Westbrook 45, Curry 51 in rimonta, che Harden!

Westbrook batte da solo i Pelicans, Curry rimonta e batte Dallas, Harden schernisce la difesa dei Bulls, Atlanta torna a vincere, Memphis rifila l’8^ consecutiva. Male Raptors e Heat.

Indiana Pacers – Detroit Pistons 114-109
IND: Miles 15, West 14, Hibbert 16 (12 rimb), G.Hill 20, Watson 14
DET: Monroe 16, Drummond 18 (16 rimb), Augustin 12, Meeks 13, Butler 13, Lucas III 10, Tolliver 12

Indiana batte Detroit con George Hill e C.J Miles protagonisti nel finale; a 5’37” dalla fine punteggio in parità sul 96-96, Miles piazza 2 triple consecutive seguite poi da 4 punti firmati Hill-West per un break di 10-4 che vale il +6 (106-100) a 2’58” dalla fine, Hill ha realizzato 8 dei suoi 20 punti negli ultimi 3’ di partita.

Atlanta Hawks – Washington Wizards 105-96
ATL: Carroll 14, Millsap 11 Horford 21 (13 rimb), Teague 26, Schroder 10
WAS: Nene 17, Gortat 14, Beal 23, Wall 24

Washington Wizards v Atlanta HawksGli Atlanta Hawks tornano subito a vincere e lo fanno superando la “House Og Guards” di Washington; gli Hawks dominano il primo tempo volando anche sul +16, Washington reagisce nel 3° sorpassando anche i padroni di casa sul 73-74 a 1’17” dalla sirena. Atlanta però non si scompone, break di 8-0 a cavallo tra il 3° e 4° periodo per il +7 (81-74) e poi altro parziale di 9-2 per il +11 (90-79) a metà frazione.

Boston Celtics – Denver Nuggets 104-100
BOS:Zeller 14, Bradley 17, Smart 4 (10 ass), Crowder 14, Thronton 17, Sullinger 14
DEN: Faried 17 (11 rimb), Nurkic 14, Afflalo 18, Lawson 23

Italian Job: Gallinari 7 pt (1/4, 0/5, 5/6), 7 rimb (1 off), 1 ass, 3 perse in 25’

Giornata di festa a Boston, prima con la parata dei new England Patriots e poi con la vittoria dei Celtics sui Nuggets con Jared Sulliner protagonista; Sullinger sta seduto tutto il 1° quarto, poi sbaglia tutti i primi 5 tiri presi ma nel finale è decisivo! Sul 100-100 il lungo si butta dentro e subisce fallo a 22” andando in lunetta, 2/2 per il +2 e sul capovolgimento intercetto di Crowder che ruba palla a Chandler. In lunetta ci va Avery Bradley, altro 2/2 e partita in ghiaccio.

Toronto Raptors – Brooklyn Nets 93-109
TOR: DeRozan 13, Lowry 13, Ross 23, Patterson 11
BKN: Johnson 12, Anderson 22, Jack 24, Williams 11, Bogdanovic 11

Bella vittoria esterna dei Brooklyn Nets in quel di Toronto grazie ai 46 punti del duo Anderson-Jack; match equilibrato per 3 quarti, le squadre entrano sul 72-76 Nets nell’ultima frazione che verrà dominata da bianco-neri! Il parziale dei 12’ dirà 21-33 Nets con Bojan Bogdanovic autore di tutti i suoi 11 punti.

Houston Rockets – Chicago Bulls 101-90
HOU: Ariza 17, Motiejunas 15 (10 rimb), Harden 27, Smith 9 (13 rimb)
CHI: Gasol 16 (12 rimb), Noah 1 819 rimb), Rose 23, Gibson 12 (10 rimb), Butler 27

786_1435617_151437Al Toyota Center di Houston James Harden trascina i Rokets contro i Bulls con ancora un ottimo Motiejuans; match deciso nei primi3’30” del 4° quarto quando Houston ha piazzato un break di 13-0 volando dal +5 al +18 (88-70), i Rockets hanno realizzato 50 punti nel pitturato contro 18 degli avverasi e Harden ha letteralmente distrutto Jimmy Butler ogni vola che si è trovato a giocare l’1-Vs-1.

Milwaukee Bucks – Los Angeles Lakers 113-105 OT
MIL: Antetokounmpo 25, Middleton 21, Knight 24, Mayo 21
LAL: Sacre 10, Ellington 19, Lin 11, Davis 7 (20 rimb), Boozer 28, Young 16

Quinta vittoria consecutiva per i Milwaukee Bucks che hanno avuto bisogno di un overtime per superare i Lakers; O.J Mayo salva i Bucks sulla sirena dei regolamentari con la tripla del 94-94, in precedenza violazione dei 24” dei Lakers. Nell’extra-time sarà un’altra tripla a decidere il match ma di Brandon Knight per il 107-103 a 57”.

Minnesota Timberwolves – Miami Heat 102-101
MIN: Young 16, Pekovic 13, Martin 30, Williams 10, Dieng 13
MIA: Deng 18, Bosh 14, Whiteside 24 (20 rimb), Chalmers 12, Cole 15

Kevin Martin dice 30 punti e Minnesota batte in extremis i Miami Heat del solito Whiteside da 24+10; proprio Martin è il game-winner a 42” col jumper del sorpasso sul 102-101, nel finale Miami sbaglierà prima con Chalmers a 6” e poi con Cole a 2”.

New Orleans Pelicans – Oklahoma City Thunder 91-102
NOP: Davis 23, Evans 11, Pondexter 10, Anderson 19
OKC: Waiters 12, Ibaka 13, Adams 8 (10 rimb), Westbrook 45, Morrow 14

Oklahoma City Thunder v New Orleans PelicansVittoria vitale per la corsa Playoffs per i gli Oklahoma City Thunder che espugnano New Orleans grazie ad un mostruoso Russell Westbrook da 45 punti (18/31 dal campo); fino a 5’39” dal termine la partita vive sul filo del rasoio sul 91-89 Pelicans ma i padroni di casa andranno nel pallone! Infatti non segneranno più fino alla fine mentre i Thunder chiuderanno la partita con 13 punti consecutivi.

San Antonio Spurs – Orlando Magic 110-103
SAS: Leonard 18, Duncan 26 (10 rimb), Parker 15, Ginobili 13 (10 ass), Belinelli 11
ORL: Harris 23 (10 rimb), Fournier 10, Vucevic 25 (13 rimb), Oladipo 14, Payton 14

Italian Job: Belinelli 11 pt (1/2, 3/4 da 3), 1 rimb, 1 ass, 1 persa in 17’

Torna Marco Belinelli, segna 11 punti e gli Spurs battono i Magic; Orlando dà molto filo da torcere ai campioni tanto che è sotto solo di 1 (93-92) a 5’14” dalla fine, sale in cattedra l’Eterno Tim Duncan che piazza 5 punti per il +4 (98-94) a 3’ dalla fine, sarà poi una bomba di Tony Parker a 21” a chiudere i giochi sul 108-103.

Utah Jazz – Memphis Grizzlies 90-100
UTA: Hayward 15, Favors 11, Kanter 16 (10 rimb), Burke 21
MEM: Green 13, Randolph 18 (11 rimb), Gasol 23, Conley 17, Koufos 10

Anche Utah impensierisce Memphis ma i Grizzlies portano a casa il referto rosa, l’8° consecutivo; Memphis domina nel primo tempo tocca il +16 ma i Jazz non si demoralizzano, rimontano e arrivano al -5 (79-74) ad inizio 4°, Memphis allora ri-cambierà marcia con un break di 10-2 per il +13 (89-76) e stavolta Utah non ritornerà.

Golden State Warriors – Dallas Mavericks 128-114
GSW: Barnes 12, Thompson 18, Curry 51, Barbosa 14, Speights 14
DAL: Parsons 24, Nowitzki 15, Chandler 21 (17 rimb), Ellis 14, Barea 10, Aminu 12

201502042329845757907Disumana prestazione di Stephen Curry, 51 punti (16/26 dal campo con 10/16 da 3 punti!!!!) e vittoria in rimonta contro Dallas; Mavericks padroni del match nel 1° quarto chiuso avanti 25-42 dopo aver toccato anche il +22, poi Steph! Golden State piazza una super rimonta e alla fine del 3° è avanti 101-98 con Curry autore di 26 punti nel 3° quarto su 43 di squadra!
Nell’ultimo quarto Curry realizza solo 10 punti ma 8 di questi 10 negli ultimi 3’ che hanno consentito ai Warriors di scappare dal +5 alla vittoria finale.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • mad-mel

    Raptor dopo il super inizio di stagione, si sono ridimensionati e di molto anche.
    Curry assurdo…..e new orleans hanno avuto il classico effetto caghina……

  • Alberto

    westbrook inmarcabile!

  • Max

    Curry stanotte illegale.direi che con questa partita,giustamente,ha vinto l’mvp di metà stagione.

  • nitrorob

    Here comes the pain…..

    era da un pò che non ne vincevamo 2 di fila, mi ero dimenticato anche che si potesse fare eheheheh
    in attacco è stato un 5vs1 con un Westbrook versione Beast mode
    ma la partita è stata vinta dalla difesa di Adams e Ibaka, il segreto è stato contenere Evans e Gordon, visto che Davis è difficilino da marcare

    mi dispiace Kevin ma Westbrook ha preso il tuo posto ora come ora (e non so quanto possa essere un bene sia chiaro)

    Jackson, se tanto vivete da separati in casa, perchè non lo traddate subito?? che aspettano? che perde di valore?

    nonostante la sconfitta Whiteside è increbibile, mamma mia
    ma da dove viene questo?

  • Alberto

    Adesso come adesso 100000 volte meglio est rock di durant.
    Westbrook ha delle palle cubiche durant si caca addosso.

  • Lancio la provocazione del giorno: Durant via a giugno 2015! Ormai non è più la stella di OKC e all’interno è evidente che il leader è il #0…vale la pena restare e fare il 2° violino contando che è l’MVP in carica?

  • mad-mel

    Assurda Golden State, quando comincia a macinare è infermabile.
    Devi sperare in una giornata no nel tiro da tre come è successo con i Bulls.
    Non so quale squadra possa batterli 4 volte in una serie.

    @nitro Westbrook da sempre ha preso il posto di Durant. Nei momenti che conta e soprattutto nei playoffs mi sembra che le gerarchie siano chiare. Già dalle finals con Miami.
    Durant è una macchina da punti ma come carisma, trascinatore non ci siamo proprio. Non ce l’ha nel dna. Wilkins 2.0.

    Cambiando discorso, Paul George si pensa che possa tornare a Marzo. Giocatore che adoro e quindi mi fa solo che piacere.
    Non capisco il senso però. Va bene che l’ottavo e settimo posto sono vicini…ma boh…

  • Giasone

    Gordon 3su12, Evans 5su20. cancerogeni. Senza togliere meriti ad Okc, temo sia proprio l’effetto caghina diagnosticato da mad mel.

    Cleveland agguanta Chicago, Miami deve ringraziare che nessuna di quelle dietro vuole fare la postseason, e Curry è una macchina.

  • mad-mel

    @fbm a livello di leadership Durant sarà sempre il secondo violino.
    A meno che non vada giocare in un team senza pretese da titolo.
    Anche David Robinson era così.

  • Tommy23285

    Curry mostruoso!! Dopo questa prova l’MVP della lega già in archivio.. Troppo forte e decisivo. Speriamo che gsw continui così fino a giugno.. Certo che un primo turno gsw-okc sarebbe davvero stellare

  • Tommy23285

    Riguardo okc situazione durant molto complessa perché dopo playoff scorso anno é chiaro che wes è il vero leader della squadra con tutto quello che ne deriva.. Oh e non parlo solo dei problemi a gestire la palla di wes che è mio giocatore preferito della lega dopo curry xe ogni sera da il 150% solo sembra più difficile convivenza con kd..

  • Tommy23285

    @nitro te che segui sempre okc come li vedi in eventuale chiave playoff vs Gsw?

  • D-Matt

    ma whiteside com’è possibili che non lo cagava nessuno prima di Pat? assurdo dominante

  • nitrorob

    come li vedo??? bho
    il talento per batterli ce l’abbiamo, ma….
    mentre l’anno scorso dicevamo che ai PO sarebbe contato il rendimento di Westbrook (visto la testa)
    quest’anno è il contrario, bisognerà vedere come ci arriva KD
    se ritroviamo il KD dell’anno scorso allora abbiamo buone possibilità di passare, visto che ormai non metto in dubbio il rendimento di Westbrook

    discorso convivenza, io invece sono sicuro che KD (che non è stupido) sappia benissimo chi è il leader la dentro (Russell), ma non da quest’anno, già da diverso tempo
    e forse questo a lui fa comodo, visto che fin ora per ogni fallimento si è sempre data la colpa a Russell e al coach
    purtroppo KD non ha il carattere da leader (e questo lo sa anche lui) quindi non penso che per lui sia un problema, anzi, molte volte avere un westbrook cosi ti toglie un sacco di pressione che lui non potrebbe portare

    anche se poi nessuno mette in dubbio il rendimento dei 2, visto che qua KD (come ha dimostrato) è l’mvp in carica

    certo, ora parliamo cosi perchè abbiamo un Coach che non sa neanche dove si trova, se avessimo un coach con le palle avrebbe già messo in chiaro le cose nel bene o nel male

  • nitrorob

    per assurdo secondo me KD con un coach diverso avrebbe molti più problemi (se non si riesce a motivarlo come si deve) di personalità

  • Giasone

    Io lo scrissi quando si ebbe la riconferma di Brooks per quest’anno: un altro tipo di giocatore avrebbe chiesto e ottenuto la testa del coach dalla dirigenza, ma forse a Durant fa comodo tenersi Brooks laddove un altro allenatore potrebbe metterlo di fronte ai limiti tecnici ma soprattutto mentali che lui ha. In questo suo atteggiamento io ci vedo un pizzico di paura, e lo dico nonostante apprezzi un giocatore che sta al suo posto senza imporre alla franchigia scelte che non gli competono. Lui è indiscutibilmente un bravo ragazzo, ma nello sport essere un po’ stronzi alle volte paga.

  • nitrorob

    e non solo nello sport….ahahahah

  • onic

    Non capisco LBJ si comporta da GM( trade Love)- si permette di allenare ogni tanto – probabilmente avrebbe chiesto la testa di Blatt se le cose nn fossero migliorate e da tacciato dai più x uno stronzo/megalomane ecc… Kd fa il contrario consapevole dei ruoli e prenda da cojone….

  • zed

    Direi proprio che nella Lega c’è un bel tot di talento. Fra il barba West brook e curry stanotte se ne sono viste delle belle. La scorsa settimana mi lamentavo che curry si limitava a fare il compitino senza fare prestazioni monstre Vs le contender, beh dopo stanotte l’mvp pensa abbia un padrone anche se West e il barba quest’anno sono letali. Inutile tessere l’ennesima lode per i 26 10 di timmy, il miglior giocatore del dopo Jordan non ne ha bisogno

  • mad-mel

    Spiegatemi come okc potrebbe battere Golden State.
    Sarebbe una serie ad alto punteggio, Durant e westbrook farebbero 70 punti a partita, ma nn credo proprio che basti solo loro due.
    Di collettivo sono anni luce avanti i Warriors. Hanno molte piu opzioni offensive.
    Proprio nn riesco a vederli vincere 4 partite senza fattore campo.

  • InYourWais

    Curry è un misto tra JWill e Ray Allen…al momento è il giocatore più divertente della Lega da guardare, palla in mano fa di tutto

  • Max

    F.M.B quello che hai detto su Durant io lo ripeto da mesi.o a fine stagione o alla prox se ne và.

  • INIORAIS

    che durant sia un cagasotto lo si nota anche dallo spropositato numero di partite che sta saltando per delle ridicole scavigliate. la tua squadra rischia seriamente di non fare i playoff e tu te la prendi comoda comoda? westbrook al contrario è tornato con un mese di anticipo dall’infortunio alla mano mi pare, a livello di personalità ci sono le piste tra i due.

  • mad-mel

    Facendo fantabasket, se come dite voi, c’è aria di divorzio tra Durant e okc, conviene cederlo quest’anno con una trade.
    Mi chiedo in quale squadra potrebbe andare e cosa possa offrire ad okc per un mvp.

  • Max

    mad-mel: io fossi i Bulls un pensiero lo farei mandando noah e magari butler ed una scelta futura
    altre squadre direi i Washington per via che sarebe un ritorno a casa…e da offrire avrebbero magari beal,nene e un paio scelte.
    altre squadre forse lo prenderebbero nel 2016 da free agent ed a quel punto entrano in corso lakers(che non avranno più il contratto di kobe),NY e forse anche i Clippers.

  • Michael Philips

    Maronn, Harden nell’1vs1 è sempre una bestia e forse il fatto di essere mancino (un pò come accade nel pugilato e nel tennis) spiazza un pò gli avversari.

    Curry piazza il picco stagionale, ma sinceramente non sono sorpreso, il che rende l’idea di quanto sia forte questo qui e quanto ormai ci abbia abituati a prestazioni super.

    Whiteside come dicevo ieri, merita spazio perché questo qui non lo fermi da sotto, è troppo lungo, braccia troppo lunghe e atleticamente anche in difesa da grosse noie agli avversari. In più(cari deandre e drummond) il ragazzo mette pure i jumper da 4-5 metri.

    Inspiegabile che questo fosse in cina e altri cazzoni siano arrivati in pompa magna in nba, per poi non fare un cazzo di niente. Prendete un qualsiasi tra i fratelli zeller(ottimi in ncaa) o un noel o i plumlle bros, ecco, whiteside in un mese ha già fatto vedere cose che questa gente si sogna, e non parlo solo di numeri, ma proprio di presenza in campo, di carattere, voglia di emergere.

    Forse a lui gli è presa la arenasite, quella voglia di dimostrare non solo di valere la nba, ma di poter spostare anche. Whiteside è meglio del bynum pre-infortunio e questo qui stava in cina e ha girato il mondo. Boh?

    Su Westbrook leader, forse è il leader emotivo, ma il leader tecnico rimane durant e se i thunder vogliono combinare qualcosa è bene che se lo mettano in testa. Dopo una stagione clamorosa in cui ha fatto il leader assoluto, durant arriva ai playoffs e perde colpi, va sotto più del dovuto ed è stato nei playoffs che si è visto un “sorpasso” di westbrook nel trascinare i compagni.

    Ma tra i due, durant è il più forte, il più affidabile e quello con più testa, certo gli manca il carattere che ha westbrook, ma non si può avere tutto.

    E lo dice quello che rispondeva male a tutti quelli che dopo ogni brutta gara di westbrook gridavano al cancro dei thunder.

  • gasp

    Dai possiamo dare l’ MVP già ora a Curry, 51 con una facilità disarmante e dopo essere stati sotto di 22 (con un sostanzioso aiuto da Iguo)…

    Su chi sia il leader di OKC tra Westbrook e Durant non lo so (una divisione della leadership ihmo) però concordo sulla mancanza di carattere di KD e mi viene da pensare quanto sia stato ridimensionato questo ragazzo da nuovo Jordan e futuro dominatore della Lega a grandissimo giocatore però a cui manca quel centesimo per essere il top

  • gasp

    …che viene quasi dimenticato se non gioca 20 gare

  • Tommy23285

    Curry davvero un fenomeno.. Altro che j-will o ray Allen.. Sembra uno steve nash 2.0 con più cattiveria.. Voglia di vincere segnare e fa passaggi da vero fenomeno.. Pensare che è andato in un college minore…
    Cmq finalmente si parla di qlc che non sia LBJ o Kobe…

  • Tommy23285

    Speriamo gsw continui in forma così e con bogut sano ai playoff si può davvero puntare all’anello quest’anno …certo che sarà difficilissimo perché a ovest ci sono almeno 4-5 super team

  • low profile

    Senza il fenomeno di turno che se ne esce col solito tran tran dell’mvp solo per il record i commenti su Curry diventano ridondanti, tanto sta facendo bene.
    Comunque si, ha un po’ del Nash, un po’ del Ray Allen e un po’ di qua e un po’ di la. Bravo perchè si vede che ha studiato il gioco ed i suoi interpreti senza però fare la copia di nessuno ma anzi, adottando un suo stile proprio. Il passato che guarda al futuro per fare bene al presente. Cazzo pure lo slogan vuoto, privo di contenuti che parla alla pancia del popolino mi è venuto. Sono Ka$ta!!!!1111!!!!!!

    Non so se è stato fatto notare già ma un grande plauso alla lega che ha eletto lo starting 5 di Atlanta giocatore del mese. Un unicum degno di nota, bravo Silver e bravi i falchi

  • Geppetto

    Harden è tantissima roba, mai visto Butler soffrire così.