Wizards e Clips grandi vittorie esterne, ok Davis!

Pierce guida Washigton a Chicago, Ginobili gli Spurs a Charlotte e Davis i Pelicans a Detroit, colpo Clippers a Portland, tutto facile per Toronto, Golden State ed Atlanta.

Charlotte Hornets – San Antonio Spurs 93-98
CHA: Biyombo 12 (15 rimb), Zeller 8 (10 rimb), Henderson 11, Walker 28, Hairston 11
SAS: Duncan 14 (10 rimb), Green 18, Parker 10, Ginobili 27

Italian Job: Belinelli DNP

Torna Lance Stephenson nelle fila dei Charlotte Hornets che però non hanno potuto niente contro gli Spurs di un ispirato Manu Ginobili; a 4’34” dalla conclusione Kemba Walker porta sul -1 i suoi (84-85) ma l’argentino gli risponde con un personale break di 5-0 più un assist per Splitter, +8 San Antonio (85-93) a 2’ dalla fine titoli di coda.

Orlando Magic – Houston Rockets 120-113
ORL: Frye 15, Vuecvic 25 (12 rimb), Oladipo 32, Payton 15
HOU: Ariza 15, Motiejunas 12, Howard 23, Harden 26 (10 ass), Beverley 17, Smith 5 (10 rimb)

Houston Rockets v Orlando MagicVictor Oladipo ne piazza 32 e guida i Magic al successo contro gli Houston Rockets; texani avanti 104-107 a 2’42” dal termine, Elfrid Payton si scatena realizzando 4 punti consecutivi che danno vita ad un parziale di 12-2 chiuso da una schiacciata di Oladipo per il +7 (116-109) 37”.

Brooklyn Nets – Memphis Grizzlies 92-103
BKN: Plumlee 15, Lopez 11, Bogdanovic 11, Jack 10, Morris 11, Teletovic 12
MEM: Allen 13, Randolph 20 (14 rimb), Gasol 18, Lee 18, Green 10

Nessun problema per i Memphis Grizzlies in quel di Brooklyn con Zach Randolph da 20+14; match a senso unico con gli ospiti sempre al comando, i Nets riescono ad arrivare sul -7 /57-54) ma subiranno un break di 12-2 che li farà sprofondare sul -17 (49-66) a metà del 3° periodo.

Detroit Pistons – New Orleans Pelicans 94-105
DET: Monroe 16, Jennings 19, Meeks 11, Augustin 13
NOP: Davis 27 (10 rimb), Asik 8 (13 rimb), Gordon 12, Evans 18, Anderson 17

201501142127772565573Anthony Davis dice 27+10 e doma i lunghi di Detroit guidando i Pelicans al successo esterno; partita segnata da un ottimo primo tempo degli ospiti chiuso sul 36-58 con 4 giocatori in doppia-cifra, 57% dal campo e 24 rimbalzi contro i soli 10 dei padroni di casa.

Toronto Raptors – Philadelphia 76ers 100-84
TOR: A.Johnson 10 (16 rimb), Valanciunas 12, DeRozan 20, Lowry 18, Williams 19
PHI: Noel 12, McDaniels 10, Carter-Williams 29

Nessun problema per Kyle Lowry e i suoi Raptors contro 76ers nel giorno del rientro di DeMar DeRozan (20 punti); dopo il 34-19 con cui i Raptors hanno cominciato, Phila ha risposto tornando in scia ma sempre distante 3 possessi, ad uccidere il match un gioco da 4 punti firmato Lou Williams ad inizio 4° periodo per il +14 (75-61).

Chicago Bulls – Washington Wizards 99-105
CHI: Gasol 13, Butler 13, Rose 32, Gibson 12, Mirotic 12
WAS: Pierce 22, Nene 13, Gortat 11, Beal 17, Wall 21

786_1420913_785442Derrick Rose firma il suo season-high (32 punti) ma i Bulls perdono la seconda partita consecutiva, stavolta per mano di Paul Pierce e dei suoi Washington Wizards; le squadre vanno al riposo lungo sul 50-44 Bulls con Rose autore di 20 punti, nel 3° quarto però la musica cambia! Pierce e Gortat combinano per 21 punti, Chicago tira col 36% dal campo e la frazione reciterà 19-32 Washington! Nell’ultimo quarto invece salirà in cattedra John Wall che realizza 10 dei suoi 21 spegnendo le speranze dei padroni di casa.

Boston Celtics – Atlanta Hawks 91-105
BOS: Sullinger 14, Bradòey 17, Thornton 10, Olynyk 12
ATL: Carroll 22, Millsap 18 (10 rimb), Teague 22, Scott 11

Sono 10 le vittorie consecutive per gli Atlanta Hawks, vincenti a Boston col solito Jeff Teague protagonista; 2° quarto mostruoso degli Hawks, 63% dal campo (12/19), 21-33 il parziale per il +12 (45-57) all’intervallo lungo. Boston proverà a rimontare ma Atlanta non verrà mai impensierità sul serio.

Denver Nuggets – Dallas Mavericks 114-107
DEN: Chandler 15 (10 rimb), Faried 22 (14 rimb), Afflalo 12, Lawson 29 (12 ass), Hickson 13
DAL: Jefferson 16, Parsons 13, Felton 10, Harris 12, Villanueva 11, Aminu 10, Barea 17

Italian Job: Gallinari DNP

Dallas mette a riposo Nowitzki, Chandler e Rondo e cade al Pepsi Center di Denver contro i Nuggets; ad inizio 3° quarto Parsons tiene invita i suoi con la bomba dal -6 (61-55), Denver risponderà con 13 punti consecutivi volando sul +19 (74-55)!

Golden State Warriors – Miami Heat 104-89
GSW: Thompson 19, Curry 32
MIA: Deng 19, Bosh 26, Whiteside 10 (12 rimb), Napier 10

Golden State piega Miami (senza Wade) con i 32 punti (7/10 da 3) di Stephen Curry per l’8^ vittoria consecutiva; padroni di casa scatenati nel primo tempo tanto da toccare anche il +19 (55-36), si andrà al riposo lungo sul 55-38 Warriors con Curry autore di 15 dei suoi 32 finali, Miami non rientrerà più in patita.

Portland Trail Blazers – Los Angeles Clippers 94-100
POR: Aldridge 37 (12 rimb), Kaman 15 (11 rimb), Lillard 15, Leonard 11 (10 rimb)
LAC: Barnes 10, Griffin 18, Jordan 17 (18 rimb), Paul 23 (10 ass), Crawford 25

Los Angeles Clippers v Portland Trail BlazersGran vittoria in trasferta per i Clippers guidati dalle doppie-doppia di DeAndre Jordan e Chris Paul sul campo dei Portland Trail Blazers; momento chiave a 1’43” dalla fine, Aldridge accorcia sul -3 (91-94), Crawfrod sbaglia e sul ribaltamento Matthews ha la chance per portare i suoi sul -1 ma Jordan lo stoppa! Dalal stoppata arriveranno poi i 2 liberi di CP3 per il +5 (91-96) a 76” dal termine. Paul farà 6/6 dalla lunetta nel finale assicurano la vittoria ai suoi.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • hanamichi sakuragi

    riflettevo che tra i vecchi l’unico che sta giocando bene bene e PP.

  • nitrorob

    oh cmq Oladipo nelle ultime 2 partite stà spaccando è? infatti Orlando ha vinto contro squadre importanti
    certo si fosse svegliato prima Orlando non sarebbe cosi indietro
    anche perchè di gente interessante ne hanno (tipo Vucevic)

  • low profile

    HS

    ….cough cough…Timmy Duncan….cough cough

    PP è ancora un signor giocatore ma a WSH si può permettere il lusso di seguire Wall Beal Gortat ecc e fare la differenza solo quando la sua classe ed esperianza lo richiede, quest’anno Duncan senza Leonard e Parker sta ancora facendo da corner stone. E infatti le cose non vanno molto bene ma lui a 38 sta tenendo in piedi tutto il baraccone

  • hanamichi sakuragi

    num me so dimenticato duncan, non lo inserito in quanto mi risulta che PP giochi tutte le partite… se sbaglio chiedo venia

  • michele

    Hawks impressionanti per come giocano di squadra, davvero un piacere vederli.

    low profile, ti immagini una finale spurs-atlanta? è la volta che flavione muore in diretta eheheheh

    altra sconfitta per la corazzata bulls..ripeto, se fossero davvero così superiori non dovrebbero aver problemi a essere quantomeno alla pari degli Hawks. qualche problemino ce l’hanno anche loro, EC molto aperta per me.

  • Michael Philips

    occhio hanamichi sakuragi, non dimenticarti il caraibico altrimenti qui ti piazzano un casino che manco ti immagini.

    E scherzi a parte Duncan viste alcune assenze degli spurs, tra tutte leonard, lo stanno spremendo già molto considerando che siamo ancora in piena regular season. Lui comunque i 38anni li sente a fasi alterne, comunque riesce a giocare da fermo sia in attacco che in difesa e funziona uguale.

    Ieri Ginobili 27pts in una ventina di minuti, così per gradire. Uncle drew who? La pepsi dovrebbe mollare irving e love per i suoi spot e usare tim e ginobili, almeno risparmierebbero anche con il trucco.

    “qualche problemino ce l’hanno anche loro”
    michele, nessuno ha detto che non hanno problemi, dai. Rimangono una contender, il team più forte nella eastern e non vedo l’ora di vederli contro hawks o raptors nei playoffs. I wizards sono già più seri come avversari, ma per me saranno i cavs(se tutto va come deve andare) a faticare nei playoffs per arrivare alla agognata finale di conference.

    La difesa di chicago non è più quella dei due anni senza rose, perché senza il n.1, l’unica speranza per loro era di difendere per 48 min a sera, sperando di vincere pur con un attacco mediocre.

    Oggi si ritrovano contemporaneamente un rose da 18pts un gasol idem e un butler da 21. Chiaro che la difesa tenderà a calare e questi tante gare le hanno vinte con l’attacco e non giocando a chi segna di meno.

    Ripeto, Rose grazie a gasol e butler ha il lusso di giocare una stagione intera in fase di rodaggio, ogni gara brutta la si maschera o dalle prestazioni dei compagni o con il fatto di essere ancora in rodaggio appunto, e ogni guizzo viene amplificato. Le basi per arrivare ai playoffs al 100% e rischiare il tutto per tutto solo in quelle gare c’è eccome.

    Per il resto il duo oladipo(wade 2.0) e Vucevic(Shaqkreem Abdul-Chamberwalton 2.0)colpisce ancora e orlando dimostra di aver messo su un nucleo giovane di grande talento. Serve qualche giocatore di esperienza per far crescere le nuove potenziali stelle e questi sono pronti a ripartire.

    memphis riprende a vincere bene con il ritorno di zach, e te credo, a memphis attaccano in 3 e se ne togli uno, questi soffrono all’istante, come accadde l’anno scorso quando mancò marc gasol.

    Hawks da non credere, come dire il coach quando è bravo ti fa rigar dritto anche i massaggiatori.
    Li vedi messi male nei playoffs comunque, quando gli mancherà il tizio che almeno ogni sera guida l’attacco e garantisce qualche ottima prestazione offensiva “salva-culo”. Loro non ne hanno e non hanno il talento e l’esperienza degli spurs, che pur senza un 20ntellista cronico(porker non lo era l’anno scorso) hanno spaccato il culo a tutti.

  • mad-mel

    @mp ma vuoi capire che Rose e’ qst? Macchè rodaggio, macchè il 100 per cento a maggio.
    Sognatevelo il Rose modalità mvp.
    Al massimo potrai vedere qualche exploit, in singole partite.

    Non mi viene in mente nessun campione dello sport tornare nel suo prime dopo continui infortuni alle ginocchia.

  • I playoff ad est alla fine dovrebbero essere combattuti quanto quelli dell’ovest a causa del livellamento verso il basso che c’è. Adesso non vedo un team che possa piallare tutti come gli Heat degli scorsi anni: i Bulls hanno il roster più lungo e completo, i Cavs sulla carta quello più “forte” e talentuoso, Hawks che vanno a mille, Wizards che hanno comunque Wall e una buona squadra dietro che difende anche e i Raptors che quando dovesse tornare Derozan avrebbero una bocca da fuoco in più. Inoltre non saprei decifrare Miami se dovesse arrivarci e i Bucks non li vedo battere 4 volte una delle squadre sopraelencate, però hanno comunque un buon nucleo.

  • Michael Philips

    Mad-mel

    rose ha saltato diverse gare per riposarsi, di fatto non gioca a pieno ritmo da 2 anni e ha tutto il tempo per riprendere a giocare per bene. Non dico tornerà come nel 2011, ma dubito fortemente che il rose dei playoffs sarà lo stesso che vediamo in rs. I bulls è dal 2011 che non riescono a giocare i playoffs al completo e già che ora rose è tornato, col cazzo che lo fanno forzare in rs.

    Quello che mi ha deluso di lui è che non ha messo su un tiro mortifero nonostante la lunga assenza, ma forse alcuni giocatori devono essere a loro agio per far funzionare la loro meccanica di tiro, ricordando che rose non è mai stato un cecchino.

    E comunque io lo dico ora e potrete smentirmi in tal caso a maggio, ma durante i playoffs credo proprio che Rose giocherà con ben altro piglio, prendendosi più “rischi” e giocando più libero, anche mentalmente, perché va ricordato che questo già oggi salta e si muove meglio rispetto a novembre, si prende più penetrazioni al ferro, più contatti, quindi piano piano riprende fiducia nei propri mezzi.

    Insomma, vedremo.

    Una curiosità: derrick pare aver preso sul personale alcune sfide con i principali playmaker della lega, considerato che fino a qui le migliori gare le ha messo contro wall, lillard, lowry, rondo e irving. Attendo la sfida con paul e la seconda con curry(dopo aver toppato la prima)

  • Lilin

    Orlando è una ottima squadra e ricordo che Tobias harris non c eran, e quest anno sta passando sottotraccia ma sta facendo una ottima stagione….e payton che in cabina di regia non sta dispiacendo.

    Tra l altro non so se mi sbaglio ma l anno scorso avevano nicHolson e harkles che stavano facendo bene ma quest anno non stanno rendendo e a.gordon infortunato

  • Bj Elder

    Rob

    Oladipo non è che si è svegliato adesso a inizio stagione era infortunato e ora sembra aver ripreso a inizio regime, mi piace da matti come giocatore. Quest’anno sembra tutto più aperto ed equilibrato anche ai play off, bene così….

  • Bj Elder

    *a pieno regime ovviamente

  • low profile

    HS

    solo due partite in più per PP ma 5′ in meno a partita. Sta giocando di più TD e lo sta facendo da leader, mi dispiace ma è quasi un no contest

    Michele

    Flavione non credo, ad est vorrebbe vederne altri in finale…io si… godo per il gioco di Atlanta sin dall’anno scorso e mi piacerebbe molto vederli vincere ma sappiamo entrabi che non succederà e la cosa peggiore è che tra le 2 dovesse continuare a giocare il fratello scemo di Parker è Atlanta quella con le chances maggiori!

    Comunque si, anche se da una parte si punta al cielo e dall’altra si fa fatica a non affogare entrambe le conferences sono aperte più o meno a tutti e considerato che dopo i botti dei primi turni l’anno scorso hanno regnato le gerarchie prestabilite ci vorrebbe proprio un’intera post season all’insegna dell’incertezza

  • nitrorob

    Bj Elder, bè dai ultimamente stà veramente spaccando
    un pò gli ci è voluto ma meglio tardi che mai, in questi primi mesi è rimasto un pò in ombra (cosi come la squadra)
    e cmq non è una critica visto che anche a me piace un sacco

  • hanamichi sakuragi

    LP che dire… allora hai ragione tu… correggo: TD e PP sono gli unici vecchieti che in questo momento onorano le carriere passate.

  • Michael Philips

    Comunque riguardo la lotta tra le cenerentole della eastern, ovvero hawks e raptors va detto che per me toronto ha quel giocatore che manca ad atlanta, uno realizzatore puro che può avere exploit in gara singola e sopratutto ti può fare il ventello ogni gara, e sto parlando di derozan.

    Nei playoffs credo che atlanta pagherà l’assenza di un closer o come detto di un vero realizzatore mentre nei raptors ne conto anche lowry, giocatore maturato molto quest’anno e capace di prestazioni ottime in gara singola.

  • michele

    in effetti atlanta non ha un singolo closer, si è visto l’anno scorso quando gli è mancato il giocatore che desse il colpo di grazia ai pacers. Indubbiamente non saranno i favoriti, anche se avranno probabilmente il fattore campo in tutti i po est.

    pero’ ha tanti giocatori che quest’anno sembrano saliti di livello, su tutti Teague. Vedremo!

  • TractorTraylor

    Atlanta per fare strada nei playoff ha bisogno che Al Halford faccia il salto di qualità, è dura perchè nn è mai stato un vero e propio go to guy, ma è probabilmente l’unico del roster con il potenziale per esserlo anche in giugno. Toronto non avrei detto, ma guardavo le statistiche e hanno 9 giocatori con 8+ punti a partita, veramente un sacco di opzioni, vedremo se ai playoff la musica cambierà. Quello con più cojones però mi sembra Lowry

  • Beh se stanno tutti bene Teague Millsap e Horford sono duri da battere, contando anche il sistema che hanno dietro; è anche vero che manca il classico leader offensivo e questo ai Playoff è quasi sempre meglio avercelo.

  • mad-mel

    Teague sara’ il closer di Atlanta. Altro play sottovalutato nella lega come quello di memphis.