Thunder da favola, rivincita LeBron, colpo Boston!

Turner batte all’ultimo secondo gli Hawks, DeRozan invece i Wizards, Durant & Westbrook stendono Memphis e sognano, Warriors ok con brivido, rivincita per LeBron e rimonta Clippers!

Orlando Magic – New York Knicks 89-83
ORL: Vucevic 28 (18 rimb), Oladipo 19, Payton 12, Green 13
NYK: Hardaway Jr. 10, Smith 25, Bargnani 11

Italian Job: Bargnani 11 pt (3/9, 5/6 tl), 5 rimb, 1 rimb,1 stop in 17’

Nikola Vucevic (28+18) guida i Magic contro i Knicks di Andrea Bargnani, per la prima volta i doppia-cifra in questa stagione; a metà del 4° periodo match in equilibrio sul 75-75, poi accelerata dei padroni di casa che piazzano un 12-2 in 4’ scappando sul +10 (87-77).

Boston Celtics – Atlanta Hawks 89-88
BOS: Turner 12, Sullinger 17 (15 rimb), Bradley 11, Smart 11, Thornton 14
ATL: Carroll 14, Millsap 11, Horford 22 (12 rimb), Teague 10

B9nJAq0IcAEjLBmSorpresa della notte in quel di Boston dove i Celtics battono all’ultimo respiro i padroni dell’East, gli Atlanta Hawks, per la seconda volta in stagione è Evan Turner il match-winner; a 73” dallo scadere dei regolamentari Sullinger accorcia sul -1 (87-88), Carroll sbaglierà da 3, Sullinger sbaglierà da 2 e Teague mancherà a 14” il jumper del K.O.
Ultimo possesso Celtics con Evan Turner che segna il running shot della vittoria con lasciando 2 decimi di secondo sul cronometro!

Detroit Pistons – San Antonio Spurs 87-104
DET: Drummond 10, Caldwell-Pope 20, Augustin 22
SAS: Baynes 12, Green 19, Parker 17, Ginobili 13, Belinelli 10

Italian Job: Datome (01/ da 3) in 1’ / Belinelli (SAS) 10 pt (2/4, 2/6 da 3), 1 rimb, 3 ass in 19’

Successo in trasferta senza problemi per i campioni in carica in quel di Detori, con Datome in campo per 113”; Spurs sempre al comando delle operazioni, grazie ad un 3° periodo da 24-34 i nero-argento hanno chiuso la pratica entrando avanti 63-82 nell’ultima frazione

Toronto Raptors – Washington Wizards 95-93
TOR: DeRozan 23, Lowry 13, Williams 27, Vasquez 11
WAS: Pierce 17, Nene 14, Wall 21, Gooden 10 (12 rimb)

Washington Wizards v Toronto RaptorsBig-Match tra 2^ e 3^ ad East vinto di misura dai Toronto Raptors di DeMar DeRozan; è prorio l’esterno dei canadesi che decide l’incontro a 12” dalla fine col jumper del 95-93, nel finale Wall verrà prima stoppato da Lowry e poi mancherà sulla sirena il canestro della vittoria. Washington non ha più segnato negli ultimi 2’10” di partita, Wall 0/3 e Gooden 0/2.

Milwaukee Bucks – Sacramento Kings 111-103
MIL: Antetokounmpo 13, Henson 12, Middleton 15 (10 rimb), Knight 20, Mayo 21
SAC: Gay 17, Cousins 28 (19 rimb), McLemore 16, Williams 11, McCallum 10

Milwaukee batte Sacramento all’ultima di cach Tyrone Corbin, infatti da settimana prossima sarà George Karl l’allenatore dei Kings; c’è partita fino a 5’24” dalla fine del 3° quarto (70-67) poi i Bucks scapperanno via fino a toccare il +21 (94-73) dopo 90” del 4° periodo.

Minnesota Timberwolves – Golden State Warriors 91-94
MIN: Young 15, Pekovic 17 (13 rimb), Martin 21, Rubio 18
GSW: Bogut 10 (10 rimb), Green 3 (13 rimb), Thompson 14, Curry 25, Barbosa 10

Soffrono ma alla fine i Golden State Warriors portano a casa la vittoria sul campo dei T-Wolves malgrado un Curry da 9/23 dal campo; GSW che rea nell’ultimo minuto di partita, sul -1 (91-92) Minnesota spreca ben 2 occasioni con Rubio a 36” e con Pekovic 28” dopo! Curry chiuderà i giochi dalla lunetta a 2” per il +3 finale, Minnesota non riuscirà a tirare.

New Orleans Pelicans – Indiana Pacers 93-106
NOP: Ajinca 14, Whitey 11, Douglas 14, Babbitt 15
IND: West 17, S.Hill 12, G.Hill 17, Stuckey 16

Anthony Davis verrà sostituito da Dirk Nowitzki all’All Star Game ma nessuno lo può sostituire a New Orleans, sconfitta in casa contro Indiana; ai Pacers bastano i primi 12’ chiusi sul 18-32 per archiviare i Pelicans che all’intervallo saranno sotto di 22 (35-57).

Oklahoma City Thunder – Memphis Grizzlies 105-89
OKC: Durant 26 (10 rimb), Westbrook 24, Waiters 11, Collison 15
MEM: Green 11, Randolph 16 (11 rimb), Calathes 10, Udrih 11

Memphis Grizzlies v Oklahoma City ThunderOklahoma City ringrazia i Pacers, Durant & Westbrook (quasi tripla-doppia da 24+9+9) combinano per 50 punti e i Thunder battono Memphis portandosi a sole 0.5 gare dall’8° posto; primo tempo spaziale per gli uomini di coach Brooks che vanno al riposo lungo avanti 66-48 con la “Premiata Ditta” già a quota 37 punti (19 e 18), il 56% dal campo e ben 15 assist! I Grizzlies non riusciranno più a rientrare in partita.

Cleveland Cavaliers – Miami Heat 113-93
CLE: James 18 (10 rimb), Love 12, Mozgov 20, Smith 10, Irving 15, Shumpert 13, Thompson 17
MIA: Deng 17, Bosh 15, Whiteside 17 (14 rimb), Chalmers 18

Miami Heat v Cleveland CavaliersPiccola rivincita per LeBron James che trascina i Cavs ad un comodo successo sui Miami Heat, vittoria n° 14 nelle ultime 15 per Cleveland; match segnato nel 1° quarto con i padroni di casa avanti 38-23 (Love 9 punti) e chiuso con un break di 9-0 nei primi 3’ del 3° quarto per il +20 (68-48).

Dallas Mavericks – Utah Jazz 87-82
DAL: Nowitzki 15 (14 rimb), Barea 22
UTA: Hayward 12, Favors 14, Kanter 6 (10 rimb), Millsap 10, Burke 16, Novak 12

Dirk Nowitzki e J.J Barea guidano i Mavericks contro i Jazz in un match vinto in volata; a 54” dalla fine sembra fatta per i texani avanti 83-77, ma i Jazz non mollano e in 39” arrivano sul -1 (83-82)! Ellis non trema dalla lunetta per il +3 e successivamente ruberà palla a Hayward evitando l’ultimo tiro agli ospiti.

Portland Trail Blazers – Los Angeles Lakers 102-86
POR: Aldrodge 18 (12 rimb), Lopez 10, Matthews 20, Lillard 15, Leonard 11, McCollum 10
LAL: Ellington 16, Sacre 12, Clarkoson 17, Davis 8 811 rimb), Johnson 12

Portland batte i Lakers alla loro 11^ sconfitta consecutiva in trasferta; giallo-viola che tengono botta nel primo tempo chiudendolo sotto di 8 (54-46), nel 3° i Trail Blazers scaveranno il solco con una frazione da 34-19 con 10 punti a testa per Aldridge e Lillard per il +23.

Los Angeles Clippers – Houston Rockets 110-95
LAC: Barnes 10, Hawes 12, Jordan 24 (10 rimb), Redick 20, Paul 12 (12 ass), Crawford 20
HOU: Ariza 13, Motejunas 12, Smith 21 (13 rimb)

Houston Rockets v Los Angeles ClippersCon un pazzesco 4° periodo i Clippers stendono i Rockets di un James Harden non in serata (9 punti con 3/12 dal campo); dopo i primi 3 quarti il tabellone luminoso dice Clippers avanti 80-79 grazie a un layup sulla sirena di “Big Baby”, nei successivi 12’ calerà il sipario sui texani! Parziale di 30-16 con Jamal Crawford autore di 12 dei suoi 20 punti finali e Jordan di 11 punti e 12 rimbalzi!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Giasone

    Davis meriterebbe l’MVP…lo dimostra quando gioca, lo dimostra soprattutto quando non gioca

  • nitrorob

    ohhhh questi sono i Thunder che piacciono a me, belli cazzuti
    sinceramente non ci avrei scommesso 1€ nella vittoria e invece….
    dopo tutte le critiche che ho fatto a KD devo dire che non stà per niente deludendo in queste ultime partite
    ora speriamo solo di continuare cosi, 3 W di fila non sono niente, ne servono almeno una 10ina per assicurarsi i PO
    però dai battere Memphis che era 10-1 è un buon segnale, sopratutto vista l’assenza di Adamas sotto canestro
    McGary che questa volta non performa (per forza l’avevo appena preso al fantasy eheheheh) però ci può stare, l’importante è farlo giocare
    ora c’è la pausa all star e poi avremo una partita contro Dallas (sulla carta abbordabile per noi)
    la strada è ancora lunga cmq, sinceramente dopo tutto quello successo fin ora stento a credere che KD continui cosi 🙁

    Harden…. a quanto pare gli hanno fatto bene i complimenti di ieri ahahahah
    pensare che i Clippers li davo per spacciati e invece per ora sono 2-1 senza Big Jim

    Davis, ha fatto bene a rinunciare all all-star, si deve riposare il più possibile se vuole i PO
    Giasone ora non per niente ma un primo turno ve lo meritate anche voi, sopratutto AD

    Hawks che incappano in una di quelle sconfitte stupide, un pò merito di Boston e un pò “merito” loro (non me ne voglia Michele!!:-)
    ma ci stà, tanto dal primo posto ad est non si schiodano

    Minnesota che da quando ha recuperato Pekovic e Rubio stà dando fastidio a parecchie Big, non è la prima volta che rischiano di vincere contro ottime squadre
    a questo punto chissà al completo da subito cosa potevano fare (magari schifo lo stesso è?)

  • zed

    Nitro ormai l’ottavo posto è a portata di mano se i 2 Big giocano così tutto è possibile. Harden dopo aver sentito le mie lodi e anche quelle di espn ha deciso di fare una partitaccia va bene ogni tanto capita.

  • mad-mel

    ma io penso proprio che la discussione dei thunder ai playoffs sia fuori discussione.
    Capisco la scaramanzia pero’ dai qat squadra con tutti i titolari, da due anni viagga con l’ottanta% di vittorie.

    @michele nn portare sfiga. Okafor ha gia’ un attico vicino al msg.

  • Il Nichilista

    nitro
    beh con Pekovic in roster tante speranze di averlo sano per tutta la stagione non puoi averne… diciamo che è utopistico sperare che giochi spesso.
    E anche Rubio di solito ha molti problemi fisici.
    Sul discorso infortuni: Anthony Davis fuori dall’All star game appositamente per tenersi sano x guidare la sua squadra nella corsa ai PO, Wade non pervenuto, Carmelo probabilmente vicino a chiudere la sua stagione e andare sotto i ferri, mentre a Bradley Beal qualcuno sa che gli è successo? Il report di rotoworld dice “stress reaction on right fibula”.. che significa? Chiedo a FMB soprattutto..

  • InYourWais

    Mi piacciono squadre come i Celtics o i Pacers, specie negli ultimi anni, ogni volta giocano alla morte, anche quando hanno rosters ridotti all’osso, o gente rotta, o in periodi di transizione come questo…poi magari perdono, ma intanto te la fanno sudare… e volendo non sono neanche lontanissimi dalla zona PO, anche se non so quanto gli convenga andarci

    OKC che sembrava allo sbando solo un paio di giorni fa, ora si è riportata in zona Playoff o quasi, grazie anche agli scivoloni dei Suns. Poi ci sarebbe anche da parlare di quelli che vomitavano cazzate a profusione su Durant, parlandone come dell’ultimo degli stronzi, o di una specie di perdente, ma è come sparare sulla Croce Rossa

    Ci sarebbe anche sa parlare del lavoro di Kidd ai Bucks, il tutto, non dimentichiamolo, senza il centro titolare, e senza il giocatore più talentuoso del roster. Ma anche qui meglio soprassedere

    Harden termometro dei Rockets, se gioca o tira male non si vince quasi mai, specie senza Howard. Per quello che mi riguarda è lui l’MVP, nessuno conta di più per la propria squadra tra le squadre di vertice, tolti Davis e LeBron, che per motivi diversi non possono vincere il premio quest’anno

    Contento per il Tedesco, ma forse DeAndre meritava di più il posto all’ASG, le ultime partite sono state mostruose

  • Nicola

    Nitro

    per quanto riguarda Minnesota ogni anno si spendono un sacco di “se”, “se” e ancora “se” e ad un certo punto immancabilmente qualcuno se ne esce con la frase “il prossimo potrebbe essere il loro anno”. Tutto ciò da quando è arrivata la grande promessa Rubio: siamo al quarto anno e siamo sempre lì.

  • hanamichi sakuragi

    @ iyw… anche i lakers giocano alla morte :(….

    a proposito di kidd… però i nets che sono più scarsi dell’anno scorso giocano meglio. se sono dietro è per la crescita delle altre squadre (tra le quali appunto i buks..)

  • InYourWais

    Ma perchè i Nets sarebbero meno forti dello scorso anno? Lo hai deciso tu o hai delle prove a sostegno? Perchè hanno perso Pierce? Magari per la partenza di AK 47 che non si alzava dalla panca?

    Lo scorso anno persero Lopez dopo 17 partite, senza contare gli infortuni di DWill, Garnett, PP…come infortuni siamo messi bene pure quest’anno, ma il roster è discretamente profondo, Jack sta giocando benissimo, idem Plumlee, e lo scorso anno non ci stavano o non erano questi

    Poi i Bucks saranno cresciuti, come altre squadre tipo Miami o Indiana sono scomparse o quasi, quindi il tuo discorso non regge, come non si capisce in base a cosa tu abbia deciso che giocano meglio o peggio. I fatti dicono che stanno facendo discretamente cagare, e si che i PO sarebbero ampiamente alla loro portata come roster

    Solo che lo scorso anno ci stava un coach rookie che a sentir qualcuno era inadatto, oltre che una persona da poco. Altro che quel cazzuto di Hollins, dalla cui partenza i Grizzlies non si sono più ripresi

  • nitrorob

    @Nicola, true story….
    ma gli altri anni non avevano un cerco Wiggins, ma sopratutto sua maestà Bennet ahahah
    in più anche Shabbaz è esploso quest anno, quindi magari qualcosa di buono potevano anche farlo
    ma vabbè sono discorsi da bar

    @IYW ma promuovere Aldrige (piuttosto che Jordan) nel quintetto base gli faceva schifo?
    cosi anche l’ovest giocherà con 4 piccoli e 1 lungo

    cmq sarà scaramanzia ma visto tutto quello che ci è successo quest’anno io finchè non vedo non credo…
    e poi oh, sono proprio dei stronzi, la leggenda dice che queste partite erano quelle che dovevano confermare il posto di Brooks
    e siamo a 3w di fila, direi che la sfiga ci vede benissimo, altro che ahahahah
    io se ero in loro le perdevo di proposito….

  • nitrorob

    per non parlare di JJ che sembra completamente sparito, almeno l’anno scorso qualche bel canestro l’aveva messo

  • Procionide

    Che bello vedere che delle prime 7 squadre NBA (come % di vittorie) solo una è stata costruita in modalità “Big together” (o Miami che dir si voglia, o spalate di all star) mentre le altre sono state costruite anno dopo anno, basandosi sul concetto di equilibrio e progresso.
    Partendo da Atlanta e Toronto, che sono migliorate perdendo presunte stelle; passando per Portland e Golden State, che hanno costruito sul draft e poi acquistato giocatori funzionali; finendo con Memphis e Dallas, che hanno pescato sul mercato ma senza stravolgere la squadra e senza fretta.

    Qualcosa si muove.

  • Zitti zitti i Celtics di Brad Stevens sono solo a 1.5 gare dal’8° posto ad East…

  • Lilin

    Da quando rubino e martin sono tornati mi sembra che le prestazioni di wiggins, soprattutto nel numero di tiri presi sia in netto calo.
    A minnie sono matti nel permettere che martin si prenda 19 tiri e wiggin 7/8 a partita, il futuro è lui.

  • zed

    Sì ma con 40 sotto zero non si ragiona tanto bene

  • Michael Philips

    I celtics senza rondo sono sbocciati, e considerando che lui era il go-to-guy è interessante come cosa.

    Harden toppa, houston perde. Se Curry toppa i warriors possono vincere in tanti altri modi.
    Ciò nonostante Curry tendenzialmente gioca da dio e i suoi devono ancora andare in doppia cifra nelle sconfitte.

    Dall’infortunio di Griffin più che paul è emerso Deandre con due 20+20 consecutivi. Dategli la palla sotto e sono cazzi. Continuo a pensare che lui possa diventare un ben wallace 10cm abbondanti più alto e con mezzi atletici superiori. Sta a lui applicarsi.

    Questi Thunder con questo Durant possono battere chiunque al primo turno, warriors, memphis o spurs.

    Dove sono finiti i wizards di inizio stagione? Gli Hawks? mi aspetto il calo post all-star game.

  • rofled

    doppia cifra per mozzarellone bargnani. MVP!

  • InYourWais

    Ma, esiste un qualche motivo etico per cui vincere o provare a farlo firmando delle stelle, o effettuando scambi per firmarle, è sbagliato, contro i Sacri Principi del basket? L’ultima volta che ho controllato mi è parso che un gruppo vincente lo si possa metter su in 3 modi diversi, di solito strettamente interconnessi, ovvero col Draft, firmando Free Agents, o effettuando scambi

    Non c’è un modo etico ed uno antisportivo, è come dire che un lay up ha la sua etica ed una schiacciata no. Che cazzo significa? Se stai firmando una o due stelle, non stai prendendo alcuna scorciatoia, non stai “comprando” il titolo, stai solo decidendo una delle 3 strade

    Perchè con 2-3 stelle a libro paga significa che 1-presumibilmente non avrai buoni picks al draft per gli anni a venire 2-di sicuro di soldi ne rimangono pochi per firmare free agents di valore, e quindi la squadra la completi con role players, o con veterani, di certo non col meglio sulla piazza. Quindi per ottenere qualcosa rinunci ad altro

    Questa storia delle scorciatoie è una delle più incredibili cazzate uscite negli ultimi anni, per alcuni un modo come un altro per screditare LeBron, anche perchè se andiamo a vedere con chi hanno giocato Magic o Bird, altro che Love ed Irving. E quei rosters non erano completati con Mike Miller o Marion, da quanto ricordo

    Non ho sentito cori di sdegno quando Rondo si è andato ad unire ad un gruppo che aveva già Dirk, Ellis, Parsons, Chandler, se poi vanno male cazzi loro, non è una discriminante. Neanche Gasol che firma coi Bulls, in una squadra che vedeva tornare un ex MVP, ha rappresentato problemi per nessuno. Sarebbe bello ritirare fuori i giudizi che molti esprimevano su Love ed Irving lo scorso anno, ma ormai siamo al punto che i Cavs con quei due non possano perdere, pena un marchio di infamia perenne su LBJ

    Nella storia recente ci hanno provato in tanti a mettere su squadre che avevano 3 giocatori di spicco, dai Mavs Nash-Finley-Novitzki ai Lakers Nash-Kobe-Artest-Gasol-Howard a molti altri, e quasi tutti, tranne Celtics e Miami, hanno fallito. Quindi, evidentemente, non si tratta affatto di una scorciatoia, ma di un modo come un altro, e come gli altri, soggetto a fallimenti

  • michele

    Celtic Pride!

    Per Boston c’è un enigma amletico a questo punto. Provare ad afferrare all’ultimo il treno playoff per far fare esperienza ai giovani o tankare?

  • michele

    @michele nn portare sfiga. Okafor ha gia’ un attico vicino al msg.

    scordartelo, i gialli hanno già messo gli occhi sulla prima scelta assoluta. la cosa divertente è vedere che nel loro sito italiano tutti tifano per boston , sperando vada ai playoff ehehehehhe

  • michele

    le sfuriate e i j accuse di In Your weis quando gli toccano Lebron sono davvero impareggiabili eheheheh

  • nitrorob

    @Michele tankare ora è impossibile, per quanto vi potreste impegnare non arriverete mai ai livelli di NY Phila o Lakers
    quindi a questo punto giocatevi il tutto per tutto per i PO va……
    alla fine avete diverse scelte per il draft se non sbaglio, quindi tanto vale fargli fare esperienza ai PO

  • low profile

    E bravo iyw che ri-tira fuori il dualismo Kidd Hollins citando Nets e Grizz così a caso senza tenere il benchè minimo concetto di “contesto”

    Partiamo dal principio, o meglio da questi Grizz che vanno bene senza di lui, ma ti sei mai chiesto perchè?

    Hollins tolta la parte di stagione in cui è subentrato ha iniziato nella stagione 09-10 e sapete chi c’era all’epoca? Conley Gasol e Ciccio, solo che Conley era uno sfigato e lui ebbe anche il coraggio di silurale tale Allen Iverson che non accettava di partire dalla panca perchè secondo lui Conley non era nessuno, Ciccio era un reietto che nessuno voleva più e Marc era la pietra dello scandalo dell’affaire Pau Lakers…questo gruppo faceva fatica a vincerne 30 prima di lui e guarda caso dopo il suo lavoro sono esplosi come squadra tosta fino ad arrivare alle WCF.
    L’hanno mandato via perchè il nuovo Owner da geek voleva un gioco più analytcs friendly ma Joerger dopo un inizio aziendalista si è ben guardato di cambiare ulteriormente le cose è ha ripreso a far giocare i suoi esattamente come li faceva guiocare Hollins.
    Ma questo gli iyw di questo mondo non lo capiscono, loro sanno tutto di basket e guai ad abbbassarsi ad analizzare le cose.

    Nets

    Siamo sempre alle solite, pensare solo minimamente di paragonare lo spirito da mi compro l’est a suon di assegni dell’anno scorso a venghino signori venghino i saldi son iniziati di quest’anno fa quasi tenerezza

  • Giasone

    A est pare facciano a gara per non andarci ai playoff. Io vedo bene Indiana che ha finalmente ritrovato molti titolari e potrebbero più di altri voler onorare la stagione. Boston avrebbe l’imperativo di provarci (causa Pride) e anche in ottica futura potrebbe essergli utile per vedere su chi puntare tra i giovani del roster. Oltretutto se ben ricordo di scelte al draft Ainge ne ha già a pacchi.

  • Michael Philips

    Bene, direi che per oggi il mio contributo non serve.

  • Dio

    Wall bel giocatore, ma come impatto sulle partite ancora lontano dall’essere un big.e qualcuno lo segnalava come mvp. Gente che di basket capisce giusto una nocciolina.raptors secondi ad est..ho detto tutto

  • michele

    ormai la faida spursiana tra iyw e low profile sta toccando vertici assoluti di bellezza e divertimento…grazie ragazzi, continuate cosi!

  • zed

    Mp direi come sempre

  • nitrorob

    “Mp direi come sempre”
    ahahahahahaahhahah

    scusa MP, ma questa volta nella sua semplicità m’ha fatto ridere
    anche te te la sei cercata però!:-)

  • mad-mel

    @mp nn e’ cosi direttamente proporzionale harden fa schifo e houston perde…piu di una partita succede il contrario…

    Su okc…l’ ottavo posto causa gli infortuni, certamente sono forti ma vederli favoriti senza fattore campo contro golden state e memphis non li vedo.
    Soprattutto contro gli orsi.

  • mad-mel

    Mancava un pezzo…maledetto cell….
    ovvio che golden state e’ meno Currydipendente.

    L’ottavo posto mente sul vero talento di okc.

  • Procionide

    InYourWays
    Stai calmino, ho solo detto che è bello vedere squadre costruite nel tempo che vengono premiate. E’ bello perchè così piace a me, e infatti l’ho scritto io. Non ho mica detto che gli altri sono l’antibasket o hanno fatto incagliare la Concordia, nè ho preteso che tu la pensi come me.
    Tra l’altro non ho parlato di scorciatoie, nè di sdegno o altro.

  • InYourWais

    Low Profile

    Sorry, mi spiace che i Nets vadano così male ed i Bucks così bene, specie alla luce della tua sicumera di pochi mesi fa. Me ne sbatto del Sistema Hollins o altro, i fatti dicono che i Nets fanno cagare con un roster che non è peggiore dello scorso anno…sui Bucks, direi che ogni parola è superflua, il lavoro di Kidd è talmente palese…

    Tutti sbagliano pronostici o giudizi (almeno quelli che hanno voglia di farli, quindi non parlo di Michele, lui aspetta solo quelli degli altri per poter partire con le litanie…ma d’altronde è Michele, quindi alla fine è un po’ come le mosche sulla merda), io, te, chiunque

    Però mi sapei aspettato da te un po’ meno sicumera lo scorso anno, quando descrivevi Kidd come un inetto, oltre che una specie di stronzo totale, senza averne le minime prove o senza dare un minimo di spiegazione (io avevo davanti agli occhi 20 anni di carriera esemplare in campo e fuori, incidente con la moglie a parte, tu solo il diverbio con King, e solo su quello ti sei basato). Senza contare i giudizi sul coach, che non ti ho sentito certo ripetere per un Kerr ad esempio, arrivato anche lui senza minima esperienza come assistente

    E di sicuro mi sarei aspettato meno arrampicate sugli specchi ora, FMB, che evidentemente ha le palle, non ha avuto minimi problemi ad ammettere che su Kidd si era sbagliato (almeno al momento, poi le cose possono variare, si sa), tu ancora la meni con Hollins che schifo sta facendo ai Nets, ed i cui ex Grizzlies macinano W (e si che quando lo allontanarono fui il 1° a ritenerla una vaccata). Ammettere di esserti sbagliato ti costa così tanto? Sei un vero uomo…

    Ma non è che mi aspetto colpi di genio da uno che parlava a vanvera di Ty Lawson pochi giorni fa

  • low profile

    Ma non ti stanchi mai di ripetere le stesse cose come un disco rotto?
    Ma parla d’altro o almeno usa appigli diversi dai.
    La differenza tra me e te è che io ho già detto in passato e lo ridico adesso che Kidd sta lavorando bene con un gruppo giovane e senza pretese, ma tu per sputare il tuo veleno quotidiano infami altri che non c’entrano una fava come Hollins. Tutto questo per negare l’evidenza che Kidd non era pronto a guidare un team esperto e bisognoso di vincere subito. Non lo era e non lo diventa solo perchè tu lo ripeti mille volte, sti mezzucci da propaganda nazista attecchiranno pure sul popolino ma non su di me.
    Quindi ripeti pure all’infinito i tuoi strali pro questo e contro quello ma io dirò che Kidd è un allenatore da grandi obbietivi quando alla prossima occasione che ne avrà farà bene il suo lavoro. Ad oggi è un eccellente guida per giovani in rampa di lancio. E te lo dico anche contento visto che Giannino e i suoi fratelli li seguo con simpatia dall’anno scorso. Tu magari non te li cagavi perchè non c’era il tuo protege della panca e avevi occhi solo per il tuo protege degli Heat.

    Poi spero di chiudere sta farsa dei Nets una volta per tutte

    Ecco come li vedeva ESPN un anno fa:
    http://espn.go.com/nba/powerrankings/_/year/2014/week/-1

    chiusero con il 16° record

    continua

  • low profile

    Ecco sempre ESPN quest’anno:
    http://espn.go.com/nba/powerrankings/_/year/2015/week/0

    E per inciso hanno proprio il 19° record

    E quando hanno stilato questo ranking ancora non si parlava di regalare i giocatori e vendere la franchigia.

    Ma no, i presupposti erano identici, è Hollins che è una merda

  • Michael Philips

    Zed

    LOL

  • michele

    Io i pronostici a dire il vero li faccio spesso,….ad esempio sui Cavs l’ho detto chiaramente: vinceranno l’Est perchè hanno tutto per vincere e perché la concorrenza non è all’altezza: I bulls hanno una marea di problemi ( e non è detto che li risolvano), wizards e raptors non sono ancora mature, gli Hawks vanno testati a certi livelli. Un risultato diverso dalla vittoria della Conference sarebbe un fallimento….più di cosi non so cosa dovrei dire per sbilanciarmi.

  • hanamichi sakuragi

    Iyw TU puoi sempre ammettere che harden é andato via x soldi, invece di evitare di commentare quella notizia, e potresti pure fare una, non dico tanto, parziale marcia indietro su quello che tu chiamavi, il sionista. A proposito di palle ed essere omini…

  • Michael Philips

    Michele

    lo sanno tutti che tu hai pompato i cavs solo perché continui imperterrito ad aizzare l’hype per lebron. Lo sanno tutti che è forte, ma non esagerare eh.

    Dai, sei il peggiore dei lover(nascosti).

  • Bj Elder

    Iyw

    Il solito pagliaccio, certo perché James nel suo prime che va da bosh nel suo prime e da Wade ancora ad altissimi livelli e proprio paragonabile ad un gasol trentaquattrenne che va da rose fermo da due anni, ma che cazzo dici?