Prokhorov astuto, Brooklyn adesso vale 2 miliardi!

Il magnate russo dopo neanche 2 anni ha deciso che venderà la franchigia e sarà un vero affare, infatti la valutazione attuale dei Nets supera il miliardo…e NY pullula di acquirenti.

ProkhorovNel 2010 Mikhail Prokhorov divenne il primo straniero a diventare proprietario di una franchigia NBA, l’amico di Vladimir Putin infatti si comprò per soli $200 milioni gli allora New Jersey Nets, 80% della franchigia più il 45% del Barclays Center promettendo grandi risultati.

Nel suo primo anno a Brooklyn Prokhorov perse $144 milioni in Luxury Tax con la franchigia che tutto sommato non sfigurò uscendo al 2° turno dei Playoffs per mano dei Miami Heat (4-1), quest’anno la squadra non sta giocando molto bene tanto che il GM Billy King ha iniziato la fase dello smantellamento cercando di liberasi dei contratti pesanti (Lopez-Johnson-Willism), intanto il russo ha deciso di mettere in vendita la franchigia.

Prokhorov ha messo nelle mani della Evercore Partners (EVR) le pratiche della vendita dei Nets, ad oggi nulla è imminente ma il profitto è qualcosa di sensazionale; ad oggi Forbes valuta i Nets una franchigia da $780 milioni MA, se si vanno a valutare come furono valutati i Los Angeles Clippers durante il passaggio di proprietà Sterling-Ballmer, la stima è intorno a $2,7 miliardi!!!

Nella tabella qui sotto si possono vedere la valutazioni di tutte le franchigia in base a Forbes e in base alla scala utilizzata per i Clippers che, secondo la rivista valevano $580 milioni furono venduti per $ 2 miliardi!

E chi se li compra?

Qui il problema NON sorge perché siamo nella Grande Mela, stando Tom DiChristopher del “The Real Deal” New York City è al città con la più alta percentuale di miliardari nel mondo; 103 su 571 presenti negli Stati Uniti, acquisire una franchigia NBA porta sempre profitti molto interessanti quindi sul futuro dei Nets non c’è da preoccuparsi.

Mikhail_Prokhorov_Is_Going_To-1f404071f6378c8fbb73d30e4d3cb01a

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Rino

    E chi se li compra?
    questo è il problema, devono buttare giù tutto e ricostruire, con il draft? ovviamente no, non hanno una prima scelta fino al 2018, chi deciderà di acquistarli dovra essere consapevole del fatto che per 4-5 anni non potrà fare niente

  • nitrorob

    se i prezzi sono quelli di Forbes quasi quasi mi compro i Thunder (sempre se me li vendono a rate), cosi a tempo perso faccio anche il GM
    e vediamo se riesco a fare meglio di Presti ahahahah

  • Io quasi quasi un pensierino ai Nets…però odio troppo la città di NY, Philadelphia già mi stuzzica di più, peggio dell’attuale proprietà è difficile!

  • nitrorob

    si ma se ti compri Phila fai la parte del poveraccio, voglio dire, uno come te è più dal miliardo in su
    fossi in te per meno neanche mi muoverei
    a meno che non te ne vuoi prendere 2!!

  • Infatti, io la prendo e la faccio salire oltre NY e L.A!

  • Giasone

    io ne comprerei una solo per trasferirla a Tijuana e per regalare una gioia ai mexicanos. nessun riferimento alla mala nel nome ovviamente, sarebbero i tijuana sombreros.

  • gasp

    Speculazione, speculazione ovunque

    Ovviamente non li venderà a 2 miliardi, ma un miliardo o poco più si… Prokhorov si è stancato del giocattolo, ha fatto i suoi conti e ha visto che era un buon momento per vendere (sborsando praticamente niente)

  • maurizio74

    E invece dovrebbe purgarla sto russo di m…a ha fatto dei buchi incredibili , assemblato squadre di merda , svendute scelte , ed ora rischia pure di uscirne con una plus , ma non scherziamo , qui serve la pazienza di giove , non hanno asset per riprendere quota , spero che nessuno si faccia avanti per un paio di anni !