Rising Stars al Resto Del Mondo, Wiggins MVP!

La prima edizione del nuovo Rising Stars se lo aggiudica la squadra degli stranieri guidata da Antetokounmpo & Co, non il solito spettacolo ma una partita combattuta fino alla fine.

Rising Stars

USA Selection – Resto Del Mondo 112-121 (67-69)

USA Selection: Caldwell-Pope 8, Noel 4, Zeller 12, Oladipo 22, Payton 2, Plumlee 13, Burke 17, LaVine 22, Muhammad 10, Covington 2, Carter-Williams DNP
All.Gentry

Resto Del Mondo: Antetokounmpo 12 (10 rimb), Mirotic 16, Gobert 18 (12 rimb), Wiggins 22, Schroder 13, Dellavedova 4, Exum 4, Papanikolaou 2, Dieng 14, Bogdanovic 16.
All.Atkinson

Recap

786_1441598_246322La prima edizione di USA Vs Resto Del Mondo va al Resto Del Mondo che alla lunga batte gli americani con Andrew Wiggins MVP silenzioso ma reo dei voli al ferro più belli; il nuovo formato rende più seria la sfida in campo, non ci sono schiacciate ad ogni possesso, tante palle perse e si vede anche qualche bozza di seria difesa.
Nella prima metà del primo tempo si registrano la bella stoppata di Antetokounmpo su Cladwell-Pope, le schiacciate di potenza di LaVine, quello più carico in campo, e Muhammad più le triple dei poveri europei come Bogdanovic e Mirotic (4/4 nel primo tempo!), punteggio sul +8 Resto del Mondo (32-40).
Prima dell’intervallo si comincia ad andare al ferro con più frequenza, Oladipo scalda la mano da 3 realizzando 2 triple consecutive che portano gli States davanti per la prima volta (58-53) a 3’14” dall’intervallo, timbra il cartellino anche Andrew Wiggins con 2 schiacciate consecutive, la seconda un super alley-oop alzato da centrocampo da Schroder (vedi video sotto), più una stoppata su Oladipo facendo presagire ad un duello nella ripresa.

Al riposo lungo si va sul 67-69 per il Resto del Mondo con Mirotic top-scorer per i suoi (14 punti), Antetokounmpo che ha sporcato il referto in ogni categoria e Victor Oladipo top-scorer assoluto (16 punti). Schiacciate 12 a 11 per gli americani.

B9xmkUGIEAAISqi.jpg-largeNella ripresa continua a regnare l’equilibrio (90-90 a 13’ dalla fine) e continuano la propagande di Oladipo per avere una Nomination ai prossimi Grammy’s perché non ha messo un secondo di cantare nel microfono, e quella di Zach LaVine per l’MVP vista la continuità con la quale continua a buttarla dentro.
A metà del 2° tempo Noel punta Gobert, va per posterizzarlo ma il francese lo stoppa in pieno per poi schiacciare sul capovolgimento!

A differenza delle 11 edizioni condizionate da una sorta di Slam Dunk Contest negli ultimi 3’ di partita, in questa abbiamo una partita combattuta fino alla fine; a 7’ dal termine Bogdanovic piazza la bomba del +7 (96-103), la compagine americana prova la rimonta con Oladipo che prova una remix…ma con 4 maglie nere sotto canestro che lo intercettano al momento dell’elevazione!

Ultimi 2’ combattuti, Burke sigla il -3 USA (109-112) ma sul capovolgimento Wiggins rimedia ad un pasticcio di Schroder e porta a casa un gioco da 3 punti per il +6 a 93” dalla sirena finale, la giocata chiave arriva a 1’ dalla fine con la stoppata di Gobert ai danni di Plumlee che lancia in contropiede il tedesco degli Hawks per la schiacciata del +6 (111-117)!

Schermata 2015-02-14 alle 05.08.02

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Michael Philips

    “non il solito spettacolo ma una partita combattuta fino alla fine.”

    non per fare la solita polemica, ma per dire, ho resistito solo fino a metà degli highlights tanto erano pallosi e infimi. Non oso immaginare quanto sia stata pallosa la gara. Gente che va a canestro da sola e non fa nulla di che. Chi invece va a canestro evitando i difensori fermi in “palo-mode”. Terribile.

    Alla fine già che nessuno vuole rischiare di farsi male, tanto vale dare un motivo per impegnarsi. Non so per l’all-star game dare come obiettivo finale il fattore campo in finale alla conference che vince la gara delle stelle o qualcosa del genere. Mille volte più belle quelle gare che fanno in estate durante le gare organizzate dalle varie stelle. Non si difende ok, ma se guardate gli highlights fanno roba allucinante, eppure lì avrebbero ancora meno motivi per zompare così tanti e “rischiare” di farsi male.

    Ora temo una gara delle schiacciate con gente che farà dunk già viste mille volte, messe a segno al terzo tentativo….mah…

    Incredibile come il vero spettacolo ormai sia la gara dei 3 punti.

  • low profile

    Niente di trascendentale ma pur essendo distanti anni luce dalla sola parvenza di competizione sportiva questo formato è decisamente il meno peggio da quando iniziarono a fare sta gara dei giovani.
    Io avrei votato GO-Bert mvp comuqnue

    concordo sulla gara da 3, l’unico vero contest dignitoso e quest’anno addirittura scintillante visti i partecipanti

    La gara delle schiacciate come la partita della domenica è morta parecchi anni fa e non si stanno manco organizzando per risuscitarla, anzi
    Onore a Westbrook che anzichè fare il paraculo come tante super star quando vengono interpellate, alla domanda sul perchè non partecipa lui ha risposto: “perchè io schiaccio solo in faccia agli avversari”

  • @MichaelPhilips a me, personalmente, non è piaciuto molto; nel WORLD TEAM c’erano troppi giocatori seri (europei), non ci sono stati duelli stile Irving-Knight o Waiters-Hardaway Jr., poche giocate spetatcolari e poi…niente Slam Dunk Contest negli ultimi minuti.

    Sono d’accordo con te sul fatto che l’All Star Week-End sia diventato un peso per gli atleti col terrore di farsi male, però questo è e ce lo teniamo…pensa me che devo svegliarmi tutto il week-end alle 3 🙁

  • Michael Philips
  • Michael Philips

    Comunque il più impressionante schiacciatore sul pianeta forse è questo tizio di 188cm, che però non è un “pagliaccio” che sa solo saltare (tipo quelli che sano solo palleggiare in ogni modo a calcio e poi non sanno passarla a 10 metri di distanza).

    https://www.youtube.com/watch?v=8iDMm1UYNmA

    tutta roba che oggi ci sogneremo allo slam-dunk contest.

  • Michael Philips

    F.M.B

    che poi ricordo quando c’era la possibilità che lebron facesse la gara delle schiacciate per cercare di ridarle quel fascino di un tempo, in cui i big partecipavano.

    E lui: “no, potrei infortunarmi”

    per poi passare 10 min di OGNI CAZZO DI PRE-PARTITA a piazzare schiacciate assurde, così per sport…

    error 404 logic not found

  • brazzz

    vero..l’unica gara seria ormai è quella del tiro da 3..la gara dee schiacciate è finita da secoli(a proposito,MP..pazzesco quel parker)..la stessa partita dell ASG è una buffonata da almeno 15 anni,a esser gentili…