Gervin su Thompson: “Non mi ha superato”

La leggenda ex Spurs ha parlato recentemente del suo record di punti in un quarto battuto dall’esterno dei Warriors sabato scorso ma lui non si è sentito battuto, spiegando il perché.

Gervin-ThompsonIl 9 aprile 1978, nell’ultima partita della stagione regolare 1977/78 George Gervin dei San Antonio Spurs era in lotta per il titolo di top-scorer della Lega con David Thompson dei Denver Nuggets, Thompson ne sparò 73 e poche ore dopo a New Orleans toccava ad “Ice Man“.

A Gervin servivano minimo 58 punti per assicurarsi il titolo, lui chiuse con 63 punti con 33 di questi realizzati nel 2° quarto della partita stabilendo un nuovo record NBA; record prima eguagliato da Carmelo Anthony (30 anni) nel dicembre 2008 realizzandone 33 nel 3° quarto quando ancora giocava nei Denver Nuggets e poi superato sabato scorso da Klay Thompson (24 anni) con 37 in un 3° quarto da 100% dal campo.

Recentemente “Ice Man” è stato intervistato proprio in merito al perdita di questo primato, ma lui ha avuto una risposta interessante:

La prima cosa che ho detto quando ho visto quello che ha fatto è stata “Wooooooow! Impressionante!” ma poi mi ho pensato che mi sarebbe piaciuto vederlo realizzare 33 o 37 punti in un quarto…senza tiro da 3 punti! Non mi sento (intanto ride, ndr) battuto, penso che lui abbia stabilito un nuovo record per questa nuova NBA.

Durante l’intervista radiofonica Gervin ha continuato a ridere facendo poi un paragone:

Pensateci, è come se corressimo una gara sulle 100 yards dove tutti (riferito ai giocatori nati col tito da 3 punti, ndr) partirebbero dalle 50 mentre io dalla prima…”

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B