta fuori?
    e soprattutto che senso ha in questo ragionamento?

    poi a conferma della tua ignoranza continui a buttarla sulla mera questione dei numeri.
    iverson in carriera ha una media realizzativa superiore a quella di bryant,anche lui stando ai tuoi orgasmi numerici dev’essere considerato un realizzatore superiore?

    stai proprio fuso di testa.

  • Michael Philips

    ah rieccoti charles…

    sì, guarda grazie per l’esempio perché davvero non sapevo più che scrivere.

    Sì iverson ha segnato più di kobe e le sue medie sono pure crollate a causa delle ultime stagioni altrimenti avrebbe avuto la terza miglior media punti della storia nba. Ha vinto 4 scoring title(che come vedrai non sono cosa soggettiva) e nei playoffs ne ha praticamente 30 di media.

    Non sto parlando di efficacia stile, numero di vittorie, di game winner di titoli, parlo di chi ha segnato più punti di un altro. Iverson tirava con brutte %, era egoista(pur mettendo anche più di 7 assist a gara) e non ha vinto una ceppa di nulla, ha avuto picchi di rendimento inferiori a kobe(kobe 35.4 iverson 33 lo stesso anno) ma iverson è stato meno forte di kobe, non difendeva, tutto quello che voi, puzzava pure(non si lavava prima delle partite volutamente) ma mediamente segnava più di kobe.

    Scommetto che per i rimbalzi nessuno aprirà bocca, se dico che howard è stato un miglior rimbalzista rispetto a shaquille o’neal. O pure qui entra in ballo la tecnica con cui uno prende i rimbalzi?

    vai a nanna bronson, hai smanettato abbastanza.

  • drew

    andrò a nanna.
    intanto continua tu a smanettarti con i numeri,forse in tuo onore questo sport verrà ribattezzato in pallaainumeri.
    siccome è ancora pallacanestro per il momento resti l’ignoranza fatta persona,incredible.

    buonanotte e sogni d’algebra.