Sorpresa Jazz con GSW, Hawks e Cavaliers volano!

Atlanta piega anche Portland per la 18^ consecutiva, Golden State annichilita ad Utah, Cleveland sono 9 di fila, bene Pelicans senza Davis, Toronto la scampa a Brooklyn, Bulls K.O!

Philadelphia 76ers – Minnesota Timberwolves 103-94
PHI: Covington 14, Mbah a Moute 18, Noel 14, Carter-Williams 17 (10 rimb, 10 ass), McDaniels 11
MIN: Young 10, Dieng 14 (10 rimb), Pekovic 18, Wiggins 15, Martin 19

Philadelhia centra la 10^ vittoria stagionale battendo i T-Wolves grazie alla tripla-doppia di Michael Carter-Williams (17+10+10); a 4’22” dalla fine Minnesota si fa sotto arrivando sul -4 (94-90) ma andrà in blackout offensivo per 3’21”, Philly ne approfitterà realizzando 5 punti per il +9 (99-90) che sancirà la fine del match con 62” da giocare.

Atlanta Hawks – Portland Trail Blazers 105-99
ATL: Millsap 21, Horford 17, Korver 16, Teague 13, Bazemore 12
POR: Aldrodge 37 (11 rimb), Matthews 16, Lillard 13 (11 ass)

Portland Trail Blazers v Atlanta HawksDamian Lillard sfoga nella maniera sbagliata la sua frustrazione per la snobbatura all’All Star Game, tira 6/20 dal campo e Portland cede a casa degli scatenati Atlanta Hawks, 18^ consecutiva; finale tirato con i falchi che tremano 2 volte sul +4 (103-99) a 58” dalla fine Batum sbaglia la tripla del possibile -1, Horford perde palla a 17” ma anche Matthews sbaglierà la bomba dell’ennesimo possibile -1, si andrà a palla contesa tra Lillard e Millsap vinta dall’ala forte. Korver chiuderà dalla lunetta.

Boston Celtics – Houston Rockets 87-93
BOS: Bass 17, Bradley 10, Zeller 7 (11 rimb), Thornton 17, Prince 13
HOU: Motiejunas 26 (12 rimb), Harden 14, Smith 15 (10 rimb), Brewer 10

James Harden tira 4/21 dal campo ma Houston vince ancora trascinata da Donatas Motiejunas (26+12), sconfitti i Celtics; anche Houston trema nel finale, sul +3 (81-84) a 2’ dal termine Beverley sbaglia la tripla del K.O e per sua fortuna anche Sullinger sbaglia quella del pareggio e sul capovolgimento alley-oop Harde-to-Motiejunas per il +5 a 1’43”. Negli ultimi 51” i Rockets tireranno 7/8 dalla lunetta assicurandosi la vittoria.

Brooklyn Nets – Toronto Raptors 122-127 OT
BKN: Johnson 17, Plumlee 12, Jack 35 (13 ass), Lopez 35 (12 rimb), Bogdanovic 11
TOR: DeRozan 26, Johnson 24, Valanciunas 14 (11 rimb), Lowry 10, Patterson 12, Williams 25

Toronto si fa rimontare dal +17 ma riesce comunque a scamparla all’overtime sul campo dei Nets, vane le doppie-doppie di Jack e Lopez; Brooklyn dal -17 arriva a 22” dalla fine avanti di 2 dopo l’1/2 dalla lunetta di Lopez (113-111) ma Johnson schiaccerà per il pareggio e sulla sirena Joe Johnson sbaglierà il tiro della vittoria.
Nell’extra-time battaglia fino a 56” sul 122-122 poi Toronto piazzerà un 5-0 finale per vincere la partita.

Cleveland Cavaliers – Sacramento Kings 101-90
CLE: James 19, Love 23 (10 rimb), Smith 16, Irving 21
SAC: Gay 20, Cousins 21 (13 rmb), Collison 11, Casspi 15

Sacramento Kings v Cleveland CavaliersTorna LeBron James e Cleveland continua a volare, 9° successo consecutivo con Kevin Love da 23+10; i Cavs dominano la partita nei primi 3 quarti entrano nell’ultimo avanti 86-65 con Love da 23 punti, 19 assist e 10 triple a segno col 50% dal campo.

New Orleans Pelicans – Los Angeles Clippers 108-103
NOP: Anderson 24, Cunninghma 8 (12 rimb), Gordon 28, Evans 11 (12 ass), Ajinca 17
LAC: Griffin 19, Jordan 12 (15 rimb), Redick 12, Paul 15, Rivers 10

201501302046748133115Anthony Davis OUT per infortunio (addominali) ma New Orleans non si fa problemi battendo i Clippers con l’ex Eric Gordon sugli scudi; finale in volata con gli ospiti sul -2 (100-98) a 2’27” dalla conclusione, Gordon realizza 4 punti nel break di 6-2 che vale il +6 (106-100) a 57”. Crawford spara la bomba del -3 ma Fredette sarà gelido dalla lunetta per la vittoria.

 

Miami Heat – Dallas Mavericks 72-93
MIA: Bosh 12, Whiteside 16 (24 rimb), Chalmers 10, Ennis 15
DAL: Nowitzki 12, Chandler 11 (13 rimb), Ellis 12, Aminu 10, Villanueva 10

Senza Dwyane Wade Miami tiene testa per 3 quarti a Dallas ma nell’ultimo non ha più benzina; a fine 3° quarto punteggio sul 60-60, Dallas aprirà il 4° periodo con un break di 14-0 nei primi 4’30” scappando per la vittoria. La quarta frazione reciterà 12-33 per i texani con 11 punti di Charlie Villanueva, Miami 29% dal campo con solo 5 tiri a segno.

Utah Jazz – Golden State Warriors 110-100
UTA: Hayward 26 (15 rimb), Favors 15, Kanter 5 (10 rimb), Inges 10, Gobert 10 (10 rimb), Burke 15, Booker 17
GSW: Thompson 12, Curry 32, Barbosa 15

462544272_10Sorpresa della notte firmata Utah Jazz che battono niente meno che i Warriors in una serata poco felice al tiro per gli “Splash Brothers” Thompson 5/0, Curry 10/22) e con un Gordon Hayward da favola; Jazz che scappano via ad inizio 2° quarto con un break di 11-2 per il è12 (39-27) e non si gireranno più, infatti Golden State non riuscirà ai ad andare sotto la doppia-cifra di scarto finendo a sua volta sotto di 16 (93-77).

Phoenix Suns – Chicago Bulls 99-93
PHX: Markieff Morris 12 (14 rimb), Dragic 21, Bledsoe 23, Marcus Morris 12
CHI: Gasol 10 (19 rimb), Noah 9 (10 rimb), Butler 22, Rose 23, Brooks 21

Chicago Bulls v Phoenix SunsAltra preziosa vittoria per i Suns e altra dolorosa sconfitta per i Bulls allo US Airways Center di Phoenix; Suns padroni del campo nel primo tempo toccando anche il +16 (55-39) ma Chicago non molla, rimonta e sta in scia sul -2 (77-75) dopo 4’ del 4° periodo ma Phoenix ha la reazione pronta. Fallo di Noah sul tiro da 3 di Bledsoe, 3/3 seguito poi da 4 punti dei gemelli Morris per il +9 (84-75) a 7’ dalla fine! I Bulls riusciranno a tornare sul -2 solo a 31” ma Bledsoe manderà i titoli di coda col jumper del +4.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Alessio

    Comunque si possono dire tante cose ma già oggi smart è un serio candidato per un quintetto difensivo assoluto… non sono in tanti che quest’anno possono vantarsi di aver annichilito il barba… …ed è solo una delle tante solide prestazioni difensive di smart… …diamogli solo tempo di crearsi un solido gioco di attacco…

  • alert70

    Lillard
    Tanto ha fatto che ha toppato la gara contro gli Hawks. Avrà tempo di dimostrare che valeva l’ASG (come è ovvio) ma ieri è stato una palla al piede. Con Aldridge sublime doveva dargli una mano per battere gli Hawks. Hawks che giocano benissimo, muovono la palla, hanno tante soluzioni di squadra e individuali. Al momento sono la migliore squadra NBA perchè associano al gioco nel pitturato quello dal perimetro. Sono i più completi.

    Cavs
    Se togli la palla dalle mani di Irving e fai fare il play al 23 le cose si aggiustano. Irving fa quello che sa fare, ovvero segnare, James fa quello che sa fare, il play all around.

    Warrios
    Battuta d’arresto inaspettata che ci stà. Squadra che non mi piace per nulla. Monocorde. Sono dei fenomeni, nel crearsi un tiro, nel produrre parziali spacca gambe, nel produrre un gioco divertente senza avere nulla nel pitturato. Kerr sta facendo benissimo col materiale che ha. Non ha uno che giochi in post basso e che gli garantisca 10/15 punti a serata. Lo pagheranno ai PO.

    Suns
    Vittoria contro i Bulls importante perchè allungano a 4 le gare di vantaggio sui Thunder. Non so se avranno la forza di fare i PO ma se fossi in Durant e soci mi preoccuperei.

  • low profile

    Eh si, Lillard non ha trasformato la rabbia in una super prestazione ma al contrario ha giocato un delle più brutte partite in carriera. Ci sta, l’eccesso di stimoli può portare una reazione uguale e contraria, per sconfinare nei principi della dinamica senza averne la benchè minima cognizione di causa.

    Io continuo a dire che l’attacco di Atlanta andava così anche l’anno scorso ma nessuno se ne era mai accorto, certo Horford gli da una dimensione interna che l’anno scorso non potevano avere e tendevano ad abusare delle triple, oggi riescono a bilanciare le soluzione ed è ovvio che con più equilibrio anche il tiro da fuori ne beneficia.

    Si fa male Carrol? Entra Sefo, si fa male Sefo? Entra Baze, con Korever che è abbastanza sottovalutato ed i due play tosti tosti questi oggi presentano una difesa sugli esterni top, ma veramente, elite pura anche in questo aspetto.. e poi quando ti imbucano sotto l’ombrello di Horford al ferro è praticamente la difesa perfetta. Solo un immenso LMA è riuscito a fare qualcosa, ma lui è un fenomeno che quando è in giornata puoi solo limitare

  • alert70

    Low profile
    Horford è stato l’acquisto degli Hawks. Inoltre con un anno in più alle spalle, con una panca migliorata, un difensore come Tabo e un tedeschino in rampa di lancio, i risultati non potevano che essere questi. Avevano bigono di chiudere il cerchio.
    Senza dimenticare che Teague è una belva. Questo non sarà figo come gli altri play ma il suo lo fa benissimo. Raramente gli ho visto steccare il quarto finale, il che conticchia.
    Mi sembra simile a Conley per considerazione che ha. Nessuno se li fila per poi rendersi conto che hanno talento da vendere.

  • low profile

    Si Alert è tutto vero quello che dici.
    Giusto per mettere in prospettiva quello che stanno facendo, non ricordo se sono 31 o 32 w e 2 L, i lakers delle 33 w ad un certo punto per logica matematica furono a 33-2. Non c’entra na fava lo so ma era solo per dare l’idea del momento che stanno vivendo.
    Poi sappiamo che le cenerentole quando cambia la pressione tendono a perdere la scarpetta e farsi mangiare dai lupi mannari, streghe, stregoni e orchi. Ma intanto accumulano esperienza, poi se non sarà quest’anno nessuno gli vieta di crescere nel futuro prossimo.

  • InYourWais

    ” i risultati non potevano che essere questi”

    Beh ora non esageriamo…questi stanno a 18W di fila, sulla strada per vincerne 65 in regular season, nè io, nè tu, nè Padre Currito in persona avrebbero mai predetto una cosa del genere…stanno facendo dei botti inenarrabili, anche il più ottimista tifoso Hawks ad inizio anno si sarebbe fermato attorno alle 50W di traguardo…

    E non è certo il ritorno di Horford che spiega questo turnaround…sono tanti piccoli fattori, a partire da un coach meraviglioso, un Ferry che dovrebbero baciargli il culo per il lavoro fatto, altro che le cazzate su Deng (e rinnovo il mio augurio di Morte a chi lo ha messo al muro per quella idiozia), un gruppo di gente che si fa il culo e non chiede la Luna (andate a vedere quanto prendono gli All Stars, altro che i milioni regalati a Joe Johnson…), etc

    Come per i Warriors che ne hanno perse 2 di fila, anche per me Atlanta, non avendo un talento infinito, potrebbe essere soggetta a serie negative, ma ormai il 1° posto ad Est lo vedo difficile da perdere, e questi sono la più grande sorpresa degli ultimi anni NBA, neanche il Mago Othelma avrebbe potuto azzeccare questo rendimento

  • alert70

    LP
    Gli Hawks non mi sembrano una cenerentola. Hanno esperienza da PO, sanno come affrontare le serie. Certo la pressione sarà forte anche se non sarei così pessimista.
    Questi possono andare alle finals.

  • michele

    I Warriors stanno attraversando un periodo di slump fisiologico, anche contro Boston avevano rischiato di perderla…questo un po’ ridimensiona anche la vittoria dei Bulls l’altro giorno.

    Grandissimo Smart in difesa, ma non è più una novità

  • brazzz

    dai nessuno pteva pensare agli hawks,diciamo la verità..piuttosto,i sixers sono da po..ahahah..

  • Michael Philips

    Lillard stra-perde la sfida con il mondo, mentre aldridge stava lì a buttar dentro quello che capitava.

    Hawks sorpresa totale per certi versi ispiegabile ma ho due sensazioni negative per loro:

    1) Per me possono essere soggetti ad un “effetto pacers” dell’anno scorso, che in questo periodo avevano tipo 39-10 come record

    2) Sarò prevenuto(mani avanti al punto che mi ha schioccato una scapola), ma nei playoffs non li vedo battere bulls o cavs, pur con questo record impressionante.

    Vediamo come procedono dopo la pausa dell’all-star game, ma per ora solo complimenti e ammirazione per un team che anche con 50w avrebbe fatto una super stagione, invece..39-8 e saluti e grazie, miglior record nba.

  • Michael Philips

    Michele

    “…questo un po’ ridimensiona anche la vittoria dei Bulls l’altro giorno.”

    LOL

  • michele

    effetto Pacers? intendi dire che teague si scoperà la moglie di Horford mandando a puttane lo spogliatoio? eheheheh…ciò che è successo l’anno scorso a Indiana credo sia irripetibile, poi chiaramente possono esserci diversi tipi di flessione, anche di spessore, all’interno della regular season. E certamente Atlanta attraverserà qualche fase di calo.

  • mad-mel

    Howard infortunato, Harden fa una partita da incubo e Houston vince lo stesso.
    Quindi non fanno cosi’ schifo e harden vince da solo.

  • Michael Philips

    Michele

    ahaha, no no ma dico solo che quando un team parte così e non ha un go-to-guy può cascare in una crisi e che storicamente è difficile tenere questi ritmi per 82 gare. Se fossero stati gli spurs ad essere 39-8 allora avrei pensati a quante gare sopra le 62 avrebbero vinto.

    Poi comunque io non tifo contro gli hawks, anzi, più atlanta va bene e più potrò gonfiare di hype la vittoria dei cavs o dei bulls ai playoffs…no?

    eheheheh (cit.)

    Comunque, nel mentre hassan whiteside ieri 16+24 in 28 minuti così in scioltezza contro i mavs. Heat che senza wade rischiano i playoffs e purtroppo non si sa quando tornerà il n.3. Certo mi fa ridere pensare che miami ha disperatamente cercato un lungo intimidatore per 4 anni e nell’anno in cui questi perdono ogni possibilità di anello, arriva questo qui, perfetto per quel ruolo ed è spuntato fuori, come dicono in america, outta nowhere.

    Warriors seconda di fila, ma pure loro diciamo che hanno messo in cascina parecchie vittorie e quindi possono reggere bene psicologicamente.

    I suns continuano ad avanzare e i thunder vedono i playoffs sempre più da lontano. Bulls male, rose si ostina a tirare da 3, perché?

    Houston vince nonostante una gara oscena di harden, trascinati dalla Donata from lituania. Senza howard pare riescano a vincere di più, non vorrei sbagliarmi ma temo che il loro record senza il 12 sia superiore al record con lui in campo.

  • 8gld

    @Alert70
    “Non ha uno che giochi in post basso e che gli garantisca 10/15 punti a serata. Lo pagheranno ai PO”.
    Non ha Bogut o per meglio dire è centellinato. Mettiamo conto che può usarlo…il post non è sicuramente il massimo, ma ottieni un dentro fuori o un assist. Quando può giocare molte volte viene usato più per uno scarico fuori o ha chi penetra, gioca pivot. Penso che 10/15 a sera li mette. In difesa è un fattore.
    L’alternativa è Speigth…post? già è tanto quello che fa.

    ”i risultati non potevano che essere questi”
    concordo.

    Warriors: sì, potrebbero avere un momento di calo. curioso.

    @MP
    “Bulls male, rose si ostina a tirare da 3, perché?”.
    bhooo, non saprei.

  • low profile

    Alert
    Per cenerentola intedo come dominano le partite, col piglio di chi sa di aver già vinto. No matter what. Cenerentola nella favola non delle belle squadre ma in quella dei campioni navigati, perchè questo sembrano, oggi.
    Detesto fare il saccente ma solo chi non li ha visti giocare l’anno scorso senza tutti quelli che abbiamo nominato e con altri tipo il maculato ma anche Teague ancora nella parabola di apprendimento si può sorprendere che vincano le partite. Quello che soprende semmai è il modo, che come detto sa proprio di controllo totale e la quantità, ma una stagione vincente non stupisce e non dovrebbe stupire nessuno, dato che ripeto per la millesima volta al momento dell’infortunio di Horford erano terzi in classifica. Mica pizza e fichi.
    Io inizierò a credere in loro per una ipotetica finale quando incapperanno in un periodo no, così come per GS, andare forte fino alla fine è impossibile, scopriremo se sono fatti della pasta dei campioni quando vedremo come reagiranno alle difficoltà.
    Peggio sta GS perchè arrivare lisci lisci alla post season è un grosso problema perchè se la vedranno con qualcuno che per il solo fatto di essere arrivato ottavo ha già, di fatto, iniziato i PO da un bel pezzo. E ad ovest è un bel problema.

    8gld
    Concordo, Bogut il suo lo fa, ottimo passatore, gran bloccante e se c’è bisogno sa anche finire bene, anche se non è la specialità della casa, ovviamente. E ci sarebbe sempre Lee che se anche poco importante al momento quando ci sarà bisogno di andare sotto, fosse solo per 15′ lui alla fine ce lo trovi.
    L’importante è avere tante soluzioni valide piuttosto che una sola anche se perfetta

  • rui85

    Mamma mia Miami, senza wade e deng stanotte ha schierato una squadra da high school level.
    Che tristezza molto peggio di phila…
    Bosh pagato con il massimo tira meno del 30%(6-22)….ma va a morì ammazz…!!!!!!!!
    Cole da 1-11 chalemers 5-18 ecc ecc
    Possibile che non si può fare qualche scambio.
    Peggio di così non si può andare!

  • alert70

    Hawks

    Posso comprendere lo stupore della striscia di vittorie e del modo in cui lo stanno facendo, ma questi erano buoni lo scorso anno con l’handicap di infortuni e un anno in meno sul groppone.

    Erano competitivi e se avessero avuto Horford non avrebbero vinto 38 gare ma probabilmente 45/48. Basta pensare che a gennaio ebbero una striscia spacca gambe con 14 perse su quindici gare facendo giocare nel ruolo di centro il trio Ayon/Brand/Antic!
    Non stiamo parlando di un team che improvvisamente è passato da 30 W a 60W. Erano già da secondo turno dei PO. PO in cui persero alla 7ma dai Pacers (certo c’erano dei problemi in spogliatoio….) con Antic a tre punti di media, Brand a 1!
    La sorpresa è più legata alla scarsa “esposizione” del team che altro, questi non se li filano nessuno e pochi li hanno visti negli ultimi due anni.
    Tornando al presente questi hanno un roster equilibrato, hanno difesa, hanno la salute e soprattutto stanno avendo dai due play un rendimento notevole. E’ il miglior duo nella NBA. Questo conta eccome.
    Non solo, avendo aggiunto Tabo si ritrovano uno che difende per davvero e col sistema implementato da Budenholzer è la classica ciliegina sulla torta.
    Non so, voi dite che ai PO imploderanno, io credo che se sani questi saranno difficili da battere.

  • 8gld

    “Non so, voi dite che ai PO imploderanno, io credo che se sani questi saranno difficili da battere”.

    a oggi, nella loro prospettiva e quella dei p.o., poco sotto ai Cavs se la giocano con Bulls e Washington.

  • InYourWais

    Si ma tutte queste belle cose non erano affatto chiare lo scorso anno, e nessuno di quelli che oggi dicono “beh si, non c’è da stupirsi” 12 mesi fa o anche solo a Novembre aveva minimamente messo in guardia gli altri del blog dal potenziale Hawks

    Qui non si tratta di dire se sono o non sono una buona squadra, lo scorso anno senza il miglior giocatore, e con un Millsapp da inserire, erano comunque arrivati ai PO, ed avevano messo paura ai Pacers. Però qui finisce la storia, ok un anno in più, torna Horford, mettiamoci pure Thabo, vogliamo dire 50W? Ecco, quello è il massimo traguardo che tutti avevano pensato, tutti, anche quelli che oggi non si stupiscono

    Perchè quello è ciò che capita di solito, non parliamo di una squadra distrutta dagli infortuni e che 12 mesi dopo tornano tutti, di una squadra tipo Boston 2007 che fa scambi mostruosi sul mercato, e tutti, dico tutti, si rendevano conto della solidità di Teague, Korver, Millsapp, Horford, ma nessuno pronosticava un upgrade tale da arrivare a 18W di fila, e 1° posto ad Est con kilometri di vantaggio

    Si tratta evidentemente di un gruppo allenato in modo magistrale, cresciuto enormemente come chimica e fiducia, in cui ci si conosce a memoria, in cui la squadra viene prima del singolo (frase trita e ritrita, ma poi sono ben pochi secondo me i giocatori che davvero si vedono come parte di un ingranaggio e non come l’ingranaggio stesso), in cui ognuno conosce ruolo e responsabilità…ricorda qualcosa? Si, la scuderia da cui è uscito Mike Budenholzer…

  • low profile

    Perchè per caso qualcuno mette in dubbio che l’artefice principale di tutto questo non sia Bud?
    Fenomenale come è riuscito sin dal primo giorno ad inculcare nelle teste dei suoi giocatori i suoi (magnifici) principi di gioco e la crescita organaica del gruppo è quello che mi rende ottimista se non per quest’anno di certo per gli anni a venire. Ci stiamo fossilizzando nel capire se sono o meno pronti per il bersaglio grosso subito ma per me la cosa più importante è che i risultati non sono figli di exploit dei singoli o delle acquisizioni di grido, ma della salutare crescita globale unita all’aggiunta di atleti funzionali al progetto.
    Se non sono pronti a certe pressioni lo scopriremo in primavera, di certo se le finals è la casa, oggi hanno delle fondamenta ben salde. Il resto lo si ottiene continuando a lavorare bene, ma data l’intelligenza mostrata dai giocatori specialmente io li vedo su questi livelli per parecchio tempo.
    Spurs way ahahaha

  • Michael Philips

    Una cosa su aldridge che sta facendo anche quest’anno una stagione super:
    sono l’unico a pensare che il suo impatto offensivo è quello che uno sheed motivato e non con lo scazzo perenne avrebbe potuto portare ogni sera, ogni stagione?

    I due si somigliano un pò, fisicamente identici e entrambi amanti del post e anche dei jumper dalla media e da 3. Aldridge non domina in difesa ma negli ultimi anni si è messo sotto. Sheed è stato un grande difensore e un attaccante potenzialmente pauroso, e tutto quello che non ha fatto a livello realizzativo a me pare lo stia facendo aldridge, esattamente come forse avrebbe fatto quella testa matta.

  • Jacopo

    Concordo pienamente con Low Profile! Atlanta giocava così lo scorso anno, era fisiologica la loro ascesa con con questo sistema di gioco. Detto questo, mi dispiace dirlo, ma in finale neanche ad est arrivano. Ragazzi non prendiamoci per il culo, il sistema è importante ma giocatori che in certi momenti fanno la differenza pure! Chicago è un c***o x il c**o, Cleveland sta giocando e dovete ammettere che sono bravi bravi…..se J.R. Resta questo è finale NBA. Golden State gioca senza lunghi????? Lee, Bogut e “cicciolo in testa” Speight non ti piacciono? Ne fanno di punti e passano bene la palla, fondamentale x il talento che hanno sul perimetro.